Il miglior coltello da caccia professionale

Ultimo aggiornamento: 24.11.17

 

Come scegliere il miglior coltello da caccia professionale del 2017?

 

La scelta di un buon coltello da caccia risponde al bisogno di avere uno strumento pratico e maneggevole. Ultimamente però, grazie all’introduzione di modelli multiuso, l’offerta si è allargata, soddisfacendo sia i puristi sia gli amanti delle multifunzionalità. Capire bene ciò di cui si ha bisogno può far risparmiare tempo, avere una guida che sottolinea gli aspetti e le caratteristiche fondamentali di un prodotto simile è ancora meglio.

Si può optare per un modello classico, composto da manico e lama di buona qualità, essenziale per tutte le operazioni legate al mondo della caccia e alla lavorazione di una preda. Chi però desidera versatilità, può indirizzarsi su modelli multifunzione, capaci di venire in aiuto all’utente anche in caso di situazioni in cui la sopravvivenza diventa la priorità, con bussole e un kit di accessori come acciarini e piccole corde, a volte incluso nel coltello stesso.

In quanto a tipologia ci si può indirizzare su un coltello a lama fissa o a serramanico.

Nel primo caso si dispone di uno strumento molto solido e compatto, che consente una presa salda anche in caso di operazioni che necessitano di un certo sforzo. Nei modelli richiudibili si guadagna in praticità e spesso si possono portare in tasca senza problemi. La qualità e il tipo di punta si vanno ad aggiungere a quelle caratteristiche che il miglior coltello da caccia professionale deve avere per meritarsi il suddetto titolo.

Acciaio inox o carbonio sono entrambe delle ottime leghe: nel primo caso in presenza della tipologia di acciaio 440C si ha un oggetto che resiste alla corrosione degli agenti atmosferici, mentre il carbonio si fa apprezzare per l’ottima capacità di taglio. Per chi ha necessità di lavorare la selvaggina catturata, la lama appuntita è indicata per le prime incisioni mentre una lama corta e arrotondata è da preferirsi per la fase di scuoiatura.

Maneggevolezza e comodità del manico chiudono il terzetto degli aspetti da non lasciarsi sfuggire, insieme con la tipologia del coltello e della lama montata.

In passato l’impugnatura era realizzata in legno ma nel tempo si sono alternati materiali diversi e più maneggevoli come la plastica, la gomma e il corno. Qualsiasi tipo andrete a scegliere, vi consigliamo di confrontare e leggere con attenzione anche i pareri di altri utenti, mediando tra qualità e, dove possibile, puntando anche sul basso costo.

 

 

Bahco 2444

Principale vantaggio

L’ottimo rapporto qualità/prezzo ne fa un oggetto che può tornare utile in diverse situazioni, grazie soprattutto a una lama in acciaio inossidabile realizzata per garantire resistenza e lunga vita al coltello.

 

Principale svantaggio

La lunghezza della lama potrebbe non essere l’ideale per chi ha necessità di portarlo nella tasca dei pantaloni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Qualità

Il coltello Bahco è realizzato in acciaio inossidabile, per garantire durata nel tempo e qualità della lama, anche in caso venga a contatto con acqua e sostanze ossidanti. Diversi utenti hanno apprezzato l’affilatura della lama, simile a quella di un rasoio e che consente tagli precisi e senza troppi sforzi.

La buona resa consente di utilizzarla in situazioni e contesti differenti, dalla pesca (per chi ha necessità di tagliare fili e ami ma anche di eviscerare il pesce catturato) alla vita all’aria aperta. È un buon compagno per chi si vuole recare in campeggio o affrontare un’escursione in cui possono presentarsi piccoli rami a bloccare il passaggio. Il manico ha una sua studiata ergonomia che ne facilità presa e uso anche in situazioni in cui bisogna esercitare una certa forza.

Praticità d’uso

Una volta smesso di utilizzarlo, il coltello può essere riposto all’interno della sua personale guaina in plastica e messo al sicuro. La forma e la lunghezza consentono all’utente un utilizzo in scenari diversi; si maneggia con semplicità e possiede un buon grip nella zona del manico. L’ergonomia di quest’ultimo è pensata anche per proteggere le dita, con una linea che blocca o le allontana dalla parte più affilata della lama.

La guaina presenta poi un passante grazie a cui fissare il coltello alla cintura, in una posizione facilmente raggiungibile e conveniente. Il grip sull’impugnatura funziona a dovere: mantiene la presa stabile e le dita ben salde durante le operazioni di taglio, da quelle di ordinaria amministrazione fino alle più delicate.

 

Rapporto qualità/prezzo

Rispetto ad altri coltelli da caccia professionali, il prodotto Bahco, si fa forte di un prezzo accattivante a cui fa seguito una qualità costruttiva indubbia. In molti hanno gradito la forma, le linee essenziali e funzionali, la lunghezza della lama e la versatilità di utilizzi senza mai incorrere in qualche problema. Di fronte a queste oggettive qualità, l’offerta diventa ancora più concorrenziale e capace di attirare un buon numero di utenti.

In tal senso non è sbagliato reputare il prodotto tra i migliori coltelli da caccia professionali in circolazione. La polivalenza messa in campo riesce a dare soddisfazione al moderno cacciatore come a chi sente il bisogno di portarsi un oggetto che può tornare utile esplorando un bosco o durante un’escursione in montagna. A chiudere il quadro, un’attenzione costruttiva che punta anche alla sicurezza dell’utilizzatore e a una maneggevolezza che può tornare utile in diversi contesti.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Leave a Reply

Be the First to Comment!

Notify of
avatar
wpDiscuz
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2017. All Rights Reserved.