The Legend of Zelda: Breath of the Wild – Recensione

Ultimo aggiornamento: 02.04.20

 

 

Principale vantaggio

Unisce gli ingegnosi puzzle tipici della serie a un “open world” curato nei minimi dettagli e tutto da esplorare senza alcun limite.

 

Principale svantaggio

Il gameplay basato sulla fisica e sulla sopravvivenza tiene sempre alta l’attenzione, ma potrebbe non piacere ai giocatori in cerca di un’esperienza più ‘action’.

 

Verdetto: 9.8/10

The Legend of Zelda: Breath of the Wild è un vero capolavoro che tutti i possessori di una console Nintendo Switch dovrebbero avere nella propria collezione. Ambientazioni spettacolari, gameplay avvincente e enigmi intelligenti si uniscono per creare un’esperienza di gioco davvero unica. A questo si aggiunge una storia dalle tonalità più ‘mature’ rispetto al resto della serie, rimanendo comunque adatta a bambini di 12 anni di età.

Acquista su Amazon.it (€59,67)

 

 

DESCRIZIONE DELLE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Un mondo fantastico

The Legend of Zelda: Breath of the Wild mostra la voglia di Nintendo di portare le proprie serie di punta al livello successivo, rispettando i canoni dei moderni prodotti tripla senza però cadere negli errori tipici delle grandi produzioni. Dopo una breve introduzione che ci mette (come sempre) nei panni di Link, davanti a noi si aprirà un open world pieno di possibilità dove potremo divertirci e sperimentare con l’eccezionale motore fisico del videogioco.

Potremo tagliare alberi, far rotolare massi giù da una collina per annientare un gruppo di nemici, cucinare e arrampicarci ovunque vogliamo. Ogni ambientazione è stata curata nei minimi dettagli, in modo da far sembrare ogni villaggio, ogni lago e persino le foreste diverse tra di loro. Le varie regioni di Hyrule si distinguono per il design variegato: verdi colline da percorrere a cavallo, mondi acquatici e sconfinati deserti, tutti popolati da razze diverse e personaggi interessanti. 

A differenza dei moderni open-world, Breath of the Wild evita di riempire l’interfaccia e la mappa di gioco con mille indicatori di quest, collezionabili e altro, ma lascia al giocatore l’esplorazione. Il design è fatto così bene che non ci si perderà mai e si avranno sempre punti di riferimento, sta però a noi scoprire un segreto o trovare un indizio che ci porterà in un determinato luogo, proprio come se stessimo vivendo una vera e propria avventura.

Sopravvivenza a tutti i costi

La serie di Zelda si è sempre distinta per i suoi dungeon pieni di trappole e nemici con il classico ‘boss’ di fine livello. In Breath of the Wild le cose cambiano, in quanto questa il gioco si svolgerà prevalentemente all’aperto e il nostro principale avversario sarà la natura di Hyrule che ci metterà davanti a un susseguirsi di sfide sempre più interessanti. Dovremo coprirci con indumenti pesanti nelle regioni fredde o girare letteralmente in mutande in quelle più calde. 

Le azioni faticose come la corsa, il nuoto o l’arrampicata costano ‘stamina’, inoltre dovremo mangiare del cibo per poter tenere alta la vitalità, possibilmente cercando di cucinarlo quando possibile. Se durante una tempesta avremo nell’equipaggiamento uno scudo di metallo, allora potremmo essere colpiti da un fulmine. Le meccaniche del gioco sono davvero tantissime e tutte da scoprire! 

Per quanto riguarda le armi, il nostro Link questa volta non avrà i suoi fidi spada e scudo per difendersi, ma dovrà ricorrere a ciò che trova per combattere contro i nemici. Potremo raccogliere un ramo e usarlo come arma, per poi prendere una clava da un Bokoblin, oppure sbarazzarci di un gruppo di nemici con l’ingegno, magari facendo sviluppare un incendio o innescare dei barili esplosivi. 

Qualsiasi arma inoltre, che sia un’ascia a due mani, una spada, un arco o uno scudo, dopo un po’ di utilizzi si romperà inevitabilmente. Questo ci porta spesso a improvvisare, cambiare strategia e cercare di conservare l’equipaggiamento migliore nell’inventario, oppure sfruttare i diversi poteri di controllo sugli oggetti e sulla fisica di gioco che troveremo nel corso dell’avventura.

 

La storia si ripete… quasi

La saga di Zelda è famosa per reinventare la sua storia a ogni episodio, mantenendo i due protagonisti principali e l’antagonista. La principessa Zelda chiederà aiuto all’eroe Link per sconfiggere il malvagio Ganon. In questo titolo però Ganon, sotto forma di calamità malvagia, ha trionfato sul bene, conquistando il castello di Hyrule e seminando desolazione su tutto il regno. 

La trama quindi assume toni più ‘scuri’ e ‘malinconici’, ammiccando ai titoli prodotti da From Software, mantenendosi però negli standard PG12 di Nintendo, con personaggi simpatici, mostri dall’aspetto non troppo minaccioso e l’assoluta assenza di sangue. Sebbene la storia sia narrata in modo molto pacato e semplice, risulta comunque avvincente grazie soprattutto ai vari comprimari che incontreremo durante l’avventura.

 

Acquista su Amazon.it (€59,67)

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status