Il miglior tracciatore GPS

Ultimo aggiornamento: 14.11.18

 

Tracciatori GPS – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Se vi steste chiedendo come scegliere un buon tracciatore GPS, siete nel posto giusto. Tutti i consumatori vogliono naturalmente proteggere il proprio veicolo da eventuali furti e il modo migliore per farlo è installare un ricevitore satellitare della migliore marca, in grado di comunicarvi la posizione in qualsiasi momento. Per chi non avesse tempo di leggere la nostra guida per intero, che offre una recensione dettagliata per ogni prodotto in classifica, consigliamo di dare una rapida occhiata alla tabella comparativa dove i prodotti che spiccano di più risultano essere: Lekemi TK905, molto semplice da installare grazie alla potente calamita al suo interno e considerato da molti il miglior tracciatore GPS sul mercato, oppure Tractive TRATR1, localizzatore GPS pensato per ritrovare il proprio animale domestico.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior tracciatore GPS

 

Il tracciatore GPS è un dispositivo che permette la localizzazione del proprio veicolo al fine di evitare furti. Sul mercato sono disponibili diversi modelli e la nostra guida ha lo scopo di aiutarvi a navigare tra le offerte e confrontare prezzi, per scegliere quello più adatto alle vostre esigenze. Vi invitiamo quindi a leggere attentamente i nostri consigli d’acquisto, scoprirete così quale tracciatore GPS acquistare.

 

 

Guida all’acquisto

 

Funzione primaria

Un tracciatore GPS è fondamentalmente un piccolo apparecchio che va installato all’interno del veicolo. In quanto elemento da nascondere non ha particolari fronzoli e non deve necessariamente avere un design curato o ricercato. Ciò che conta maggiormente è la sua capacità di sfruttare la triangolazione satellitare in modo da fornirvi in qualsiasi momento la sua posizione.

È indubbiamente la scelta più popolare per proteggere il proprio veicolo da malintenzionati anche se non è un chiaro deterrente poiché si tratta di un dispositivo nascosto, quindi chi si accinge a rubare l’automobile se ne accorgerà troppo tardi.

La sua funzione può essere anche più utile nel quotidiano. Capita spesso infatti di dimenticare dove si è parcheggiato il veicolo, soprattutto se frequentate centri commerciali o supermercati che offrono numerosi posti auto. Utilizzando un’apposita applicazione per smartphone e dispositivi mobili non dovrete più cercare di ricordare la zona in cui avete parcheggiato ma vi basterà controllare la posizione del veicolo.

 

Funzioni accessorie

Sebbene la maggior parte degli utenti utilizzi questi prodotti per auto, esistono anche varianti appositamente pensate per animali e persone. Dotare il proprio cane di un dispositivo GPS potrebbe sembrare una spesa inutile, tuttavia, tenendo conto del numero di animali dati per dispersi, risulta facile capire come in realtà perdere il proprio amico a quattro zampe sia più semplice di quanto si creda. Anche in questo caso, tramite un’applicazione, è possibile stabilire un raggio d’azione del vostro cane, superato il quale riceverete una notifica su smartphone con la posizione dell’animale.

Per quanto riguarda la localizzazione di persone, sebbene possa sembrare una violazione della privacy, bisogna prendere in considerazione la salvaguardia dei propri figli che magari si recano a scuola da soli. Conoscere la loro posizione permette anche ai genitori più ansiosi di tranquillizzarsi e vivere serenamente i momenti di stress come per esempio i primi giorni di scuola.

 

 

Durata

La maggior parte dei tracciatori GPS è dotata di batteria autonoma che va ricaricata per permetterne il corretto funzionamento. In base all’utilizzo che ne farete vi invitiamo a tenere in considerazione questo fattore, optando per un dispositivo più o meno duraturo. I tracciatori per persone e animali dovrebbero avere una batteria adeguata per un’autonomia di almeno 24 ore, mentre per quanto riguarda i dispositivi per i veicoli, dovrebbero durare almeno 30 giorni, per essere sottoposti a ricariche mensili senza doverli rimuovere dall’automobile continuamente.

Tramite attenta comparazione vedremo ora non solo i prodotti più venduti ma anche quelli che maggiormente hanno convinto gli acquirenti.

 

I migliori tracciatori GPS del 2018

 

La scelta dei migliori tracciatori GPS del 2018 è stata effettuata considerando i prodotti venduti online che hanno soddisfatto l’utenza. Concentrandoci su pro e contro abbiamo stilato una classifica per aiutarvi a capire meglio le caratteristiche fondamentali di ogni dispositivo, permettendovi di effettuare una scelta consapevole senza sperperare il vostro denaro.

 

Prodotti raccomandati

 

Lekemi TK905

Principale vantaggio:

Ciò che gli utenti apprezzano di più nel prodotto di Lekemi è la semplicità di installazione. Non avrete bisogno di recarvi da un meccanico o un installatore professionista poiché il tracciatore in questione non ha alcun cavo ma solo una potente calamita che vi permette di agganciarlo a qualsiasi parte metallica della vostra automobile.

 

Principale svantaggio:

La batteria non ha una lunga durata e soprattutto non riesce a raggiungere i 60 giorni indicati dal produttore. Secondo i test effettuati dagli utenti è molto più realistica una stima che va da 15 a 30 giorni in condizioni di uso normale.

 

Verdetto 9.7/10

TK905 è un prodotto interessante che punta tutto sulla semplicità di utilizzo. Il suo costo, rispetto a prodotti cablati, è leggermente maggiore, tuttavia dovete considerare l’immediatezza di installazione che vi permetterà di risparmiare sul compenso richiesto da un professionista.

Acquista su Amazon.it (€56,88)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Design curato

Il primo elemento che salta all’occhio è il design curato del prodotto. Non si tratta della solita scatola nera anonima da posizionare in qualche angolo oscuro del veicolo ma di un oggetto dalle linee che conquistano al primo sguardo e con un aspetto aggressivo. D’altronde è risaputo che per nascondere meglio qualcosa è molto più efficiente posizionarla in bella vista.

Non essendo dotato di cavetteria, ma solo di una potente calamita, potrete installarlo in qualsiasi parte metallica dell’automobile.

La scatola nasconde al suo interno una batteria integrata da 5.000 mAh, non eccessivamente capiente o duratura ma che riesce comunque a garantire un funzionamento continuo che va da 15 a 30 giorni. La stima indicata dal produttore, di 60 giorni, è eccessivamente ottimista e nessun utente che ha avuto modo di testare il tracciatore per un periodo lungo è stato in grado di far durare così a lungo il dispositivo. Al termine del ciclo della batteria dovrete quindi provvedere a una ricarica completa prima di poterlo utilizzare di nuovo.

Applicazione per smartphone

Come ogni tracciatore GPS che si rispetti, non può mancare la controparte necessaria al controllo della posizione. In questo caso l’applicazione per smartphone e tablet è scaricabile gratuitamente sia per dispositivi che montano iOS, ovvero i prodotti Apple, sia per i più comuni telefoni basati su OS Android.

Tale applicazione fornisce informazioni per verificare il percorso effettuato, dettagli dei punti di sosta con orari e durata delle fermate effettuate. Potrete quindi controllare qualsiasi movimento e spostamento dell’automobile per poter intervenire tempestivamente in caso di furto della stessa.

 

Piano SIM

Per assicurare il funzionamento, è necessario l’acquisto di una scheda SIM con abbonamento mensile per poter inviare i dati registrati direttamente al vostro telefono. È importante ricordare che il piano deve includere anche l’invio di SMS poiché il dispositivo provvederà a inviarne per informare l’utente di spostamenti improvvisi.

Prima di effettuare l’acquisto, dunque, dovreste prendere in considerazione anche questa spesa mensile che, nonostante sia contenuta (gli utenti affermano che, in base all’operatore, siano disponibili piani tariffari da pochi euro mensili), potrebbe scontentare chi avrebbe preferito un prodotto pronto all’uso.

 

Acquista su Amazon.it (€56,88)

 

 

 

Tractive TRATR1

 

TRATR1 di Tractive è un localizzatore GPS per animali domestici, pensato appositamente per tutti coloro che lasciano girare il proprio animale senza guinzaglio in spazi controllati. Ricordiamo infatti che liberare il cane in spazi liberi, oltre che vietato dalla legge e passibile di multa, è anche pericoloso per l’animale stesso. Le aree cani sono dotate di barriere per la sicurezza di tutti ma, ciononostante, potrebbe capitare che qualcuno spalanchi inavvertitamente il cancello facendo uscire il vostro cane che potrebbe divenire così difficile da recuperare.

In caso si allontani troppo e sparisca dalla vostra vista non avrete di che temere, posizionando infatti il localizzatore al collare, conoscerete il punto esatto in cui si trova, dandovi la possibilità di raggiungerlo agilmente con l’automobile e recuperarlo senza troppe difficoltà.

Tali prodotti offrono dei sistemi di controllo particolarmente interessanti come la delimitazione di un’area all’interno della quale l’animale può liberamente girare ma, una volta superato il confine impostato, riceverete subito un avviso su smartphone che vi informerà della cosa.

Acquista su Amazon.it (€41,99)

 

 

 

XCSource TK110

 

Il dispositivo di Xcsource è un tracciatore GPS per automobile dalle dimensioni molto contenute, elemento che vi permette di nasconderlo facilmente in qualsiasi anfratto del veicolo. L’installazione, secondo gli acquirenti, non è delle più semplici dal momento che è dotato di cavetteria che per i più inesperti potrebbe rappresentare un ostacolo, costringendo a richiedere l’installazione a un elettrauto o elettricista di professione, con conseguente aumento dei costi.

Non aiuta il manuale di istruzioni in inglese, ulteriore ostacolo per chi non conosce l’idioma e deve procedere alla configurazione del dispositivo da sé.

Ciò che convince è invece il prezzo, estremamente concorrenziale e tra i più bassi della nostra lista, dando la possibilità a chi vuole spendere davvero poco di dotarsi di un sistema di localizzazione della propria vettura per ritrovarla senza difficoltà dopo aver dimenticato la posizione di parcheggio.

I consumatori invitano a prestare particolare attenzione a un dettaglio, se il veicolo resta fermo per troppo tempo, il tracciatore, essendo collegato alla batteria dell’automobile o della moto, potrebbe scaricarla generando l’invio di numerosi SMS di avviso fino a esaurire il credito della SIM.

Acquista su Amazon.it (€22,89)

 

 

 

Mondocommercio TK-104

 

Il tracciatore venduto da Mondocommercio si avvale di sistema con calamita per permettere un’installazione semplice e veloce senza dover necessariamente ricorrere a professionisti.

Naturalmente, parlando di prodotti a basso costo non ci si può aspettare una resa formidabile né che sia una garanzia assoluta di sicurezza del veicolo. Tuttavia, rappresenta comunque un elemento in più per difendere la propria automobile da malintenzionati.

TK-104 è dotato di batteria da 6.000 mAh che garantisce un funzionamento effettivo di circa 30 giorni, rendendo necessaria almeno una ricarica mensile.

Tra gli elementi più apprezzati dagli utenti troviamo la funzione “blocco motore” che dà la possibilità di fermare l’automobile da remoto qualora vengano segnalate attività sospette.

Quelli che invece sono considerati i difetti più gravi del dispositivo sono: la presenza di un manuale di istruzioni unicamente scritto in lingua inglese e il software per la gestione e configurazione leggermente complesso che richiede quindi uno studio attento per impostare al meglio.

Acquista su Amazon.it (€49)

 

 

 

Lekemi TK915-IT

 

L’ultimo prodotto della nostra lista è ancora una volta un tracciatore GPS prodotto da Lekemi. La differenza con quello che abbiamo già visto sta principalmente nella batteria, in questo caso da ben 10.000 mAh.

Il costo, in virtù di questo elemento, è leggermente superiore, rappresentando una scelta ideale solo per chi vuole avere una durata del dispositivo maggiore, portando così la necessità di ricarica completa da una volta al mese a una ogni due mesi circa.

Anche in questo caso abbiamo a che fare con un tracciatore dotato di calamita, molto semplice quindi da posizionare all’interno del veicolo.

L’applicazione per Android e iOS è completamente gratuita e vi dà la possibilità di tenere sotto controllo in qualsiasi momento della giornata la posizione della vostra automobile.

Questo modello è inoltre dotato di funzione monitor, sebbene gli utenti non la ritengano particolarmente funzionale dal momento che il microfono in dotazione non è di qualità eccessivamente elevata, rendendo difficile l’ascolto delle voci di chi si trova all’interno del veicolo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lekemi TK905

 

Il primo prodotto della nostra lista è quello con il miglior rapporto qualità prezzo. Si presenta con un design aggressivo e dalle linee intriganti, pensato per tutti coloro che ritengono che anche l’occhio voglia la sua parte. La batteria integrata è da 5.000 mAh e secondo il produttore permette il funzionamento del tracker per 60 giorni circa prima di dover procedere a una ricarica completa. Molto più realisticamente, gli utenti che hanno avuto modo di effettuare delle prove estensive, sostengono che la durata media sia di circa 30 giorni.

La semplicità di installazione è estrema, non è infatti dotato di alcun cavo ma ha al suo interno una potente calamita che vi permette di posizionarlo in modo agevole in qualsiasi punto dell’automobile per nasconderlo al meglio.

L’applicazione per il controllo del segnale emesso dal tracciatore è scaricabile gratuitamente dai negozi virtuali sia per sistemi operativi Android che iOS.

Per il funzionamento è necessario l’acquisto di una SIM con piano tariffario mensile per poter tracciare la posizione e ricevere SMS di avviso sul proprio smartphone, prima di procedere all’acquisto, quindi, tenete in conto questa seppur esigua spesa mensile.

Acquista su Amazon.it (€56,88)

 

 

 

Come utilizzare il tracciatore GPS

 

Sono sempre più gli automobilisti che installano sulla loro auto un localizzatore GPS, così da essere in grado di ritrovare l’auto in caso di furto. In vero il tracciatore GPS ha anche altre funzioni, per esempio, può essere usato per sapere dove si trova una persona, può essere applicato al collare di un cane così da trovarlo immediatamente nel caso in cui dovesse perdersi. Insomma, i campi di applicazione sono svariati.

 

 

GPS: di cosa si tratta

Prima di parlare del tracciatore ci sembra opportuno illustrare a chi non ne fosse a conoscenza, cos’è un GPS, acronimo di Global Position System. In sostanza si tratta di un sistema di posizionamento terrestre che, in origine, doveva avere solo fini militari, tanto è vero che è stato sviluppato dal dipartimento della difesa degli Stati Uniti.

Gli usi civili, come detto in apertura, sono molteplici e chiunque può acquistare un ricevitore GPS e sapere dove si trova grazie agli oltre 20 satelliti situati nell’orbita terrestre.

 

Come funziona il GPS

Ma come funziona un GPS? Come rileva la nostra posizione o quella dell’auto? Il funzionamento si basa su una struttura a due moduli: c’è un ricevitore satellitare che è in grado di acquisire la posizione sfruttando la localizzazione di minimo quattro satelliti e, attraverso una serie di calcoli circa la distanza tra i satelliti stessi, sfruttando il cosiddetto metodo della trilaterazione dei dati ottenuti, esegue un calcolo per fornire un punto esatto.

Il secondo modulo è il trasmettitore che invia, per l’appunto, le coordinate di dove si trova.

 

Ritrovare l’auto

Vediamo uno dei casi in cui torna utile il tracciatore GPS. Avete una bella auto, nuova e soprattutto costosa. Roba da far gola ai ladri, per intenderci. Montando un tracciatore GPS saprete sempre dove si trova la vostra vettura. Il dispositivo fa una cosa molto semplice (almeno a parole): determina la posizione dell’automobile attraverso i satelliti e trasmette i dati, servendosi di server, sfruttando la rete GSM/UMTS, dunque serve una scheda SIM. È anche possibile sfruttare la connessione dati e ricevere un SMS che vi avvisa nel caso l’auto venga messa in moto.

 

 

Per lo sport

Chi pratica sport quali running, ciclismo e tutte le altre discipline che si svolgono su un percorso, sovente si affida a un tracciatore GPS. In questo caso il dispositivo può servire per calcolare la distanza percorsa, avere traccia del percorso fatto. Non tutti hanno la cartografia, caratteristica che secondo noi è molto importante, anche per non perdersi e dunque suggeriamo di prediligere i tracciatori che ne sono dotati.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.