La migliore bici da corsa in carbonio

Ultimo aggiornamento: 15.11.18

Come scegliere la migliore bici da corsa in carbonio del 2018?

 

Quali sono le migliori bici da corsa in carbonio del 2018? Ma soprattutto, per quale scopo sono più adatte? Il loro costo non è contenuto e il materiale non sempre garantisce le prestazioni desiderate, specie se non si conoscono bene le caratteristiche e le performance che ogni soluzione può offrire. Prima di acquistare la tua prima bici da corsa in questo materiale ultra-tecnologico ricordati di verificare che risponda al meglio alle tue esigenze.

Il basso costo non è una delle caratteristiche facili da trovare in una buona bicicletta da corsa, ma nemmeno è consigliabile, a chi inizia, accanirsi alla ricerca di modelli estremamente costosi. La leggerezza, per esempio, è uno dei parametri che determina direttamente il prezzo di vendita, ma non vale la pena spendere cifre esorbitanti per alleggerirsi di appena un etto. A meno di non essere sportivi di professione. Se sembra del tutto terminata l’epoca delle bici in acciaio, molto pesanti e limitanti dal punto di vista della possibilità d’uso, il più leggero alluminio e l’innovativo carbonio sono le alternative più battute anche dagli amatori durante le loro uscite del fine settimana.

Chi vuole puntare in alto e sceglie di acquistare una bicicletta in carbonio deve avere chiare alcune caratteristiche che ancora determinano la qualità e la resa del materiale. Non tutti i telai in carbonio sono uguali, ma sono il risultato di alcune variabili che concorrono alla realizzazione di un prodotto buono oppure più scadente. Le fibre di carbonio sono mischiate a resine epossidiche e la qualità e quantità di questi due materiali insieme al tipo di lavorazione determinano la resa del prodotto finale. Non è impossibile, quindi, spendere cifre considerevoli acquistando materiali non all’altezza delle aspettative.

Altra differenza sostanziale è determinata dal tipo di telaio. La differenza tra il monoscocca realizzato in un unico blocco e quello composito che prevede l’assemblaggio dei singoli tubi può essere determinante. Anche la capacità di resistere agli urti può variare da modello a modello, e questo è un aspetto da non trascurare. Un impatto grave che danneggia la struttura della bici ne determina irrimediabilmente la sua rottamazione dal momento che non è possibile riparare la scocca in carbonio.

 

Pinarello Razha

Principale vantaggio

È una bella semipro dedicata agli amatori che vogliono lanciarsi alla scoperta di un nuovo stile di pedalata sperimentando il materiale tecnico.

 

Principale svantaggio

Ha un costo importante. Cosa che, a dirla tutta, non sorprende affatto.

 

Verdetto: 9.5/10

La spesa da affrontare per questa bici in carbonio di Pinarello è più che ragionevole vista la qualità della sua struttura e le prestazioni di alto livello. La sua leggerezza ne consentirà anche un trasporto più agevole.

Acquista su Amazon.it (€2999)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Il bello del carbonio

Consci dei limiti di questo materiale comunque molto performante, fa piacere sapere che la Razha è realizzata con attenzione ai dettagli. Se non è in assoluto la migliore bici da corsa in carbonio è di certo un modello entry level di lusso per approcciarsi a questa disciplina sportiva puntando già in alto.

Ha una buona risposta grazie alla rigidità della fattura che risponde bene alle sollecitazioni e al vigore della pedalata trasformando in movimento tutta l’energia impressa dalla gamba. Il suo design è pensato per minimizzare la dispersione di forza e trasmettere alle ruote tutta la potenza impressa al pedale.

Il produttore ne esalta la capacità di risposta imprimendo maggiore forza alzandosi sui pedali. La leggerezza della bici è esaltante, specie per chi prova il carbonio per la prima volta provenendo da soluzioni più massicce e importanti.

Monoscocca potente

Il telaio è asimmetrico, il disegno è studiato per migliorare l’aerodinamicità e consentire a chi la inforca di sentirsi tutt’uno con la bici. La forma trasmette la piacevole sensazione di potenza e rigidezza indispensabili per sfrecciare come saette nei rettifili ma l’aderenza in curva è altrettanto esaltante.

Sul piano tecnologico la Pinarello sfoggia il Drop-in bearing System, il disegno integrato dell’alloggiamento dei cuscinetti a sfera dove si posiziona lo sterzo, che migliora la risposta della bicicletta anche nelle curve più impegnative, sfrecciando a velocità impensabili rispetto ad altri modelli.

 

Accessori inclusi

Il modello proposto in questo caso ha un prezzo più alto rispetto a quello di listino per questa bici. Il motivo è presto detto, monta un cambio Shimano 105. La scelta va presa in considerazione prima di decidersi all’acquisto, non tutti saranno d’accordo con questa soluzione perché potrebbe essere penalizzante sul piano del peso finale che assume la bici. Di certo, però, si tratta di un’ottima proposta per avere accesso a una bici completa di tutto punto con un cambio dalla risposta sempre fluida e soddisfacente.

Altro dettagli di cui tenere conto, questa soluzione monta copertoni Fulcrum, i Racing 7-O Mavic Aksium in particolare, che sono disponibili in ogni dimensione per adattarsi perfettamente alle esigenze del ciclista.

 

Acquista su Amazon.it (€2999)

 

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti:

 

Scarpa per bici da corsa

 

Pedali per bici da corsa

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.