Fender Flea – Recensione

Ultimo aggiornamento: 10.07.20

Principal vantaggio

Il basso è molto versatile anche se lo consigliamo soprattutto per funk e rock. Il manico, poi, è semplicemente eccezionale.

 

Principal svantaggio

Magari per qualcuno potrà anche essere il bello di questo basso, certamente è ciò che lo rende particolare ma a noi il suo look vissuto non piace neanche un po’.

 

Verdetto 9.7/10

L’aspetto di basso vecchio e rotto ci ha fatto abbassare un po’ la valutazione finale, dobbiamo dirlo ma i gusti son gusti, per il resto è un ottimo strumento con un bel suono e un manico scorrevole.

Acquista su Amazon.it (€1432,73)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Sembra malconcio

Se siete bassisti o comunque amanti dello strumento, sicuramente conoscerete Flea dei Red Hot Chili Peppers. È un virtuoso dello strumento, dotato di grande tecnica e maniaco dello slap le cui influenze funk prestate al rock si sentono da anni luce di distanza. 

Perché vi parliamo di lui? Per recensire un nuovo disco dei RHCP? No! Vogliamo parlarvi delle linee di basso firmate proprio bassista, più precisamente del Flea. Vogliamo essere meno canonici del solito e cominciare partendo del look del basso. Se non lo conoscete, vi chiederete il perché di questa scelta. Guardando la foto del basso, magari su un sito e-commerce pensereste si tratti di uno strumento usato, anzi, fin troppo usato, diciamo pure abusato, danneggiato. 

Tuttavia se osservate con attenzione il Jazz Bass Shell Pink del 1961 che usa Flea, è proprio malridotto. Insomma, Fender ha pensato di riprodurre proprio quel basso con le sue cicatrici di “vita vissuta” (e probabilmente terminata sotto un camion). Insomma, l’avrete capito, il basso pur essendo nuovo sembra malridotto ma funziona benissimo. Ora, l’idea è sicuramente originale però a noi non piace e lo segnaliamo come punto sfavorevole.

Spettro sonoro versatile

Dopo esserci dilungati più del dovuto sull’aspetto dello strumento, andiamo su questioni più tecniche. È un basso a 4 corde con single coil vintage del ‘64, dunque circuiti passivi. Lo spettro sonoro che offre il basso (ecco i migliori modelli) è molto versatile. Chiaramente è stato concepito per dare il meglio di sé con il funk e il rock e naturalmente la fusione tra i due generi così come fa Flea con la sua band, ma ci potete suonare anche molto altro e tirare fuori una ampia gamma di suoni classici. Uno dei punti di forza è sicuramente il manico ma dopotutto in questo Fender dà lezioni a tutti. Dicevamo del manico, che è molto scorrevole, veloce e preciso, insomma un vero gioiello.

 

Meccaniche precise

Il basso, come detto in apertura è una riproduzione del Jazz Bass Shell Pink del 1961, di conseguenza anche per i materiali si è partito da lì; pertanto abbiamo il corpo in ontano a cui è avvitato il manico che è costruito in acero. Per la tastiera a 20 tasti c’è il classico palissandro. Le meccaniche sono molto precise con una buona tenuta dell’accordatura. 

Non è uno strumento per principianti ma nemmeno per professionisti. Diciamo che si colloca a metà strada e per le vostre esibizioni dal vivo, anche di un certo livello può andare decisamente bene. Per quanto riguarda l prezzo, a nostro avviso è adeguato alla qualità del basso che, a proposito, è prodotto in Messico.

 

Acquista su Amazon.it (€1432,73)

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status