Se vuoi la migliore esperienza di navigazione, apri la pagina nell'app.

La migliore stiratrice a vapore portatile

Ultimo aggiornamento: 20.09.18

 

Stiratrici a vapore portatili – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

La stiratrice a vapore portatile è un prodotto utile a ravvivare i capi tenuti in valigia o alcuni oggetti presenti in casa, come i divani e le tende. Il suo punto di forza deve essere la leggerezza, dato che potrebbe stare nelle vostre mani anche per un tempo abbastanza lungo. Valutate la capienza del serbatoio, che deve consentire di ricaricare l’acqua il più tardi possibile. Meglio uno interno o estraibile? Per questo e altri consigli, consultate la guida che abbiamo pensato per voi. Se non avete tempo, qui trovate un’anteprima delle nostre preferenze. Rowenta DR8095 si scalda molto velocemente ed eroga il vapore in meno di un minuto. L’utile cavo lungo tre metri fa sì che non dobbiate ricorrere a una prolunga. Subito dopo viene Ariete 4167, che ha un serbatoio estraibile, facile da riempire grazie anche al misurino incluso.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere la miglior stiratrice a vapore portatile

 

La stiratrice a vapore portatile è un utensile pensato per un utilizzo veloce in situazioni di emergenza. Se viaggiate spesso e avete bisogno di mantenere i capi in perfetto ordine, questo prodotto è quello che fa per voi.

Date un’occhiata alla guida che trovate qui e che può indirizzarvi su come trovare la migliore marca in commercio. Confrontate i prezzi dei prodotti presenti sul mercato per individuare quello più adatto alle vostre tasche.

Guida all’acquisto

 

La struttura

Il vantaggio di una stiratrice a vapore portatile è quello di poter essere utilizzata anche per faccende che non implichino prettamente il togliere le pieghe agli indumenti. Può infatti essere impiegata per rinfrescarli durante il cambio di stagione, per togliere gli odori e infine per igienizzare parti dell’arredamento come i divani e le tende.

Per usarla con più facilità è importante che la sua struttura bilanci bene il peso, così da consentire anche di riporla in valigia senza difficoltà. La leggerezza è quindi una caratteristica importante, tanto che è bene attenersi tra i 700 grammi e 1 chilo se si vuole guadagnare spazio per altri oggetti.

La sua forma incide molto sull’ingombro che può procurare sia in casa sia nei bagagli: il modello a spazzola è molto pratico perché costituito da un’impugnatura (che funge anche da serbatoio) e un’estremità con fori che erogano il vapore.

Questa tipologia occupa meno spazio di quella a brocca, che ha dimensioni maggiori ma anche una capacità superiore per l’acqua ed è quindi da preferire se si ha bisogno di eseguire dei lavori senza dover caricare continuamente il serbatoio.

 

I pulsanti

Nella nostra classifica più in basso potete trovare alcuni dei modelli più validi tra quelli presenti sul web. Le loro caratteristiche sono piuttosto simili, ma ci sono alcuni aspetti da preferire rispetto ad altri. Sul corpo è solitamente presente solo il pulsante per l’erogazione del vapore, ovvero un grilletto posto sul manico.

L’interruttore può essere situato sulla spina anziché in altre parti, per evitare di spegnerlo accidentalmente mentre è in uso. Alcuni modelli sono dotati di una rotellina che regola il vapore, ma questo elemento non è indispensabile in quanto il getto erogato non è talmente forte da poter rovinare i capi più delicati.

I comandi e i manici dovrebbero essere ergonomici e antiscivolo, così da permettervi di usare la stiratrice a lungo senza sentire dolore alle mani e con una salda impugnatura.

Le recensioni degli altri utenti possono esservi d’aiuto per selezionare il modello con più facilitazioni.

Il serbatoio

Se ne fate una questione di prezzo, dovete considerare se preferire una stiratrice più facile da gestire a un costo più alto, per affaticarvi di meno e rendere i capi pronti in un batter d’occhio. Il serbatoio è una parte fondamentale del prodotto: è preferibile sia interno o estraibile?

Se si può rimuovere è più facile da riempire perché può essere messo direttamente a contatto con il rubinetto. Quello collocato dentro è invece meno maneggevole. La lunghezza del cavo, che solitamente non supera i 2 metri, può essere resa maggiore grazie a una prolunga per raggiungere superfici collocate più in alto, come le tende.

 

Le migliori stiratrici a vapore portatili del 2018

 

Ecco le recensioni dei cinque modelli più convincenti tra quelli presenti sul web. Consultate i nostri consigli d’acquisto e fatene una comparazione per individuare la migliore stiratrice a vapore portatile.

 

Prodotti raccomandati

 

Rowenta DR8095

 

Se non avete idea di come scegliere una buona stiratrice a vapore portatile, dare un’occhiata alle nostre impressioni può essere un valido aiuto. Il primo dei prodotti venduti online che ha conquistato la nostra attenzione è quello di Rowenta, veloce e facile da usare.

Grazie al suo serbatoio d’acqua che può essere rimosso, è semplice da riempire e garantisce almeno 10 minuti di autonomia per togliere le pieghe da qualche indumento. Si riscalda in meno di un minuto, per consentirvi di eseguire in breve tempo le operazioni.

Ha una base integrata che permette di appoggiarla dovunque e delle dimensioni compatte che possono andare bene anche per la valigia. Il cavo più lungo del solito, ben 3 metri, vi aiuta a raggiungere parti della casa, dove sono posizionate poltrone o tende, e a non dover ricorrere alle prolunghe.

Gli utenti ricordano che può andare bene per ravvivare i capi ma il suo funzionamento non è da equiparare a quello di una stiratrice tradizionale.

Se spesso siete in viaggio, magari per lavoro o per altri motivi, e vi capita un albergo che non ha un servizio stireria, c’è il rischio di indossare abiti sgualciti. Un rischio che può essere scampato se leggete attentamente la nostra guida per scegliere la migliore stiratrice a vapore portatile. Abbiamo selezionato per voi diversi modelli, analizzandone pregi e difetti. Il primo che vogliamo proporvi è il Rowenta DR8095.

 

Pro

Veloce: Bastano 45 secondi alla stiratrice per essere pronta all’uso.

Cavo: Non si può pretendere di avere in una camera d’albergo molte prese della corrente; ecco perché i tre metri di lunghezza del cavo sono da considerarsi un punto di forza della stiratrice.

Accessori: Nella confezione sono compresi un pratico gancio appendiabito e due spazzole, una con setole, ottima per i tessuti normali e un’altra pensata per trattare i tessuti più delicati.

 

Contro

Vapore: Dopo un po’ che si usa il vapore, la stiratrice tende a perdere diverse gocce d’acqua.

Acquista su Amazon.it (€51,99)

 

 

 

Ariete 4167

 

Ha un costo leggermente più contenuto questo modello di Ariete, tra le migliori stiratrici a vapore portatili del 2018. Gli utenti che lo hanno preferito ne hanno apprezzato la velocità con la quale è pronto: bastano pochi secondi per poterlo utilizzare. Una spia rossa inizierà a lampeggiare e, quando diventerà fissa, vorrà dire che può essere messo in azione.

Il serbatoio è estraibile, quindi più facile da riempire, anche grazie alla presenza del misurino che lo rabbocca, proprio come in un canonico ferro da stiro. È presente una levetta che, una volta abbassata totalmente, permette al vapore di diffondersi in un getto continuo.

La si può utilizzare in posizione verticale, sulle camicie e gli abiti appesi, anche se alcuni acquirenti la ritengono troppo pesante, tanto da doversi riposare dopo un po’ di tempo. Le dimensioni abbastanza contenute permettono di collocarla comodamente in valigia e di portarla con sé in viaggio.

Le due mascherine incluse, una con levapelucchi e l’altra con coroncina a spazzola, permettono di utilizzarla anche per pulire i capi dalle imperfezioni dei tessuti.

Continuiamo con un altro marchio molto noto nel campo degli elettrodomestici come Ariete. Anche in questo caso non mancano i pareri positivi per tale stiratrice. Se volete sapere dove acquistare l’articolo, cliccate sul link che vi proponiamo. Ma prima, cerchiamo di capire quali sono i pro e i contro.

 

Pro

Rapida: Per la produzione del vapore bastano pochi secondi e dunque sarete immediatamente attivi.

Quantità: Il flusso del vapore è abbondante e pienamente adeguato alle esigenze di stiratura.

Costo: Buon rapporto tra prezzo e qualità.

 

Contro

Peso: Diverse persone ritengono che questa stiratrice a vapore sia pesante e che dopo un po’ ci si stanchi.

Acquista su Amazon.it (€25,99)

 

 

 

Yoleo 130ml

 

Una delle offerte più valide, tra quelle che abbiamo esaminato, viene da Yoleo. L’azienda propone due diversi modelli a un prezzo concorrenziale e alla portata di tutte le tasche. Potrete scegliere tra un serbatoio da 130 ml e uno da 180 ml, a seconda delle vostre esigenze di stiratura.

Il dispositivo è pronto in un batter d’occhio e garantisce un’autonomia che varia tra gli 8 e i 10 minuti. Gli acquirenti lo trovano comodo per ravvivare i capi e renderli in buone condizioni quando sono troppo stropicciati.

Il getto di vapore è continuo, anche se per alcuni utenti è troppo flebile, per cui il tempo impiegato nell’uso risulta eccessivo e il numero di indumenti stirati davvero esiguo. Il peso è invece un punto di pregio, in quanto pari a circa 600 grammi: potrete anche metterlo in valigia per utilizzarlo in situazioni di emergenza.

In omaggio nella confezione troverete un guanto di protezione e una spazzola per eliminare i pelucchi.

Per chi ha sempre problemi di spazio in valigia, il nuovo Yoleo potrebbe rivelarsi una piacevole sorpresa, a patto che non gli si chieda di lavorare troppo. Ma spiegheremo meglio questo punto durante l’analisi dei pregi e dei difetti che trovate di seguito.

 

Pro

Leggero: A differenza di tanti elettrodomestici analoghi, anche di marche rinomate, questa stiratrice si fa apprezzare per la sua leggerezza.

Comodo: Si tiene in mano con grande semplicità e senza affaticarsi.

 

Contro

Autonomia: Si riesce a stirare per non più di 10 minuti.

Vapore: Il flusso non ha soddisfatto parecchie persone, è ritenuto troppo debole e ciò comporta la necessità di maggior tempo per terminare la stiratura.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ocday 1000W

 

Se non sapete ancora quale stiratrice a vapore portatile comprare, soffermatevi a dare uno sguardo agli ultimi posti della nostra classifica, dove potete ancora trovare modelli dalle prestazioni soddisfacenti. Ocday propone un prodotto molto pratico da usare, grazie soprattutto all’impugnatura che rende più semplice direzionarlo sugli indumenti.

Un elemento molto positivo è il sistema di protezione che disattiva il getto di vapore quando rimane poca acqua o se il dispositivo si surriscalda. Nonostante i suoi 1000 watt, però, il serbatoio è poco capiente (circa 100 ml) per cui non si ha molta autonomia quando lo si vuole usare in maniera continuativa.

Le sue dimensioni, che raggiungono in lunghezza i 300 mm, ne rendono possibile il trasporto anche in valigia. Utile la presenza di due spazzole per ravvivare i capi e pulirli dai pelucchi e il manuale di istruzioni che può chiarire alcuni dubbi a chi non è avvezzo a elettrodomestici del genere.

Certamente non è il modello più economico che vi abbiamo proposto fino a questo momento ma prima di pensare al costo, valutate con attenzione i pregi e i difetti che abbiamo riscontrato e, se non siete convinti, abbiamo per voi altri articoli in vendita a prezzi bassi.

 

Pro

Impugnatura: È una stiratrice che si fa apprezzare per la sua particolare impugnatura che ne facilità l’uso e permette di indirizzare molto bene il vapore prodotto.

Trasporto: Avendo dimensioni molto contenute, non ci sono problemi a metterla in valigia, anzi, potrebbe entrare tranquillamente in una borsa.

 

Contro

Serbatoio: Può contenere poca acqua, appena 100 ml, di conseguenza la sua autonomia è piuttosto limitata.

Forza insufficiente: Il getto di vapore, da molti, è ritenuto troppo debole.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Aicok FRAFF72547-FFCMT

 

Il prezzo molto basso fa sì che la stiratrice portatile di Aicok sia uno dei modelli più venduti sul web. Questo prodotto ha un serbatoio interno da 110 ml, sufficiente per darle un’autonomia di circa 10 minuti per eliminare le pieghe dai capi. La parte trasparente, presente sul corpo, permette di rendersi conto del livello dell’acqua e di riempirlo nuovamente quando ce n’è bisogno.

Le sue dimensioni e il peso sono tali da consentire di portarla anche con sé e il sacchetto contenuto nella confezione aiuta a ripararla dal contatto con altri oggetti. Il miglior modo per usarla è quello di tenerla piegata a 45 gradi, di modo da direzionare bene il getto sugli indumenti da trattare.

Alcuni utenti risentono della mancanza delle istruzioni in italiano, che avrebbero potuto dare un aiuto in più in caso di problemi. Nel complesso si tratta però di un elettrodomestico pratico, che è dotato anche di un cavo da 2 metri, sufficiente per darvi un valido raggio d’azione.

E siamo giunti alla stiratrice a vapore pensata da Aicok. Il prezzo è molto interessante ma non affrettiamoci e analizziamo i suoi punti di forza e quelli deboli.

 

Pro

Conveniente: È venduta a un prezzo più che accessibile anche da parte di chi ha un limitato budget a disposizione.

Veloce: Il vapore si genera velocemente e dunque si è pronti per stirare già dopo pochi istanti dall’accensione.

 

Contro

Autonomia: Il serbatoio è piuttosto piccolo, dunque l’autonomia ne risente.

Vapore: Il getto è piuttosto debole e in molti non lo ritengono adeguato a eliminare le pieghe più ostinate.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare una stiratrice a vapore portatile

 

Chi non vorrebbe avere sempre a portata di mano quegli elettrodomestici così tanto utili da risultare indispensabili anche in viaggio e in vacanza? Purtroppo, a causa del loro peso e dell’eccessivo ingombro, spesso siamo costretti a rinunciare a queste piccole comodità e a cercare di arrangiarci come meglio è possibile.

Fortunatamente, nel corso degli anni, le grandi aziende hanno cercato di creare apparecchi sempre più piccoli e compatti e, tra i tanti disponibili, molto utile è la stiratrice a vapore portatile, per avere abiti sempre perfetti e impeccabili ovunque vi troviate.

 

 

Struttura e funzioni

Un buon ferro da stiro a vapore portatile può essere utilizzato non solo per stirare i normali capi di abbigliamento ma anche per igienizzare tessuti e imbottiti particolarmente difficili da trattare, come tende, divani e cuscini.

Questi attrezzi sono progettati per garantire la massima praticità, con un peso e una struttura tali da poterli facilmente riporre in valigia e trasportare senza essere di eccessivo intralcio.

I più comodi sono quelli senza manico che si sviluppano in altezza, ed hanno una forma simile ad una spazzola; quelli con l’impugnatura, invece, sono più ingombranti ma, in compenso, sono dotati di un serbatoio capiente che garantisce una maggiore autonomia nell’utilizzo.

Tuttavia, è bene precisare che questi dispositivi non hanno le stesse prestazioni dei tradizionali ferri da stiro con caldaia e hanno funzioni alquanto basilari. Oltre al pulsante o al grilletto per l’erogazione del vapore, la maggior parte dei modelli sono dotati di un comando per la regolazione della temperatura e di una spia luminosa che ne indica il funzionamento.

 

Prestazioni e potenza

Le prestazioni di questi accessori dipendono, innanzitutto, dalla quantità di vapore che sono in grado di erogare; pertanto, è indispensabile che il getto sia abbastanza forte da riuscire a stirare in maniera efficace anche i tessuti più difficili.

Per quanto riguarda il wattaggio, di solito questi apparecchi hanno una potenza che va dai 700 ai 1.500 watt, tenendo presente, però, che quanto più alto sarà questo valore maggiore sarà anche il loro consumo energetico.

Anche la lunghezza del cavo di alimentazione va considerata, dato che un cavo troppo corto potrebbe vanificare la praticità dell’attrezzo, rendendo necessario l’utilizzo di una prolunga; a meno che non si decida di optare per un modello alimentato a batterie, che potrà essere utilizzato comodamente in ogni luogo della casa, senza bisogno di collegarlo alla presa di corrente.

 

 

Accessori e manutenzione

Tra gli accessori che di solito è possibile trovare in dotazione, particolarmente utili sono: la custodia, fondamentale se avete l’esigenza di portare l’apparecchio con voi in viaggio; e una o più spazzole aggiuntive, facilmente agganciabili sull’estremità dell’erogatore.

Un’altra opzione molto pratica potrebbe essere il sistema “due in uno”, che consente l’erogazione del vapore sia in verticale sia in orizzontale, permettendovi di lavorare anche su un piano d’appoggio e perfino di stirare lenzuola e piumoni senza disfare il letto.

Per quanto concerne la manutenzione, il problema principale di questi macchinari è l’accumulo di calcare. Quindi, per garantire una lunga vita al vostro ferro da stiro portatile, dovrete provvedere alla periodica pulizia del serbatoio, svuotandolo e rimuovendo accuratamente tutti i residui al suo interno.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.