La sigaretta elettronica aiuta a smettere di fumare?

Ultimo aggiornamento: 07.07.20

 

Scopriamo se la sigaretta elettronica può essere un valido aiuto nella lotta per smettere di fumare. Le notizie che derivano da una ricerca canadese sembrano dare qualche possibilità. 

 

La scelta di smettere di fumare richiede una forte volontà, impegno e costanza, e non è sempre facile riuscire nell’impresa, soprattutto se vivete con altre persone che hanno lo stesso vizio e che non hanno intenzione di rinunciare alla loro sigaretta. 

Il desiderio è sempre in agguato, soprattutto durante i primi tempi, e per evitare uno stop troppo brusco, che potrebbe fare l’effetto contrario, la cosa migliore è utilizzare dei rimedi momentanei, tra cui l’utilizzo della sigaretta elettronica.

Da qualche anno a questa parte, le e-cig sono diventate strumenti di uso comune, disponibili in tantissime versioni diverse e soprattutto con la possibilità di scegliere il livello di nicotina. Anche gli accessori per sigaretta elettronica sono disponibili in diverse varianti, e c’è chi oggi li compra come oggetti da collezionare. 

Cerchiamo quindi di capire se “svapare”, come si usa dire nel gergo, può diventare una soluzione per smettere in maniera definitiva con la nicotina. 

 

La ricerca dell’American College of Cardiology

Il Canadian Institutes of Health Research ha finanziato uno studio per verificare se le sigarette elettroniche siano una soluzione efficace per smettere di fumare. La ricerca, condotta da due cardiologi, si è focalizzata su un campione di 376 pazienti, interessati ad abbandonare il vizio della sigaretta. 

Lo studio ha avuto una durata di tre mesi, durante i quali a 127 partecipanti è stato chiesto di provare la sigaretta elettronica senza nicotina, a 128 invece le e-cig con nicotina e ai 12 rimanenti, invece, dovevano seguire le indicazioni dei consulenti.

I risultati dello studio hanno confermato l’efficacia delle sigarette elettroniche per aiutare a eliminare o ridurre il vizio del fumo. Sembrerebbe infatti che il 22% dei partecipanti, che usava la nicotina all’interno dell’e-cig, è riuscito a non toccare una sigaretta tradizionale durante la ricerca.

La percentuale si abbassa per coloro che non usavano nicotina e per i pazienti che si sono affidati ai consulenti.

I risultati dello studio fanno intendere che le sigarette elettroniche alla nicotina sono più incisive nel processo di abbandono del vizio di fumare, soprattutto da parte di fumatori attivi. 

Cosa accade quando si smette di fumare?

È ormai noto che il fumo delle sigarette tradizionali può causare tantissimi disturbi al nostro organismo, patologie più o meno gravi, ed è anche per questa consapevolezza che sono molte le persone che pensano di smettere.

I benefici nell’abbandonare questo vizio sono davvero tantissimi, anche se, soprattutto nel caso duri da diversi anni, si possono provare le tipiche sensazioni da astinenza che, insieme al desiderio, rendono difficile non accendere una sigaretta.

Il processo, alle volte e per qualcuno, non è così facile e scontato, soprattutto per chi la sigaretta è un rito, ed è talmente abituato al gesto, che il semplice cerotto con nicotina, non basterebbe. Si possono verificare degli effetti collaterali dopo che si smette bruscamente con la nicotina, sintomi poco piacevoli, fisici e psicologici, legati proprio alla nostra dipendenza da questa sostanza. 

 

I vantaggi di smettere di fumare 

Smettere di fumare apporta diversi benefici, che hanno inizio solo 20 minuti dopo che fumiamo la nostra ultima sigaretta tradizionale. Il battito del cuore e la pressione ritornano a livelli nella norma, e dopo solo un giorno inizia la fase nella quale si tossisce, perché i polmoni stanno cominciando a ripulirsi. 

Dopo circa un paio di giorni, migliorano il gusto e l’olfatto, perché i livelli di nicotina nel sangue sono quasi a zero ed è così che il nostro corpo inizia ad avere più energia. Fino a quando, qualche mese dopo che si ha abbondato il vizio, si formano le cosiddette “ciglia” sui polmoni, che hanno il compito di eliminare le impurità. 

Dopo circa dieci anni si dimezza anche la probabilità di contrarre un tumore ai polmoni, a differenza di chi non ha mai smesso con questa cattiva abitudine. Ciò non toglie che, in tutto questo percorso, difficile, il desiderio non manca, così come le tentazioni.

Quindi, per evitare uno stacco troppo forte, è preferibile optare per qualche soluzione in grado di rendere l’abbandono del vizio più semplice da gestire. 

Un aiuto dalla sigaretta elettronica 

La sigaretta elettronica potrebbe essere una soluzione valida per coloro che hanno intenzione di abbandonare la dipendenza con la nicotina. Il fumo delle sigarette elettroniche è privo di combustione, per questa ragione sono meno dannose rispetto a quelle tradizionali. 

È inoltre possibile scegliere tra un’infinità di sapori e combinazioni, oppure di crearle per conto proprio, producendo miscele personalizzate. In commercio ci sono tantissime tipologie di sigarette elettroniche, diverse per forme e dimensioni, in modo da rispondere a ogni tipo di esigenza. 

Online potete trovare numerosi tutorial, inoltre, che vi spiegano come utilizzare e come provvedere alla pulizia e alla manutenzione della vostra nuova sigaretta elettronica. Le e-cig, inoltre, sono utili perché offrono la possibilità di dosare la nicotina, in modo da evitare uno stacco istantaneo che potrebbe causare il forte desiderio di tornare a fumare le sigarette tradizionali. 

Se siete fumatori accaniti, è quindi meglio optare per liquidi con un elevato contenuto di nicotina, andando poi a diminuire gradualmente le dosi fino ad arrivare a zero. Ed è in questo momento che anche le e-cig non hanno più motivo di essere usate. 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status