Manuale o automatica? Cialde o capsule?

Ultimo aggiornamento: 27.05.20

Una guida alla scoperta delle diverse macchine per il caffè sul mercato, con pro e contro di ogni opzione.

 

La macchina per il caffè è sempre più diffusa nelle nostre abitazioni, anche se non manca la tradizionale caffetteria. A differenza della classica moka, infatti, questi apparecchi consentono di preparare un espresso ad hoc e spesso anche tè, tisane o un buon cappuccino. 

Le funzionalità della macchina dipendono dalla tipologia che scegliete: noi abbiamo deciso di aiutarvi a identificare quella più adatta alle vostre esigenze. Ecco quali sono le principali caratteristiche dei vari modelli sul mercato. 

 

Le macchine manuali 

La macchina da caffè venduta online più gettonata è quella manuale, un classico per chi ama prepararsi un buon espresso casalingo. È possibile utilizzare il caffè in polvere, oppure acquistare un macinatore per conservare la freschezza e l’aroma del prodotto. 

La bevanda deve essere dosata da chi utilizza la macchina e la polvere viene inserita all’interno del filtro posizionato nel tradizionale manicotto, proprio come accade nelle macchine professionali da bar. 

L’estrazione della polvere di caffè avviene per merito della pressione interna, che permette la fuoriuscita della nostra bevanda preferita; terminata l’operazione, la macchina deve essere spenta manualmente.

Si tratta di un apparecchio facile da usare, che però richiede attenzione durante la preparazione, in particolare nella dosatura o nella pressatura della polvere del caffè, due passaggi da non sottovalutare per garantire un risultato soddisfacente.

Ricordate che la buona riuscita dell’espresso riguarda anche la scelta della materia prima, ovvero della miscela, che deve essere di qualità ma anche compatibile con il tipo di macchina che utilizzate.

Questi apparecchi, inoltre, sono quasi sempre dotati della lancia vapore, che permette di montare il latte e di far bollire l’acqua per preparare deliziosi tè o tisane. Le macchine da caffè manuali non sono economiche, ma ci sono modelli accessibili a tutti.

Il caffè in polvere, come vedremo, costa meno delle capsule, e inoltre è possibile usarle con le cialde. Verificate questa possibilità, se siete alla ricerca di un prodotto versatile.

Le macchine E.S.E.

La seconda tipologia di bacche da caffè che abbiamo deciso di includere sono quelle a cialde E.S.E. (Easy Serving Espresso), che in realtà hanno lo stesso tipo di funzionamento dei modelli manuali. La differenza consiste nell’utilizzare le cialde al posto della tipica miscela in polvere. 

Il loro vantaggio è quello di velocizzare il processo di preparazione, senza doversi preoccupare della dosatura e della pressatura del caffè. Anche in questo caso, però, parte della buona riuscita del caffè dipende dalla scelta della materia prima. Inoltre, è possibile acquistare cialde per la preparazione di altre bevande oltre al caffè, come tè oppure orzo.

Le cialde E.S.E. sono inoltre biodegradabili e possono essere inserite nel sacchetto dell’umido, insieme agli scarti alimentari; altro grande vantaggio di questa soluzione. 

 

Le macchine a capsule 

Insieme alle macchine manuali, quelle a capsule sono tra le più diffuse in commercio, merito della loro facilità di utilizzo e dell’espresso delizioso che preparano in pochissimi secondi. Sono molto pratiche da utilizzare e basta inserire la capsule nel loro scomparto, chiudere la macchina e premere il pulsante per l’erogazione del caffè. 

Questi modelli, come quelli a cialde e le manuali, sono dotati di un serbatoio per l’acqua la cui capienza può variare in base al modello. Le capsule sono solitamente monodose e la loro peculiarità consiste nella possibilità di scegliere tra tantissimi aromi diversi, e non solo per il caffè.

Il loro grande successo dipende infatti dall’ottimo espresso che preparano nel giro di pochi secondi, diventando la soluzione migliore anche nei posti di lavoro. Benché questo tipo di macchine non sia molto costoso, la stessa cosa non vale per le capsule, che in realtà hanno costi che si avvicinano a quelli di un espresso al bar. 

 

Le macchine automatiche 

Le macchine automatiche rappresentano l’innovazione in questo settore, e spiccano per la loro multifunzionalità e per la loro comodità. Si tratta di apparecchi in grado di regolare in maniera autonoma la macinatura, la dosatura e la temperatura dell’acqua, in maniera tale da garantire sempre un’ottima riuscita.

Dotate della funzione di spegnimento automatico, di programmi per la pulizia e per la decalcificazione della macchina, sono la soluzione migliore per chi desidera la massima resa senza badare a spese. 

Anche in  questo caso, il gusto e l’aroma dell’espresso dipendono dalla miscela che scegliete e dal grado di macinatura. 

Sono apparecchi che, oltre al caffè, infine, consentono di realizzare cappuccini, tè e tisane, bevande al ginseng oppure all’orzo, per citare le più gettonate.

 

Fattori da valutare prima dell’acquisto

Una volta che avete identificato quale tipo di macchina da caffè è la più adatta per le vostre esigenze, passate a design e dimensioni. Sebbene questi due aspetti abbiano un valore secondario, non devono essere trascurati, perché entrambi possono influenzare la praticità di utilizzo della macchina.

Il design, prima di tutto, considerando anche il valore estetico e non solo funzionale della macchina. La scelta, in questo caso, varia in base alle proprie preferenze; se quindi amate uno stile moderno puntate a macchine contemporanee, al contrario optate per un design retrò se siete affezionati del vintage. 

Il design, come accennato, ha anche un valore funzionale perché, in base a come vengono inseriti i pezzi, una macchina può essere più o meno semplice da usare. Anche le dimensioni hanno la loro importanza, e sono da valutare se in cucina non c’è molto spazio da dedicare a questo tipo di macchine. 

Le manuali e le automatiche sono solitamente le più ingombranti, mentre le salvaspazio sono quelle a capsule. Cercate di valutare anche questo fattore, prima di fare la vostra scelta finale. 

A man prepares espresso for a coffee maker

La manutenzione della macchina

Come ultimo fattore da considerare abbiamo scelto quello più importante, ovvero la pulizia della macchina, che è strettamente correlata al suo funzionamento e alle performance. Se l’apparecchio non viene pulito nel modo corretto, la qualità del caffè che produce viene compromessa. 

Quindi è necessario ricordarsi che, per garantire una lunga vita alla macchina, è essenziale provvedere a una corretta manutenzione, leggendo con attenzione le sue specifiche e le indicazioni d’uso.

 

 

 

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status