Le 5 Migliori Resistenze per Sigaretta Elettronica del 2020

Ultimo aggiornamento: 26.09.20

 

Resistenza per sigaretta elettronica – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Da alcuni anni a questa parte le sigarette elettroniche sono diventate tanto una moda per alcuni, quanto una necessità per altri, soprattutto per chi desidera perdere il vizio del fumo. Si tratta di dispositivi tecnologici che consentono di diminuire il consumo di nicotina con l’utilizzo di liquidi appositi. Affinché funzionino correttamente, è necessario che ogni componente sia in buone condizioni, e per farlo è importante svolgere manutenzioni ordinarie e dei ricambi, soprattutto della resistenza. Ecco che entrano in gioco le proposte presenti sul web: ognuna differente per capacità espressa in ohm e per compatibilità. Per facilitarvi nella scelta, in questa pagina abbiamo raccolto le soluzioni migliori, a partire da Justfog Q16 Q14 C14 G14 S14 Resistenze di ricambio, che sono valide perché resistenti e convenienti. Se non siete ancora convinti, forse Vaporcombo Resistenza Aspire Nautilus Bvc 0.7 ohm Pacchetto di 5 farà al caso vostro, grazie alla elevata velocità di riscaldamento che evita che l’atomizzatore si bruci.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore resistenza per sigaretta elettronica?

 

La resistenza è uno di quei componenti fondamentali della cosiddetta e-cigarette, perciò è importante scegliere l’articolo più adatto in base a caratteristiche precise. Ecco perché vi consigliamo di dare un’occhiata ai paragrafi che seguono: scoprirete come scegliere una buona resistenza per sigaretta elettronica.

Rigenerabili o monouso

Nel mercato delle sigarette elettroniche molte aziende strizzano un occhio anche alla questione ambientale, perché i loro prodotti non sempre sono realizzati con materiali riciclabili e quindi poco inquinanti.

Infatti, da qualche anno a questa parte, potete trovare alcuni prodotti che sono rigenerabili, e questo è proprio il caso di certi modelli che riscuotono diversi pareri positivi. Forse vi state chiedendo cosa significa, ma prima di darvi una risposta reputiamo che, per capire quale resistenza per sigaretta elettronica comprare, sia importante valutare la frequenza di utilizzo.

Il motivo è semplice: se utilizzate poco questo dispositivo, allora un semplice componente monouso farà al caso vostro; d’altro canto invece, se siete assidui fumatori, ecco che la resistenza rigenerabile sarà perfetta.

In sostanza si tratta di un componente che, una volta consumato, può essere aggiustato velocemente in qualsiasi negozio specializzato della propria città.

 

Ohm alti e bassi

Come forse già saprete, in questa guida per scegliere la migliore resistenza per sigaretta elettronica è fondamentale fare un po’ di chiarezza anche sulle capacità di ogni prodotto, così da avere un modello duraturo e performante.

Nel caso di articoli come questi, oltre al costo, è importante valutare la potenza espressa in ohm, che non si riferisce alla meditazione trascendentale, ma è l’unità di misura secondo il Sistema Internazionale.

Questa viene spesso indicata con il simbolo della lettera greca “omega” e serve a capire, in base al numero associato, l’energia prodotta. Se, per esempio, amate fumare generando poco vapore e consumando poco liquido, allora vi consigliamo di optare per resistenze alte, come quelle da 1.6 ohm 

Invece, chi desidera ottenere grandi quantità di fumo, per apprezzare di più l’aroma del liquido, troverà una combinazione ideale con modelli bassi da 0.7 ohm.

L’importanza dei materiali

In linea teorica, le resistenze o atomizzatori possono essere realizzati con diversi materiali, tra cui kanthal e nichrome, che sono due leghe di metalli con nichel, cromo e alluminio. A conti fatti sono tutti validi e di qualità, anche se le caratteristiche tecniche di una sigaretta elettronica possono variare a seconda di quale pezzo viene scelto dall’azienda.

Soprattutto negli ultimi anni, l’idea di utilizzare solamente una lega di nichel e alluminio ha permesso alle case produttrici di ottenere prodotti più durevoli e performanti. Se desiderate acquistare una sigaretta elettronica e avete intenzione di utilizzarla per più volte al giorno, allora optate per una che vanti un materiale come il cromo o il kanthal, perché sono resistenti alle alte temperature e al surriscaldamento.

Non dimenticate di assicurarvi che la resistenza, che avete in mente di acquistare, sia provvista anche di cotone per l’assorbimento del liquido.

 

Le 5 migliori resistenze per sigaretta elettronica – Classifica 2020

 

Non sapete quale resistenza per sigaretta elettronica comprare perché siete disorientati dalla quantità di proposte vendute sul web? Allora date un’occhiata alle righe che seguono: troverete i prodotti più interessanti.

Abbiamo raccolto le soluzioni migliori in base a criteri come convenienza, praticità e qualità, offrendo un bacino di scelta più ampio e rendendo l’acquisto veloce e consapevole.

 

1. Justfog Q16 Q14 C14 G14 S14 Resistenze di Ricambio

Principale vantaggio

Chi cerca una resistenza per sigaretta elettronica che vanti una buona resa aromatica e che sia anche abbastanza resistente e durevole, troverà un buon compromesso in questo prodotto.

 

Principale svantaggio

A differenza di altri articoli simili, questo modello tende a bruciare più velocemente, se non vengono seguiti i giusti passaggi durante la fase di montaggio e manutenzione. Perciò, bisogna avere la massima attenzione per evitare di sprecare soldi.

 

Verdetto: 9.7/10

Una resistenza per sigaretta elettronica conveniente, con una confezione che vanta fino a cinque pezzi, e abbastanza duratura, nonostante sia fragile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Potenza

Come ogni articolo simile, questa resistenza per sigaretta elettronica Justfog è un prodotto classificato secondo alcuni criteri di potenza, espressi in con la sigla “ohm”. In particolare, questa confezione rientra tra i nostri consigli d’acquisto perché è uno di quei componenti di lunga durata che sono compatibili con molte tipologie di apparecchi.

Inoltre, vanta anche una potenza di 1.2 ohm perciò, quando accendete la sigaretta elettronica e iniziate ad aspirare, oltre alla leggera nube di fumo potrete percepire anche una migliore intensità aromatica.

Tutto ciò è dovuto proprio al meccanismo che Justfog ha deciso di utilizzare per la realizzazione di questa resistenza, e che si traduce, grazie a un range energetico che va da 3.3 a 4.4 V, in un’esperienza migliore e un utilizzo più performante della sigaretta elettronica.

Quindi, questo nuovo prodotto vanta un buon compromesso sia per chi non ha mai utilizzato un apparecchio simile, sia per chi è già più navigato.

Resistente e conveniente

Oltre la potenza, ciò che fa di questo articolo la migliore resistenza per sigaretta elettronica è anche la tenuta. Ma altrettanto importante è eseguire tutti i passaggi necessari per montarla imbevendo correttamente il cotone, perché è comunque fragile e si rischia di metterla fuori uso.

In ogni caso vanta un buon rapporto qualità/prezzo, nonostante questo piccolo neo che vi costringe ad averne cura anche durante la manutenzione. Tra l’altro, il motivo per il quale si tratta di un modello tra i più venduti e ricercati, sia online, sia in negozio è che l’azienda ha pensato di unire alla struttura anche un sistema brevettato anti perdite.

Grazie a questo si evita il rischio che il liquido finisca sul cuore dell’atomizzatore o su altri componenti delicati della sigaretta.

 

Materiali di qualità

Oltre ai prezzi bassi che vanta, in relazione alla quantità di resistenze incluse nella confezione, per capire quale modello scegliere tra tanti è altresì importante guardare i materiali.

Ecco che non si pone alcun problema, almeno per quanto concerne la resistenza per sigaretta elettronica Justfog, perché l’azienda, reduce da anni di ricerche nel settore, ha optato per l’utilizzo di metalli e cotone particolari.

Stiamo parlando del nichel-cromo e del cotone giapponese organico, grazie ai quali il calore viene trasmesso più velocemente e l’aroma del liquido viene invece esaltato ancora di più. Perciò, tra le offerte che si trovano sul web, questa è una delle migliori sotto diversi punti di vista.

Inoltre è l’ideale per chi non dispone di un budget alto ma ama la qualità anche in un articolo così piccolo.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Vaporcombo Resistenza Aspire Nautilus Bvc 0.7 ohm Pacchetto di 5

 

Al secondo posto della nostra classifica delle migliori resistenze per sigaretta elettronica 2020, c’è la proposta Vaporcombo. Questa è particolarmente conveniente, perché nella confezione sono inclusi cinque pezzi che, per il costo esiguo che vanta, la rendono un’offerta economica e duratura.

Tra l’altro, non contiene nicotina, perciò può essere adatta anche per i maggiorenni che non amano utilizzare la sigaretta elettronica con questa sostanza chimica, e inoltre è anche facile da montare, soprattutto sulle strutture della linea Nautilus.

La potenza è di 0.7 ohm quindi, facendo una comparazione con altre proposte vendute sul web, è abbastanza potente per chi ama svapare ogni tanto, ma bisogna considerare anche che non genera molto vapore, perciò la carica aromatica del liquido è un po’ carente.

Se volete sapere di più, non vi resta che cliccare sul link in basso: prima però facciamo un riassunto dei punti di forza e di debolezza.

Pro
Senza nicotina:

A differenza di altri articoli venduti online, questo è privo di nicotina. Ciò significa che può essere utilizzato anche da chi ama la sigaretta elettronica priva di sostanze chimiche simili.

Conveniente:

La resistenza vanta un buon rapporto qualità/prezzo sotto diversi punti di vista, tra cui la quantità di pezzi nella confezione e il costo basso con cui è venduta sul mercato.

Facile da montare:

Un altro pregio è la facilità con cui questo componente può essere montato e sostituito. Questo è un aspetto molto importante, soprattutto per chi non è abituato a eseguire queste operazioni.

Contro
Potenza:

La potenza di 0.7 ohm non permette di generare molto vapore ed espandere l'aroma del liquido che avete scelto.

Acquista su Amazon.it (€8,88)

 

 

 

3. Smok V8-Q2 0.4 ohm Resistenza testa per TFV8 Baby

 

Siete alla ricerca di un’autentica resistenza Smok ma non sapete dove acquistare un articolo simile? Ecco il prodotto che fa per voi. In questa confezione sono inclusi cinque pezzi, ma a causa della sua tenuta non si classifica come la soluzione top di gamma, quindi dureranno poco, soprattutto se decidete di eseguire una manutenzione e cambiare il componente una volta ogni due settimane.

In ogni caso, è una resistenza ideale anche per ragazzi che non amano sostanze chimiche come la nicotina e il tabacco, perché questa soluzione ne è sprovvista. Forse non è il più economico, ma si tratta comunque di un articolo originale, performante e facile da utilizzare, nonché discretamente potente.

In effetti la sua carica si aggira intorno ai 0.4 ohm, quindi sprigiona un discreto vapore che vi consente di apprezzare le note aromatiche del liquido scelto per la sigaretta elettronica.

Pro
Potenza:

Grazie a una carica di 0.4 ohm, questa resistenza vi consente di ottenere un vapore denso, che permette di apprezzare di più le caratteristiche aromatiche del liquido con cui avete impregnato il cotone.

Priva di tabacco:

Poiché priva di additivi chimici, la resistenza Smok è perfetta per chi non ama la nicotina o il tabacco e preferisce semplicemente i liquidi aromatizzati con glicerina vegetale

Autentica:

Si tratta di un prodotto originale targato Smok, quindi con tutte le caratteristiche che contraddistinguono la qualità dell'azienda.

Contro
Durata:

Nella confezione ci sono cinque resistenze, ma è un prodotto delicato e che tende a bruciarsi velocemente. Ciò significa che bisogna cambiarla almeno due volte al mese, terminando subito i pezzi.

Acquista su Amazon.it (€9,04)

 

 

 

4. Eleaf Testine di Ricambio da 0,75 ohm GS Air

 

Un altro articolo che ha conquistato il nostro interesse è targato Eleaf: si tratta di una confezione di resistenze per sigaretta elettronica piccole ma essenziali. La capacità è di 0.7 ohm e sono senza nicotina, quindi possono essere utilizzate anche da chi ama fumare per gustare solo l’aroma del liquido.

Grazie alla qualità dell’atomizzatore, potrete eseguire anche tiri di guancia, quindi soddisfa chi decide di aprire il flusso dell’aria della sigaretta, senza però generare troppo vapore. Sono compatibili con i principali modelli presenti in commercio e per questo vantano anche una convenienza interessante, che non è da sottovalutare in fase di acquisto.

Hanno una buona tenuta, quindi non dovrete sostituirle troppo spesso, nonostante sia necessario scegliere delle guarnizioni adatte, altrimenti tendono a bruciarsi molto più velocemente con un voltaggio maggiore e prolungato.

Pro
Per tutti:

Grazie all'assenza di sostanze chimiche come la nicotina, queste resistenze possono essere utilizzate da tutti i fumatori, anche da chi desidera utilizzare la sigaretta elettronica per il solo piacere di gustare l'aroma del liquido.

Atomizzatore:

La resistenza Eleaf è vantaggiosa anche per la qualità dell'atomizzatore, che riesce a mantenere costante il calore senza disperderlo, quindi consentendo di aprire il flusso di aria senza generare troppo vapore.

Tenuta:

La qualità dei materiali costituenti questa resistenza fa sì che abbia una buona tenuta e che sia capace di durare più a lungo di molti altri prodotti simili.

Contro
Guarnizioni:

Per poter sfruttare al meglio la resistenza e farla durare più a lungo è importante cambiare almeno due volte al mese le guarnizioni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Peacevape Joyetech Resistenza Cubis BF SS316 0,6 ohm 

 

Il vantaggio principale di questo ultimo modello di resistenza per sigaretta elettronica Joyetech è che include ben due confezioni, vendute a un costo basso in confronto ad altre soluzioni che si trovano online.

All’interno contiene tuttavia nicotina, quindi non può rientrare tra i prodotti versatili e adatti a tutti, perché non è possibile eliminare questa sostanza e godere del solo aroma del liquido. Tutte le resistenze sono realizzate in acciaio inossidabile, perciò riescono a mantenere costante il calore e a espanderlo senza troppa difficoltà.

Bisogna però fare attenzione a sostituire le bobine almeno due volte al mese, per evitare che surriscaldandosi si rovinino. Sono anche compatibili con la maggior parte delle sigarette elettroniche, ma se volete conoscere qualche dettaglio più specifico, cliccate sul link in basso.

Prima però facciamo un breve riassunto dei punti di forza e di debolezza, in modo da avere un quadro più chiaro in fase di acquisto.

Pro
Due confezioni:

Con un prezzo basso in confronto ad altre soluzioni simili, la proposta Joyetech offre due confezioni di resistenze di buona qualità e tenuta. Un articolo ideale per chi desidera acquistare una scorta per diversi mesi.

Materiali:

La resistenza per sigaretta elettronica Joyetech è realizzata in acciaio inossidabile. Questo significa che riesce a condurre bene il calore e a riscaldarsi velocemente, senza rovinarsi nel giro di qualche settimana.

Compatibilità:

Questo tipo di resistenze possono essere utilizzate con diverse sigarette elettroniche, perciò vantano anche un’elevata compatibilità.

Contro
Non per tutti:

Si tratta di resistenze che includo la nicotina, quindi non è un prodotto adatto per tutti i fumatori di sigaretta elettronica.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare la resistenza per sigaretta elettronica

 

Se vi piace la sigaretta elettronica e quindi la utilizzate, almeno una volta vi capiterà di dover cambiare la resistenza perché ormai fuori uso. Per un motivo o per un altro, quest’ultima è uno degli elementi fondamentali del dispositivo che, tuttavia, si brucia anche molto velocemente.

Scoprite come montarla e smontarla o come realizzarne una rigenerabile seguendoci nella lettura dei paragrafi successivi. 

La manutenzione

I modelli di resistenza per sigaretta elettronica venduti online sono di buona qualità, ma con un utilizzo frequente del dispositivo tendono a bruciarsi molto in fretta, costringendo a cambiare qualche componente.

Per fare la corretta manutenzione è però importante conoscere alcuni passaggi fondamentali, poiché se si perde qualche operazione si rischia di guastare anche tutto il resto. Il procedimento corretto prevede che per prima cosa si spenga la sigaretta elettronica, per poi svitare la parte superiore dell’atomizzatore e rimuovere la resistenza.

In quest’ultima si trova una cosiddetta “coil”, che è di piccole dimensioni e dovrà essere cambiata almeno una volta ogni mese, se non fumate sempre al massimo della potenza. Dopodiché, è altrettanto importante controllare la tenuta delle guarnizioni, poiché permettono di velocizzare il riscaldamento della resistenza ed evitare perdite di calore e di liquido.

Infine, rimontate tutto e il gioco è fatto: ora potete tornare a utilizzare nuovamente la sigaretta elettronica.

 

Pulire l’atomizzatore

Esistono alcune resistenze più facili da pulire di altre, anche se quasi tutti i modelli sono realizzati con un design standard e quindi vantano una struttura semplice. Tuttavia, anche dopo pochi utilizzi, può capitare che questo componente della sigaretta elettronica necessiti di essere spolverato e pulito: per farlo basta poco.

Innanzitutto munitevi di carta assorbente e di uno spazzolino monouso, inumidito con acqua e sapone, dopodiché smontate la resistenza e l’atomizzatore e iniziate a detergere il più possibile per eliminare lo sporco incrostato.

Quindi, prima di rimettere tutto a posto, asciugate con dell’aria calda e assicuratevi che non ci sia nessuna gocciolina d’acqua che possa entrare in contatto con altri componenti. Purtroppo i liquidi utilizzati per fumare, anche se privi di nicotina o tabacco, tendono a macchiare subito i piccoli elementi costituenti la sigaretta elettronica.

Ricordatevi quindi di svolgere queste operazioni almeno una volta ogni 15 giorni, per evitare accumuli di sporcizia che compromettono sia le performance del dispositivo, sia la percezione aromatica.

Realizzarne una fai da te

Oltre le resistenze per sigaretta elettronica progettate a livello industriale, è possibile realizzare anche una versione fai da te con alcuni materiali di facile reperibilità. Riuscire ad averne una simile vi permette di poter risparmiare e di cambiarla ogni qualvolta vogliate, senza recarvi per forza in un negozio specializzato.

In commercio si trovano anche dei kit già pronti, che tornano utili se non ne avete mai realizzata una, tuttavia potreste optare anche per scegliere l’occorrente da soli, andando in una ferramenta qualsiasi.

Il procedimento prevede un filo di acciaio resistente, del cotone 100% naturale per gustare meglio l’aroma, una tronchesina e un cacciavite di piccole dimensioni, per lavorare con più precisione.

Ora non resta che creare delle spire, inserire nell’atomizzatore la resistenza e aiutarvi con un’applicazione di controllo che vi permette di calcolare con precisione gli ohm, quindi decidere quanti giri aggiungere o togliere al filo.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quando cambiare la resistenza della sigaretta elettronica?

Per un neofita della sigaretta elettronica, non è semplice capire quando cambiare la resistenza, ma in genere ci sono alcuni avvisi che fornisce il dispositivo, per farci capire che è arrivato il momento di una manutenzione.

Di solito si assiste a un calo delle prestazioni generali, quindi a un vapore poco denso e in minore quantità, come anche a un peggioramento del sapore del liquido, che lentamente tende a diminuire di intensità. 

Questo accade perché una resistenza bruciata e fuori uso non vi permette di vaporizzare bene la sostanza di cui è impregnato il cotone: per capire davvero quando cambiarla, bisogna anche prendere la mano con il modello di sigaretta elettronica scelta.

 

Come cambiare la resistenza della sigaretta elettronica?

Quando arriva il momento della manutenzione e del cambio della resistenza non c’è di che preoccuparsi, perché il procedimento è rapido e indolore. Innanzitutto dovete smontare la parte centrale del dispositivo togliendo l’atomizzatore privo di liquido, e poi verificare che le guarnizioni non siano sporche.

Cambiate quindi la coil difettosa e bruciata con quella nuova e funzionante da voi scelta, ricordandovi di controllate anche che il cotone non sia da sostituire. Una volta accertato che tutto è al proprio posto, potete richiudere la sigaretta elettronica, aggiungere altro liquido e attendere qualche minuto prima di ricominciare a utilizzarla.

 

Come capire se la resistenza della sigaretta elettronica è bruciata?

Di solito ci sono alcuni trucchi per capire quando la resistenza della sigaretta elettronica è ormai inutilizzabile, tra i quali includiamo la densità del vapore prodotto. Al di là della tipologia di dispositivo e della coil utilizzata, potrete accorgervi che c’è da fare una sostituzione perché il liquido non viene più consumato, anche se continuate a sentire il gusto in bocca.

In più, inizierete a percepire un sentore di bruciato: questo è il sintomo per eccellenza che la vostra sigaretta elettronica ha bisogno di una piccola manutenzione. Considerate che più frequentemente e ad alti voltaggi la utilizzate e più velocemente si brucerà.

 

Come rigenerare la resistenza della sigaretta elettronica?

Quando si acquista una sigaretta elettronica si deve mettere in conto anche l’eventuale operazione di rigenerazione della resistenza, perché giorno dopo giorno tende a rovinarsi. Non si tratta di una manovra semplice, infatti, se non siete pratici, vi consigliamo di chiedere una mano in qualche negozio specializzato.

Per i più coraggiosi l’occorrente è il seguente: un filo resistivo, delle forbici, una nuova coil, una bacchetta e un cacciavite per aprire lo scompartimento. Avvolgete il filo creando delle spire, poi, una volta finito, fissatelo agli estremi dell’atomizzatore avvolgendo tutto attorno il cotone e aggiungendo la coil nuova di zecca. 

Infine, verificate la potenza con l’ausilio di un misuratore di ohm.

 

Come fare una resistenza per sigaretta elettronica?

Se siete amanti del fai da te e volete risparmiare sull’acquisto della resistenza per sigaretta elettronica realizzandone una da soli, seguite i prossimi passaggi. Tutto ciò che dovete fare è prendere le misure dell’alloggiamento dell’atomizzatore, quindi recuperare un filo di acciaio dello spessore che preferite.

Quest’ultimo va avvolto in modo da creare delle spire il più vicino possibile tra loro, che serviranno come conduttori di energia quando accendete la sigaretta elettronica. Infine, aggiungete anche del cotone 100% naturale con qualche goccia di liquido che lo inumidisca,  per facilitare la trasmissione del calore e generare il vapore.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status