Epiphone Les Paul Studio LT – Recensione

Ultimo aggiornamento: 01.06.20

Principale vantaggio

È una chitarra equilibrata dal punto di vista del rapporto qualità/prezzo. È costruita con buoni materiali e la tenuta dell’accordatura è soddisfacente.

 

Principale svantaggio

Lo strumento è un po’ pesante ma è una cosa tipica delle Les Paul by Epiphone, almeno per quel che riguarda i modelli più economici.

 

Verdetto 9.8/10

Magari potreste pensare che il nostro voto sia un po’ alto ma rispecchia il suo valore considerando il costo contenuto e la qualità generale dello strumento.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Buona per cominciare

Trovare una chitarra dal buon rapporto qualità/prezzo non è semplice. Nella maggior parte dei casi una chitarra che costa poco nasconde un sacco di problemi e difetti, tanti da rendere complicato studiarci sopra e servire al massimo per una strimpellata. All’altro estremo abbiamo chitarre convincenti, anche se non professionali ma che costano tanto, troppo per chi è agli inizi e cerca comunque uno strumento su cui formarsi per poi, in seguito, spostarsi su un modello di fascia superiore. 

In tutto questo discorso dove si colloca la Epiphone Les Paul Studio LT? È proprio quella chitarra dal buon rapporto qualità/prezzo cui abbiamo fatto cenno all’inizio. Parliamo di una sei corde per principianti che lo strumento vogliono studiarlo, vogliono farci qualcosa di serio che attenzione, non vuol dire “professionale”. 

È chiaro che progredendo nello studio, questa diventa una chitarra di passaggio, propedeutica a qualcosa di meglio ma non è detto che si decida di disfarsene perché può tranquillamente far parte di una ipotetica collezione anche per un discorso affettivo.

Fatta in mogan

Nella Les Paul Studio il mogano la fa da padrone tante è vero che lo troviamo sia per il body sia per il manico mentre la tastiera è in palissandro. A proposito, il profilo del manico è slimtaper a “D” e si richiama con forza alla Les Paul del 1960. I tasti sono ventidue, di tipo medium jumbo. Il manico è comodo, piacevole e scorrevole. 

Certo, sarebbe stato uno strumento più confortevole se fosse stato meno pesante, a riguardo suggeriamo di usare una buona tracolla, meglio se imbottita nel caso in cui si sia soliti suonare diverse ore. A proposito non sono previsti accessori, quindi non solo non trovate la tracolla ma neanche una custodia morbida, un accordatore o dei miseri plettri.

 

Meccaniche ed elettronica

Per quanto riguarda le meccaniche e l’elettronica troviamo un ponte Tune-o-Matic e le Premium Covered 14:1. Non riteniamo di doverci lamentare per la tenuta dell’accordatura che sicuramente migliorerà ulteriormente con delle corde di buon livello, cosa che consigliamo di fare il prima possibile. 

La chitarra monta due pickup humbucking, in particolare abbiamo al ponte il modello 650R Zebra Coil e il 700T al manico, entrambi Epiphone. I suoni puliti sono un po’ cupi, la distorsione non potentissima ma è anche una questione di gusti. Volendo inquadrare questa chitarra in un genere ci viene da dire il blues su tutti, ma sicuramente può ben adattarsi anche alle sonorità rock.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status