Yamaha NYDP142R – Recensione

Ultimo aggiornamento: 16.08.18

1

Principale vantaggio

Per simulare al meglio l’effetto del pianoforte reale, i tasti sono pesati e dotati di sistema GHS che consente di variare l’intensità del suono a seconda della forza impressa alla nota, passando da pianissimo a fortissimo in base alle caratteristiche del pezzo eseguito.

 

Principale svantaggio

Non è portatile, se stai pensando di acquistare un pianoforte digitale per portarlo in giro dove serve, sala prove o a lezione, non è questo l’acquisto che fa per te.

 

Verdetto: 9.8/10

Il suono del piano è calibrato sulla base della registrazione del più famoso pianoforte a coda da concerto della Yamaha. Questo per consentire a chi lo usa una varietà di armonie e personalizzazione del suono pienamente soddisfacente. Non si tratta di uno strumento da concerto ma l’ideale per imparare e allenare la destrezza delle dita prima di passare a un pianoforte acustico. La tecnologia GHS offre la possibilità di regolare la sensibilità della tastiera al tocco su tre livelli, da più a meno morbido, per adattarsi allo stile di suonata ma anche alla forza delle dita e simulare l’effetto della pressione più o meno forte sui tasti sul piano acustico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Riproduzione del suono

Il pianoforte digitale Arius proposto da Yamaha offre come principale vantaggio la presenza di tasti pesati che simulano, con grande approssimazione al reale, l’effetto della pressione delle dita nella riproduzione del suono. In questo modo è possibile imprimere a ogni nota il tocco necessario per variare livello dinamico, da fortissimo a pianissimo, proprio come si trattasse di un pianoforte acustico.

Questo effetto è possibile grazie all’impiego della tecnologia     GHS che consente anche di preimpostare la resistenza che esercitano i tasti al tocco, per adattarsi allo stile personale del musicista o alla forza delle dita, specie per gli apprendisti.

Il suono è tarato sulla base delle registrazioni fatte del più classico dei pianoforti a coda da concerto della stessa Yamaha. E la tecnologia aiuta a migliorare l’effetto delle note grazie all’Acustic Optimizer, un software in grado di regolare la frequenza del suono prodotto per renderlo più ricco e corposo.

2

 

Caratteristiche estetiche

I pianoforti digitali non sono tutti uguali, molti hanno la caratteristica di essere facilmente trasportabili e sono dotati di custodia su misura per seguire il musicista nei propri spostamenti.

Nel caso del modello YDP-142 l’aspetto simula in tutto e per tutto il classico pianoforte acustico senza coda. Ha una struttura in palissandro e i suoi 128 tasti ne caratterizzano l’imponenza e l’ingombro importante. Una volta montato sarà consigliabile evitare di spostarlo, quindi assicurati di fare spazio in camera prima di deciderti all’acquisto di questo pianoforte.

 

Adatto a chi inizia

Le tante funzioni pensate per aiutare chi inizia lasciano intuire come questo modello sia particolarmente indicato per gli apprendisti.

Comoda è la possibilità, diffusa negli strumenti elettronici, di collegare l’audio alle cuffie grazie all’ingresso per il jack, ma in questo piano sono presenti ben due accessi per potere collegare due cuffie così da poter essere usato da due persone contemporaneamente, preparando il concerto a quattro mani, o direttamente dal maestro.

Anche la possibilità di registrare e poi ascoltare la propria esecuzione su pc tramite connessione USB aiuta a identificare punti di forza e debolezza dell’apprendista.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 4.50 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.