La migliore soundbar 5.1

Ultimo aggiornamento: 18.09.20

 

Come scegliere la migliore soundbar 5.1 del 2020?

 

Capita spesso che l’audio del proprio televisore non soddisfi completamente: può essere poco potente, poco corposo o per nulla definito. Succede anche con le TV più moderne e magari costose. Dopotutto non sempre le ciambelle riescono col buco. Per ovviare a tale problema si può fare ricorso alla migliore soundbar 5.1 del 2020. Se non sapete quale comprare, all’interno della nostra guida troverete utili consigli.

Comprendiamo la rabbia, o quantomeno il disappunto di chi arriva a casa, spacchetta la sua nuova Smart TV, magari 4K, grande, imponente con colori incredibili e si accorge che qualcosa nell’audio non va. Si afferra il telecomando, si pigia come indemoniati sul pulsante per alzare il volume, si arriva a livello 45, poi 50 ma niente: è fiacco!

Che fare? Restituire il televisore? Ma quei colori, quelle immagini… sono perfette! Il dubbio è amletico ma, come abbiamo detto, l’alternativa c’è e può anche essere a basso costo, anche se ci pare ovvio che se si pretendono certe prestazioni diventa inevitabile spendere una cifra consistente.

Chi si accontenta di poco può comprare una soundbar semplice ma il mercato offre anche soluzioni, per così dire, più complesse per andare incontro a chi ha pretese di un certo livello. In questo caso c’è la migliore soundbar 5.1, ovvero, con cinque canali di uscita audio e un subwoofer. Chi cerca qualcosa di meno costoso si può indirizzare su un modello 2.1, dunque, con due canali di uscita e un subwoofer oppure su uno privo del dispositivo che si incarica di dare più corpo alle basse frequenze.

Questi prodotti, nel corso del tempo, si sono evoluti e adattati alle nuove tecnologie, integrandosi al meglio. Il risultato è quello di poter fare affidamento, per esempio, su soundbar con tecnologia Bluetooth grazie alla quale non solo si elimina il fastidio dei cavi ma si può ascoltare musica da smartphone, tablet ecc. Importante è la presenza di almeno una porta USB. Fa seguito la descrizione, nel dettaglio, della soundbar che a nostro avviso è tra le più interessanti attualmente in vendita.

 

 

Sony HT-RT3

Principale vantaggio

A nostro avviso il punto di forza di questa soundbar sta nel suo costo, o meglio, nel suo rapporto tra il prezzo e la qualità garantita.

 

Principale svantaggio

È opinione di diverse persone deluse che la potenza effettiva non rispecchi quella dichiarata dal produttore, che è di 600 W. La potenza, dunque, è uno degli aspetti da rivedere.

 

Verdetto: 9.5/10

Si può “giocare” come si preferisce, posizionando i sei pezzi che compongono la soundbar al meglio per ottenere un effetto audio avvolgente. L’ideale per guardare un film e sentirsi al centro dell’azione. La potenza è ben proporzionata allo scopo che deve raggiungere e la qualità dell’audio è alta.

Acquista su Amazon.it (€179,99)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Per gli appassionati di cinema

Questa soundbar proposta da Sony si rivolge in particolare ai cinefili che apprezzeranno il sistema 5.1 in grado di riprodurre l’effetto surround. Inoltre, l’amplificatore digitale S-Master lavora per ottenere un audio pulito. La potenza di uscita è di 600 W, almeno questo è quanto dichiara il produttore. Tuttavia abbiamo avuto modo di leggere online pareri poco soddisfatti in merito. Non sono poche le persone, infatti, che parlano di scarsa potenza, mettendo in dubbio i suddetti 600 W.

Nonostante queste critiche mosse al prodotto dell’azienda giapponese, è nostra opinione che si tratti di un dispositivo che si caratterizza per un soddisfacente rapporto tra prezzo e qualità. Riteniamo, infatti, che siamo comunque in presenza di un buon dispositivo che non deluderà la maggior parte delle persone.

Effetto surround

Grazie a questa soundbar è possibile riprodurre un più che apprezzabile effetto surround: basta distribuire i satelliti e il subwoofer in modo ottimale. A nostro avvisto la disposizione che può regalare maggiori soddisfazioni è la seguente: ovviamente la barra va collocata frontalmente, sotto il televisore, mentre il subwoofer può andare alla destra o alla sinistra dello schermo. Infine, i restanti due satelliti vanno piazzati alle spalle dell’ascoltatore, nei due angoli opposti della stanza.

Segnaliamo comunque, sempre confortati dai commenti che abbiamo letto online, che solo chi siede in una posizione frontale riesce a godere di un suono avvolgente ed equilibrato mentre se si è troppo decentrati, non si apprezza al meglio l’audio.

 

Ci sono Bluetooth e NFC

In un dispositivo del genere non potevano certo mancare tecnologie quali Bluetooth e NFC grazie alle quali si può ascoltare la musica in streaming dallo smartphone. In particolare, l’NFC non solo risolve il fastidio dei collegamenti via cavo ma la connessione è ulteriormente semplificata: è sufficiente avvicinare lo smartphone al logo “N” e inizia l’ascolto. Naturalmente è indispensabile che lo smartphone o tablet siano compatibili con la tecnologia NFC. In caso contrario non resta che affidarsi al Bluetooth: anche in questo caso la connessione sarà veloce e facile.

La configurazione dell’impianto è semplicissima: l’unica cosa da fare è collegare il dispositivo alla presa della corrente e connettere gli altoparlanti come suggerito dagli ingressi e dai cavi di diverso colore.

 

Acquista su Amazon.it (€179,99)

 

 

Ne abbiamo ancora! Dai un’occhiata a questi articoli:

 

Soundbar Yamaha

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status