Lavaggio e pulizia dei sedili auto

Ultimo aggiornamento: 27.11.20

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

Può capitare che il trascorrere del tempo o qualche imprevisto sporchino i sedili della vostra auto. Di seguito alcuni consigli per risolvere in modo efficace la questione.

 

La cura della macchina è una pratica importante a cui bisogna prestare la giusta attenzione in modo regolare. Non solo esternamente ma anche internamente infatti negli interni si vanno ad annidare polvere, briciole e tutto lo sporco che favorisce la proliferazione dei cattivi odori e di macchie che nel tempo usurano e logorano il tessuto. Nelle righe che seguono abbiamo inserito alcuni consigli per gestire al meglio e con gli strumenti adeguati tutta la questione.

 

Preparazione del mezzo

La pulizia dei sedili e di tutti gli altri componenti che formano la macchina non possono prescindere da un preliminare lavoro di rimozione delle parti mobili e delle coperture come i tappetini, o eventuali residui di cenere che si accumulano nel posacenere. 

Vi suggeriamo dunque come prima cosa di aprire tutte le porte del mezzo, trovarvi uno spiazzo ampio dove poter muovervi e cominciare la pulizia preliminare bel mezzo. Liberate i cassetti laterali e le eventuali tasche di tessuto, così da avere l’area nelle vicinanze dei sedili perfettamente pulita e libera da briciole e da qualsiasi altra cosa caduta in terra. Particolare attenzione va posta tra le cuciture e qui l’aiuto di un aspirapolvere prima e di un pulitore a vapore economico poi possono rendere il lavoro meno oneroso e più efficace.

 

Il supporto dell’aspirapolvere

Grazie all’aspirapolvere si può iniziare a dare una bella pulita agli interni della macchina, sfruttando la potenza del supporto ma stando sempre ben attenti anche al tessuto su cui si sta operando. L’ideale è utilizzare un bocchettone apposito, o recarsi presso una pompa di benzina dotata anche di sistema di lavaggio. 

Altrimenti chi ha la fortuna di avere un box auto può direttamente utilizzare il proprio aspirapolvere magari provando prima su un punto se l’intensità non reca danno al tessuto. Il bocchettone più stretto, dalla sua concentra meglio il flusso, con una praticità d’uso superiore e ideale per chi deve passare anche sotto i sedili.

Su questo punto il suggerimento è di affrontare il problema partendo dai sedili posteriori.

Prima si procede alla pulizia della zona inferiore dove si poggiano i piedi, con il supporto di una spazzola con setole rigide con cui eliminare sporco e polveri dalle guide in metallo dei sedili. Per lavorare più comodamente si può poi abbassare ognuno dei sedili in avanti e portarli contemporaneamente molto vicino al volante e al cruscotto. Così ci si potrà muovere con meno limitazioni e ristrettezze e raccogliere il maggior numero di sporco.

 

La soluzione del pulitore a vapore

Disporre di un supporto a vapore permette di ottenere due benefici al prezzo di un solo oggetto. Da una parte infatti l’alta temperatura igienizza al meglio i tessuti, così da rimuovere ogni traccia di cattivo odore e possibile sporco, dall’altra si tratta di un intervento efficace con l’aggiunta di spazzole particolari che oltre al calore emesso migliorano l’efficacia dell’azione pulente.

L’uso di questo strumento poi allarga anche la sua destinazione d’uso anche ad altre parti del mezzo, così da ripulire al meglio ogni parte dell’abitacolo, dal volante, al cruscotto, passando poi anche per i sedili e il bagagliaio. Prima di dare inizio al lavoro è sufficiente provare su una zona del tessuto il getto, così da verificare che la potenza non sia eccessiva e che il calore possa danneggiare il rivestimento del sedile. 

Alcuni materiali poi non vanno molto d’accordo con il calore del vapore e la pelle rientra tra questi. Il pericolo è che il getto caldo vada a rilassare la tenuta stessa della pelle, con la possibilità reale di rotture e strappi. In questo caso è preferibile ricercare prodotti specifici per il trattamento di un sedile di questo genere.

 

Detergenti fai da te e kit di pulizia

Quanti non vogliono affidarsi a un servizio di terzi o all’acquisto di detergenti e smacchiatori ad hoc, possono con un po’ di spirito di iniziativa e di pazienza, far fronte alla questione. Basta farsi trovare preparati e mettere su un piccolo kit home made per il lavaggio dei sedili.

Una bacinella di plastica ampia e capiente è il primo oggetto da recuperare. Dovrà infatti essere riempita con dell’acqua calda. 

Secondo strumento da recuperare è una spazzola con setole morbide, magari pensata specificamente per la pulizia e il lavaggio dei tessuti. Due cucchiaini di sapone liquido per i piatti  da versare nella bacinella, a cui andrà aggiunto poi un quantitativo di bicarbonato di sodio pari a due cucchiai grandi. Un piccolo asciugamano morbido chiude l’elenco degli elementi che non possono mancare al nostro set fatto in casa. Il sapone da un lato agisce sul tessuto mentre il bicarbonato igienizza e rimuove eventuali cattivi odori con in più un’efficace azione antibatterica.

Una volta versato sapone e bicarbonato nella bacinella con acqua tiepida si può procedere con la spazzola a una pulizia superficiale di eventuali macchie e tracce di sporco. Meglio strizzare bene la spazzola, così da non far penetrare troppo in profondità l’acqua nel tessuto ma lavorare solo sulla zona superficiale. Anche qui si può fare una prova preliminare su una piccola zona del sedile, così da verificare l’esito dell’intervento.

Un kit come questo non costa molto e ha il vantaggio di funzionare come primo intervento sullo sporco che nel tempo si accumula sul mezzo. In caso le macchie siano più ostiche allora è bene indirizzarsi a prodotti specifici, pensati per offrire un’azione efficace anche in situazioni e contesti in cui l’azione combinata di questi due elementi non riesce a ottenere risultati soddisfacenti.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status