La migliore trappola per zanzare da esterno

Ultimo aggiornamento: 27.05.20

 

Come scegliere la migliore trappola per zanzare da esterno del 2020?

 

In estate possono trasformarsi in un vero e proprio incubo, insetti volanti, falene e specialmente le odiose zanzare possono dare così tanto fastidio da far desistere chi vuole cenare all’aperto. Specie se si tengono le luci accese, tutti gli insetti del circondario saranno attratti dai calici di vino, salse per le grigliate e altre leccornie. Liberarsi dalle zanzare, poi sarà anche il modo perfetto per smettere di grattarsi e iniziare a fare conversazione con gli altri invitati alla festa. Vogliamo suggerirvi uno dei rimedi più interessanti per cercare di disfarsi di questo noioso fastidio.

 

 

Malgrado il basso costo cui sono proposte, queste trappole si fanno apprezzare per la loro totale innocuità. A differenza degli insetticidi che emettono sostanze tossiche nell’ambiente, questo genere di trappola non costituisce pericolo per la salute umana. Si limita ad attirare gli insetti nella sua area d’azione e qui li fulmina con una leggera scossa, per loro letale.

Si tratta di uno dei metodi più diffusi, anche se non sempre perfettamente efficace con ogni tipo di insetto. Ma di certo rappresenta l’alternativa più adatta al tradizionale insetticida, utilizzato indiscriminatamente e che si sta rivelando essere la causa indiretta dello squilibrio che porta al proliferare delle stesse zanzare.

Un cane che si morde la coda, dunque, specie quando si vorrebbe decretare quali sono le migliori trappole per zanzare da esterno del 2020. Di certo un circolo vizioso difficile da debellare dal momento che, oggettivamente, le nuvole di insetti che invadono gli spazi antropizzati sono una vera piaga. Eppure, l’impiego indiscriminato di insetticidi, rappresentano più un pericolo per l’uomo che per l’insetto. Il suo ciclo vitale dura in media 85 anni, nel frattempo la popolazione delle zanzare ha mutato il proprio codice genetico molto più in fretta di quanto un ricercatore riesca a cambiare formula dell’insetticida. In fin dei conti, il rischio di giocarsi la partita della vita lo corriamo più noi umani che continuiamo a tenere gli zampironi accesi nelle abitazioni civili, nelle cucine dove vengono preparati i pasti della famiglia, o nelle camere da letto quando abbassiamo le difese nella fase del sonno.

Ma un rimedio non è così difficile da ottenere, per esempio favorendo la comparsa di altri insetti a contrasto biologico. L’impiego di fiori sui balconi e le terrazze dove amiamo trascorrere il tempo estivo può aiutare. Scegliendo fiori dall’odore sgradevole per le zanzare, geranio in testa insieme alla citronella per esempio. Oppure dando un’occhiata alla migliore trappola per zanzare da esterno che vi proponiamo di seguito.

 

Qcoqce IPX67

 

Principale vantaggio

Ha un design gradevole che ricorda quello delle lanterne che si usano all’esterno delle abitazioni. Quindi si può mettere in giardino trovandole una collocazione a vista senza paura di rovinare l’atmosfera.

 

Principale svantaggio

Il raggio d’azione non è dei più ampi, infatti l’uso che se ne raccomanda è quello di lampada da campeggio. Quindi da usare all’interno della tenda per intercettare quelle zanzare che riescono a entrare all’interno nonostante la zanzariera.  

 

Verdetto: 9.8/10

Una lampada pensata per ricreare l’effetto delle lanterne di una volta, ma con una luce molto intensa e suggestiva. È possibile scegliere se accendere il Led o combinarlo con la luce ultravioletta, specifica per attirare le zanzare. Una volta dentro vengono fulminate da una leggera scarica che non emette fumo né odori.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Funzionamento semplice ed essenziale

Il meccanismo alla base di questa lampada è cristallino. Si tratta di una lanterna dotata di luci ultraviolette in grado di attirare zanzare e altri insetti volanti nel suo raggio d’azione. Qui li intrappola e li fulmina con una leggera scarica.

Niente a che fare con le vecchie lampade insetticide che tendono a far fumo e cattivo odore, specie quando intercettano un insetto di dimensioni notevoli. Si tratta di una soluzione in grado di attirare insetti di diverso tipo, ma lo fa senza l’impiego di sostanze che attraggono gli insetti. La luce si occupa di fare da esca.

Una buona notizia, perché la lampada è utilizzabile all’aperto ma soprattutto in ambienti piccoli. Quindi il posto migliore si rivela essere la tenda.

La migliore alleata per il campeggio

Si può scegliere di azionare la lampada perché emetta la luce Led o UV. La differenza tra le due modalità è evidente. Nel primo caso si occuperà di rischiarare l’interno della tenda o lo spazio antistante la roulotte. In questo caso, tanti sono i pareri entusiasti per via della capacità della trappola di creare un ambiente soffuso e accogliente anche in mezzo ai boschi.

Mentre la funzione UV si occupa di emettere quel tipo di luce a una frequenza particolarmente gradita dagli insetti volanti. Tutti gli insetti volanti. Tra cui anche qualche zanzara, non tutte.

Si considera che questi animaletti siano attratti anche dal calore del nostro corpo, e dall’anidride carbonica, quella che emettiamo respirando. Quindi è da considerare che, specie in ambienti di dimensioni notevoli, non tutte le zanzare finiranno arrosto.

 

Comoda da gestire e tenere accesa

La lampada si alimenta attraverso la porta USB, una vera buona notizia perché la rende compatibile con qualsiasi caricabatteria. Dal telefono al powerbank, tutto quello che può interagire con la lampada attraverso il cavo USB/microUSB permette di prolungarne l’attività.

Si apprezza anche la possibilità di ricaricare la lampada attraverso pannello solare. La soluzione che tanti camperisti adoperano per rendersi autonomi anche quando sono lontani dalle piazzole di sosta attrezzate di corrente elettrica.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Apalus IT-02

 

Principale vantaggio

La presenza di una ventola piuttosto potente non è fonte di rumore che, a detta di molte persone, è minimo e dunque non causa disturbo.

 

Principale svantaggio

È una trappola che si dimostra efficace contro gli insetti volanti ma se il problema sono soltanto le zanzare, in questo caso si potrebbe restare molto delusi perché queste sembrano essere quelle che più di tutti riescono a farla franca.

 

Verdetto: 9.7/10

La forma è estremamente compatta e la ventola molto discreta e silenziosa. Fa il suo dovere in autonomia e senza dare disturbo. Bisogna accettare la possibilità che più di una zanzara riesca a sfuggire all’insidia.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Poche zanzare cadono in trappola

La trappola ha dimostrato una buona efficacia contro gli insetti volanti: il problema si pone per chi è intenzionato a comprare la trappola per uccidere, in modo particolare, le zanzare. In questo caso i pareri sono meno entusiastici perché questi insetti non sembrano essere tra le vittime preferite dell’apparecchio. Non che non si trovino zanzare stecchite all’interno del cassetto raccoglitore o ancora attaccate alla griglia, ma il numero non è così alto come si vorrebbe.

Una migliore efficacia, però, si può ottenere seguendo alcune indicazioni che vedremo nel dettaglio tra un attimo, tuttavia le perplessità non sono poche e dunque invitiamo il lettore a ragionare bene e capire se ha un problema in generale con gli insetti volanti oppure uno specifico con le sole zanzare, prima di procedere all’acquisto.

Una scarica elettrica agli insetti

Analizziamo il funzionamento della trappola. L’arma mortale impiegata è l’elettricità: di conseguenza non c’è emissione di sostanze chimiche nell’area il che permette di stare nella stanza con la trappola in funzione.

La trappola presenta quattro lampade che emettono dei raggi UV le quali hanno il compito di attrarre gli insetti verso la griglia. Siccome la luce, da sola, potrebbe risultare insufficiente ad attrarre gli insetti, in particolare le zanzare, entra in gioco anche una ventola che, producendo un vortice d’aria, risucchia tutti gli insetti che volano nelle immediate vicinanze. Una volta risucchiati gli insetti vengono spinti direttamente contro la rete elettrificata che completa l’opera.

Ci sono alcuni piccoli accorgimenti da seguire per ottenere dei risultati più soddisfacenti, vediamo quali. Innanzitutto la posizione: la trappola deve essere piazzata a un’altezza compresa tra gli 80 e i 120 cm. Inoltre, nei limiti del possibile, bisogna tenerla lontana dalle correnti d’aria. Per un sonno tranquillo, è bene che la trappola sia accesa con largo anticipo rispetto all’ora che si va a dormire.

 

Serve un pizzico di manutenzione

Per un buon funzionamento della trappola è necessario della manutenzione ordinaria. Niente di complicato o faticoso, sia chiaro. Si tratta di piccole e semplici operazioni che però vanno fatte perché la trappola deve essere tenuta sempre pulita.

Gli insetti morti, o almeno la maggior parte di essi, cadono in un cassetto raccoglitore che può essere estratto facilmente: è necessario svuotarlo con una certa periodicità. Una minima parte di insetti resta attaccata alla griglia: in questo caso è necessario avvalersi dell’apposita spazzola che si trova all’interno della confezione e pulire la griglia.

Infine la ventola: per evitare che faccia rumore ma anche che lavori in modo efficace, va pulita periodicamente dalla polvere e quant’altro.

 

 

Ne abbiamo ancora! Dai un’occhiata a questi articoli:

 

Trappola per zanzare tigre

 

 

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status