fbpx

Il miglior termometro ad infrarossi per bambini

Ultimo aggiornamento: 23.09.19

 

Come scegliere il miglior termometro ad infrarossi per bambini del 2019?

 

Presenti in tutte le case, specie quelle dove abita un bambino, i termometri sono gli strumenti di autodiagnosi più utili. Quel che ci si augura è che il dispositivo sia in grado di rilevare con esattezza il dato senza gravi margini d’errore. Nel caso della misura della temperatura corporea anche i decimi di grado hanno una rilevanza significativa. Per questo motivo vogliamo presentarvi una guida per riconoscere quali caratteristiche deve avere il miglior termometro a infrarossi per bambini. E in particolare ve ne suggeriamo uno molto consigliato in vista di un nuovo acquisto.

 

 

Tra i migliori termometri a infrarossi per bambini del 2019 si possono trovare una gran quantità di prodotti. I più interessanti sono quelli che non puntano solo al basso costo ma anche alla facilità d’uso e alla ripetibilità della misurazione. In questo modo si è certi che la temperatura rilevata sia quella corretta e che consenta di intraprendere le azioni adatte per abbassare la febbre.

Le raccomandazioni degli immunologi, attualmente, differiscono da quelle in vigore fino a poche decadi fa. Oggi si suggerisce di aspettare che la febbre raggiunga la soglia dei 38,5° C, in alcuni casi e in assenza di segnali di disturbi e fastidi molesti, si suggerisce di attendere fino a 39°. La ragione di questa variazione è tutta nella natura insita della febbre. In un organismo sano e in assenza di gravi infezioni, la febbre è la reazione naturale del corpo che produce gli anticorpi necessari per liberarsi di virus o batteri che lo stanno attaccando.

Se si abbassa indiscriminatamente la temperatura, si rischia di compromettere la risposta immunitaria dell’organismo. Per questo motivo è indispensabile assicurarsi che i dispositivi per la rilevazione della temperatura siano perfettamente in grado di riprodurre il dato esatto senza sfridi.

Può capitare che ci si appresti a passare al termometro a infrarossi, abbandonando il classico termometro a colonna di galinstano, che ha soppiantato il più pericoloso mercurio. In questo caso sarà bene entrare nell’ottica del nuovo sistema di misurazione, cercando di comprendere a fondo quali sono i requisiti per ottenere una misurazione esatta.

Ve ne proponiamo una dimostrazione pratica illustrando le caratteristiche del modello che, in particolare, ha attirato l’attenzione della nostra redazione.

 

HYLOGY – 4 in 1

 

Principale vantaggio

Un dispositivo molto economico ma altrettanto preciso. È in grado di rilevare il dato fino a cento volte in un solo secondo, facendo una media attendibile della temperatura reale dell’orecchio.  

 

Principale svantaggio

Si può usare anche per rilevare la temperatura di altri oggetti, liquidi e simili. Quindi non è tarato per mostrare la temperatura dell’orecchio scontandola del suo valore leggermente più alto. Bisogna ricordare di togliere qualche decimo di grado se si prende la misura dell’orecchio e non quella della fronte.

 

Verdetto: 9.8/10

Un termometro molto versatile e utile in contesti diversi. Non solo per misurare la temperatura del piccolo, ma anche quella della pappa o dell’acqua della vasca del bagnetto. Ha un sensore molto sensibile e in grado di rilevare fino a cento dati in un secondo, coi quali elabora una media molto precisa e affidabile.  

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Versatile e adatto a diversi usi

Un termometro molto semplice e comodo da usare in contesti diversi. In base all’età del piccolo si può scegliere di puntare il sensore direttamente sulla fronte e così non dare fastidio dentro l’orecchio. Specie i bebè potrebbero muoversi di scatto e farsi male. O semplicemente il sensore potrebbe risultare più grande dello spazio disponibile nel piccolissimo forellino della cavità auricolare.

Una buona soluzione che permette di valutare l’andamento della febbre in maniera delicata e affatto invasiva. Si tratta di ricordare che il valore rilevato dentro l’orecchio può variare notevolmente proprio per via della sua conformazione. Qui si concentrano numerosi vasi sanguigni e la temperatura è sempre leggermente superiore rispetto alla media del resto del corpo, o dove normalmente si effettuano le misurazioni.

Infine, nulla vieta di usare il termometro per rilevare anche altri dati importanti. Come la temperatura della pappa, non uno scherzo dato che gran parte dei batteri che la mamma passa al piccolo avvengono proprio nello scambio del cucchiaino dopo aver saggiato lo stato. Bimbi che hanno bisogno di speciali precauzioni e ambiente sterile, possono contare su questo valido alleato.

Oppure, allo stesso modo, è possibile usare il termometro per misurare la temperatura dell’acqua del bagnetto. Evitando così di esporre il piccolo a una rilevazione falsata dalla reale temperatura corporea della mamma.

Tecnologia di punta a un prezzo piccolo piccolo

Il vanto di questo termometro sta tutto nella presenza di un chip molto efficace e preciso, frutto della progettazione tedesca del marchio Smiths Heiman GmbH, di Wiesbaden, specificamente per quanto riguarda il microchip che misura la temperatura.

La rilevazione avviene fino a cento volte in un secondo e, in quest’arco di tempo, viene effettuata una media ponderata per offrire un dato preciso e affidabile che rispecchia la reale temperatura della superficie.

 

Facile da usare e leggere

Un altro aspetto che ci convince parecchio di questo dispositivo è la sua estrema facilità d’uso. Si afferra con facilità anche grazie alla comoda forma ergonomica. Anche per rilevare la temperatura non oppone alcuna difficoltà. Si tratta di posizionarlo sull’orecchio, all’interno del padiglione auricolare e attendere un istante prima di ricevere il segnale che avvisa dell’avvenuta misurazione.

Se non si vuole disturbare il piccolo e lasciare la luce fioca in cameretta, lo schermo retroilluminato consente di controllare subito il valore rilevato. In più, il display si illumina con colori diversi a seconda della temperatura rilevata, diventando rosso quando supera i 38° C.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Metene Senza Contatto

Principale vantaggio

Non solo rileva la temperatura corporea ma anche quella ambientale così da capire se il piccolo ha bisogno che la stanza sia riscaldata o perché no, rinfrescata.

 

Principale svantaggio

Costa molto di più di un termometro comune e non tutti saranno disposti a spendere tanto per questo strumento.

 

Verdetto: 9.6/10

Maneggevole e facile da impugnare, questo termometro consente di rilevare la temperatura corporea in pochi istanti e con semplici gesti. Il display è comodo e mostra i risultati in tempo reale con una buona approssimazione.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Preciso e affidabile

Il termometro rileva la temperatura del bambino in modo preciso e con una velocità di molto inferiore rispetto ai modelli tradizionali. Merito va riconosciuto all’esclusivo microchip di cui il prodotto è dotato e al lavoro che di concerto fa con il sensore: il risultato è una scansione perfetta non solo delle persone ma anche degli oggetti.

Ad esempio è possibile conoscere la temperatura all’interno di una stanza. Oppure immaginate di aver appena scaldato il biberon e voler sapere la temperatura della bottiglia: basterà puntare il termometro e scoprirete in un attimo se è il caso di riscaldare il latte o magari attendere che si raffreddi.

Come eseguire queste operazioni? Semplicemente schiacciando un pulsante. Come potete vedere è tutto molto semplice.

Facilità d’uso

Con i prodotti tecnologici c’è sempre la paura (spesso irrazionale) di trovarsi al cospetto di un qualcosa di complicato da usare. Almeno nel caso del termometro proposto da Metene non è così. Basta la leggera pressione di un pulsante per avviare la rilevazione della temperatura mentre con un altro tasto si può scegliere l’unità di misura tra gradi Celsius oppure Fahrenheit.

Altrettanto semplice è la lettura dei valori rilevati che faranno la loro comparsa su un display grande e ben illuminato così da essere leggibile anche di notte.

Riteniamo opportuno menzionare la modalità silenziosa: attivandola si eliminerà il segnale acustico che avvisa quando la temperatura è stata presa. In questo modo, per esempio, non si correrà il rischio di svegliare il bambino nel caso di misurazioni notturne.

 

Ricorda una pistola

Esteticamente, per la sua impugnatura, il termometro ricorda una pistola. La forma ergonomica favorisce la rivelazione della temperatura a distanza (non è necessario il contatto con il corpo).

Sotto al display ci sono tre pulsanti che danno il via ad azioni quali il cambio di unità di misurarla o il silenziatore mentre per avviare la rilevazione, va premuto una sorta di grilletto.

Il dispositivo è molto leggero ed è interamente in plastica. La qualità dei materiali appare buona e quindi possiamo ritenere il termometro resistente ai piccoli urti ma è sempre bene evitare di farlo cadere. Un aspetto molto importante è che lo strumento è provvisto di marchio CE e dunque garantisce il rispetto per gli standard europei cui obbligatoriamente sono soggetti strumenti del genere.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status