×
  • Crema antirughe
  • Crema al retinolo
  • Crema contro le smagliature
  • Crema depigmentante
  • Crema depilatoria viso
  • Crema per il viso
  • Crema Eucerin
  • Crema idratante
  • Crema Isdin
  • Crema L’Oréal
  • Crema Nivea
  • Maschera viso
  • Siero all’acido ialuronico
  • Tutti i vantaggi per la pelle dell’acido ialuronico

    Ultimo aggiornamento: 27.05.20

    Ne avrete sentito parlare: l’acido ialuronico è un vero e proprio toccasana per la pelle resa secca a causa dell’età. Quali sono i benefici che ne potete trarre?

     

    Se avete preso informazioni circa il da farsi davanti alla pelle spenta e rinsecchita, sicuramente ne avrete sentito parlare: l’acido ialuronico è un glicosaminoglicano, ovvero una sostanza che viene prodotta dal tessuto connettivo, per cui è già presente nel nostro corpo.

    Forse , però, non sapete che una grande concentrazione di questa sostanza la si può trovare in parti davvero impensate: le gengive, per esempio, ne sono ricche, come anche i follicoli piliferi e i bulbi degli occhi. Quello oggi utilizzato in campo estetico non è più estratto, come accadeva tempo fa, dalle creste dei galli, ma viene reperito tramite fermentazione batterica.

    Ma cosa fa e a cosa serve esattamente l’acido ialuronico? Vediamo insieme le sue tre principali proprietà, per darvi un’idea di come utilizzarlo.

     

    Per aumentare l’idratazione

    L’acido ialuronico ha un alto peso molecolare, ragion per cui ha maggiori difficoltà a penetrare nella pelle. Per fare in modo di far assorbire questa sostanza quanto più possibile, gli scienziati hanno dovuto creare formule costituite da particelle sempre più piccole, anche per far sì che l’idratazione raggiungesse gli strati più profondi del derma.

    Questo trattamento viene prediletto da chi è abbastanza avanti con l’età e vede l’avvicendarsi di fenomeni come una pelle più secca e, di conseguenza, più ricca di rughe, labbra sottili e disidratate e in generale un colorito spento. Tuttavia anche molte giovani donne ricorrono all’acido ialuronico, sottovalutando alcuni aspetti.

    A lungo andare, infatti, le cellule saranno portate a non produrne più, in quanto la parte necessaria viene dall’esterno. Stiamo parlando naturalmente delle cosiddette punturine, che raggiungono la parte più profonda dell’epidermide: meglio evitare prima di una certa età, proprio per non far sì che la pelle abbia un invecchiamento precoce.

    Via libera invece alle creme: se trovate il miglior siero all’acido ialuronico, questo verrà assorbito dall’epidermide e riuscirà a riparare gli strati superficiali, donando freschezza all’incarnato. Ma, tornando a noi, come fa questa sostanza a rimpolpare la pelle?

    Una sua proprietà è quella di trattenere l’umidità, per cui è anche in grado di rilasciarla in profondità, riempiendo il derma e quindi minimizzando le rughe, inoltre la parte esterna, cioè quella più superficiale, risulta compatta e luminosa.

    Se avete una pelle prevalentemente acneica, tutta questa idratazione potrebbe spaventarvi: niente paura! Infatti l’acido ialuronico è anche in grado di regolare la produzione di sebo, eliminando quindi l’effetto oleoso e dando una mano a chi appunto teme le cicatrici.

    Un vero e proprio anti età

    Se avete la pelle grassa, non lamentatevi troppo: tenete conto che quella secca è purtroppo la prima ad andare incontro ai segni del tempo. Già di per sé, infatti, è poco elastica e quindi ha molte più probabilità di sviluppare rughe profonde anche prima del tempo. Questo fattore dipende molto anche dall’esposizione al sole o anche da cattive abitudini come il fumo.

    Ecco perché l’acido ialuronico è un vero e proprio alleato nei confronti di chi ha questa tipologia di epidermide: agendo in profondità, infatti, va a innescare una serie di reazioni, relative al metabolismo cellulare, che lo trasformano in un cosmetico anti età molto valido.

    Non parliamo più solo di un apporto di idratazione ma anche di un’altra funzione molto importante: la stimolazione della produzione di collagene, sostanza fondamentale per garantire elasticità alla pelle. Di conseguenza, l’epidermide si vede rimpolpata, le rughe attenuate e in molti casi anche eliminate del tutto.

    Non solo, infatti l’acido ialuronico è in grado di agire anche sull’iperpigmentazione, ovvero la formazione delle fastidiose macchie, sia nella prevenzione e sia nel combattere quelle già presenti, dovute a vari fattori, come l’esposizione ai raggi UV, ma anche dovute semplicemente al naturale passare del tempo.

     

    Un ottimo cicatrizzante

    Chi si avvicina al mondo dell’acido ialuronico certamente lo fa per una questione di bellezza: le rughe, i primi segni del tempo, le zampe di gallina, le labbra sottili, sono tutti elementi che creano preoccupazione nelle donne più in là con gli anni, che non vogliono perdere la loro bellezza e mal sopportano di invecchiare.

    Tuttavia l’acido ialuronico ha anche grandi proprietà cicatrizzanti: infatti è proprio uno studio recente ad affermare che c’è una correlazione tra la gravità e l’estensione delle cicatrici e segni presenti sul corpo umano e la quantità di acido ialuronico al suo interno.

    Per questa ragione è quindi utilizzato nella medicina estetica anche come elemento per attenuare i segni dell’acne e le cicatrici più grandi, fino a eliminare del tutto quelle di dimensioni ridotte. Il suo punto di forza è infatti la stimolazione del rinnovamento cellulare proprio nelle parti che hanno queste imperfezioni.

     

    Non solo per la pelle

    L’acido ialuronico può essere sfruttato anche per altre parti del corpo, come i capelli: qui l’idratazione è fondamentale, infatti fon e piastre non fanno altro che sfibrare ancora di più la chioma. Utilizzandolo conferirete ancora più volume alla capigliatura, preservandola dai danni di trattamenti aggressivi, come anche le tinte.

    Non trascurate anche la possibilità di assumere questa sostanza sotto forma di integratore, meglio se in combinazione con la vitamina C, che è un valido aiuto nella stimolazione della produzione di collagene.

     

    Quale tipologia scegliere?

    L’acido ialuronico può inoltre essere scelto in base al suo peso molecolare: a seconda di quello per il quale optate, ci sono diversi tipi di risultati. Quello ad alto peso molecolare si ferma allo strato superiore della pelle, creando un film che preserva l’acqua presente, evitando che questa evapori.

    Quello a medio peso, assicura il giusto apporto di idratazione, per fare in modo che la pelle sia elastica e che non perda il suo tono. Infine, quello a basso peso molecolare riesce a penetrare fino in fondo: è proprio questo quello che favorisce la produzione del collagene e che quindi allontana l’invecchiamento, rendendo la pelle turgida.

     

     

     

    avatar
      Sottoscrivere  
    Notifica di

    Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

    Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

    DMCA.com Protection Status