Perché scegliere la borraccia e come averne cura

Ultimo aggiornamento: 09.07.20

Utilizzare la borraccia significa evitare l’utilizzo di bottiglie di plastica che non sono biodegradabili. Scoprite in questo articolo quale scegliere e come evitare problemi di igiene.

 

Chi è amante dello sport è già abituato a utilizzare la borraccia termica, perché si tratta di una soluzione pratica e facile da trasportare, soprattutto per chi pratica la corsa, il trekking o preferisce andare in bicicletta.

Ma essere sempre in movimento non significa per forza fare attività sportiva, perché spesso è necessario correre anche per andare a lavoro, e una volta entrati in ufficio è comunque importante idratarsi adeguatamente.

Oltre a queste, vi sono tantissime altre situazioni in cui può tornare utile avere a portata di mano una borraccia, soprattutto per placare la sete o per gustarsi una tisana fredda nei periodi più caldi.

In commercio ci sono numerose soluzioni che possono fare al caso vostro, alcune più costose e altre più particolari e innovative, ma sapete perché dovreste scegliere di sostituire le bottiglie di plastica con una borraccia termica? 

In questo articolo diamo una risposta alla domanda, e in più troverete anche qualche suggerimento per utilizzare al meglio un prodotto simile, quindi anche per pulirlo e averne cura nel migliore dei modi.

Tra l’altro, se non sapete quali caratteristiche guardare per scegliere la soluzione ideale, leggendo più in basso non mancheranno anche diversi consigli utili a fare un acquisto più ponderato.

 

Una scelta sostenibile

Scegliere la borraccia termica, per alcuni significa optare per una soluzione pratica, economica e soprattutto ecologica, mentre per tanto altri è una semplice moda.  Generalmente però, anche se l’obiettivo che spinge un consumatore ad acquistare questo prodotto non deriva da considerazioni importanti, si tratta sempre di un articolo che offre benefici a livello ambientale.

Le bottiglie d’acqua sono tutte realizzate in plastica, e nonostante possano essere riutilizzate, la maggior parte è progettata in PET, perciò dopo il primo utilizzo devono essere smaltite. Tuttavia, poiché non sono realizzate con un materiale biodegradabile, sempre troppo spesso vengono abbandonate per strada, oppure lasciate sulla spiaggia, nei boschi, nel mare, praticamente ovunque.

L’impatto ecologico è quindi molto importante e nessuno può chiudere gli occhi sull’inquinamento, che l’utilizzo sconsiderato di questo tipo di materiale sta generando. Vi basti pensare che si preferisce continuare ad acquistare bottiglie di plastica una dietro l’altra.

Non viene quindi considerato che un utilizzo prolungato di questi contenitori potrebbe modificare le caratteristiche fisiche e chimiche degli alimenti, andando a intaccare la vostra salute.

Quindi, farne un uso smodato non è consigliato per svariate motivazioni, ma in particolare da un punto di vista igienico, perché si aggiunge anche la trasparenza del materiale con cui sono realizzate, che favorisce la crescita dei batteri per mezzo della luce.

Ma non è solo per queste ragioni che sempre più persone scelgono una borraccia termica, perché in primis c’è, come abbiamo anticipato, un interesse per la tutela ambientale, mosso soprattutto dalle possibili conseguenze ecologiche mostrate dai dati rilasciati dalle ricerche delle Nazioni Unite.

 

Cosa valutare in fase di acquisto

Qualora decidiate di praticare sport in palestra o all’aperto, la borraccia termica sarà una valida compagna che vi aiuterà a idratarvi senza dover per forza acquistare bottiglie di plastica monouso.

Di primo acchito, potrebbe sembrare un prodotto molto semplice, ma è bene sapere che in realtà è caratterizzato da un rivestimento interno molto particolare, che rende impermeabile la superficie, consentendo al liquido di mantenere stabile la sua temperatura.

In soldoni, versando una tisana calda o dell’acqua fredda, rimarranno tali senza alcuna alterazione, perciò si tratta di un articolo versatile e conveniente per chi va al mare o in montagna.

A tal proposito, quelle in alluminio vantano un buon rapporto qualità/prezzo, nonostante siano poco raccomandate a causa del cattivo sapore che viene rilasciate con un uso prolungato. In realtà, per evitarlo, basterà mantenere il giusto grado di pulizia, quindi tornerà utile scegliere, in fase di acquisto, una borraccia termica che possa essere introdotta nella lavastoviglie.

Ma tra le caratteristiche da ricercare in un prodotto simile, c’è anche la tipologia di chiusura, che permette anche di evitare il rischio di disperdere il calore nell’ambiente o del liquido dalla bottiglia durante i movimenti.

Tra le principali soluzioni vendute su Internet si trovano quelle a tenuta stagna, ma le tipologie di tappo sono principalmente due: a vite e quella apri e chiudi. La prima è quella più diffusa e anche abbastanza economica, nonostante sia caratterizzata da un anello in silicone che riesce a mantenere saldamente chiuso il tappo.

Occorre però accertarsi spesso della corretta chiusura, perché sono realizzate con materiali che tendono a perdere aderenza dopo diversi utilizzi. La seconda tipologia riguarda borracce termiche più pratiche e funzionali, che possono essere aperte anche solo con una mano, perciò sono il prodotto ideale per i bambini o per chi pratica sport.

 

Il metodo di pulizia

Lavare una borraccia termica in alluminio o in acciaio è molto semplice, soprattutto se avete a disposizione una lavastoviglie o una spugna, che vi permette di raggiungere il fondo delle bottiglie.

Per farlo, una volta svuotata dell’acqua o del liquido al suo interno, bisognerà riempirla con altra acqua, ma questa volta calda, quindi aggiungere qualche goccia di detersivo e aspettare alcuni minuti.

Chiudete la bocca con il suo tappo, agitatela con abbastanza forza per qualche secondo e dopodiché svuotatela, risciacquatela con acqua tiepida fino a che non eliminerete ogni traccia di detergente.

Chi vuole, può quindi scegliere di terminare i passaggi in lavastoviglie, altrimenti, per concludere, basterà strofinare il tappo per rimuovere i residui.

Alcune idee per personalizzarla

In conclusione, un altro motivo che può darvi la giusta motivazione per abbandonare le bottiglie di plastica a favore della borraccia termica, è la possibilità di rendere più personale e particolareggiata la superficie esterna del modello che avete scelto.

Molte aziende produttrici di questi articoli consentono di selezionare dei colori, dei motivi o anche delle immagini e decorazioni ricche di particolari, e in questo modo invogliare sempre più persone ad abbandonare l’utilizzo di materiali che non sono biodegradabili e sostenibili, in favore del vostro portafoglio, di voi stessi e, soprattutto, dell’ambiente.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status