4 vantaggi del materasso in memory

Ultimo aggiornamento: 03.07.20

Vorreste acquistare un materasso in memory foam ma non sapete come sceglierlo? Qui di seguito vi illustreremo quali sono i vantaggi di questo materiale così innovativo.

 

Se avete spesso mal di schiena, vi capita di svegliarvi di continuo durante la notte, a causa di dolori articolari o formicolii, o al mattino vi alzate con il torcicollo, forse il materasso su cui dormite non è proprio adatto a voi. 

Oramai sul mercato è possibile trovare numerosi articoli con caratteristiche diverse: molle insacchettate singolarmente, che riescono a distribuire meglio il peso del corpo rispetto ai classici materiali sintetici, come il poliuretano espanso, il memory foam, il water foam, o quelli di origine naturale, il lattice e, infine, gli ibridi, che hanno più tecnologie combinate in un solo prodotto. 

Tuttavia, i dispositivi che meglio si adattano a chi ha problemi legati alla muscolatura, sono di sicuro quelli in schiuma memorizzante, ovvero i memory foam. Questo materiale nasce verso la fine degli anni ’60, quando la NASA trovò una soluzione più comoda e sicura, da utilizzare durante gli atterraggi e i decolli degli shuttle. 

Da allora le cose sono molto cambiate, i prodotti sono stati notevolmente migliorati e i costi resi più abbordabili. Ma come capire quale possa essere il miglior materasso in memory da acquistare? Continuate a leggere per scoprire quali sono i vantaggi di tali dispositivi. 

Innanzitutto, ci teniamo a precisare che non esiste un materasso interamente in memory foam, poiché questo sarebbe troppo morbido per riuscire a sostenere il peso di una persona. Per questo motivo, tutti i dispositivi presenti sul mercato sono realizzati in combinazione con altri materiali più resistenti, come le molle insacchettate, il poliuretano o altri di derivazione chimica. 

L’importante è che lo strato in memory sia alto almeno 4 o 5 cm per poter apportare dei reali vantaggi.

 

Supporto per la schiena

Se fino a ora avete dormito su un classico materasso a molle o in lana, vi consigliamo, prima di effettuare un eventuale acquisto, di recarvi in un negozio specializzato per poter provare a sdraiarvi su uno avente tale nuova tecnologia, che potrebbe, inizialmente, sembrare troppo morbido, portandovi erroneamente a pensare che non sia abbastanza comodo per dormire. 

Grazie all’elasticità e alla consistenza della schiuma in memory, che riesce a supportare il peso del corpo in modo uniforme, questo tipo di dispositivo fu introdotto inizialmente all’interno degli ospedali, o venduto alle persone costrette a letto per un lungo periodo. 

A differenza di quelli a molle o totalmente in poliuretano, questi si adattano facilmente ai letti regolabili o pieghevoli, senza risultare troppo rigidi o strapparsi. Per lo stesso motivo, sono spesso venduti come materassi antidecubito, utilizzati per il riposo delle persone anziane che hanno difficoltà a girarsi durante la notte. 

Secondo alcuni studi, si rivela efficace ad alleviare il malessere dovuto alla fibromialgia o all’artrite poiché, non limitando la circolazione del sangue, non crea pressione a livello delle gambe e delle braccia. La struttura interna di un memory foam è realizzata in modo tale da riuscire a supportare al massimo la schiena, e tenere dritta la colonna vertebrale durante il riposo. 

Un vecchio materasso a molle invece, non distribuisce  il peso allo stesso modo e provoca, a causa di una posizione scorretta, dolori lombari e cervicali, oltre a rendere il sonno meno ristoratore. 

Stesso discorso può valere per il lattice: nonostante sia un materiale innovativo e di origine naturale, non ha lo stesso effetto memorizzante e, nel caso dei letti matrimoniali, si potrebbero percepire maggiormente i movimenti della persona che abbiamo accanto.

 

Tipologie

I materassi in memory foam sono molto versatili e possono essere scelti in base alla composizione. Tra i dispositivi presenti sul mercato troviamo quelli più rigidi, ovvero aventi uno strato in schiuma superiore combinata con una struttura a molle insacchettate, i cosiddetti ibridi, che danno una sensazione di maggior sostegno. 

Questi ultimi in particolare, si rivelano essere un’ottima scelta per chi è abituato a dormire su consistenze più dure. Oppure quelli caratterizzati dalla presenza di più strati di schiuma, che rendono il materasso più morbido e accogliente, come nel caso di quelli con zone in poliuretano espanso, più solido, o in water foam, maggiormente traspirante. 

Esistono davvero molte tipologie di articoli, e la scelta andrebbe fatta anche in base al budget che avete a disposizione: più i materiali sono di alta qualità, maggiore sarà il costo del prodotto.

 

Anallergico

Il problema principale dei materassi classici è la formazione di acari e muffe, elementi molto dannosi per l’uomo. I dispositivi in memory foam, invece, sono realizzati in modo tale da prevenire questi inconvenienti, grazie alla struttura che lascia passare più facilmente l’aria senza attirare la polvere, il cibo preferito dai sopracitati microrganismi. 

Inoltre, risultano essere anallergici, dunque, perfetti per chi soffre di asma stagionale o altre allergie. Tuttavia, è buona regola proteggere ulteriormente il materasso con una copertura appropriata, per evitare che gli animali domestici o i bambini possano macchiarlo.

Buona idea anche effettuare una pulizia con un battipanni o un aspirapolvere almeno ogni tre mesi, ricordandosi di arieggiare spesso la stanza in cui si dorme. Nel caso in cui vogliate pulirlo, fate attenzione a non utilizzare detergenti troppo aggressivi, che potrebbero rovinare irrimediabilmente la struttura interna.

Presidio Medico Sanitario

La maggior parte di tali articoli è certificata dal Ministero della Salute come un Presidio Medico Sanitario. Ciò sta a significare che, durante l’acquisto, è possibile richiedere la fattura e beneficiare delle detrazioni fiscali del 19%, che dovranno essere inserite nella compilazione del modulo 730 della dichiarazione dei redditi. 

Questo si rivela molto vantaggioso nel caso in cui siate affetti da una patologia articolare o muscolare e abbiate la necessità di reperire un nuovo materasso ortopedico. Durante la scelta, però, assicuratevi che i prodotti rispettino la normativa Europea 93/42/CE, che regola le classi dei dispositivi medici e gli articoli con finalità terapeutiche. 

Infine, un ulteriore controllo va fatto alla qualità dei materiali: se dovesse capitarvi di imbattervi in un materasso dal prezzo concorrenziale, ma che non rispetta lo standard Oeko-Tex, che garantisce la sostenibilità e sicurezza dei tessuti utilizzati per la fabbricazione, non è da considerarsi una valida alternativa d’acquisto.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status