Smart TV: modalità d’uso e applicazioni

Ultimo aggiornamento: 29.10.20

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

Conoscere la propria televisione “intelligente” consente di impostare e gestire al meglio le possibilità legate allo streaming e alla connettività a 360 gradi.

 

Un po’ di storia

I primi esempi e studi legati in modo forte al concetto stesso di smart Tv appaiono nella metà degli anni ‘80 in Giappone. I primi ricevitori intelligenti presentavano al loro interno un chip integrato, con cui gli utenti del tempo potevano ricevere informazioni sui programmi mandati in onda dalle diverse rete televisive. 

Nel 1994 fu registrato il primo brevetto, la cui importanza era dovuta anche alla possibilità di scaricare attraverso la rete cablata eventuali aggiornamenti di sistema così da soddisfare alcune richieste degli utenti. Gli anni 2000 hanno visto poi una crescita esponenziale, con il 2010 che si è confermato l’anno in cui questa tecnologia ha preso piede entrando sempre più nelle case e nella struttura stessa dei televisori. 

Al giorno d’oggi la competizione tra i vari produttori si gioca anche molto sulla multimedialità e la responsività del sistema operativo interno alla Tv, con app e collegamenti che hanno trasformato a tutti gli effetti il televisore in un centro multimediale connesso con la rete e che spesso dispone anche di un browser con cui navigare come su un PC.

 

Utilizzi principali

La smart TV più venduta al giorno d’oggi è quella che riesce a offrire la migliore compatibilità con le diverse piattaforme di streaming video. Il concetto stesso di Tv tradizionale è andato cambiando dall’arrivo dei colossi dello streaming digitale, convogliando anche il traffico internet in determinate fasce orarie, con produzioni che si contendono lo share sera dopo sera grazie a nuovi format ed esclusive. 

 

HBO, Netflix, Amazon Prime Video, sono solo alcuni degli attori che si giocano questa partita. Il software diventa centrale dunque anche all’interno del televisore, con app preinstallate o che si possono scaricare direttamente sulla televisione, così da poter arricchire l’offerta e la scelta dei contenuti da guardare. 

Gli stessi contenuti classici pensati per la Tv con le funzionalità smart diventano interattivi, permettendo così un accesso più ampio a contenuti pensati direttamente per il web.

L’importante è avere una buona connessione internet in casa, così da gestire al meglio il flusso di informazioni e mantenere una buona qualità dello streaming. 

Quindi oltre alla visione di canali classici si può accedere anche alle numerose piattaforme di streaming video. La maggior parte di queste prevede un abbonamento mensile o annuale, con un periodo di prova che varia da servizio a servizio. Altre possibilità legate a una smart TV sono la visione di foto e video sfruttando la presa USB presente sulla Tv o il collegamento tra smartphone e televisore. 

Prevista anche la navigazione dove è presente il browser, andando in questo modo a replicare alcune delle feature principali che di solito si utilizzano sul web. Multimedialità è la parola d’ordine, con il video al centro di tutto nelle sue molteplici declinazioni, dall’intrattenimento all’informazione, passando poi per lo svago e in rari casi anche alla gestione di altre periferiche presenti in casa.

 

L’Universo dei sistemi operativi…

Con questo termine si va a indicare quel programma o software che può essere pre installato già nel televisore al momento dell’acquisto o che può essere scaricato sfruttando la connessione internet ed entrare così a far parte del catalogo selezionabile nella barra di navigazione.

Le smart TV sfruttano la connettività anche per procedere ad aggiornamenti del sistema interno, così da consentire all’utente di avere sempre la versione più recente e ottimizzata.

La differenza ora che il mondo delle smart TV ha preso già piede, risiede tutta nell’OS scelto per far girare il tutto. Questa altra sigla identifica il Sistema Operativo che muove e permette di fatto tutte le interazioni possibili e l’accesso ai contenuti da parte dell’utente.

Il sistema Android TV è uno dei più presenti su molte televisioni, e dato il gran numero di app disponibili tenta diversi utenti. Sony è tra i marchi che ha scelto di inserirlo dentro le proprie smart TV, ritoccandolo ed eliminando certe storture e imperfezioni così da facilitare la ricerca di contenuti e la comodità dell’interfaccia.

WebOS risulta invece tra i sistemi operativi quello più performante, con LG che l’ha reso la sua punta di diamante su televisori anche di fascia alta. Qui poi si può sfruttare anche l’assistente vocale per una ricerca ancora più smart.

Il marchio Samsung Electronics invece ha investito nel tempo su Tizen, dall’interfaccia minimal e da un’architettura open source che ha visto raccogliere successi anche nel mondo dei dispositivi indossabili come gli smartwatch.

… e quello delle app

Ognuno di questi sistemi operativi consente e favorisce il buon funzionamento delle app installate, la navigazione e l’interazione anche con altri contenuti. Le app poi non solo solo video, ma includono anche diversi giochi con cui è possibile trasformare il televisore in una postazione da gioco, così da intrattenere magari anche i più piccoli. Discorso simile anche per i podcast e i programmi radio che circolano in rete, direttamente ascoltabili attraverso le casse audio della TV.

Le possibilità dunque sono ampie, l’importante è capire cosa e come gestire questo flusso di contenuti nel migliore dei modi, passando dall’intrattenimento all’ascolto di un brano musicale, tutto grazie a un unico sistema che racchiude trasmissioni e dati sempre più in linea con i gusti degli utenti.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status