Il miglior telescopio professionale

Ultimo aggiornamento: 19.09.20

 

Come scegliere il miglior telescopio professionale del 2020?

 

La possibilità di scrutare le profondità della volta celeste, in cerca di un pianeta, una stella o una galassia, è un’occasione ghiotta per curiosi esploratori che puntano lo sguardo verso l’alto.  I modelli presenti sul mercato possono generare confusione e perplessità nei futuri acquirenti; per questo, con questa guida cerchiamo di fare chiarezza, sottolineando i punti chiave da non trascurare per chi vuole trovare il miglior telescopio professionale.

Parliamo di strumenti delicati, il cui uso richiede una certa dimestichezza e che possono raggiungere prezzi anche elevati, al di là del basso costo dei modelli ultra basilari. Volendo fare una prima distinzione possiamo partire dalle tre tipologie: riflettori, rifrattori e catadiottrici. I primi rappresentano la categoria più versatile, adatta a chi è alle prime armi e dal facile utilizzo.

La struttura di un telescopio riflettore è costituita da una apertura a un’estremità:  nella parte opposta monta le ottiche e permette la visione di quanto osservato grazie a un oculare (un binocolo di dimensioni ridotte). Il lato negativo può essere ricercato nell’apertura che permette alla polvere di insinuarsi e depositarsi sulla lente e sul riallineamento delle ottiche, necessario di tanto in tanto.

La tipologia a rifrattore presenta un corpo lungo; nella parte frontale monta una lente e nella parte opposta è chiusa. La tenuta stagna evita l’accumulo di polveri. Nei modelli con lenti di una certa qualità,  si ottengono immagini dettagliate e con buoni livelli di contrasto.

I telescopi catadiottrici, spesso semi meccanizzati grazie a un dispositivo che corregge e facilita l’esplorazione del cielo, si collocano nella fascia medio alta e sono maggiormente indicati per astrofili semi professionisti.

Un valore su cui ti consigliamo di non soprassedere è quello del diametro: maggiore è e migliore sarà la quantità di luce che riuscirà a catturare il tuo telescopio, migliorando di conseguenza anche la risoluzione così da rendere individuabili e facilmente distinguibili oggetti vicini tra loro.

Ricapitolando: se il tuo sguardo punterà in direzione dei pianeti o verso la Luna, un buon rifrattore è il telescopio che fa al caso tuo mentre se vuoi spingerti verso galassie e nebulose è più indicato un riflettore; dove il primo vince sul fronte della definizione e del contrasto il secondo catturando più luce ti permette di osare di più e puntare verso oggetti che emettono una radiazione luminosa più debole.

 

 

Celestron AstroMaster 130EQ

Principale vantaggio

Utilizzabile sia per l’osservazione terrestre che per quella del cielo.

 

Principale svantaggio

Alcuni utenti hanno ravvisato una certa mobilità nei fermi che servono per tenere il telescopio in posizione.

 

Verdetto: 9.6/10

Ottima luminosità che consente di cogliere i dettagli di astri e nebulose. Basta puntarlo verso il soggetto da osservare, quindi è caratterizzato da un utilizzo semplice. Il prezzo alto, dunque, si riferisce alla qualità dei materiali non ne limita l’uso da parte dei semplici appassionati.

Acquista su Amazon.it (€335,67)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Luminoso

Il modello di Celestron appartiene alla tipologia dei telescopi riflettori, ideali punti di partenza per le prime esplorazioni del cielo. Dai commenti in rete questo modello mantiene ciò che promette, grazie anche a un diametro che si assesta sui 130 mm di apertura, con una lunghezza focale di 650 mm.

A questa apertura fa seguito la capacità di raccogliere una quantità di luce notevole, un valore che incide a sua volta sulla definizione e il dettaglio di ciò che stai osservando.

Per osservazioni di oggetti nell’ambiente circostante la luminosità e il livello di dettaglio ti permettono di godere di un quadro chiaro e definito mentre per l’osservazione della Luna offre anche qui dei risultati in linea con il profilo entry level che lo caratterizza.

È presente anche uno starpointer per la ricerca di una sorgente luminosa, grazie a un punto LED proiettato sulla linea di vista, come un mirino.

Montaggio intuitivo

Il telescopio ha dalla sua parte una buona facilità di montaggio, tale da renderlo pronto all’uso in poche e semplici mosse. Grazie al CD incluso nella confezione puoi leggere su schermo o stampare tutte le indicazioni necessarie in italiano. Nella struttura principale sono presenti due oculari, facilmente sostituibili con lenti alternative e capaci di dare soddisfazioni al moderno cercatore, sia che voglia puntare verso l’alto o godere delle bellezze naturali che offre la natura terrestre. L’oggetto si fissa su un treppiedi, modificabile a seconda dell’altezza desiderata.

 

Rapporto qualità/prezzo

Il mondo dell’astronomia e degli appassionati che la praticano, costituisce un universo a volte non così accessibile per il prezzo. Nella ricerca del miglior telescopio professionale del 2020 è quindi utile trovare un buon rapporto tra prestazioni offerte e investimento finale. Il prodotto di Celestron si prefigge proprio questo scopo: a un costo concorrenziale offrire all’utente un primo assaggio su come lo sguardo possa spingersi verso il cielo.

La praticità d’uso e la tipologia a riflettore sono le doti che rendono possibile questo avvicinamento, con una luminosità di buon livello e un oggetto che ti assiste durante l’esplorazione.

 

Acquista su Amazon.it (€335,67)

 

 

Altri articoli popolari scritti da noi:

 

Telescopio Seben

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status