Il miglior robot tagliaerba senza filo perimetrale

Ultimo aggiornamento: 26.09.17

 

Come scegliere il miglior robot tagliaerba senza filo perimetrale del 2017?

 

Possedere un giardino, magari grande, è qualcosa di stupendo ma bisogna sapere che è anche fonte di tantissimo lavoro. Ci sono le piante da curare, le erbacce da estirpare e il prato che va falciato periodicamente. Soprattutto se il manto erboso si estende un paio di centinaia di metri quadrati, è bene affidarsi al miglior robot tagliaerba senza filo perimetrale.

Questo tipo di robot facilitano incredibilmente la vita, sottraendo l’incombenza di dover tagliare in prima persona il prato ma, va detto, che non si tratta di una macchina a basso costo. Ecco perché ha senso comprarla solo nel caso in cui il giardino sia davvero grande.

Una volta acceso il robot, non c’è neanche bisogno di essere presenti: ci si può dedicare ad altro o addirittura uscire, perché tale macchina non ha bisogno di essere vigilata. Il miglior robot senza filo perimetrale del 2017, infatti, è dotato di una intelligenza artificiale grazie alla quale riesce ad agire in tutte le zone del giardino.

Tuttavia dobbiamo precisare che questo tipo di macchine non può eseguire alla perfezione il suo lavoro negli angoli, perché impossibili da raggiungere: in questo caso l’operazione va completata con un decespugliatore.

Determinante nella scelta del modello sono le dimensioni del giardino in quanto ogni robot è indicato per un certo numero di ettari. Maggiori sono le distanze da coprire e più caro sarà il prezzo del tagliaerba.

Molto meglio puntare su un robot con quattro ruote motrici e che non abbia difficoltà nell’affrontare terreni in pendenza: condizione che può anche essere trascurata se il prato da tagliare è su una superficie completamente piana.

Verificare poi che la macchina abbia un’autonomia adeguata alle esigenze: la batteria deve poter lavorare ininterrottamente almeno un paio d’ore.

Il robot deve essere in grado di innescare la retromarcia qualora si presenti sul suo cammino un ostacolo come, ad esempio, un albero. Infine controllare che ci siano tutti i dispositivi di sicurezza necessari, come lo stop delle lame in caso di ribaltamento o sollevamento del robot dal suolo.

 

 

Ambrogio L60

Principale vantaggio

La rasatura è completa e perfetta grazie a un sensore che rileva la presenza del manto erboso e lo distingue da quello già tagliato.

 

Principale svantaggio

Nonostante sia un robot tecnologicamente avanzato, alla prova degli angoli ha dovuto sventolare bandiera bianca: è inevitabile usare il decespugliatore.

Acquista su Amazon.it (€1250,5)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Ideali per terreni fino a 20 metri quadrati

Il robot L60 della Ambrogio Zucchetti è destinato a giardini non eccessivamente grandi: il suo raggio d’azione si estende fino a un massimo di 200 metri quadrati.

La resa sui terreni in pendenza è ammirevole e riesce ad affrontare anche le salite più impegnative, grazie alla forza del suo motore a spazzola che dà la spinta alle quattro ruote motrici.

La macchina è alimentata da una batteria a litio-ione, con ricarica manuale. La pila fornisce un’autonomia adeguata al raggio d’azione del robot, ovvero, 120 minuti.

Il taglio, o meglio, la qualità del taglio, ha soddisfatto chi ha avuto modo di provare il robot: in questo senso dobbiamo riconoscere il merito della lama a stella da 24 centimetri. Il robot non richiede alcuna installazione e, una volta caricata la batteria, è pronto all’uso.

Intelligenza artificiale

Il robot è dotato di intelligenza artificiale: grazie a un sensore riesce a distinguere tra erba da tagliare ed erba già tagliata; sfrutta un algoritmo grazie al quale si ottiene una tosatura senza sbavature.

Durante il suo cammino sul prato, lo L60 lascia piccolissimi residui di terra che fungono da fertilizzante naturale. L’azione di questo fertilizzante fa sì che il prato sia più resistente alle malattie, agli insetti e alla siccità: il risultato è un manto verde e sano, bello da vedere e calpestare, senza dover far ricorso a pesticidi e altre sostanze chimiche.

Quanto alla lama, è modulare: ciò significa che varia la sua velocità di rotazione in funzione dell’altezza dell’erba. In questo modo, ci sono benefici sia per la batteria sia per il motore, dal punto di vista della durata.

 

Grande sicurezza

Il robot è una macchina sicura: sono stati presi tutti gli accorgimenti del caso. Grazie a un sensore di sollevamento, la macchina si ferma immediatamente nei seguenti casi: quando si ribalta e quando viene sollevato dal suolo. Scongiurato dunque il rischio di ferirsi accidentalmente

Ambrogio non conosce ostacoli, anzi, è più corretto dire che li riconosce grazie al sistema di rilevamento di collisioni di cui è dotato. Se il robot sbatte contro qualcosa, l’urto viene riconosciuto da un sensore che invia un segnale alla scheda madre: a quel punto si attiva la retromarcia.

Ambrogio non è da apprezzare solo per la sua intelligenza ma anche per la sua forza e resistenza: i materiali impiegati per la sua costruzione sono tutti buoni e affidabili.

 

Acquista su Amazon.it (€1250,5)

 

 

Reply Here

Be the First to Comment!

Notify of
avatar
wpDiscuz
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 4.67 out of 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2017. All Rights Reserved.