Le 5 Migliori Tende da Sole del 2020

Ultimo aggiornamento: 05.08.20

 

Tenda da Sole – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Le tende da sole sono strumenti utilissimi per le case, perché permettono di schermare balconi e terrazze dall’esposizione costante del sole. In inverno le si tengono chiuse, ma all’occorrenza possono anche essere usate per fermare fastidiose infiltrazioni di acqua, motivo per cui è importante sapere con quali materiali e in che modo vengono fabbricate. Essendo un prodotto abbastanza versatile, da fissare nella parte superiore o laterale del balcone o del proprio terrazzo, deve essere di qualità e avere una certa resistenza nel tempo, motivo per cui ci siamo soffermati su due articoli che ci hanno colpito proprio per queste caratteristiche. Il primo è Ultranatura 200100001040 Maui Tenda da Sole Laterale Avvolgibile, una tenda laterale disponibile in diverse colorazioni e particolarmente apprezzata perché svolge una doppia funzione: schermare il balcone dalla luce, ma anche da sguardi indiscreti. La seconda è Papillon Tenda da sole per balcone con sistema a caduta, il classico modello a cascata, montata nella parte superiore del balcone o del terrazzo per offrire il massimo riparo possibile dal calore del sole.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore tenda da sole?

 

Se siete ancora indecisi sulla scelta della tenda giusta, i nostri consigli d’acquisto possono offrirvi un supporto, grazie anche alle informazioni recuperate dalle recensioni e i pareri degli utenti. 

Quali sono le funzioni principali?

Partiamo dal presupposto che una tenda da sole può svolgere diverse funzioni se si sa dove acquistare quella adatta a tutte le esigenze. Uno dei maggiori impieghi è quello di proteggere le finestre, i balconi o qualsiasi luogo esposto e all’aperto dai raggi del sole, che spesso finiscono per rovinare il colore e la struttura degli oggetti.

In realtà, però, può essere usata anche per creare delle vere e proprie zone private all’esterno della casa: ad esempio nel proprio giardino, se non possedete una recinzione che vi protegga dagli sguardi esterni, potete optare per una soluzione del genere che vi permetta di impiegare meno tempo e implichi un minor dispendio di soldi.

Tra l’altro funge da ottima decorazione, perché molto spesso è disponibile in differenti colorazioni e fantasie, che possono dare un tocco di luce in alcuni punti della vostra abitazione troppo spogli, per esempio nel caso di una finestra.

E ancora, con le giuste manovre, può diventare un ottimo baldacchino per la vostra altalena da giardino, che assumerà un’aria nettamente più romantica in questo modo. La sua praticità permette di ridurre anche i consumi elettrici, visto che non permette al sole di filtrare all’interno della casa, lasciando i vari ambienti freschi e arieggiati al punto giusto.

 

Come è fatta una tenda da sole?

Per capire come scegliere una buona tenda sole, dovete sapere quali sono le componenti principali da tenere in considerazione, in modo da poter operare per una soluzione più specifica.

Ci sono tre parti che la costituiscono: il tessuto, che offre effettivamente riparo da sole e vento, la struttura portante, su cui poggia praticamente il telo, e il cassonetto, un elemento facoltativo che serve a proteggere la tenda una volta che è arrotolata intorno al proprio telaio.

In alternativa c’è anche la copertura in lamiera, che però ha un prezzo più elevato. Il primo criterio di scelta riguarda sicuramente il telo, che deve essere di materiale spesso e resistente, per evitare il danneggiamento dopo poco tempo.

I tessuti più naturali per una tenda sono quelli in cotone, che però sono maggiormente esposti al rischio di graffi, scolorimento e invecchiamento, visto che non sono trattati. Invece le fibre sintetiche, specificamente in acrilico, sono lavorate appositamente con resine che donano loro compattezza e soprattutto la caratteristica di essere idrorepellenti, quindi non presentano segni di usura.

Anche in questo caso abbiamo un’alternativa, che è costituita dal PVC, altro materiale con proprietà simili, che in più non scolorisce.

 

 

Tipologie di tende

Vogliamo concludere la nostra guida per scegliere la migliore tenda da sole, spiegandovi brevemente quali tipologie potete trovare in commercio. Il modello a bracci è il più comune, utilizzato per i balconi; viene fissato al muro o al soffitto e si apre a sbalzo tramite due bracci estendibili nella parte superiore.

La tenda a caduta, sempre molto gettonata, è quella che scende in verticale a filo facciata,  offrendo una protezione completa del proprio terrazzo o del proprio balcone. La tenda a cappottino è quella più vistosa, che può essere fissata anche con anelli sulla propria veranda; ha una forma bombata e il telo è cucito su un telaio curvato ad arco.

 

Le 5 Migliori Tende da Sole – Classifica del 2020

 

Dopo aver effettuato una comparazione dei numerosi prodotti venduti online, siamo giunti a una lista dei più gettonati al momento, che vi proponiamo qui per offrirvi un ampio margine di decisione, sulla base delle vostre esigenze.

 

 

1. Ultranatura 200100001040 Maui Tenda da Sole Laterale Avvolgibile

 

Principale vantaggio:

Se non avete molto spazio sul vostro terrazzo o cercate una tenda per balcone che sia facilmente richiudibile, questa di Ultranatura fa al caso vostro. Grazie alle sue dimensioni pratiche, offre una copertura totale senza rinunciare al comfort del vostro spazio all’aperto.

 

Principale svantaggio:

Unica pecca del prodotto riguarda il fissaggio: la parte superiore, alla prima folata, tende ad ammorbidirsi non offrendo più una copertura completa di tutto il balcone o il terrazzo. La piega rende il prodotto anche esteticamente poco piacevole.

 

Verdetto: 9.8/10

La serietà dell’azienda si può vedere nella qualità e nella cura dei dettagli per la realizzazione della tenda, che al di là di qualche piccolo difetto, ha una buona tenuta nel tempo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Qualità e sicurezza

La tenda di Ultranatura rappresenta una garanzia dal punto di vista della qualità e della sicurezza. Perché? Ve lo spieghiamo subito. Il prodotto è creato con fibra sintetica in acrilico, materiale ottimo, che difficilmente è soggetto all’usura del tempo e allo scolorimento, visto che è compatto e subisce un tipo di colorazione a massa.

Di conseguenza, offre uno schermo completo e una piacevole zona d’ombra nella parte di giardino o veranda che preferite; essendo laterale, è possibile anche determinare la lunghezza del telo.

Tra l’altro ha una buona copertura idrorepellente, che non solo la rende resistente ai periodi più caldi, ma anche alla pioggia e al vento, garantendo riparo agli oggetti come sedie, tavolini e accessori che potrebbero danneggiarsi.

Questo è uno dei motivi per cui è anche sicura, aggiunto al fatto che possiede la dichiarazione di conformità, ed è quindi stata messa in commercio solo dopo attente prove di resistenza.

Ricordate di controllare sempre che le tende in commercio abbiano il loro marchio e rispettino i canoni di conformità, perché potreste avere problemi di stabilità nel corso del tempo.

Gestire lo spazio

L’azienda ha fabbricato una tenda che ha una lunghezza estendibile fino a 3 m e un’altezza di 180 cm circa. Questo vuol dire che può essere fissata in luoghi differenti, regolando a proprio piacimento quanto deve essere allungata.

Un’idea carina sarebbe quella di utilizzarla nel caso possediate un bar o un ristorante con sedie all’aperto: grazie alla grande disponibilità di colori, vi basterà trovare quello che fa al caso vostro e poi far fissare una o due tende alle estremità dello spazio che avete a disposizione.

In questo modo risolverete problemi di vento e sole, offrendo un maggiore comfort ai clienti che vogliono gustare la consumazione all’aria fresca. La tenda Ultranatura si presta bene anche ad un altro scopo: coprire zone di vuoto che sono lasciate allo sguardo esterno. Vicini e passanti invadenti sono sempre dietro l’angolo: questa cosa potrebbe risultare fastidiosa per chi vuole godersi un momento di relax fuori, in compagnia di parenti e amici.

Per questo motivo, tale tenda, essendo laterale, può rappresentare il giusto compromesso, visto che è adattabile a diverse misure.

 

Fissaggio 

Non occorre più di una persona per il fissaggio della tenda: grazie al comodo libretto delle istruzioni e alla presenza di ciascuna componente al posto giusto, montarla sarà un gioco da ragazzi.

Prima di acquistarla, considerate bene dove avete intenzione di disporla, perché ha bisogno di un punto di fissaggio sul pavimento: occorrerà quindi fare un buco per farci passare l’asta della tenda.

La struttura portante è dotata di viti e bulloni che possono essere facilmente allentati, per smontare la tenda e inserirla altrove, o riporla durante i mesi invernali per evitare che si danneggi.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Papillon Tenda da Sole per Balcone con Sistema a Caduta

 

Quella di Papillon è un tipo di tenda a caduta perfetta per ogni tipo di balcone, da quello più squadrato a quello più allungato. La sua adattabilità è ben resa dalla comoda struttura, che permette di agganciare il telo in modo obliquo, facendolo scendere tramite un’apposita manovella.

Può essere montato al muro o al soffitto, operazione che potrebbe richiedere un po’ di tempo in più, ma con ottimi risultati, vista la copertura completa che offre. Le barre e i bracci che la compongono sono in solido alluminio che, oltre a non richiedere una particolare manutenzione, è uno dei materiali più solidi e resistenti ai danni provocati dalle intemperie.

Il suo colore è neutro, cosa che la rende adatta a diversi ambienti, conferendole un’aria più elegante e sofisticata. Consigliamo di tenerla chiusa quando vi sono folate particolarmente forti di vento, perché c’è il rischio che potrebbe macchiarsi, essendo molto chiara. 

Vediamo insieme tutti i suoi pro e contro.

Pro
Impermeabile:

Un punto di forza del prodotto è di essere impermeabile, perciò non trattiene l’acqua con il rischio di formazioni di muffa, che possono intaccare il colore originario e rovinare il tessuto.

Estetica:

Se siete appassionati di design e ci tenete ai particolari, questa tenda è quella giusta per voi. L’unico colore disponibile è panna, una tonalità neutra e versatile, perfetta per dare un tocco di luce ai vostri ambienti. 

Resistenza:

La tenda ha una buona tenuta, essendo creata con materiali resistenti e testata per sopportare temperature più elevate e anche pioggia e vento. Non resterete perciò delusi dalla sua qualità.

Contro
Fissaggio:

L’articolo non è pratico da montare, anzi si fa difficoltà soprattutto se si vuole utilizzarla su una parete laterale invece che sul soffitto. Inoltre, occorre creare dei buchi grossi per permetterne il fissaggio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Outsunny Tenda da Sole Avvolgibile Manuale

 

Dietro la semplicità della tenda Outsunny c’è tutta un’attenzione per i materiali, che ne garantiscono  la sicurezza e la durata nel tempo. Con una lunghezza di circa 3 m, è un modello a bracci con una fantasia lineare passabile, una soluzione molto comoda per piccoli bar in centro o balconi un po’ più esposti a luce e pioggia.

Non a caso, cade in modo obliquo terminando con una leggera bordatura, che offre un riparo maggiore e lascia defluire l’acqua nella parte sottostante, durante le giornate di pioggia intensa.

La sua particolarità sta anche nell’essere pensata per diverse funzioni: potete metterla in veranda, nel patio o sul soffitto, e offrirebbe comunque una protezione dal sole. Da chiusa, quasi scompare nella sua impalcatura, quindi non è per niente ingombrante.

La chiusa tramite manovella è comoda e agevole: bastano pochi minuti per riavvolgerla del tutto. Ma controlliamo meglio quali sono i principali vantaggi e svantaggi.

Pro
Versatile:

Come già accennato, questa tenda può essere adattata a diversi ambienti, dalla veranda al balcone, senza avere problemi in termini di protezione. La sua lunghezza, infatti, garantisce un riparo esteso.

Chiusura:

Facile da fissare, è altrettanto semplice da chiudere, con l’apposita manovella; una volta dentro il telaio, sembrerà un elemento decorativo, visto che scompare quasi del tutto.

Poliestere:

La tenda viene fabbricata in poliestere, materiale sintetico estremamente resistente e in più con la copertura idrorepellente, una sicurezza durante le giornate uggiose.

Contro
Costo:

La qualità del prodotto è superlativa, e ovviamente si paga. Per questo il prezzo è leggermente più elevato rispetto alla media, non il massimo per chi cerca una soluzione più alla mano.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Blinky Tende da Sole Avvolgibili a Sbraccio

 

Anche in spazi e architetture particolari, la tenda di Blinky si adatta con facilità, visto che è avvolgibile e ultra leggera. Dalle dimensioni compatte di circa 4 m per una lunghezza massima di 2 m e mezzo, si regola, come anche altri modelli precedenti, tramite l’apposita manovella.

In più possiede due diversi snodi: uno per il fissaggio del telaio al soffitto o alla parete, l’altro per regolare l’inclinazione, un grande comfort in più visto che non dovrete perdere troppo tempo a svitare bulloni.

La bordatura esterna è un metodo antiventi un po’ spartano, motivo per cui non consigliamo di tenerla aperta durante folate particolarmente forti, però è un buon avvertimento per permettervi di chiuderla tempestivamente.

Il tessuto è in acrilico, una piccola chicca di qualità, visto che è creato sinteticamente e quindi è immune a grossi squarci e problemi simili. Vi proponiamo una lista dei suoi pro e contro per aiutarvi a compiere una scelta attenta.

Pro
Qualità/prezzo:

Uno dei pregi maggiori è il buon rapporto qualità/prezzo, dovuto alla cura con cui la tenda è stata fabbricata, ai materiali solidi e resistenti, a un costo elevato ma che è una garanzia della sua durata.

Funzionale:

Svolge molto bene la sua funzione, garantendo uno scudo totale dai raggi del sole, e in più è possibile motorizzarla, cosa che la rende ancora più comoda da utilizzare con un semplice pulsante.

Montaggio:

In pochi step, con la guida di un libretto delle istruzioni chiaro e semplice, la tenda viene fissata in modo preciso, senza troppa fatica. Consigliamo a tal proposito l’aiuto di una seconda persona.

Contro
Telaio:

Il telaio della tenda è solido ma molto leggero, perciò è bene fissarlo con ulteriori tasselli perché altrimenti tende a cozzare sulla parete o sul muro al primo colpo di vento.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Il Gruppone Tenda da Sole per Balcone con Anelli

 

Uno dei modelli più venduti è il tipo a caduta come quello proposto da Il Gruppone, disponibile in diverse misure e colori, a seconda della larghezza della vostra finestra o del balcone. Si tratta più che altro di una tendina da utilizzare in casi estremi, vista la scarsa qualità del tessuto; non a caso, è la meno costosa tra quelle inserite in categoria, ma ha comunque buoni standard a livello di funzionalità.

Viene fornita al consumatore completa di anellini che ne facilitano il montaggio sopra l’infisso della finestra o alla parete, per cui non c’è bisogno di compiere sforzi o chiamare un professionista per fissarla al meglio.

Disponibile anche questa in diversi colori, è molto gettonata quella color crema, che addolcisce e rende più vivido l’ambiente; inoltre è più semplice da lavare e inserire nuovamente negli appositi anelli.

Un altro lato positivo è che, essendo in dimensioni ridotte, può essere trasportata con facilità, senza ingombrare troppo. Concludiamo mostrandovi anche qui i pregi e difetti.

Pro
Misure:

Le dimensioni contano quando si ha poco spazio a disposizione. La nota positiva è che Il Gruppone propone sul mercato una tenda con quattro misure differenti, in modo da offrirvi la massima scelta possibile.

Lavaggio:

Basta poco per smontare la tenda e lavarla; è possibile farlo anche in lavatrice senza scolorire il tessuto, e poi montarla di nuovo senza troppi problemi, grazie agli anelli in dotazione.

Pratica:

Siccome è facile da fissare sul proprio balcone, offre un compromesso perfetto per le giornate più afose, dove è impossibile uscire all’aria aperta con il sole che batte forte nella zona desiderata.

Contro
Qualità:

Il tessuto con cui è fabbricata non è dei migliori, e per questo il prodotto ne risente; la resistenza a pioggia e vento è scarsa, e ciò è testimoniato anche dal prezzo piuttosto basso.

Acquista su Amazon.it (€25,99)

 

 

 

Come montare una tenda da sole

 

Scegliere il modello

La prima cosa da fare, prima di procedere all’installazione della tenda, è quella di scegliere il modello adatto alle vostre esigenze, visto che tra le più vendute figurano diversi tipi a caduta, a cappottina o simili, per qualsiasi tipologia di balcone o terrazzo.

 

 

Se abitate in un condominio, tenete sempre conto del regolamento, se avete spazio a sufficienza senza creare fastidio al vicinato, e se la tenda che volete mettere sul vostro balcone rispetta i canoni stabiliti.

Potete anche optare per un modello motorizzato, forse una delle migliori tende da sole del 2020, grazie al comfort e alla grande praticità che offre per mezzo del semplice pulsante per la chiusura e l’apertura. Unica pecca in questo caso è il costo, ampiamente maggiore rispetto a quella di una normale tenda da sole, che in più è possibile montare da soli, sebbene con le dovute precauzioni.

 

Il posizionamento

Il secondo step da tenere in considerazione, dopo aver capito quale tenda da sole comprare,  riguarda il posizionamento, ossia se dovete disporla in verticale o orizzontale per facilitarne l’apertura.

I meccanismi per aprirla possono basarsi su perni e manovelle o essere elettrici, ma si deve avere lo spazio a sufficienza per poterli utilizzare, perciò è opportuno prendere le misure giuste.

Per quanto riguarda i materiali, le tende non solo devono essere resistenti dal punto di vista del tessuto, ma anche e soprattutto nella struttura, motivo per cui è preferibile procurarsi dei tasselli in acciaio inossidabile, più duraturi nel tempo.

Iniziate quindi segnando i punti precisi in cui saranno praticati i fori per il telaio di supporto della tende, cercando di disporli in modo più allineato possibile con l’aiuto dell’apposito metro. Praticate i fori con una punta del trapano, che sia delle stesse dimensioni dei perni, poi fissate la piastra della tenda aiutandovi con i tasselli in acciaio. Regolate le viti e l’inclinazione della tenda, poi controllate che non vi siano ostacoli nell’aprire e chiudere i bracci.

 

 

La manutenzione

Nella fase di montaggio rientra a pieno titolo anche la giusta manutenzione delle varie componenti, che determinano la buona tenuta della tenda, o al contrario, il suo logoramento dopo brevi periodi di tempo.

Siccome devono resistere non solo al sole ma anche alla pioggia e al vento, come vi abbiamo già detto occorrono dei tasselli in acciaio, e dei perni ricoperti in resina che tengano ai colpi più forti e alla ruggine.

Inoltre, prima di fissare il tessuto, preferibilmente un telo spesso, al telaio, occorre ricoprirlo di materiale idrorepellente, in modo che non si strappi o si rovini eccessivamente dopo lunghi periodi di tempo.

Per la pulizia evitate di usare macchinari a vapore o a getti d’acqua troppo forte, che possono vanificare il vostro duro lavoro, in quanto può esserci la possibilità che la parte impermeabile venga via a causa della pressione.

Ogni tanto utilizzate un panno in microfibra per tenere asciutti e puliti i bracci, oppure per sgrassarli dalla sporcizia accumulata; se occorre, passate una mano di vernice al telaio, aiutandovi con una scala.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come sostituire l’arganello della tenda da sole?

L’arganello è una parte fondamentale della tenda da sole, poiché ne permette il movimento in verticale o orizzontale. Occorre tenerla in buone condizioni, per evitare che con il tempo si usuri, ma se avete bisogno di sostituirla, considerate la possibilità di prendere un modello universale, che si adatta bene alle dimensioni dei ganci.

Infatti, specialmente per quelli più datati, non vengono fabbricati arganelli con la stessa grandezza, per cui al momento della sostituzione potreste avere qualche difficoltà. Vi basterà a questo punto smontare la parte difettosa e metterci quella appena acquistata, stringendola bene; se avete difficoltà, chiamate un professionista, che vi aiuterà a far tornare il prodotto come nuovo.

 

Come riparare una tenda da sole strappata?

Anche la miglior tenda da sole con il tempo può essere soggetta a danni, specialmente quando c’è il meteo assai sfavorevole; in questi casi si ricorre a diverse soluzioni fai da te. La prima che vi consigliamo è quella di acquistare delle strisce dello stesso colore del tessuto della tenda, da cucire sullo strappo come un vero e proprio rattoppo.

Ci sono numerose offerte anche per quanto riguarda la colla per tessuti, più specifica e consigliata perché garantisce un fissaggio maggiore. Per chi non possiede troppa manualità, il nastro adesivo multistrato potrebbe essere il modo migliore per sistemare il punto rotto, visto che è anche più economico in categoria.

 

Come motorizzare una tenda da sole a bracci?

Motorizzare la tenda da sole è un’operazione abbastanza semplice da effettuare, specialmente se si tratta di una tenda a bracci, che viene azionata quindi tramite un’apposita manovella. 

Vi basterà infatti sostituire tale gancio con un motorino elettrico, in modo da poter aprire e chiudere la tenda con un semplice click; in più, è un espediente a prezzi bassi, perché non occorre particolare manutenzione per installarlo.

Ricordate solo che per avere una maggiore comodità, la tenda deve essere vicina a una presa elettrica, e in più deve essere abbastanza potente da avvolgere ogni lembo interamente: per questo assicuratevi di misurare correttamente la lunghezza di tutti i bracci.

 

Come regolare l’inclinazione della tenda da sole?

La tenda da sole è disposta solitamente con un’inclinazione di 30 gradi, ma è possibile cambiarla a seconda delle esigenze. Prima di tutto tirate il telo fino a quando non è più teso dal rullo avvolgitore; allentate i bulloni dei due bracci che mantengono il tessuto di circa 3 cm e spostatene l’asse inclinandolo come meglio preferite.

Una volta terminato, fissate prima la vite presente nella parte inferiore e successivamente quella superiore, in modo da avere un primo appoggio e garantire una certa stabilità finale.

Se volete tendere il tessuto, ricordate di utilizzare la chiave inglese per stringere di più i bulloni, mentre se preferite farla scendere morbida, dovete lasciarli allentati.

 

Come sostituire il telo della tenda da sole a rullo?

Potete cambiare facilmente il telo della vostra tenda con un po’ di attenzione ai dettagli, in modo da non avere problemi in futuro. Fate scendere il telo fino all’estremità e tagliatelo nella parte inferiore, dove si trova il terminale basso; successivamente staccatelo dai bracci allentando leggermente le viti che lo tengono, e fate lo stesso anche nella parte inferiore.

A questo punto, dopo aver applicato del lubrificante nelle zone soggette maggiormente a ruggine e usura, potete procedere nell’attaccare il telo nuovo, stando attenti a bloccarlo correttamente ed eventualmente a tagliare il tessuto in eccesso.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status