Il miglior misuratore di glicemia con pungidito

Ultimo aggiornamento: 16.12.18

 

Come scegliere il miglior misuratore di glicemia con pungidito del 2018?

 

Sono tantissime le persone che soffrono di diabete, oltre agli individui potenzialmente a rischio. È necessario tenere la situazione sempre sotto costante controllo misurando i livelli di glicemia nel sangue. Le analisi cliniche sono certamente consigliate e preferibili ma con il miglior misuratore di glicemia con pungidito è possibile a chiunque controllare i valori in prima persona. Con la nostra guida daremo ai lettori alcuni consigli utili sui misuratori.

Non di rado questi misuratori si trovano in vendita a basso costo. Tuttavia nella spesa bisogna preventivare l’acquisto delle lancette pungidito che a lungo andare superano il costo dello strumento stesso. Ciò detto, cerchiamo di capire come funziona un glucometro. Il lettore deve sapere che per determinare i livelli di glicemia è necessario prelevare del sangue.

Naturalmente non parliamo di un’operazione da effettuare con una siringa. In sostanza viene praticata una puntura sulla punta del dito di una mano. Per fare ciò non si usa il classico ago ma quello che viene definito pungidito o lancetta pungidito. Una volta prelevato il sangue, dove lo mettiamo? La goccia va posizionata su quelle che si chiamano “strisce”.

Qui c’è da fare una piccola distinzione in base al modello. Le strisce vanno inserite manualmente oppure automaticamente. In questo ultimo caso si usa un rullino o un dischetto: una volta acceso il dispositivo, la striscia uscirà da sola pronta per raccogliere il campione di sangue da analizzare.

Ora, la misurazione dei livelli di glicemia si ottiene mediante la quantificazione della reazione enzimatica di ossidazione del glucosio ma non vogliamo addentrarci nei tecnicismi che appesantirebbero la lettura e probabilmente poco interessano ai lettori.

Una domanda con relativa risposta che invece potrebbe interessare chi ci legge riguarda i tempi necessari alla visualizzazione del risultato. Se i primi modelli di glucometro davano questa informazione nel giro di 30 secondi, con il passare degli anni la tecnologia si è perfezionata al punto dare di analizzare il campione di sangue in un tempo compreso tra i 5 e i 10 secondi. Noi una nostra idea sul miglior misuratore di glicemia con pungidito del 2018 ce la siamo fatta e vi proponiamo lo strumento che abbiamo selezionato.

 

 

Accu Chek Aviva

Principale vantaggio

Questo glucometro ha nella semplicità di utilizzo e di lettura dei valori il suo punto di forza: pratico e immediato.

 

Principale svantaggio

Come fatto notare da diverse persone che hanno acquistato lo strumento, il costo delle lancette pungidito è abbastanza caro.

 

Verdetto: 9.8/10

Il buon rapporto qualità/prezzo di questo misuratore di glicemia lo rende uno dei favoriti da chi ha bisogno di un oggetto facile da usare e con un display ampio che non renda faticoso leggere i risultati.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Semplice da usare

Il glucometro in questione consente di eseguire la misurazione dei livelli di glicemia nel sangue in tempi molto rapidi, infatti, bastano 5 secondi per conoscere il risultato. Ma più che la celerità ci preme porre l’accento sulla semplicità di utilizzo e interpretazione di questo strumento.

È davvero tutto molto intuitivo e immediato. Oltretutto, appena tolto dalla confezione il misuratore è già pronto all’uso: ciò significa che l’utente non dovrà cimentarsi in regolazioni e impostazioni. Quanto alla misurazione, avviene tutto in modo automatico: basta inserire l’apposita striscetta e in men che non si dica si visualizza il risultato.

Il procedimento di misurazione

Vediamo ora come effettuare la misurazione con il glucometro Accu Chek. Possiamo sintetizzare il tutto in tre semplici e veloci passaggi. Come il lettore avrà modo di vedere, non servono competenze specifiche per eseguire questa operazione che, secondo la nostra opinione, è alla portata di tutti. Innanzitutto si inserisce la striscetta nell’apposito ingresso, un gesto che farà accendere immediatamente lo strumento.

Dopo aver punto il dito, è sufficiente applicare una goccia di sangue sulla zona gialla della striscia. A questo punto, dopo un’attesa di soli 5 secondi, il risultato sarà visibile sul display. Resta ancora da dire qualcosa sulle striscette: non poche persone hanno lamentato un costo eccessivo, a conti fatti, superiore a quello dello strumento stesso.

 

Avvisa quando effettuare la misurazione

Il glucometro vanta un display di dimensioni davvero ampie, che facilitano la lettura, anche per persone anziane con problemi di vista. Molto utili i promemoria per non dimenticare di misurare i livelli di glicemia sia a digiuno sia dopo i pasti: si tratta di informazioni che aiutano a prendere decisioni circa il tipo di terapia per gestire il diabete.

La batteria ha una buona durata, in media si possono fare fino a 2.000 misurazioni. Il design è piuttosto semplice: ci sono due soli pulsanti per l’avanzamento e arretramento, anch’essi belli grandi. Il dispositivo è fatto completamente di plastica e non ci sono lamentele circa la sua solidità.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.