Piumini da uomo: cosa sono e come sceglierli

Ultimo aggiornamento: 10.07.20

Da cosa è costituito un piumino? E come fare per scegliere quello giusto? In questo articolo troverete tutte le informazioni di cui avete bisogno.

 

Con il termine piumino ci si può riferire generalmente a due tipologie di prodotti. Il primo, che non ha nulla a che vedere con il nostro articolo, è quello che solitamente si utilizza durante l’inverno per coprire il letto e restare al caldo anche nelle notti più gelide, come per esempio una trapunta. 

La seconda tipologia, che tratteremo in dettaglio, è quella dei capi di vestiario deputati a proteggerci sì dal freddo, ma quando usciamo fuori di casa. Ma com’è fatto un piumino? E perché si chiama così? Cercando di fare luce su questi interrogativi, possiamo dire che il termine derivi, come potrete immaginare, dalle piume. 

Proprio come per gli uccelli, queste, se accumulate, possono proteggere dal freddo non solo i pennuti, ma anche gli esseri umani. Solitamente all’interno di questi indumenti, si trovano quelle d’oca, tra le migliori in termini di isolamento termico. 

Tuttavia, il procedimento volto a ottenerle non è dei più benefici, soprattutto per questi animali.

 

Il processo

La maggior parte del materiale viene estratto dal petto e dal collo degli uccelli, dove il piumaggio è più morbido: se questo non dovesse bastare allora si passa allo spennamento del resto del corpo. Per la produzione dei capi più costosi si procede con la raccolta durante il periodo della muta, dunque circa ogni sei settimane. 

Purtroppo però la resa è davvero poca, arrivando a un massimo di 120 g per ogni uccello, e dunque non si rivela essere il metodo più utilizzato per questo tipo di commercio, considerando anche che la richiesta internazionale di piume d’oca, per la fabbricazione di cuscini, biancheria da letto e capi d’abbigliamento è molto alta. 

Per questo motivo Il numero di animali lasciati vivi si abbassa drasticamente, preferendo invece piumati provenienti dagli allevamenti adibiti alla realizzazione del foie gras, o comunque destinati alla macellazione. 

Le piume più pregiate sono estirpate manualmente dopo aver provveduto al dissanguamento dell’oca, invece, per quanto riguarda i grossi impianti di produzione, gli animali vengono posizionati su un nastro con la testa rivolta verso il basso.

Una volta storditi tramite una scossa elettrica, vengono infine immersi in acqua calda, per fare in modo che il piumaggio sia più morbido da staccare e non venga macchiato con il sangue.

Un capo di tendenza

Sembra sia uno dei soprabiti più sfruttati e commercializzati, grazie alla sua grande versatilità e adattabilità a qualsiasi circostanza. Durante l’inverno o le mezze stagioni non c’è niente di più comodo di una morbida e calda giacca in piume d’oca, sia che dobbiate recarvi al lavoro, a una cena, oppure a fare un giro in mountain bike. 

La scelta del miglior piumino da uomo o da donna dipenderà non solo dall’occasione in cui volete indossarlo, ma anche dalla qualità dell’imbottitura e del tessuto esterno. In commercio sono disponibili un gran numero di modelli caratterizzati da piccoli dettagli e cuciture differenti tra loro, a seconda anche del brand di produzione. 

Ma come si fa a decidere quale sia quello giusto? Prendendo come punto di riferimento la grammatura: se una giacca è pesante, vuol dire che ha un numero maggiore di piume al suo interno e dunque, risulterà più caldo, ma meno traspirante. 

Questo valore viene chiamato CUIN, e rappresenta il volume che l’imbottitura occupa in rapporto al peso del capo d’abbigliamento, se il piumaggio all’interno è di buona qualità, si espanderà più facilmente e tratterrà meglio il calore.

 

Le occasioni e i modelli

Come accennavamo poco fa esistono svariate tipologie di piumino, partendo da quelle più eleganti a quelle più adatte allo sport. Se state cercando una giacca da utilizzare prettamente sulla neve, o da sfruttare per la prossima vacanza in montagna, dovreste eventualmente optare per un modello che trattenga molto bene il calore.

Dovrà inoltre riparare dalle folate di vento durante le sciate in pista, ma soprattutto dovrà essere caratterizzato da un tessuto esterno resistente all’acqua. Una valida scelta potrebbe essere uno di marca Columbia, famosa proprio per la fabbricazione di abbigliamento sportivo di qualità, ma prezzi abbastanza convenienti. 

Se invece vi piacerebbe acquistare un soprabito più pregiato, magari con uno stile casual ma indossabile anche in occasioni che richiedono un abbigliamento più formale, potreste optare per il piumino di marca Fay, nel modello 4 Ganci. 

Si tratta di un famoso brand nato negli anni ’60 e divenuto icona di stile grazie alla produzione di cappotti per uomo, donna e bambini. Tuttavia, il costo di un giubbotto può arrivare a raggiungere anche cifre superiori ai 1000 euro, un capo dunque, che non tutti potrebbero permettersi.
Per gli amanti degli sport outdoor che non vogliono rinunciare all’escursione in bicicletta o l’arrampicata su roccia naturale, neanche durante i mesi più freddi, l’acquisto di un piumino più leggero, ripiegabile e resistente alla pioggia, è proprio ciò che ci vuole: per esempio, uno di marca Regatta oppure The North Face

Non sono adatti alle temperature troppo basse a causa dell’imbottitura molto sottile, tuttavia, se non volete utilizzarli per lo sport, si rivelano molto validi anche per affrontare le passeggiate in città in autunno o in primavera.

Alternative ecologiche

Chi non ama indossare capi d’abbigliamento fabbricati con pelli e piume di animali, potrebbe eventualmente optare per un piumino ecologico, ovvero caratterizzato da un’imbottitura in materiale sintetico, senza però dover rinunciare al piacevole calore tipico di questo modello di soprabiti. 

Oppure, se proprio non è di vostro gradimento lo stile vaporoso dei piumini, ma avete comunque necessità di acquistare un cappotto abbastanza caldo, per poter affrontare al meglio il periodo invernale, potreste considerare un genere completamente diverso.

Un esempio può essere il montgomery in lana, un caban a doppio petto in perfetto stile marinaresco, oppure potreste scegliere una classica giacca di pelle PU, ovvero ecologica.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status