Le 5 Migliori Pitture Antimuffa del 2020

Ultimo aggiornamento: 04.04.20

 

Pittura antimuffa – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Il problema della muffa sulle pareti e sui soffitti delle case è molto spesso sottovalutato. Quanti tra di voi hanno pensato che basterebbe della semplice varechina per poter eliminare la puzza e migliorare l’estetica della propria abitazione? Purtroppo la soluzione non è questa, perché anche se le macchie vengono eliminate, rimane l’umidità e così anche le spore delle muffe, con il rischio che il problema si ripresenti nel giro di qualche giorno. Infatti, non si tratta di un semplice difetto estetico, ma ne va della propria salute: è proprio per questo che entrano in gioco le pitture antimuffa. Dato che le numerose proposte presenti in commercio possono disorientare, in questo articolo vi consigliamo le cinque migliori soluzioni, partendo da Max Meyer Termica Pittura murale Anticondensa Antimuffa Termoisolante, che è particolarmente coprente e resistente alle stagioni. Non ci è dispiaciuta neppure Tecnostuk Muffa ko lt.1, una pittura traspirante ma soprattutto semplice da applicare.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore pittura antimuffa?

 

Eliminare la muffa in casa è importante, ma farlo con il prodotto migliore lo è ancora di più. Le pitture antimuffa hanno una marcia in più in confronto alle tante altre proposte che si possono trovare sul mercato e che promettono grandi soddisfazioni, senza mostrare veri risultati fin da subito.

In questa nostra guida per scegliere la migliore pittura antimuffa, abbiamo pensato di redigere le caratteristiche più importanti da tenere in considerazione in fase d’acquisto: seguiteci nei prossimi paragrafi.

La tipologia da scegliere

Quando non sapete quale pittura antimuffa comprare, la prima cosa che viene in mente è di scegliere un prodotto economico ma performante. Il problemi di molti, però, è l’essere disorientati, a causa delle numerosissime proposte che si trovano sia in negozio, sia online: ecco perché è importante fare, prima di tutto, il punto della situazione.

Con una prima ricerca potreste trovare pitture antimuffa siliconiche, che nonostante siano idrorepellenti e traspiranti, hanno un’azione poco invadente sulla muffa, quindi potrebbero tornare poco utili se i muri o il soffitto versano in condizioni gravi.

Ci sono anche le pitture antimuffa anticondensa, che sono l’ideale per chi vive in ambienti abbastanza umidi, perché spingono il vapore acqueo a uscire all’esterno invece che all’interno dell’abitazione.

Queste sono solamente due delle principali tipologie di prodotti venduti online, ma sono anche quelle che si trovano con più facilità in commercio e garantiscono risultati soddisfacenti.

 

Quantità e convenienza

Affinché l’azione della pittura sia efficace è spesso necessario fare almeno due passate, in modo da bloccare il più possibile l’azione di condensa e ripulire i muri o il soffitto. Viene da sé che, per capire come scegliere una buona pittura antimuffa, un’altro elemento essenziale da prendere in considerazione è la quantità di prodotto nella confezione.

Per evitare sprechi o ulteriori acquisti, valutate quanti litri utilizzare in base alla superficie su cui è attaccata la muffa, quindi optate per un secchio da 2,5 L nel caso si tratti di un bagno non troppo grande, oppure uno da 3 L in su per altre stanze con metrature maggiori.

In questo modo, nonostante non si tratti di una misurazione fatta da un professionista, sarete sicuri di due cose: aver fatto un acquisto conveniente e avere abbastanza pittura da poter fare anche una seconda o una terza passata.

Formula e durata dell’azione

Quando si parla di muffa sulle pareti non c’è nulla da sottovalutare, perché i rischi che può incontrare il sistema respiratorio possono essere a lungo importanti. Perciò, avere una casa pulita e un ambiente domestico sano, dipende solo da come viene trattato l’eventuale problema, e per questa ragione le pitture speciali giocano un ruolo fondamentale.

Scegliete un prodotto che vanti una formula priva di sostanze chimiche pericolose come i fungicidi, altrimenti si rischia di eliminare il problema della muffa ma di aggiungerne un altro ben più pericoloso e immediato, perché ne respirerete le particelle mentre pitturate.

Per essere ancora più tranquilli per un lungo periodo, accertatevi anche che la durata dell’effetto della pittura da voi scelta sia superiore a un anno, così eliminerete il problema per molto tempo.

In generale, questa indicazione viene riportata sull’etichetta o direttamente sulla confezione, così vi è più facile scegliere la migliore pittura antimuffa tra tante.

 

Le 5 Migliori Pitture Antimuffa – Classifica 2020

 

Se non sapete dove acquistare la pittura antimuffa, allora seguiteci con la lettura più in basso, perché abbiamo raccolto le soluzioni più interessanti vendute sul web, con un occhio di riguardo anche al portafoglio.

 

1. Max Meyer Termica Pittura murale Anticondensa Antimuffa Termoisolante

Principale vantaggio

La pittura antimuffa Max Meyer è particolarmente coprente e adatta per ogni stagione, perché riesce a isolare termicamente le pareti e allontanare il rischio che la muffa si ripresenti.

 

Principale svantaggio

L’unico neo di questa pittura è la consistenza un po’ pastosa. Infatti, chi non è abituato a utilizzarla o chi vuole unire anche un po’ di colore, riscontrerà qualche problema.

 

Verdetto: 9.9/10

Una proposta interessante per chi ricerca una pittura antimuffa efficiente e molto efficace. Il prezzo non è dei più competitivi, ma il risultato vale la spesa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Quantità di pittura e densità

Al primo posto delle migliori pitture antimuffa 2020 c’è quella di Max Meyer, azienda che da anni produce e progetta soluzioni efficienti per eliminare problemi comuni come questo. Parliamo di una soluzione efficace per ampi spazi, perché nel secchio ci sono 15 kg di prodotto, che possono essere diluiti e utilizzati anche con un semplice pennello.

La densità può tuttavia essere un problema, perché chi non è abituato a soluzioni simili può avere difficoltà a utilizzare la pittura in maniera adeguata. Infatti, è particolarmente viscosa e, se si sbagliano le dosi di acqua o, nel caso in cui vogliate colorarla, si rischia di non riuscire a ottenere la massima resa anche solo dopo una passata.

In ogni caso, questo prodotto vi consente di ottenere diversi strati di pittura e quindi far durare più a lungo l’azione antimuffa.

Versatile e conveniente

Questo prodotto è tra i nostri consigli d’acquisto perché reputiamo sia l’ideale per chi desidera eliminare completamente il problema della muffa. Non vanta un prezzo basso, ma d’altro canto è funzionale alla causa, offrendo una protezione dei muri e del soffitto a lunga scadenza.

Grazie a caratteristiche come l’anticondensa e il termoisolamento, la soluzione Max Meyer è caratterizzata da un buon rapporto qualità/prezzo, sottolineato soprattutto dalla resistenza della pittura sui muri, anche dopo un anno.

Infatti, dando diverse passate, non troverete più alcun problema né di condensa, né di muffa, perciò la spesa vale l’impresa. Può essere utilizzata per interni e per esterni, ma solo dopo aver accuratamente disinfettato tutte le parti del muro colpite dalla muffa, in modo da sfruttare il massimo delle potenzialità di un prodotto simile.

 

Durata nel tempo e resa

Come già anticipato, la quantità di pittura venduta è maggiore di 10 kg, quindi può essere utilizzata per ottenere la massima resa anche in uffici o appartamenti molto ampi. Per  esempio, prendete in considerazione che con appena 10 L di pittura antimuffa riuscirete a dare una passata a un’abitazione di 115 mq.

Ciò significa che, se abitate in un appartamento con una metratura minore di quest’ultima, ci sarà la possibilità di dare più mani e di conseguenza aumentare anche la durata nel tempo. Al netto dei prezzi bassi di altre proposte presenti sul web, questa vernice non è la più economica, ma nel costo ci sono da considerare diversi fattori, tra i quali la quantità di prodotto, la qualità e le altre caratteristiche che abbiamo elencato nei paragrafi precedenti.

Tutto questo concorre a rendere la pittura antimuffa anticondensa Max Meyer un buon affare, anche per i risparmiatori.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Tecnostuk Muffa ko lt.1

 

Al secondo posto della classifica delle migliori pitture antimuffa 2020 si trova la proposta Tecnostuk. Si tratta di un prodotto ecologico, facile da applicare e anche traspirante, quindi ideale per chi desidera eliminare la muffa ma non ha mai svolto lavori simili.

Uno dei suoi pregi è la proprietà sbiancante, che consente di coprire qualsiasi tipo di macchia e allontanare il rischio che il problema si ripresenti in breve tempo, a causa di spore rimaste in casa e nell’aria.

L’azienda, tra l’altro, per assicurare la riuscita dell’operazione di pulizia e per mantenere i muri isolati, consiglia di acquistare anche un altro prodotto chiamato “Kalorfix”. Questo, da un lato, è un punto debole, perché implica che, per godere del massimo delle potenzialità di questa pittura antimuffa, bisogna spendere ulteriori soldi.

In ogni caso, è un articolo che vanta un buon rapporto qualità/prezzo, e che permette di verniciare e tinteggiare i muri anche solo dopo una passata.

Acquista su Amazon.it (€18,6)

 

 

 

3. Genial Solver Anti-Condensa Termico Pittura Antimuffa 2.5 litri

 

La muffa può formarsi sia dentro casa, sia fuori, ma chi è alla ricerca di una pittura del genere per interni, può dare un’occhiata a questo nuovo prodotto firmato Genial Solver. Grazie alla quantità di vernice contenuta in un solo secchio (2,5 L), potete coprire le macchie di muffa e prevenire ulteriori problemi su almeno 3 mq di parete.

Inoltre, si tratta di un prodotto a base di acqua, perciò privo di sostanze chimiche e solventi che possono danneggiare il sistema respiratorio, durante le fasi di verniciatura. Questo particolare, tuttavia, si presenta anche come un punto debole, perché la consistenza della pittura è molto liquida, quindi chi non è abituato a utilizzarla troverà qualche difficoltà nell’applicazione.

In ogni caso, è un articolo conveniente perché, oltre al prezzo basso che vanta, è ideale per tutte le stanze, perché riesce a eliminare fino alla radice il problema delle muffe lasciando traspirare i muri. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Chreon Lechler Termoton 5 Lt Pittura Antimuffa Termica Anticondensa

 

È il turno di un’altra pittura antimuffa, che abbiamo scelto di recensire per le sue caratteristiche e proprietà interessanti. La proposta è firmata Chreon, una delle aziende che produce articoli per finiture, prevenzione e preparazione di muri interni ed esterni, e vanta numerosi pareri positivi da chi, con questo tipo di prodotti, ci lavora.

In particolare, il modello “Termoton” è un prodotto con la base di acqua, adatto solo per le parti interne della casa, e consente, grazie ad altre sostanze emulsionate come le resine acriliche, di diminuire la dispersione termica di ogni muro o soffitto su cui viene utilizzata.

La densità, tuttavia, può causare qualche difficoltà di applicazione a chi non l’ha mai utilizzata, costringendo ad aggiungere dell’acqua per renderla più liquida. In ogni caso, è un articolo dall’aspetto opaco, facile da lavare e che vanta anche un’azione preventiva sulla formazione di muffa.

Acquista su Amazon.it (€44)

 

 

 

5. Sikkens Alpha Tex Schimmelwerend Sf Lt. 2.5

 

Concludiamo con uno degli articoli più apprezzati: la pittura antimuffa Sikkens. Questo prodotto è pensato sia per muri all’interno, sia per eventuali infiltrazioni di muffa all’esterno, ma con una particolare proprietà traspirante che, esente da solventi chimici, ne valorizza l’azione coprente e preventiva.

L’idropittura è a base di sostanze naturali disciolte in acqua, selezionate e addizionate con altri elementi, che consentono di mantenere salda la pittura sulle pareti, lasciando inalterato l’equilibrio dell’umidità.

Sul retro della confezione è presente la dicitura “UNI 11021”, che sta a significare la possibilità di utilizzare questo prodotto negli ambienti dove si consumano alimenti. Certo, non può essere classificato come l’articolo più economico, ma la sua azione di pulizia e prevenzione è talmente potente da poter durare fino a tre anni, se viene utilizzato e mantenuto nel migliore dei modi.

In soldoni vanta un buon compromesso tra il costo e la qualità, perciò l’acquisto ne vale la pena.

Acquista su Amazon.it (€33)

 

 

 

Come utilizzare la pittura antimuffa

 

Eliminare il problema della muffa in casa o in ufficio non è solo importante ma fondamentale.

Per questo motivo, una volta scelto il prodotto migliore tra quelli più venduti, è necessario sapere anche come utilizzarlo.

Leggete i prossimi paragrafi, dove elenchiamo alcuni passaggi da seguire per ripulire le pareti.

Primo step: valutare il da farsi

Come per ogni mossa tattica, che serve a ottenere risultati nel breve termine, il primo passo da fare è quello di osservare la situazione e valutare i passaggi successivi. Con questo intendiamo consigliarvi di calcolare (anche approssimativamente) i metri quadrati di parete e/o soffitto colpiti dalla muffa, in modo da poter avere un quadro completo e decidere quanta e quale pittura antimuffa comprare.

Non è una cosa semplice, infatti per questo passaggio potrebbe servirvi la mano di un esperto, ma prendete un appunto almeno dei metri da ripulire, in modo da sapere più o meno la quantità di prodotto che dovete utilizzare.

In commercio ci sono numerose offerte che propongono anche più di 10 L di pittura, ma, prima di fare una scelta, tenete in considerazione anche i prossimi step.

 

Secondo step: ripulire e disinfettare

Certo, il fai da te non è sempre la soluzione più adatta, soprattutto se le condizioni in cui versano muri e soffitto sono disastrose. Per quanto riguarda il secondo passaggio da svolgere, innanzitutto munitevi di disinfettante e iniziate a pulire anche gli armadi e i tappeti, perché le spore della muffa, una volta entrate in casa, si annidano anche lì.

Senza contare anche i filtri dei condizionatori, oppure l’aspirapolvere, che, una volta accesi, faranno volare in giro per casa tutte le spore, con il rischio che le pareti appena dipinte siano colpite nuovamente.

Lavate accuratamente ogni parte della vostra casa, lasciate arieggiare per diverse ore almeno una volta al giorno e, nel frattempo, scrostate la pittura vecchia sulle pareti che ormai è colpita dalla muffa.

 

Terzo step: dare la prima passata

Ora avete finalmente un muro più pulito e una casa disinfettata, quindi si può procedere al terzo e penultimo step: iniziare a dare la prima mano di vernice antimuffa. Facendo una comparazione con i consigli di alcuni esperti, è auspicabile aver scelto un prodotto anche anticondensa e termoisolante, soprattutto se dovete ripassare i muri esterni.

In ogni caso, diluite la pittura con dell’acqua seguendo il procedimento consigliato dall’azienda, anche se in linea generale è importante utilizzare almeno il 30/40 % di acqua a temperatura ambiente.

Dopodiché, con l’ausilio di un pennello, (così da essere più precisi anche negli angoli) passate la prima mano su tutta la superficie della parete o del soffitto e lasciate asciugare fino a quando non notate che la pittura è completamente secca.

Quarto step: ritinteggiare e dare altre passate

Quarto e ultimo passaggio da seguire per ottenere il massimo delle potenzialità, anche dal prodotto più economico, è tinteggiare. Quindi, mettete in un altro secchio un po’ di pittura antimuffa, aggiungeteci del colore e date una prima passata alle pareti, in modo da dare la giusta tonalità all’atmosfera della casa o dell’ufficio.

Poi, vi consigliamo di dare almeno una o altre due mani di pittura, così da essere sicuri che l’azione anticondensa e antimuffa duri più a lungo, con il risultato di avere la massima resa anche per un anno interno.

L’ultima cosa da fare è lasciar asciugare nuovamente e, dopo, avrete finalmente i muri e la vostra salute salvi, praticamente come nuovi.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come diluire la pittura antimuffa?

A meno che non abbiate scelto una pittura antimuffa pronta all’uso, tra le classiche soluzioni presenti in commercio, quasi tutte necessitano di essere diluite. Questo significa aggiungere una dose di acqua a temperatura ambiente pari al 30/40 % della quantità di pittura nella confezione, tranne nel caso in cui l’azienda non fornisca la percentuale esatta direttamente sull’etichetta.

Vi consigliamo, quindi, di mescolarla quando l’avete già diluita per almeno tre quarti, in modo da accertarvi di renderla fluida al punto giusto, per essere applicata con facilità e non essere costretti a buttare tutto a causa di proporzioni sbagliate.

 

Cosa contiene la pittura antimuffa?

Oggi la pittura antimuffa è la soluzione a quasi ogni problema causato dall’eccessiva umidità in casa, tra cui la presenza di macchie di muffa sul muro e sul soffitto, per l’appunto. Ma per essere tanto efficace, la vernice deve essere realizzata con prodotti come resine acriliche e acqua, e senza altri solventi chimici che, a lungo, potrebbero creare problemi di salute.

Questi prodotti consentono di rendere traspiranti i muri stabilizzando l’umidità dell’ambiente e prevedendo la formazione di ulteriori macchie. Ci sono anche pitture con microperline di ceramica all’interno, ma queste servono semplicemente per donare un aspetto meno opaco e più lucente al muro dove vengono applicate.

 

Quanto dura la pittura antimuffa?

I risultati dell’azione di una pittura antimuffa si possono vedere tanto nel breve tempo, quanto nel giro di qualche mese o persino anni. In commercio sono presenti prodotti che vi consentono di avere una protezione e prevenzione anche superiore ai tre anni.

Chiaramente si tratta di articoli costosi e di buona qualità, ma se prendiamo in considerazione prodotti più convenienti, la durata media di una pittura antimuffa si aggira anche attorno ai 24 mesi.

Questo solo se viene trattata, lavata e applicata con cura sulle parti colpite dalla muffa, perché se viene svolto un lavoro approssimativo, allora anche solo dopo poche settimane vi troverete punto e a capo.

 

Come applicare la pittura antimuffa?

Utilizzare la pittura antimuffa è un gioco da ragazzi, ma usarla nel modo migliore è per chi ama ottenere risultati che durino a lungo. Per applicarla serve un semplice pennello con setole morbide, in modo da raggiungere anche gli angoli più angusti del soffitto o delle pareti.

Una volta presa la pittura antimuffa, iniziate stendendola leggermente su tutte le parti, tramite movimenti continui e veloci, dall’alto verso il basso, fino a dare una prima mano sulla superficie.

Attendete quindi che il primo strato secchi (ci vorranno massimo 12 ore in estate o 14 in inverno) e poi concludete una seconda e ultima passata di pittura.

 

Come funziona la pittura antimuffa?

La pittura antimuffa fa parte di quella categoria di vernici speciali, che contengono principi tossici per microrganismi, e vengono regolamentate dalla normative UE n° 528/2012. La loro funzione è quindi quella di uccidere le spore di muffa che si sono formate a causa di infiltrazioni di umidità, dovute a diverse cause.

Di solito, coprendo i muri e il soffitto con questo tipo di pittura, si riesce ad allontanare il rischio di una nuova formazione di macchie, e a prevenire ulteriori problemi isolando le pareti dall’ambiente circostante, quindi equilibrando temperatura e concentrazione di acqua.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status