fbpx

Come si sceglie una crema antirughe?

Ultimo aggiornamento: 16.10.19

 

 

Mantenere la pelle del viso compatta e tonica è un’esigenza molto diffusa: la crema antirughe può aiutare ad allontanare il chirurgo, vediamo come.

 

La produzione di radicali liberi, responsabili del processo di invecchiamento, avviene intorno ai 20-25 anni per le donne e poco più avanti per gli uomini. I prodotti antiage sono quelli più venduti nel mondo, perché invecchiare è una fase naturale del corpo che ognuno deve affrontare, ma non tutti sono pronti a farlo.

Il nostro organismo inizia a rallentare la produzione di elastina e di collagene, e si avvia lo sviluppo dei radicali liberi che comportano la comparsa delle prime imperfezioni e di macchie della pelle. 

Non tutti invecchiamo nello stesso modo e alla stessa età. Ci sono persone che, a causa di un’alimentazione non corretta e all’esposizione solare senza protezioni, soffrono di un invecchiamento precoce che disidrata la pelle prima del tempo. Anche per questa ragione, è necessario prevenire scegliendo una crema antirughe adatta alle proprie esigenze. 

Combattere contro il tempo non è relativo però esclusivamente all’uso delle creme antiage, perché prendersi cura della proprio corpo significa adottare una beauty routine volta al nutrimento della pelle, scegliendo creme e lozioni in grado di idratarla e di promuovere la rigenerazione cellulare.

 

I principi attivi antiage

Le creme antirughe più vendute contengono degli ingredienti che hanno il compito di combattere l’azione dei radicali liberi, favorendo il rinnovo dei tessuti cellulari. Le tre principali categorie di principi attivi che non possono mai mancare sono: gli antiossidanti, il retinolo e gli AHA (alfaidrossiacidi). 

Al primo gruppo appartengono tutte le sostanze di origine vegetale che contengono alte percentuali di vitamina E, C e A. L’estratto di tè verde è un ottimo esempio, ma anche le sostanze ottenute dalle alghe consentono di contrastare lo sviluppo dei radicali liberi e di migliorare l’elasticità della pelle. 

 

 

Il retinolo è una componente che ha il grande vantaggio di favorire il rinnovo delle cellule e di agire sulle rughe più profonde; non a caso è contenuto nelle creme per donne mature. 

Il suo utilizzo è raccomandato a partire dai 35 anni per ridurre le rughe precoci, ma può essere usato anche prima per prevenire la loro comparsa. Gli AHA sono acidi presenti negli agrumi e nell’uva ad esempio: hanno proprietà esfolianti, levigano e idratano in profondità l’epidermide. 

Un altro utile accorgimento nella scelta della crema antiage è quella di considerare la presenza di protezione solare, SPF, che protegge dall’azione ossidante del sole. 

 

Che tipo di pelle?

Il secondo passo per scegliere una crema antirughe consiste nel tenere in considerazione il proprio tipo di pelle, una chiara indicazione su quale prodotto acquistare.

Se è normale non avrete delle necessità in particolare: potete quindi optare per un prodotto idratante con principi attivi antiossidanti, da applicare mattina e sera. Al contrario se avete una pelle secca, avrete bisogno di una crema antirughe che contenga SPF e principi attivi in grado di combattere l’azione dei radicali liberi. 

La pelle secca è fragile e tende a irritarsi con facilità, quindi attenzione anche alle temperature in modo da assicurare il giusto apporto di nutrienti durante tutto l’anno. Cercate di evitare maschere esfolianti che potrebbero causare irritazione. 

Se la vostra pelle è grassa significa che produce una quantità superiore di sebo rispetto alla norma e al tatto risulta oleosa e lucida. La crema antiage per questo tipo di pelle deve contenere una formula oil-free ricca di antiossidanti in grado di contrastare l’eccessiva produzione di sebo e ridurre rughe e imperfezioni. 

In questo caso dunque non applicate creme antiage nella zona del contorno occhi, ma scegliete formulazioni in gel che si assorbono in fretta. La crema antirughe migliore per la pelle mista deve seguire le stesse regole di chi ce l’ha secca. 

Questa tipologia di epidermide può irritarsi facilmente, a dispetto di quanto si possa pensare, e deve essere protetta utilizzando gli stessi principi attivi di quella secca. Questo tipo di pelle non tollera molto l’umidità, l’acqua troppo calda e il freddo. Deve inoltre evitare prodotti con esfolianti e utilizzare creme con SPF e antiossidanti.  

 

In quale stagione?

Con l’alternarsi delle stagioni la pelle cambia e così è necessario modificare la propria beauty routine. Non solo, non si dovrebbe mai utilizzare la stessa crema per sempre, ma cambiare prodotto aiuta a rendere i suoi ingredienti più efficaci. 

Durante la stagione invernale è necessario preferire maschere e lozioni corpose, dalla consistenza ricca, che possono offrire idratazione e proteggere la pelle da agenti inquinanti e dal freddo. Le vitamine E, A e la C, insieme ai ceramidi, sono gli ingredienti perfetti per combattere l’azione dei radicali liberi in inverno. 

In estate, invece, si possono utilizzare lozioni leggere e rinfrescanti, a base di aloe vera ad esempio, in grado di idratare la pelle e di rigenerare i tessuti. 

Ideali anche le formule in gel o mousse da applicare in zone specifiche, come contorno occhi e labbra. 

 

 

Consultare l’INCI 

Infine, un altro accorgimento molto utile, da non sottovalutare nella scelta della crema antiage, consiste nel consultare la lista degli ingredienti. I produttori sono obbligati a riportare le sostanze contenute nelle creme, da quelle a concentrazione maggiore fino a quelle contenute in minor quantità. 

L’INCI serve quindi come indicatore per determinare anche la qualità di una crema antiage. Le migliori sono quelle facili da assorbire, ovvero quelle che contengono sostanze come il collagene, l’acido ialuronico ed il coenzima Q10.

Le migliori case produttrici di creme per il viso realizzano gamme di prodotti adatti a ogni tipo di pelle, che riescono a rendere minime l’insorgenza delle rughe d’espressione, delle macchie solari e di altre imperfezioni cutanee.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status