Innovazione e abbigliamento sportivo: ecco alcune novità

Ultimo aggiornamento: 01.06.20

Se siete interessati alla tecnologia e praticate sport assiduamente per piacere o a livello agonistico, vi potranno interessare le prossime righe riguardanti i capi del futuro.

 

In ogni disciplina sportiva che si rispetti, dalle arti marziali al calcio, la prestazione individuale sta raggiungendo limiti impensabili fino a pochi anni fa, avvicinandosi sempre di più al limite umano.

Questo significa anche avere una sempre più grande dose di stress accumulato, che gli atleti devono in qualche modo eliminare, anche grazie agli strumenti e all’abbigliamento che utilizzano.

Bisogna infatti considerare che oggigiorno, con la tecnologia che fa passi da gigante, abbiamo la possibilità di sperimentare qualsiasi forma di innovazione, a seconda anche delle necessità e dei bisogni espressi dai professionisti.

In questo campo, torna fondamentale conoscere la composizione e le caratteristiche tecniche di ogni capo che si indossa in gara, perché la differenza tra una vittoria e una sconfitta è solo in un decimo di secondo.

Anche per questo motivo è fondamentale scegliere con più consapevolezza i tessuti e l’abbigliamento da indossare, pur non avendo a disposizione di un budget elevato. Potreste quindi optare per caschi dalle forme particolari o con decorazioni speciali, ma anche scarpe, attrezzature di marca e personalizzate, oppure una tuta da sci economica.

Tecnicamente tutto potrebbe essere perfetto, a patto che sia robusto, resistente e funzionale. In questo articolo, oltre ad affrontare una breve analisi dell’evoluzione dei tessuti nello sport, ci soffermeremo anche sull’innovazione e la tecnologia messa in campo da molte aziende produttrici di abbigliamento sportivo, facendo chiarezza sui punti di forza e di debolezza di ciò che ci aspetta in futuro.

 

I materiali e le loro caratteristiche

La maggior parte dei capi sportivi che si trovano in commercio sono studiati appositamente per garantire innanzitutto un comfort funzionale per l’attività fisica, e di conseguenza anche una certa vestibilità.

I materiali e i tessuti tecnici devono infatti consentire sia una traspirazione della pelle durante e dopo il movimento, sia un mantenimento costante della temperatura corporea, cercando di isolare e permette, per esempio, lo scambio termico in estate.

L’abbigliamento sportivo è generalmente realizzato con fibre naturali come il cotone, ma anche sintetiche (nylon, poliuretano, ecc.) e artificiali, perché tutte e tre le tipologie sono ideali, in virtù della vestibilità e praticità che permette al capo di adeguarsi alle varie esigenze di ogni atleta.

Tra le loro caratteristiche più marcate, c’è infatti la capacità di non allargarsi con il passare del tempo, ma anche di asciugare in fretta, evitando attriti sulla pelle durante i movimenti. Inoltre, i tessuti sintetici vantano anche la possibilità di aderire al corpo e al tempo stesso assecondare il movimento, senza per forza causare irritazioni a causa dello sfregamento.

In generale, esistono anche soluzioni con applicazioni e tecnologie più singolari, come quelle dotate di termoregolazione, pensate per chi pratica sport in condizioni climatiche particolari, e che sono in grado sia di assorbire il calore sviluppato durante l’attività fisica e sia di rilasciarlo, in caso di raffreddamenti causati da temperature rigide.

Per quanto riguarda invece gli sport praticati in ambienti con elevata umidità, esistono dei capi che vengono resi impermeabili grazie all’uso del teflon, un materiale isolante che crea una barriera idrofoba e invisibile, in grado di ostacolare l’assorbimento di qualsiasi liquido.

Eventi internazionali sull’high-tech in campo sportivo

Lo sport è un tipo di attività fisica che genera numerosi benefici, tra cui c’è anche un certo spirito di aggregazione che si evince anche dalle numerose fiere annuali che si svolgono in ogni parte del mondo.

Tra le più apprezzate e importanti c’è Ispo, il più grande evento al mondo dedicato principalmente all’abbigliamento sportivo e anche alle attrezzature, che dal 1970 si tiene sempre nella stessa città: Monaco di Baviera.

Qui è possibile scoprire e provare in anteprima tutte le novità del settore, infatti in questa fiera si possono trovare dai grandi marchi alle startup, che portano avanti una logica di progresso ed evoluzione.

L’evento si tiene per più giorni, e chi sceglie di passare per dare un’occhiata alle proposte, troverà gli ultimi prodotti pensati dalle aziende, caratterizzati spesso e volentieri da tecnologie innovative che strizzano un occhio alla questione ambientale.

Ma gli elementi cardine che concorrono a rendere speciale questo evento sono la capacità di risolvere i problemi degli atleti con intuizioni particolari, la creatività, la qualità dei tessuti e il design di ogni soluzione.

 

Alcune delle novità più allettanti

Durante l’edizione più recente, fra i numerosi prodotti presentati tra gli stand che hanno accolto l’interesse di chi cercava qualcosa di interessante e innovativo, c’è l’ultimo modello di scarpone dell’azienda italiana Scarpa, targato anche “Ribelle”. 

Si tratta di una soluzione pensata per l’alpinismo di livello internazionale, e pertanto collaudata durante gli ultimi due anni da professionisti come Hervé Barmasse, che hanno saputo verificare la possibilità di utilizzare questa tipologia di attrezzatura sia a valle e sia sulla vetta.

Il risultato è stato raggiunto soprattutto grazie all’unione tra uno studio approfondito di tutti i rischi e le necessità di un addetto ai lavori, e materiali più tecnologici e impermeabili, che conferiscono allo scarpone migliori leggerezza, resistenza e traspirazione.

Ma la novità non è solo questa, perché Trete Innovation ha realizzato delle tute da sci caratterizzate da un approccio ecosostenibile poiché prodotte utilizzando fonti rinnovabili, ma anche un design elegante e impermeabile, che le rende ancora più funzionali in caso di pioggia, vento o condizioni climatiche peggiori.

Chi tra di voi ama sciare troverà una buona soluzione con questi capi, che inoltre possono essere utilizzati anche in inverno come cappotto oppure per fare trekking. Un altro prodotto che ha ottenuto un riconoscimento in questa fiera è lo speciale zaino Ortovox, che è il risultato di più di 30 anni di ricerca effettuata dall’azienda nel settore sportivo.

Può essere utilizzato per conservare l’attrezzatura anche ad alta quota, perché riesce a contenere tutto il necessario, adeguandosi perfettamente alla vostra schiena, quindi evitandovi dolori fastidiosi anche dopo qualche ora di attività fisica. 

Proprio grazie a uno stabilizzatore dorsale, questo zaino risulta ergonomico, pratico e ideale per alpinisti, sciatori e chi preferisce camminare o utilizzare snowboard e slittino.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status