Il miglior Wi-fi extender

Ultimo aggiornamento: 23.09.17

Wi-fi extender – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2017

 

Come scegliere il miglior Wi-Fi extender? Per prima cosa è importante capirne funzionalità e caratteristiche principali. È quello che si propone di fare la nostra guida che ha l’obiettivo di aiutarti a individuare l’apparecchio migliore per te in termini di rapporto qualità/prezzo, evitando un investimento sbagliato. Per aiutarti ulteriormente in questo compito abbiamo studiato le recensioni dei consumatori e, su questa base, abbiamo redatto la classifica dei migliori modelli, le cui recensioni puoi leggere in basso. Chi non avesse tempo sufficiente può limitarsi a considerare i primi due della classe. TP-Link TL-WA850RE è facile da usare, dotato della comoda funzione WPS, è molto compatto ed economico. Netgear WN3000RP-200PES funge anche da access point e, grazie al pulsante di accensione e spegnimento, non va staccato dalla presa quando non viene utilizzato.

 

 

Come scegliere il miglior Wi-fi range extender

 

Le connessioni internet senza fili hanno reso possibile l’accessibilità alla rete a un gran numero di utenti, in modo semplice e immediato: con un solo punto di accesso è infatti possibile far connettere più persone e più calcolatori. Nella pratica, però, questa prassi può incontrare delle difficoltà: in un grande edificio, come un’università o una grande azienda, è impossibile contare tutti gli ostacoli fisici che il segnale del router incontra come muri, scale, uffici, macchinari, ecc. Per non vanificare l’efficienza della nostra connessione senza fili è indispensabile munirci di amplificatori Wi-fi.

In questa recensione proveremo a dare dei consigli su come scegliere quale Wi-fi range extender si adatta meglio ai tuoi bisogni, analizzandone caratteristiche salienti dei più interessanti presenti sul mercato.

1

 

Guida all’acquisto

 

Semplicità di connessione e facilità d’uso

Assicuriamoci innanzitutto della presenza del pulsante WPS. Questo infatti ci garantisce la possibilità di connettere in modo automatico, senza passaggi complicati, altri dispositivi alla nostra rete. Bisogna però assicurarsi che anche il nostro router supporti la tecnologia WPS (a tal fine confronta il manuale fornito dal fabbricante).

Un buon amplificatore Wi-Fi dovrebbe essere dotato anche di strutture più complesse, come una porta Ethernet o antenne esterne. Non sottovalutiamo la presenza del classico interruttore ON/OFF, così da non dover lasciare i nostri apparecchi in stand-by quando non si usano. Si risparmia in bolletta.

La presenza di un indicatore della potenza del segnale è sicuramente una opzione da considerare importante anche per chi confronta prezzi prima di altre caratteristiche. Esso infatti offre la possibilità, visivamente, di scegliere i posti con meno ostacoli nell’edificio.

 

Usabilità

L’installazione di un amplificatore Wi-fi alla rete domestica è molto facile, indipendentemente dal prezzo cui sono venduti, perché tutti i dispositivi sono stati realizzati per gli stessi standard di trasmissione.

Essi operano nella banda 2,4 GHz, e alcuni anche nella banda 5 GHz. Come detto prima è importante il ruolo svolto dal WPS, che consente di collegare automaticamente i dispositivi, schiacciando il pulsante sulla scatola. In pratica, senza grossi intoppi, dopo solo un minuto il nostro amplificatore Wi-fi è già in funzione, senza richiedere ulteriori interventi da parte dell’utente. Naturalmente l’amplificatore può essere scollegato dalla rete elettrica e lo si può collegare di nuovo anche in un altro posto: scegliere un posizione prossima al router aumenterà la copertura di rete ma ridurrà l’efficienza complessiva del sistema.

2

 

Interconnessione

Gli amplificatori Wi-fi migliori o della migliore marca, se proprio vogliamo stilare una classifica, hanno anche una porta Ethernet aggiuntiva che permette così il funzionamento del dispositivo come access point (modalità Client, per esempio): ciò permette di collegare dei dispositivi che non dispongono di una interfaccia wireless ma solo via cavo (per esempio TV, console, e così via).

Per una scelta orientata e consapevole nella vasta gamma di amplificatori Wi-fi disponibili, noi riteniamo di potere dare con questa guida indicazioni di massima utili alla scelta: possiamo consigliarti vivamente di partire sempre dall’analisi del contesto nel quale hai l’esigenza di installate un amplificatore Wi-fi e poi, a seconda della qualità del segnale che bisogna garantire, opta per la copertura che più soddisfi le tue esigenze. Ricordati, soprattutto, che il diagramma di radiazione (cioè la capacità del dispositivo di espandere il segnale) di un amplificatore Wi-fi non sempre è omnidirezionale: consulta sempre il manuale delle istruzioni.

 

I migliori Wi-fi extender del 2017

 

Spesso la connessione del nostro router può incontrare delle difficoltà: contiamo la grande quantità di ostacoli fisici che il segnale incontra. In questa recensione daremo dei consigli per l’acquisto su quale Wi-fi range extender comprare, analizzando le caratteristiche offerte dai modelli più venduti. La comparazione dei diversi modelli faciliterà la valutazione e vedremo, per esempio, come scegliere un buon Wi-fi repeater wireless-n.

 

Prodotti raccomandati

 

TP-Link TL-WA850RE

 

1.TP-LINK TL-WA854RETra i modelli più venduti online c’è il TP-Link TL-WA850RE. Il design ben studiato lo rende funzionale in qualsiasi situazione. Essendo un componente da collegare direttamente alla presa di corrente, è stato concepito in modo da non bloccare le prese adiacenti, come spesso succede con oggetti dalla forma tozza e squadrata. Tutte le funzioni principali sono accessibili dal pannello anteriore. Sul retro si trova la porta Ethernet LAN (per collegare apparati che non hanno la connettività Wi-fi ) e pulsante di reset. Un anello LED blu di controllo indica il funzionamento della porta Ethernet, e la potenza effettiva del segnale sulla rete Wi-fi. È dotato di pulsante centrale WPS che consente di collegare rapidamente a una rete Wi-fi molti dispositivi contemporaneamente. Assicurati che anche il router principale abbia la stessa funzione, in modo da permettere ai due dispositivi di dialogare.

È compatibile con tutti gli standard IEEE 802.11b / g / n e offre il massimo delle prestazioni durante la connessione con i dispositivi 802.11b / g. Nella classifica dei migliori Wi-fi range extender del 2017 occupa un posto di rilievo per la sua semplicità di utilizzo e per l’ottimo potenziamento del segnale anche in condizioni più estreme. Vantaggioso il rapporto qualità prezzo.

La TP-Link, leader mondiale nella produzione di apparecchi di rete e telecomunicazioni, ha realizzato un Wi-Fi range extender campione di vendite online per i vantaggi che offre all’utente. Rivediamo allora quali sono.

 

Pro

Qualità/prezzo: Uno dei punti di forza del nuovo dispositivo TP-Link è il vantaggioso rapporto qualità/prezzo. Alle prestazioni elevate si abbina, infatti, un prezzo decisamente competitivo.

Funzionale: Il design del TP-Link si presenta funzionale e ben studiato perché, dovendo essere collegato alla presa di corrente, non blocca quelle vicine come spesso succede per oggetti aventi forma simile.

Utilizzo: Tra i vantaggi che il TP-Link offre annoveriamo anche la facilità di utilizzo, grazie alle funzioni principali tutte concentrate sul pannello anteriore. Basta inserirlo alla presa e premere il tasto WPS.

Indicatore: L’indicatore luminoso a LED blu ha il vantaggio di segnalare all’utente il livello del segnale proveniente dal router. In questo modo potrà essere scelto il posizionamento più efficace all’interno dell’edificio.

 

Contro

Troppi dispositivi: Qualche problema di funzionamento potrebbe registrarsi in caso di numerosi dispositivi collegati contemporaneamente.

Acquista su Amazon.it (€22)

 

 

 

Netgear WN3000RP-200PES

 

2.Netgear WN3000RP-200PESPronto all’uso, non richiede particolari procedure di installazione in quanto compatibile con ogni tipo di router. Basta attaccarlo alla rete elettrica di casa.

L’utilizzo è facilitato dalla presenza di spie LED che indicano il livello di ricezione del segnale wi-fi. L’amplificatore fornisce una connessione tramite il classico WPS che permette al dispositivo di dialogare con i device provvisti di wi-fi.

Dalle recensioni degli utenti emerge come nonostante il segnale amplificato sia evidente, la stabilità della connessione abbia qualche tentennamento in termini di MBS, ma che dopo pochi secondi si risolve in automatico. L’amplificatore dà il meglio in condizioni non troppo estreme, quando il router e l’extender non si trovano agli opposti dello stesso edificio. Secondo la nostra esperienza, rafforzata dal parere degli utenti in generale positivo, possiamo collocare l’extender in alto nella classifica grazie al convincente rapporto qualità prezzo.

Nella nostra guida per scegliere il miglior Wi-Fi range extender non poteva mancare un dispositivo Netgear, la multinazionale californiana sinonimo di qualità e affidabilità dei propri prodotti. Rivediamo quali sono i maggiori punti di forza e di debolezza di questo modello.

 

Pro

Configurazione: La configurazione del Netgear è semplice, guidata e molto veloce, l’ideale anche per chi non è proprio un esperto di nuove tecnologie.

LED: Gli indicatori LED segnalano la qualità del segnale proveniente dal router. Il beneficio è quello di poter capire qual è il punto dell’abitazione dove collocare più efficacemente il range extender.

Access Point: Il Netgear è versatile perché ha due modalità di utilizzo. Oltre ad ampliare la copertura del segnale, infatti, funge anche da nuovo punto di accesso Wi-Fi.

Pulsante On/Off: Il pulsante On/Off si rivela comodo quando si pensa di non dover utilizzare il dispositivo per tutta la giornata. Non occorrerà dunque staccarlo e riattaccarlo alla presa ma basterà semplicemente spegnere e riaccendere il tasto.

 

Contro

Stabilità: Secondo alcuni pareri degli utenti la stabilità della connessione presenta lievi imperfezioni in termini di MBS.

Acquista su Amazon.it (€24,9)

 

 

 

TP-LINK RE200

 

3.TP-LINK RE200Al terzo posto il TP-LINK RE200 che ci permette di lavorare con la tecnologia AC e dual band (2.4 e 5Mhz), anche se nella maggioranza dei casi è sufficiente la single band. La configurazione è semplice ma, come segnalato da alcuni utenti, il processo di settaggio è un po’ più complicato se avviene da computer desktop e non da laptop. Ciò che si riscontra, è la debolezza delle lampadine LED, poco leggibili in caso di forte luce solare. Anche il TP-LINK RE200 è dotato del pulsante WPS che permette il dialogo tra l’extender e il router. Nel caso il router non supporti lo standard WPS è possibile intervenire manualmente tramite indirizzo IP. In sostanza è un buon dispositivo, anche se, a nostro avviso, il rapporto qualità prezzo è un po’ sfavorevole, poiché molto spesso il dual band è superfluo, e si potrebbe investire su un extender single band ma di qualità superiore.

Non c’è da stupirsi se la TP-Link è riuscita a piazzare un bel modello nella nostra classifica. La qualità e affidabilità dei suoi prodotti è riconosciuta a livello internazionale. Riepiloghiamo dunque i principali vantaggi e svantaggi di questo dispositivo.

 

Pro

Tecnologia: Il TP-Link è un range extender tecnologicamente avanzato che utilizza la dual band e sfrutta l’ultima generazione del Wi-Fi per connettere efficacemente i vari dispositivi.

Velocità: Uno dei vantaggi del TP-Link è l’elevata velocità di connessione che arriva a 750 Mbps, ideale per godersi al meglio streaming HD, gaming e tante altre applicazioni.

Prestazioni: Le prestazioni del dispositivo sono elevate poiché si tratta di un range extender avanzato, veloce, efficace nel coprire le aree poco servite dal segnale Wi-Fi e anche facile da configurare e usare.

 

Contro

Prezzo: Il TP-Link non è il modello più economico presente sul mercato e nella nostra classifica.

Acquista su Amazon.it (€29,57)

 

 

 

Minidiva WR0006-it

 

4.Minidiva WR0006-itSi tratta di un apparecchio dalle dimensioni davvero ridotte. L’installazione è semplice e si collega alla rete elettrica di casa.

Il design è molto spartano ma l’interfaccia è di immediata comprensione. Questo extender ha anche funzionalità di bridge wireless, grazie alla presenza di apposita porta di rete , che ci permette di collegare i dispositivi che possiedono solamente connessione tramite cavo di rete.

Il segnale viene egregiamente amplificato, anche se, a differenza di altri modelli, soffre un po’ gli ostacoli fisici degli edifici, che abbassano l’estensione del segnale. Si consiglia per reti Wi-fi domestiche, più che aziendali. In questo caso il rapporto qualità prezzo è particolarmente vantaggioso.

Ecco riassunte in breve quali sono le caratteristiche principali del piccolo Wi-Fi range extender realizzato da Minidiva.

 

Pro

Prezzi bassi: A differenza del modello visto in precedenza, il Minidiva si caratterizza per un costo decisamente accessibile, l’ideale per chi sta cercando un dispositivo che sia prima di tutto economico.

Bridge: Nonostante il prezzo davvero contenuto, il Minidiva è dotato di alcune interessanti funzioni come il bridge wireless che permette, tramite apposita porta di rete, di collegare quei dispositivi che hanno solo connessione via cavo.

Dimensioni: Minidiva è un range extender mini grazie alle sue dimensioni ridottissime, l’ideale per chi ha poco spazio a disposizione.

 

Contro

Design: Il design molto spartano potrebbe far storcere il naso agli amanti delle belle forme.

Ostacoli: Gli ostacoli fisici inevitabilmente presenti nei vari ambienti influiscono non poco sulle prestazioni del Minidiva.

Acquista su Amazon.it (€13,99)

 

 

 

D-Link DAP-1320

 

5.D-Link DAP-1320Semplice da usare, ha un aspetto gradevole e le ridotte dimensioni lo rendono “invisibile”. A nostro avviso è il più semplice da configurare grazie anche a un’app dedicata, a patto però che anche il router principale sia di tipo WPS, altrimenti sarà necessario un intervento manuale di configurazione. Tra i cinque extender presenti nella classifica dei migliori Wi-fi extender è quello che soffre di più la prova degli ostacoli fisici presenti nell’edificio in cui è istallato.

I muri più spessi “filtrano” parecchio la potenza del segnale, riducendolo sensibilmente quando l’extender è posizionato lontano anche solo pochi metri dal router principale. L’apparecchio infine necessita di un aggiornamento del firmware indispensabile per garantire la stabilità e di conseguenza l’incremento del segnale Wi-fi, soprattutto con tablet e smartphone. Sul forum ufficiale è possibile aggiornarlo, scaricando la versione 1.21.

Un altro modello che consigliamo di tenere in considerazione è dunque il range extender D-Link. Ecco riassunti pregi e difetti e, per chi non sa dove acquistare, suggeriamo di fare riferimento al link che rimanda a un’offerta molto interessante.

 

Pro

Dimensioni: Il D-Link è un dispositivo che occupa un ingombro molto ridotto. Può stare sul palmo di una mano e, attaccato alla presa elettrica, diventa di fatto invisibile e non blocca quelle adiacenti.

Facilità di utilizzo: Il range extender D-Link risulta molto facile da utilizzare e, grazie anche all’app dedicata, è altrettanto semplice da configurare.

 

Contro

Ostacoli: Gli ostacoli fisici e i muri spessi riducono sensibilmente le prestazioni di questo modello.

Firmware: Per garantire una maggiore stabilità della connessione potrebbe essere necessario eseguire un aggiornamento del firmware.

Acquista su Amazon.it (€19,9)

 

 

Reply Here

Be the First to Comment!

Notify of
avatar
wpDiscuz
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2017. All Rights Reserved.