×
  • La migliore lavatrice
  • Le 5 Migliori Asciugatrici del 2020
  • La migliore lavasciuga
  • Lavatappeti
  • Lavatrice asciugatrice Bosch
  • Asciugatrice: l’elettrodomestico che vi cambierà la vita

    Ultimo aggiornamento: 03.07.20

    Quali sono nello specifico i vantaggi di avere un’asciugatrice, i costi e i consumi che il cliente deve sostenere? Scopriamolo insieme con questo pratico articolo.

     

    Perchè acquistare un’asciugatrice?

    Per chi non conosce le caratteristiche generiche di questo apparecchio, l’asciugatrice è in grado, come suggerisce il nome, di rendere asciutti i vestiti in poco tempo, offrendo morbidezza ai capi e anche la distensione delle pieghe.

    Questo elettrodomestico riscontra elogi per alcuni e suscita scetticismo in altri: per quale motivo? Non tutti lo ritengono un oggetto indispensabile per la propria casa, come la lavatrice o il frigo, in quanto il bucato può asciugarsi facilmente all’aperto.

    E’ bene allora fare un confronto anche in termini di clima; è molto comune, per esempio, che nel Sud America praticamente ogni appartamento sia dotato di tale apparecchio, mentre in Italia questa spinta innovativa ancora non si è del tutto sviluppata.

    Ovviamente, essendo nel primo caso la temperatura più rigida, è veramente difficile che i vestiti si asciughino in poco tempo e che possano essere indossati senza che siano ancora impregnati di umidità; ciò non avviene nei paesi italiani, dove il calore è maggiore e le condizioni atmosferiche sono più miti.

    Quindi, se il clima è ventilato, c’è spesso il sole e non sembra prolungarsi eccessivamente l’inverno, l’asciugatrice potrebbe essere un elemento superfluo, nonostante sia comodo. Se avete una mole di bucato piuttosto estesa da fare, invece, allora la decisione è palese, previo comunque un accurato esame delle dimensioni e delle misure del proprio appartamento.

    Essendo poco più piccola di una lavatrice, infatti, non è un oggetto facilmente installabile. Il lavasciuga può allora tornarvi utile se proprio non avete spazio a disposizione, poiché svolge insieme la funzione di lavatrice e quella di asciugatrice con un solo motore.

     

    Vantaggi e svantaggi: quali sono?

    Chi ha l’asciugatrice sa quanto diventi difficile farne a meno; averne una in casa fa dimenticare quanto sia stressante dover tenere conto del bucato ogni giorno, specialmente se piove e se i vestiti non asciugano in tempo.

    Magari c’è quel pantalone o quella maglietta di cui proprio non volete fare a meno per la vostra uscita serale, eppure non potete indossarla perché è ancora bagnata e il tempo non aiuta. Se ci si mette poi anche il fatto che bisogna stirare la biancheria, passa molto più tempo del dovuto e diventa snervante anche solo una semplice attività.

    Con l’elettrodomestico queste fastidiose scadenze non esistono: una volta inseriti i capi all’interno, in un paio d’ore risultano asciutti e, se li tirate subito fuori, sono anche morbidi al tatto e perfettamente lisci.

    Avete capito bene: potete dire addio al ferro da stiro, incombenza odiosa e temuta da chi ha poco tempo da dedicare alle faccende domestiche. Anche le camicie, se opportunamente inserite all’interno, con qualche piccolo trucco risulteranno senza una piega o una grinza di troppo; profumati e lavati, i capi saranno pronti per essere indossati.

    Sia chiaro, l’asciugatrice non danneggia assolutamente i capi delicati; anzi, i modelli di ultima generazione hanno diversi programmi di stiratura e asciugatura, per cui anche i vestiti più difficili da trattare saranno come nuovi e avranno una consistenza al tatto perfetta.

    La pecca dell’asciugatrice sta in particolare nella sua manutenzione. le fibre dei tessuti tendono a incastrarsi nelle sue componenti, e questo a lungo andare potrebbe causare qualche malfunzionamento.

     

    Qual è il corretto funzionamento dell’asciugatrice?

    Non tutti i prodotti, ovviamente, sono uguali, ma prima di capire quale sia l’asciugatrice più venduta dobbiamo soffermarci anche sul suo funzionamento. Ne esistono due tipologie: a espulsione e condensazione. 

    Il meccanismo di base è lo stesso: di solito c’è una ventola apposita che aspira aria dall’esterno, la riscalda tramite la resistenza e la emette a getto, per asciugare in poco tempo i vestiti.

    Nella prima tipologia di asciugatrice, l’umidità presente nella biancheria si trasforma in vapore che, per l’appunto, deve essere espulso: perciò questi apparecchi sono dotati di un tubo flessibile e resistente, che va attaccato a un foro di scarico.

    Inoltre, ci sono due fattori da considerare: proprio in virtù di questa sua caratteristica, tale asciugatrice non va bene in posti chiusi e senza prese di aereazione, perché saturerebbe l’ambiente di umidità.

    Inoltre, per montarla c’è bisogno di un tecnico specializzato, che vi aiuterà a inserire correttamente il tubo posteriore. La seconda tipologia, ovvero quelle a condensazione, prevede la presenza di un condensatore che trasforma l’umidità in gocce d’acqua; queste ultime andranno a depositarsi in un contenitore estraibile.

    Non ha bisogno quindi di accessori aggiuntivi come il tubo, e offre non solo il vantaggio di poter essere inserita in qualsiasi ambiente, ma anche la possibilità di riutilizzare l’acqua accumulata per molteplici usi.

    Per l’installazione non è necessario chiamare un tecnico, basta semplicemente inserire la spina nella presa e seguire il libretto delle istruzioni per il programma che volete scegliere. Inoltre, questa tipologia è provvista di numerose spie che segnalano la fine del programma oppure il momento in cui il serbatoio è pieno.

    Quali sono i costi e i consumi?

    Non sono pochi quelli che associano l’asciugatrice a un livello di consumo molto alto, con il conseguente pagamento di tasse esorbitanti: ecco perché spesso i consumatori desistono all’idea di avere una tale comodità in casa.

    Effettivamente, questi apparecchi sprecano energia in virtù della funzione che svolgono, ma per capire meglio quale sia di preciso il consumo che apportano, dovete controllare la classe energetica a cui fanno riferimento.

    Più alta sarà quest’ultima, minore sarà il consumo, e salirà ovviamente il costo in concomitanza alla qualità. Se però è necessaria a ogni lavaggio, l’asciugatrice diventa una grande alleata e arriva ad apportare meno spese rispetto a un bucato normale, soggetto quindi a stiratura e a bollette salate.

    D’altronde, si tratta di tenere conto anche di un aspetto fondamentale: il ferro da stiro. Molte volte il consumo maggiore deriva proprio da tale apparecchio, specie quando viene utilizzato per molte ore.

    Eliminando questo problema con l’asciugatrice, le vostre tasche ne risentiranno meno, o comunque in maniera pari al normale, senza però le incombenze legate alle intemperie o alle pieghe.

     

     

     

    Sottoscrivere
    Notifica di
    guest
    0 Comments
    Inline Feedbacks
    View all comments

    Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

    Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

    DMCA.com Protection Status