n n
n
n
▷ Contachilometri per bici. Consigli d’acquisto e Recensione

Il miglior contachilometri per bici

Ultimo aggiornamento: 21.11.19

 

Come scegliere il miglior contachilometri per bici del 2019?

 

Siccome non per tutti andare in bicicletta è una semplice passeggiata, abbiamo creato questa guida per chi vuole avere una serie d’informazioni mentre pedala, a cominciare dalla velocità: ciò è possibile grazie al contachilometri per bici. Nello scegliere il miglior contachilometri per bici del 2019 ci siamo preoccupati che fosse in vendita a basso costo.

Nonostante sia stata nostra premura cercare uno strumento economico, non abbiamo trascurato l’aspetto qualitativo, o per essere più precisi, il rapporto tra prezzo e qualità. Un prodotto economico per tramutarsi in un buon acquisto deve avere pregi pari o superiori al suo costo. Ci sono alcuni aspetti da considerare per capire quale sia lo strumento più adatto alle tue uscite in bicicletta. In commercio ci sono contachilometri molto economici e altri destinati a semiprofessionisti e professionisti. In base alla categoria cui ritieni di appartenere, dovrai stanziare il tuo budget.

Se ti interessa sapere solo a che velocità stai pedalando e la distanza percorsa, ti basteranno pochi euro. Ci sono contachilometri dotati di GPS in modo che il contachilometri possa interagire con le mappe e i percorsi da fare. La buona notizia è che il GPS è presente anche nei modelli economici di contachilometri. Se sei una di quelle persone che non rinuncia alla sua passeggiata in bicicletta, neanche con il cielo che minaccia pioggia, assicurati che il contachilometri per bici da te scelto offra una buona impermeabilità all’acqua. Indipendentemente dalle condizioni climatiche, può sempre capitare d’imbattersi in una pozzanghera, dunque presta davvero molta attenzione all’impermeabilità.

Molto importante è anche il display che deve essere ben leggibile, anche quando c’è la luce del sole. Puoi trovare contachilometri con display a colori in vendita a una manciata di euro ma ciò non significa che si legga bene in caso di luce diretta del sole. Se devi spendere poco, è meglio un display monocromatico. Magari sarà meno bello ma più pratico da leggere in caso di sole.

 

 

Suaoki BKV-9500

Principale vantaggio

Il display è ampio e retroilluminato: di facile lettura, non ci sono problemi neanche in caso di luce del sole diretta.

 

Principale svantaggio

È possibile selezionare cinque lingue ma purtroppo tra queste non c’è l’italiano.

 

Verdetto: 9.5/10

Il contachilometri di Suaoki è facile da montare sulla bici, grazie a tutti gli accessori a disposizione. Il prezzo è molto basso, per cui non dovrete fare sacrifici per averlo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Buon rapporto qualità prezzo

Prima di esprimere qualsiasi parere bisogna avere ben chiaro che si tratta di un ciclocomputer economico ma le sue prestazioni secondo noi sono superiori al suo costo e ciò lo rende un acquisto consigliato. Ovviamente non è destinato a un uso professionistico. Il ciclocomputer Suaoki non ha bisogno di fili e riesce a calcolare la velocità della bicicletta con una discreta precisione. Segnaliamo che qualche ciclista ritiene ci sia un eccessivo scarto tra la reale velocità e quella mostrata sul display del ciclocomputer. Il display a LED è uno degli aspetti più interessanti del BK-9500: ampio e retroilluminato, è sempre ben leggibile anche quando la luce del sole è piuttosto intensa.

La configurazione è molto semplice e grazie alle ventidue funzioni, è possibile tenere sotto controllo moltissimi parametri. Tra le funzioni del computer c’è la possibilità di selezionare due utenti diversi, impostare l’orologio, le unità metriche, la funzione di risparmio energetico, la memorizzazione automatica e l’aggiornamento dei dati nell’arco di sette giorni.

 

Montaggio semplice

Il montaggio del ciclocomputer sulla bicicletta è davvero molto semplice. Su uno dei raggi della ruota va posizionato un magnete mentre il sensore va agganciato alla forcella. Il ciclocomputer vero e proprio troverà posto sul manubrio. Una cosa molto importante da tener a mente è che in nessun caso la distanza tra il ciclocomputer e il sensore deve superare i 60 cm.

Per un corretto assemblaggio si può fare affidamento al manuale in italiano, lingua che purtroppo non è presente tra le cinque del ciclocomputer. Ai fini di una corretta rilevazione della velocità, è importante che tutto sia assemblato alla perfezione. Come detto in precedenza, ci sono clienti che hanno messo in dubbio la correttezza dei dati rilevati. Ciò potrebbe essere dovuto a un montaggio non perfetto, tuttavia non ci sentiamo di escludere un certo margine di errore nella rilevazione della velocità.

Quanto ai materiali, la plastica abbonda in ogni dove e difficilmente ci si sarebbe potuto aspettare il contrario. Le dimensioni del contachilometri sono nella norma. È resistente all’acqua ma mancando le indicazioni circa il grado IP, non è possibile essere più precisi al riguardo, di conseguenza non è neanche possibile sapere se c’è il rischio che entri polvere che possa causare problemi ai circuiti. Sarebbe importante avere dati certi su questo aspetto, soprattutto per chi ha intenzione di montare il contachilometri su una mountain bike. Lo schermo ha i pulsanti touch, basta sfiorarlo per far accendere la luce retroilluminata.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

Altri articoli popolari scritti da noi:

 

Ciclocomputer Bryton

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status