fbpx

Il miglior Diabolik

Ultimo aggiornamento: 19.09.19

 

Diabolik – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Un po’ come fanno gli americani per i film, che sono rinomati per Hollywood, l’Italia offre sempre emozioni quando state cercando fumetti famosi che raccontino storie senza tempo. Che siate ragazzi o ragazze, avrete almeno una volta sentito parlare di uno dei più celebri e avventurosi ladri e assassini che rispondono al nome di Diabolik! Fin dal 1962 (anno di pubblicazione del primo capitolo), di uscite ce ne sono state diverse, ma questo personaggio è diventato un cult del genere. Nelle prossime righe troverete le migliori offerte selezionate da noi e presenti sul mercato, riguardanti il celebre ladro. Intanto, vi consigliamo di dare un’occhiata a Diabolik. Il re del terrore: Il remake, per chi tra voi non ha mai potuto leggere la prima uscita della collana. Altrettanto degno di nota è anche Diabolik, DVD del film di Mario Bava, uscito nelle sale nel 2007, che si ispira alle vicende del fumetto di Angela Giussani.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior Diabolik

 

Un prodotto di tale portata, quale appunto Diabolik è, non necessiterebbe di tanti consigli su come scegliere quello giusto. Ciò nonostante sul mercato esistono numerose edizioni, più o meno complete, che si sono avvicendate nel corso degli anni. Di seguito troverete i nostri pareri, nati da un’accurata selezione proprio di questi volumi.

 

 

Guida all’acquisto

 

Ordine cronologico della storia

La mole di opere pubblicate potrebbe spaventarvi, ma non disperatevi, perché in questa guida per scegliere il miglior Diabolik, vogliamo spiegarvi il motivo per il quale bisogna seguire banalmente un ordine. 

Iniziare da un albo già avviato, potrebbe farvi lo stesso effetto di entrare nel cinema durante il secondo tempo. Per questo, prima di un eventuale confronto prezzi, vi consigliamo di fare una classifica regolata secondo un ordine cronologico degli eventi. 

Tra le offerte sul mercato che vi stiamo proponendo, Diabolik. Il re del terrore: il remake, rispetta questo filtro di scelta. Nonostante sia un rifacimento e non l’originale, ricalca la prima, vera avventura del ladro mascherato, così come pubblicata nel lontano 1962, dandovi una prospettiva di ampio raggio per seguirne le successive evoluzioni, come l’incontro drastico con Eva Kant, che donerà un quid in più a tutta la storia. 

 

DVD o fumetto?

Un altro tassello che si è andato ad aggiungere alla leggendaria storia di Diabolik, è la volontà di alcuni autori di crearne una trasposizione cinefumettistica. Se siete amanti del grande schermo, allora opterete per un DVD (che ha tuttavia un prezzo più elevato), ma vi consigliamo di non disdegnare il fumetto, in cui potrete trovare contenuti unici, altrimenti assenti su altri formati.

Il pregio della versione cartacea non è solo quello di avere il formato con cui Diabolik è stato concepito, ma anche di creare un’atmosfera dove campeggiano il profumo della copertina oppure le venature della carta, sottolineando la bravura del disegnatore. 

Molto spesso il DVD perde alcune piccolezze che invece sono dettagli importanti, per via di necessità di sviluppo della trama. D’altro canto però, il piacere di poter guardare un film, rilassandosi e seguendo le avventure in carne ed ossa di un personaggio leggendario, non ha eguali. Per questo consigliamo entrambe le versioni, per un’esperienza più completa.

 

 

La facilità nel trasporto

Tra le migliori opportunità che possono regalare i fumetti, reputiamo ci sia propria quella di poterseli portare ovunque. Che sia in un viaggio in macchina o in aereo, oppure in una scampagnata, ma anche durante un bel pomeriggio al parco, potrete accompagnare il vostro tempo con le avventure di Eva Kant e Diabolik.

Un nuovo metodo di lettura si sta facendo largo negli ultimi tempi, ed è il Kindle. A tutti gli effetti, questo strumento permette di non portarsi dietro la copia cartacea del fumetto, che potrebbe, per i più scrupolosi, rovinarsi. 

Tra i prodotti che abbiamo selezionato, c’è infatti la possibilità di acquistarli in questo formato digitale, regalando un’altra esperienza di lettura, che include la caratteristica della tascabilità, che altrimenti verrebbe compromessa come con un prodotto come il DVD. 

Potrete quindi scegliere di acquistare entrambe le versioni, senza rinunciare alla collezione cartacea sulla libreria.

 

I migliori Diabolik 

 

Siete arrivati fin qui per capire come scegliere il miglior Diabolik, non è vero? Bene, più in basso troverete i nostri consigli d’acquisto che vi potranno aiutare, dandovi una panoramica oggettiva su quali sono le caratteristiche principali dei vari Diabolik presenti sul mercato. 

 

Prodotti raccomandati

 

Diabolik. Il re del terrore: il remake

 

Principale vantaggio:

Uno dei prodotti più venduti, proprio perché permette di rileggere il primo capitolo della storia, esattamente come era stato concepito a livello caratteriale, prima di arrivare sugli scaffali del pubblico.

 

Principale svantaggio:

Da migliorare alcune piccolezze a livello di grafica e quindi di disegno. A questo va aggiunto il problema della carta utilizzata per la stampa, come anche alcune parti della rilegatura che con il tempo tendono a cedere.

 

Verdetto: 9.7/10

Reputiamo sia la copia più completa sulla storia di Diabolik, perché fornisce informazioni inedite. Si presenta a un costo molto accessibile, probabilmente il più economico, ma migliorabile nell’insieme per quanto riguarda l’edizione cartacea. 

Acquista su Amazon.it (€15,3)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

La stesura grafica

Il ladro in calzamaglia che risponde al nome Diabolik, ha superato ormai i 50 anni. Quindi Mondadori ha deciso di omaggiare le sue avventure con un’edizione in tiratura limitata che ne riprende i fasti. 

Nonostante la promessa iniziale, sia la grafica, sia parte della sceneggiatura sono state leggermente modificate. La motivazione è che hanno scelto di estendere la fruizione anche a un pubblico moderno.

Subentra quindi la mano dei fratelli Sergio e Paolo Zaniboni a modificarne le caratteristiche grafiche, mentre la copertina è un’illustrazione di Giuseppe Palumbo, curata e editata da Susanna Tosatti.

In ultimo, si nota una maggior qualità grafica nel disegno e nei colori della copertina, che si rivela accattivante per chi ama questo fumetto, ma anche per chi lo incontra per la prima volta sulla propria strada.  

L’edizione e l’editore

Come anticipato, per festeggiare mezzo secolo di storia delle avventure rocambolesche di Diabolik, Mondadori, con il marchio Oscar Ink, ha deciso di utilizzare le energie per un remake.

In verità, bisognerebbe dire che la memoria da ricordare è principalmente quella delle sorelle Angela e Luciana Giussani, artefici e ideatrici del personaggio agli inizi degli anni ’60. 

Per questo motivo, la famosa casa editrice milanese, ha voluto ricordarle in questo modo, così da sottolineare l’importanza che hanno acquisito anche all’estero.

L’edizione si compone di ben 168 pagine, in cui si avvicendano le vignette (quasi) originali, che danno la possibilità di avere nella propria collezione un pezzo di storia del genere fumettistico italiano, sebbene non si tratti del vero e proprio primo. 

In passato, per celebrare i 40 anni, uscì un altro remake de “Il re del terrore”, ma questo nuovo suscita maggior interesse per la precisione e la cura del dettaglio. 

 

Alcuni contenuti inediti

I pareri degli acquirenti e collezionisti sono divisi quasi a metà per un semplice motivo: la novità della trama. Diabolik è diventato un fenomeno leggendario nella penisola: ritratto in pubblicità oppure diventato d’interesse in eventi come Lucca Comics & Games. 

In virtù di questo, Mondadori ha deciso di ritrarlo in una nuova veste, più contemporanea, aggiungendo un prologo e un epilogo ambientati nel nostro tempo. L’attenzione allora è riservata a un pubblico di più ampio respiro, sia nel caso in cui voi siate fanatici, sia in quello in cui non ne abbiate mai sentito parlare. 

Questi contenuti inediti, a cura di Alfredo Castelli, danno il privilegio di immergersi in maniera più fitta nei colpi di scena.

 

Acquista su Amazon.it (€15,3)

 

 

 

Diabolik

 

In questa guida per scegliere i migliori Diabolik, vi proponiamo anche la visione di un film che lo riguarda, intitolato proprio come il nome del protagonista: Diabolik. 

Il lungometraggio venne reso disponibile sul grande schermo a partire dal 2007 e vede la partecipazione di John Philip Law nei panni del ladro mascherato, ma anche di Marisa Mell che interpreta il personaggio di Eva Kant. 

Il regista è Mario Bava che, insieme al celebre Ennio Morricone, ricrea le ambientazioni in maniera precisa, realizzando colpi di scena ed effetti speciali adatti a un film pop come questo. 

Non può essere annoverato tra i DVD a prezzi bassi, ma offre contenuti inediti come interviste e analisi della pellicola, da parte di professionisti del fumetto d’oltreoceano, che sottolineano l’assenza di alcune scene violente. Aspetto, questo, voluto prevalentemente dal produttore De Laurentiis.

Pro
Lungometraggio:

Avrete a disposizione la trasposizione in lungometraggio di una delle avventure che caratterizza Diabolik, uno dei personaggi più acclamati del panorama italiano, assieme a Eva Kant.

Recitazione:

Alcuni consumatori, attenti alla qualità della recitazione degli attori, sottolineano la professionalità delle loro interpretazioni. Un dettaglio da non sottovalutare quando si parla di un film tratto da un fumetto.

Inediti:

Una sorpresa apprezzatissima sono l’inserimento di interviste e analisi della pellicola,  realizzati da alcuni esperti di fumetti americani, nonché le musiche di scena ideate dal premio Oscar Ennio Morricone.

Contro
Costo:

Tasto dolente dell’opera è il costo, non proprio accessibile considerando che si tratta di un solo DVD, tra le altre cose datato al 2007. 

Censura:

Per alcuni la cura adottata in alcune scene è poca, in quanto talvolta alcune sono volutamente censurate (come quelle violente) e altre volte ci sono alcuni errori di sceneggiatura, che rendono meno godibile il film nel suo complesso. 

Acquista su Amazon.it (€50)

 

 

 

Diabolik. Visto da Sergio Zaniboni

 

Uscito sempre per Oscar Ink, questo volume è più che altro una raccolta vera e propria, che racconta il mondo di Diabolik, visto con gli occhi di uno dei disegnatori: Sergio Zaniboni.

Il volume ripercorre l’esperienza di quest’ultimo fin dal momento in cui entrò a far parte dell’equipe di Diabolik nel 1969, rivelando curiosità fondamentali e inedite proprie del personaggio del ladro in calzamaglia.

Il discorso viene esteso anche a personaggi particolarmente incisivi come Eva Kant e Ginko, il commissario che lo insegue. Il volume, ben rilegato e realizzato con una certa cura nei dettagli editoriali, mette in mostra tre avventure specifiche di Diabolik: “Delitto su commissione”, “Notte magica” (particolarmente interessante, in quanto disegnato completamente a matita) e “Scritto nel sangue”.

Da consigliare agli appassionati e collezionisti del fumetto sul criminale Diabolik, che potranno così avere un indizio in più sul loro personaggio preferito.

Pro
Inediti:

Nel volume potrete trovare inediti e curiosità riguardanti le figure di Diabolik ed Eva Kant, senza tralasciare elementi come il disegnatore o le tavole disegnate a matita da Zaniboni, nella rocambolesca “Notte Magica”. Un viaggio di anni e trasformazioni del character design che vi coinvolgeranno.

Punto di vista:

Spesso abituati a considerare poco il punto di vista di un artista, in questo volume vengono messe sotto la luce dei riflettori le trasformazioni che il Re del Terrore ha avuto grazie alla mano del Maestro, scomparso nel 2017. 

Prezzo:

Ci si aspetterebbe, da un volume di quasi 500 pagine, un costo esorbitante. In questo caso, invece, il prezzo contenuto lo rende di facile accessibilità per tutti, diventando concorrenziale per la sua qualità dell’insieme.

Contro
Tascabilità:

Un grosso volume di mezzo migliaio di contenuti, tra illustrazioni, spiegazioni, punti di vista e tanto altro, diventa difficilmente trasportabile ovunque voi vogliate, proprio a causa delle dimensioni e del peso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Diabolik. Eva Kant entra in scena. L’arresto di Diabolik: il remake

 

In una sorta di amarcord dei tempi che furono, Oscar Ink propone un nuovo remake che vi farà restare sulle sue pagine, grazie ai due numeri di marzo e aprile del 1963: “L’arresto di Diabolik” e “Atroce vendetta”.

Ma perché proprio questi due numeri? Mondadori li ha accuratamente scelti in virtù del valore che hanno nella saga dei fumetti. In queste opere, infatti, si delinea per la prima volta la figura di Eva Kant e di quello che rappresenterà per il Re del Terrore.  

Da appassionati o meno dei racconti di Diabolik, avrete sotto mano i due episodi cardine, che vi aiuteranno a capire le dinamiche dei numeri successivi, in cui già compare questa figura femminile, ricca di emozioni (in quanto amante e compagna di avventure rocambolesche del ladro), ma anche di ricordi di un passato per nulla semplice, che la accompagnano di continuo.

Pro
Inediti:

Molti sostenitori del personaggio hanno notato che, nelle prime edizioni, erano presenti alcune dinamiche poco chiare a livello temporale. In questo volume, che racchiude ben due episodi, questi vuoti di trama vengono colmati, con l’aggiunta di scene inedite.

Disegni:

Viene apprezzata l’unicità dei disegni, che, sebbene a tratti siano diversi dal solito, rimangono comunque coinvolgenti e piacevoli.

Costo:

Due volumi in uno il cui costo è meno della metà di quello che ci si aspettava. Ciò probabilmente in virtù del fatto che si tratta di un remake, ma comunque una cifra abbordabile da parte di chiunque abbia voglia di averlo sullo scaffale. 

Contro
Rilegatura:

Una rilegatura curata ma che tende a rovinarsi facilmente, con l’andare del tempo, partendo dalla copertina e finendo alle pagine interne. 

Acquista su Amazon.it (€16,15)

 

 

 

Diabolik. Fuori dagli schemi

 

Vi siete mai chiesti come sarebbero Diabolik ed Eva Kant in situazioni del tutto estranee ai contesti a cui ci hanno abituato in tutto questi anni? Se la curiosità vi spinge e siete appassionato del due criminali, questo volume fa al caso vostro. 

Mondadori, editore di queste collezioni, vi offre uno sguardo dallo spioncino interpretativo di grandi maestri e artisti del fumetto come Milazzo, Zaniboni, Enoch, Facciolo, Giardino, Lozzi e tanti altri, che risponderanno a domande del tipo: “Riuscirà mai Ginko (il commissario nemico di Diabolik) a catturarlo?”. 

A condire un pezzo già interessante come questo, arriva l’introduzione d’eccezione di Milo Manara, che sottolinea l’importanza di Diabolik nel fumetto italiano. A tutti gli effetti, è proprio grazie a questo personaggio e alla sua serie se l’impostazione del fumetto attuale è così come la vediamo. 

Se questo omaggio al personaggio vi intriga, più in basso troverete il link grazie al quale acquistarlo, ma prima vediamo insieme le sue caratteristiche.

Pro
Novità della storia:

In questo volume viene omaggiato il personaggio e tutto ciò che lo circonda, con la scoperta di nuove dinamiche possibili che interessano e rendono più accattivante la lettura. Non si tratta di un racconto, ma di un mondo parallelo in cui vengono date risposte alle domande più disparate. 

Introduzione:

Una preziosa quanto curiosa introduzione di Milo Manara, in cui analizza e spiega il motivo per il quale Diabolik nel suo insieme è diventato leggendario, trasformando il panorama fumettistico italiano dal momento in cui si è affacciato sul mercato. 

Ritmo:

Un ritmo incalzante, mai banale, ma altrettanto curioso nelle dinamiche totalmente fuori gli schemi in cui ci si era abituati camminare. 

Contro
Eccessivo:

Nel corso degli anni la curiosità degli utenti ha portato alla formulazione di domande assurde, come il chiedersi quale tipo di lingerie indossasse Eva Kant. Alcuni acquirenti ritengono che questo fumetto non sia allora indicato per la lettura dei bambini, vista l’introduzione di tali quesiti al suo interno.

Acquista su Amazon.it (€16,15)

 

 

 

5 storici Diabolik

 

La divisione in serie 

Come ormai avrete capito, in questa guida su come scegliere un buon Diabolik, abbiamo voluto selezionare non solo quelle che sono le offerte che reputiamo migliori, ma anche voluto fare una panoramica storica del personaggio

Infatti, per motivi editoriali, la pubblicazione ha subito varie trasformazioni nel corso del tempo: per i primi quattro anni venne divisa in due serie (la prima che va dal 1962 al 1964, mentre la seconda nel 1965), passando a una suddivisione per annate solo a partire dal 1966. 

Questo rese possibile organizzare meglio il lavoro, introducendo nuovi illustratori, ma anche alternando diversi autori come Berardi e Carpi.

 

 

Le particolarità 

In questa suddivisione, solo in alcune, a livello oggettivo, vi sono le uscite che divennero storiche con il passare degli anni. Il motivo è da individuare nel tipo di avventura che viene narrata, che da un lato può introdurre nel racconto avvenimenti che si ripercuotono nei successivi numeri e sono degni di nota, come l’incontro con Eva Kant o temi particolari incentrati sul combattere altri malviventi. 

Altre volte è sottolineato dalla partecipazione di autori o disegnatori passati alla storia del fumetto, come Luigi Marchesi, che diede alle vicende il suo tratto inequivocabile, plasmando tratti che diventeranno tipici dei volumi successivi. 

 

I fumetti della prima serie passati alla storia

Come non citare, tra i 5 albi storici Diabolik, il primissimo, la genesi: “Il re del terrore”, da cui verrà poi l’epiteto attribuito al leggendario criminale. In questo primo volume, disegnato da Zarcone, con la copertina di Brenno Fiumali, potrete vedere all’opera Diabolik in una veste storica, non tanto perché si tratta dell’esordio, quanto per la tipologia del tutto nuova del fumetto, che lo renderà da lì a poco una leggenda, uscendo nel novembre del 1962. 

Un altro volume storico, lo si incontra invece nella seconda serie ed è intitolato “L’inafferrabile criminale”, pubblicato nel 1963, in cui la sceneggiatura subisce un’evoluzione.

 

Lo storico Diabolik numero tre

Nel marzo del 1963 venne dato alle stampe un nuovo numero della saga, che era riuscita già a conquistare gli occhi dei lettori, tanto da passare da una cadenza di uscita trimestrale a una mensile. 

Diabolik. L’arresto di Diabolik, è uno dei più celebri e famosi della collana, perché rappresenta la giusta trasformazione del personaggio. Con Gino Marchesi come disegnatore, il calco e il ritmo della sceneggiatura presero il giusto posto.

Si rispolverarono nuove avventure che portarono Diabolik a far scoprire la sua vera identità e il suo nascondiglio, fino a conoscere per la prima volta Eva Kant, tanto apprezzata successivamente.

 

 

Diabolik da collezione: Diabolik. L’assassino fantasma e Diabolik. Terrore sul mare

Ebbene sì, i Diabolik storici fanno parte tutti della prima serie. Ma non è una cosa così scontata, piuttosto si tratta di una logica conseguenza dell’inizio di un fumetto che ha poi appassionato i lettori, legandoli anche dal punto di vista emotivo.

Vi vogliamo allora presentare la sesta e settima uscita del criminale mascherato, in cui, molto lentamente, si delinea il rapporto che diventerà un pilastro del fumetto: quello tra lui ed Eva Kant, entrata in scena appena qualche numero prima. 

La storia inizia ad assumere un corpo diverso, meno influenzato da altri lavori, più moderno e in evoluzione.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quando nasce Diabolik?

La genesi di Diabolik ha come indice cronologico la fine degli anni ’50 e l’inizio degli anni ’60 del secolo scorso. L’idea viene partorita dalla mente di Angela Giussani, che scelse di aprire una casa editrice parallela a quella del marito Gino Sansoni: Astorina. 

Da oltre 50 anni, i volumi di Diabolik vengono pubblicati da questo editore milanese. Ma l’aspetto che riteniamo interessante è proprio il motore propulsore che diede vita al personaggio, alla cui sceneggiatura pensò la sorella Luciana Giussani solo qualche anno più tardi.

L’idea di Diabolik nasce infatti dalla passione per i romanzi d’appendice francesi.

 

Sono stati girati film o serie su Diabolik?

In questa guida, in cui vi abbiamo provato a indicare quale Diabolik comprare tra i tanti presenti sul mercato, vi abbiamo proposto anche un film, diretto da Mario Bava. Ma non è certamente l’unico, sebbene sia uno dei più venduti online, quindi la risposta è: assolutamente sì! 

Tra l’altro, proprio nel 2019, uscirà sul grande schermo un nuovo film sul criminale in calzamaglia, preannunciato già come ricco di effetti speciali. L’attesa e le aspettative sono tante, ma nel frattempo vi possiamo consigliare anche la serie tv animata Diabolik. Track of the Panther, che vanta una produzione collaborativa internazionale.

 

Come riconoscere un Diabolik originale?

Se volete cimentarvi come Diabolik nel catturare i dettagli e farli vostri, scoprire come riconoscere un albo originale da una copia è come minimo necessario. Sebbene non sia sempre così chiara la differenza tra i due, basta osservare prima di tutto il peso del volume e lo spessore della copertina: questo vi permetterà di capire se si tratta di un falso. 

La carta interna deve essere giallastra, mentre i colori della copertina non troppo accesi, ma nemmeno troppo spenti: devono avere il giusto equilibrio. Inoltre, nell’originale la copertina e la quarta di copertina sono sempre giallastre e flessibili, non rigide come un cartoncino. 

 

Chi è il disegnatore di Diabolik?

Più che al singolare, bisognerebbe dire “i disegnatori”, perché in realtà sono davvero tanti quelli che si sono avvicendati nel corso degli anni. Se state cercando il primo per antonomasia, allora l’unico nome che viene in mente è: Angelo Zarcone, chiamato “il tedesco”.

Scomparve senza dare una motivazione, tanto da incuriosire gli appassionati, che realizzarono un documentario pubblicato nel 2019 dal titolo “Diabolik sono io”, in cui ricostruiscono ipoteticamente la sua vita dopo la scomparsa.

 

Dove vendere fumetti Diabolik?

Nel 2019 i mezzi attraverso i quali potete vendere eventuali doppioni o direttamente la vostra collezione sono tanti. La domanda da porvi innanzitutto è: dove acquistare un Diabolik? Potrete usufruire del passaparola, oppure visitare le bancarelle che si appostano in piazza la domenica.

Ma il miglior metodo sembra essere sempre quello di tentare di vendere online, tramite siti di e-commerce appositi. Potrete infatti usufruire di vantaggi come eventuali indicizzazioni, oppure fare una comparazione con i volumi venduti da altri acquirenti, in modo da avere la giusta valutazione per il vostro.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status