×
  • Il miglior aspirapolvere
  • Gli aspirapolvere e le scope elettriche con il sacco hanno i giorni contati?
  • Aspirapolvere senza filo e con filo: quali le differenze e quale conviene acquistare
  • Aspiracenere
  • Aspiraliquidi
  • Bidone aspiratutto
  • Mini aspirapolvere
  • Robot
  • Panno per aspirapolvere a vapore
  • Sacchetto per aspirapolvere
  • Robot aspirapolvere: dalle migliori marche ai robot “no brand” venduti a basso costo
  • Quanti tipi di robot aspirapolvere esistono? Quali, oltre ad aspirare, lavano anche il pavimento?
  • Quanti tipi di robot aspirapolvere esistono? Quali, oltre ad aspirare, lavano anche il pavimento?

    Ultimo aggiornamento: 11.07.20

     

    I robot aspirapolvere lavano il pavimento oltre ad aspirare polvere, peli di animali e capelli? È questa la domanda che più spesso voi lettori di Buonoedeconomico.it, interessati all’acquisto di un robot aspirapolvere, ci ponete e una di quelle che più frequentemente si fanno agli addetti alla vendita dei negozi fisici o al servizio Faq dei vari e-commerce. L’obiettivo di questo articolo è quello di fornirvi una risposta chiara e definitiva, che vi metta in condizione di acquistare in modo consapevole.  

    I robot aspirapolvere (propriamente detti) non lavano il pavimento. È bene partire da questa affermazione. Grazie a un motore di aspirazione, a un sistema di due o più spazzole rotanti e a movimenti più o meno intelligenti, coprono l’intera superficie da pulire aspirando e catturando meccanicamente lo sporco che incontrano nel loro percorso.

    Su questo principio si basano i robot aspirapolvere più diffusi e apprezzati, come i Roomba dell’americana iRobot, i Botvac di Neato Robotics e i Powerbot di Samsung.

    Esistono tuttavia robot aspirapolvere speciali che uniscono alla semplice aspirazione un’azione di pulizia più profonda, mediante panno asciutto, panno umido o sfruttando veri e propri getti di acqua e detergente capaci di sciogliere lo sporco. Vediamo quanti e quali modelli abbiamo a disposizione.

    Robot aspirapolvere con funzione integrata di pulizia mediante straccio umido

    Strano a dirsi, ma questo genere di robot aspirapolvere, abbastanza apprezzato dai consumatori, al momento è proposto da aziende poco note al grande pubblico. Non è escluso tuttavia, se vi informate spesso online o curiosate fra le pagine di Amazon e delle altre piattaforme di commercio elettronico, che vi siate imbattuti in qualcuna di esse.

    Stiamo parlando di brand come Ikhos (Woods & Go Design, Spagna), Zaco (Germania), Proscenic (Taiwan), Ecovacs (Cina), Hosome (Cina), Lefant (Cina) e via dicendo. Talvolta europei, il più delle volte asiatici. 

    Alcune di queste marche sono presenti nei negozi fisici delle grandi insegne della Gds (per esempio Carrefour), altri, almeno in Italia, sono venduti soltanto online. Nonostante la loro versatilità – i loro robot aspirapolvere sono quasi tutti in grado di connettersi allo smartphone via Wi-Fi e di essere controllati anche a distanza o tramite Amazon Alexa e Google Assistant -, il prezzo di vendita è generalmente basso. Difficile dire se si tratta di robot affidabili sul lungo-medio termine. Alcuni utenti li utilizzano da mesi quotidianamente, con buona soddisfazione, altri hanno dovuto rivolgersi, quando è stato possibile, ai rispettivi centri di assistenza. 

    Tornando alla categoria di prodotto, il funzionamento di questi robot aspirapolvere, che potremmo definire “ibridi”, si basa sulla presenza, oltre che del sistema di aspirazione e di spazzole, di uno straccio in microfibra. Posizionato nella parte posteriore, questo viene mantenuto umido da un serbatoio che rilascia lentamente acqua o soluzione detergente. 

    Man mano che l’aspirapolvere avanza, le spazzole e il motore di aspirazione catturano la sporcizia solida (polvere, detriti, peli e capelli), mentre il panno umido, quasi in contemporanea, strofina il pavimento contribuendo a renderlo più pulito e profumato. Il numero di passaggi effettuati per ogni punto, almeno in teoria, determina il livello di pulito. In tutti i robot, il panno può essere rimosso, quindi lavato e riutilizzato più volte.   

    L’uso dell’acqua e del panno umido non è però obbligatorio: potreste decidere di utilizzare questo tipo di robot aspirapolvere solo nella loro funzione di base, ossia di aspirazione e rimozione meccanica dello sporco.

    In linea di massima, i modelli proposti dalle case appena citate funzionano bene. Non aspettatevi però miracoli, nel senso che non avrete mai i risultati che può garantire un mocio passato a mano, ma se l’alternativa è lasciare che lo sporco si accumuli sul pavimento di casa per pigrizia, la loro utilità allora si fa evidente. 

    Alcuni modelli puliscono meglio di altri, ma molto dipende dal tipo di pavimento (piastrelle, marmo, parquet e via dicendo), dalla quantità di oggetti che ostacolano i loro movimenti, dall’intelligenza artificiale che li anima. Preparatevi quindi a leggere recensioni spesso contrastanti e, anche in riferimento a uno stesso modello, di utenti che ne vanno fieri, di altri che invece lo hanno addirittura reso dopo averlo provato. 

    iRobot Braava jet m6, il robot che lava in modo approfondito il pavimento 

    Se i robot aspirapolvere “ibridi” non vi convincono, il mercato mette a disposizione un’altra soluzione. Trattasi di un prodotto più costoso, ma proposto questa volta da iRobot, l’azienda nota in tutto il mondo per i suoi Roomba. 

    Fate però attenzione al titolo di questo paragrafo: noterete che non abbiamo usato la classica espressione “robot aspirapolvere”, ma semplicemente “robot”. Ciò perché, nel momento in cui scriviamo, l’iRobot Braava jet m6, l’unico robot per uso domestico che lava i pavimenti sfruttando veri e propri getti d’acqua (o di acqua e detergente), insieme a speciali panni di pulizia, non integra alcuna funzione di aspirazione.
    In pratica, la sua azione andrebbe esplicata dopo aver passato la scopa elettrica o un qualsiasi aspirapolvere a mano, oppure dopo che un qualsiasi robot aspirapolvere abbia in un certo senso preparato le superfici per il lavaggio. Ma c’è di più. Il robot lavapavimenti Braava jet m6 è talmente avanzato dal punto di vista tecnologico da riuscire a dialogare, sfruttando la connessione Wi-Fi di casa, con i più recenti robot aspirapolvere Roomba (come i Roomba i7, i7+ e s9). Vale a dire che il Roomba inizia a pulire e quando ha terminato, mentre rientra alla sua base di ricarica, invia un segnale al Braava jet m6 che si attiva per lavare il pavimento sgombro da ogni residuo solido. 

    Il robot lavapavimenti Braava jet m6, che rappresenta l’evoluzione dei precedenti robot lavapavimenti di iRobot (come i modelli della Serie 200 e Serie 300), ha dalla sua diverse caratteristiche interessanti. 

    Ecco le principali: può apprendere e mappare l’appartamento e pulire solo nella stanza o nelle stanze in cui desideriamo che pulisca (in cucina, nella sala da pranzo, nella camera da letto e via dicendo); può coprire ampie superfici, quindi unità abitative di dimensioni medio-grandi, e adottare due tipi di pulizia: a umido e a secco. 

    Anche se questo speciale robot nasce per lavare i pavimenti, può infatti, se dotato del panno usa e getta iRobot adatto alla pulizia a secco, pulire strofinando il pavimento, senza rilasciare acqua (e quindi senza bagnare). Il riconoscimento è automatico: il panno bianco, che sfrutta le cariche elettrostatiche per catturare polvere, peli e capelli, attiva la pulizia a secco; quello bianco e azzurro (sempre usa e getta), realizzato in tessuto assorbente, la pulizia ad acqua. Si possono anche utilizzare panni lavabili in lavatrice, quindi riutilizzabili, adatti a tutte le superfici. La gestione del robot avviene tramite smartphone Android o iOS, installando l’app iRobot Home.

     

     

    Sottoscrivere
    Notifica di
    guest
    0 Comments
    Inline Feedbacks
    View all comments

    Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

    Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

    DMCA.com Protection Status