Alexa e i migliori speaker compatibili 

Ultimo aggiornamento: 06.07.20

 

L’evoluzione tecnologica è entrata nelle nostre case passando dalla porta principale e puntando su un’interazione che più naturale non si può, ovvero quella che utilizza la voce. Dispositivi fino a pochi mesi fa totalmente sconosciuti sono diventati di uso comune. Stiamo parlando degli speaker compatibili con Alexa, ovvero apparecchi connessi a Internet via Wi-Fi e dotati di altoparlanti e microfoni con cui dialogare sfruttando le sterminate conoscenze dell’assistente virtuale di Amazon.

 

Chi è Alexa?

L’idea di interagire con un computer utilizzando la voce è alla base di numerosi film di fantascienza, però difficilmente mentre ascoltavamo l’evoluto supercomputer HAL 9000 di 2001 Odissea nello spazio potevamo immaginare che un giorno anche noi avremmo parlato con un’intelligenza artificiale. Invece l’evoluzione ha viaggiato veloce e adesso possiamo dialogare con gli assistenti virtuali che popolano lo smartphone, l’automobile e la nostra casa. Proprio questi ultimi, e in particolare Alexa, frutto dei geniali investimenti in ricerca e sviluppo da parte di Amazon, hanno reso alla portata di tutti questa tecnologia e creato un modo alternativo per ottenere informazioni e semplificarsi la vita. 

Ok abbiamo appurato che siamo di fronte a un concentrato tecnologico all’avanguardia di cui solo dieci anni fa non potevamo nemmeno ipotizzare l’esistenza ma, in concreto, in che modo Alexa ci può essere utile e perché dovremmo mettere mano al portafoglio per acquistare uno degli speaker Echo? Per prima cosa bisogna essere un po’ appassionati di prodotti hi-tech perché buona parte del piacere sta proprio nell’idea di dialogare con un’intelligenza artificiale. Niente di quello che fa Alexa è indispensabile e insostituibile. È ovvio che ci si possa alzare dal divano per accendere la luce ma volete mettere dire “Alexa accendi la luce della sala” e vederla accendersi? Altrettanto facilmente potete impostare sullo smartphone un timer di 10 minuti ma non è molto meglio dire “Alexa imposta timer 10 minuti”? 

Perché alla fine questo fa Alexa. Noi le chiediamo una cosa e lei ci risponde, interrogando in tempo reale il proprio sterminato database di informazioni, noi le ordiniamo qualcosa e lei lo esegue. Come ci riesce? Grazie agli algoritmi che la governano e alla connessione Internet, senza la quale gli speaker Echo non sono altro che soprammobili dal piacevole design hi-tech. 

Come funziona?

Gli speaker smart realizzati da Amazon, sostanzialmente, sono l’involucro all’interno del quale vive l’assistente virtuale e sono dotati sia di microfoni sia di altoparlanti. I primi servono a captare quello che viene detto ad Alexa. Nei modelli più performanti (e costosi) sono di più, in modo che le sia più facile comprendere al meglio le frasi e non incappare in problemi che potrebbero causare risposte non adeguate. Gli altoparlanti, invece, sono sfruttati sia per dare voce all’intelligenza artificiale sia per godere appieno di una delle funzioni più apprezzate, ovvero quella di riproduttore musicale. Ma procediamo con ordine. 

Pur con la sua intelligenza anche Alexa ha bisogno di qualche indicazione. E come fare per dargliele? Ovviamente tramite smartphone e, per la precisione, grazie a un’applicazione ad hoc, realizzata sia per dispositivi Android sia per Apple iOS. Questa app – che pensate un po’ si chiama “Alexa” ed è disponibile gratuitamente – permette di configurare il dispositivo scelto, impostando la rete Wi-Fi e attivando eventuali servizi compatibili. E qui entra in gioco la riproduzione di contenuti musicali, visto il totale supporto per Spotify e Amazon Music, a patto di aver sottoscritto un abbonamento Premium. A questo punto è sufficiente dire “Alexa riproduci Bohemian Rhapsody dei Queen” per ascoltare le note irradiarsi dallo speaker. Comodo no? Senza l’abbonamento a uno dei due servizi streaming le possibilità d’ascolto sono ridotte. Gli amanti delle sette note, però, possono godersi le trasmissioni radiofoniche grazie al pieno supporto per TuneIn, che è gratis. 

 

Le skills

Ma come fare a sapere che cosa può e non può fare Alexa? Semplice, basta dare un’occhiata alle centinaia di skills disponibili. Di cosa si tratta? Per fare un paragone facilmente comprensibile le possiamo equiparare alle app per  smartphone. Ogni skill dunque incrementa le capacità dell’assistente virtuale, permettendole di apprendere cose nuove. Ecco dunque che la skill del meteo le consente di dirci che tempo farà nella nostra città, quella delle news di comunicarci che succede nel mondo, quella del Fantacalcio ci aiuta a capire che formazione schierare e quella della Treccani ci illustra il significato di una parola che non conosciamo. 

La lista di skills è lunghissima, così come le categorie a dispsizione, dunque difficilmente resterete insoddisfatti della varietà. Più facile, invece, restare delusi dalla qualità di qualcuna, visto che al fianco di quelle molto ben realizzate e utili ce ne sono molte fatte in modo frettoloso e poco convincenti. Il bello comunque è che sono tutte gratis, dunque non c’è che sbizzarrirsi. Ogni settimana, poi, le abilità di Alexa crescono e non è facile riuscire a stare dietro a tutte le novità. Una volta registrato il proprio profilo utente, si riceveranno aggiornamenti via mail che illustrano che cosa l’assistente virtuale ha imparato di nuovo, così da poter sfruttare quello che si ritiene più utile.  

 

La domotica

Tra le applicazioni più interessanti di Alexa ci sono quelle legate alla smart home. In pratica, sempre grazie alla connessione Internet, l’assistente virtuale è in grado di dialogare non solo con noi ma anche con alcuni dispositivi ed elettrodomestici presenti nell’appartamento. Il che si traduce nella possibilità di gestirli senza muovere un dito, utilizzando semplicemente la voce. Alcuni prodotti sono già disponibili da tempo, venduti tra l’altro a prezzi economici, altri sono più costosi o arriveranno nei mesi a venire. 

L’esempio più classico è quello legato alle lampadine Smart, dotate di connessione wireless e illuminazione Led, possono essere accese e regolate semplicemente dicendo “Alexa accendi luce camera” oppure “Alexa imposta luce sala al 50%”. Allo stesso modo si può fare dialogare l’assistente con il termostato Smart (“Alexa, abbassa la temperatura di un grado”), con la televisione (“Alexa, accendi la TV”) o con altri elettrodomestici, anche non “intelligenti” ma collegati alla corrente con una presa Smart. In questo campo siamo davvero all’inizio, dunque è facile ipotizzare che nei prossimi anni le possibilità cresceranno a dismisura, così come gli apparecchi che potremo gestire con la voce. 

Frasi utili

Se avete appena acquistato lo speaker Amazon Echo potreste avere qualche dubbio su cosa chiedere ad Alexa, Vi invitiamo dunque a seguire i nostri suggerimenti. Ecco qualche frase per saggiare le capacità (e il senso dell’umorismo) di Alexa:

“Alexa, le notizie di oggi?”

“Alexa, dammi la ricetta del risotto allo zafferano”

“Alexa, quanti anni ha George Clooney?”

“Alexa, ricordami di comprare un regalo per la festa del papà”

“Alexa, parla come Yoda”

“Alexa, vuoi sposarmi?”

“Alexa, chi è meglio tu o Siri?”

“Alexa, è nato prima l’uovo o la gallina?” 

“Alexa, qual è il significato della vita?” 

“Alexa, quanto fa 128×7?” 

Questi naturalmente sono solo dei piccoli esempi, tra richieste utili e altre spiritose, ma vi invitiamo a dare libero sfogo alla vostra fantasia!

 

 

I migliori speaker con Alexa sul mercato

 

Come abbiamo accennato, senza uno speaker compatibile, Alexa non avrebbe modo di interagire con noi, dunque il passaggio obbligato per entrare in questo universo hi-tech è l’acquisto di uno dei vari modelli in vendita. La scelta è abbastanza ampia visto che Amazon ne ha realizzati diversi, per andare incontro alle esigenze e alla possibilità di spesa degli utenti. Qui di seguito entreremo nel dettaglio dei migliori, evidenziandone aspetti positivi e negativi, e proponendovi anche un link per chi fosse interessato all’acquisto.   

 

1. Echo Dot (3ª generazione) – Altoparlante intelligente con integrazione Alexa

 

Partiamo con quello che si può considerare il modello base della famiglia Echo. Lo speaker si caratterizza per le dimensioni compatte, che si abbinano a una buona resa sonora e a un costo non particolarmente impegnativo. Tutti elementi che contribuiscono a innalzare la qualità del dispositivo, indubbiamente quello che offre il miglior rapporto tra qualità e prezzo. Piccolo e leggero (pesa circa 300 grammi) si può posizionare facilmente dappertutto e dialoga con la rete Internet grazie al Wi-Fi dual-band, compatibile con reti 802.11 a/b/g/n sia da 2,4 sia da 5 GHz.

Tenete presente che per poter sfruttare al meglio alcune funzioni, su tutte la riproduzione di brani musicali da Spotify o da Amazon Music, è necessario essere possessori dell’abbonamento Premium. Il prezzo di vendita è tutto sommato economico (esiste anche una versione con orologio digitale integrato, leggermente più cara), la resa sonora adeguata a un ambiente di dimensioni non troppo ampie e la qualità dei materiali impiegati totalmente soddisfacente. 

 

 

2. Echo Show 5 – Schermo compatto e intelligente con Alexa

 

Pensato per chi non si accontenta della parte audio ma vuole il supporto della immagini, questo Echo Show 5 è anche uno dei dispositivi più economici (probabilmente anche perché Amazon nel frattempo ha lanciato la nuova versione con schermo da 8 pollici). Versatile e compatto, integra un display da 5,5 pollici di buona qualità che amplia le possibilità di sfruttare il dispositivo, visto che consente di visualizzare immagini, video da YouTube e guardare film e serie TV da Amazon Prime Video o il telegiornale di Sky TG24.

Tenete presente però che lo schermo rimane sempre acceso e questo può dare fastidio sia visivamente sia in termini di consumi energetici. Inoltre il processore appare un po’ sottodimensionato e tende a surriscaldarsi, il che si traduce in una scocca esterna un po’ calda al tatto. Nel complesso un buon prodotto che miscela le informazioni vocali a quelle video.  

 

 

3. Echo Plus (2ª generazione) – Hub per Casa Intelligente

 

La parte hardware di questo Echo Plus è di ottimo livello, sia in termini di qualità dei materiali sia delle componenti legate all’interazione con Alexa, visto che i microfoni sono estremamente ricettivi e la resa sonora in riproduzione musicale davvero potente e soddisfacente. Gli altoparlanti sono infatti dotati di processore Dolby così da assicurare un audio omnidirezionale a 360° e una resa dinamica dei bassi. Se la musica è la vostra passione si tratta probabilmente della scelta migliore, fermo restando che la spesa da sostenere per il suo acquisto non è proprio bassa (anche se Amazon spesso lo propone a prezzo ribassato in concomitanza di qualche giornata speciale, tipo Black Friday)

. Quello che non ci convince del tutto non riguarda tanto l’oggetto in sé ma l’effettiva utilità di molte delle skills che affollano lo store. Grazie alla compatibilità Zigbee, l’Echo Plus può essere utilizzato per comandare e gestire vari dispositivi Smart come lampadine, prese di corrente e interruttori.

 

 

4. Echo Flex – Controlla i dispositivi per Casa Intelligente con comandi vocali

 

Il primo passo nell’universo di Alexa si può fare optando per Flex, il piccolino della famiglia Echo, visto che misura poco più di 70 millimetri e pesa circa 150 grammi. Per funzionare è sufficiente inserirlo direttamente in una presa di corrente e collegarlo a Internet, quindi è possibile interagire con la voce con Alexa e ascoltare le sue risposte. Ovviamente l’altoparlante non è all’altezza degli altri dispositivi più performanti (ma anche più cari), perciò bisogna accontentarsi.

Piacevole la scelta di dotarlo di una porta USB così si potrà sfruttare per ricaricare lo smartphone o il tablet. Peccato invece che la spina sia in orizzontale, il che potrebbe creare qualche difficoltà visto che spesso negli appartamenti le prese sono in verticale… a quando una versione con spina che ruota? La comodità principale di Flex è che può essere spostato da una stanza all’altra in modo da averlo sempre a portata di voce. Prezzo molto economico. 

 

 

5. Echo Studio – Altoparlante intelligente con audio Hi-Fi e Alexa

 

Si tratta della scelta per chi mette l’ascolto musicale al primo posto. Parliamo infatti di uno speaker dalla spiccata propensione sonora, che integra cinque altoparlanti pensati per restituire un audio di alto livello, con bassi potenti e il pieno supporto per la tecnologia Dolby Atmos, che si occupa di aggiungere spazialità e profondità ai vostri brani. Inoltre adatta in automatico la riproduzione all’acustica dell’ambiente in cui viene posizionato.

Tornando per un attimo ai cinque speaker, sono stati collocati con grande attenzione all’interno della scocca così da produrre un suono in grado di riempire la stanza. Come tutti gli altri dispositivi Echo assicura piena compatibilità con tutte le funzioni di Alexa. Non convince appieno la reattività dei microfoni, perciò capita di dover ripetere più volte le farsi per farsi capire dall’assistente virtuale. Il prezzo è alto ma d’altra parte si tratta di uno speaker di fascia alta. 

 

 

Gli accessori che vanno d’accordo con Alexa

 

Al fianco degli speaker si è sviluppato un ricco mercato di prodotti che, in un modo o nell’altro, hanno a che fare con l’universo creato da Amazon. Abbiamo voluto raccogliere qui di seguito i più interessanti, con una breve descrizione delle loro peculiarità e un link per chi volesse acquistarli. 

 

Fire TV Stick con telecomando vocale Alexa

 

La chiavetta da inserire nella presa HDMI del televisore è la soluzione ideale per quanti vogliono aggiungere le funzioni Smart a un televisore che ne è privo. Grazie alla Fire TV Stick, infatti, potrete accedere velocemente e facilmente a tutte le più gettonate applicazioni, a cominciare da quelle dei servizi di streaming video come Netflix, Amazon Prime Video, RayPlay, Infinty, Dazn e YouTube.

Disponibile sia nella versione standard sia in quella compatibile con il 4K, la chiavetta è venduta in abbinamento con il telecomando, che serve per interagire con menù e applicazioni, sia nel modo tradizionale (ovvero premendo i tasti) sia impartendo ordini ad Alexa, che si attiva premendo il tasto con il pulsante posto nella parte superiore del telecomando. 

 

 

Echo Wall Clock

 

Vi serve un orologio da parete? Allora perché non acquistarlo Smart? Quello della famiglia Echo all’apparenza sembra un tradizionale modello dalla forma tonda con numeri e lancette bianchi su sfondo nero. La peculiarità sta nella sua capacità di dialogare con uno speaker Echo, in modo da visualizzare i timer che avrete impostato a voce.

Non dovrete fare altro che dire “Alexa imposta timer da X minuti” per vederlo comparire in corrispondenza della cornice dell’orologio e per attivare anche un countdown animato che certifica di essere entrati nell’ultimo minuto prima della scadenza. Il display digitale dell’orologio integra 60 Led, inoltre l’orario viene sincronizzato direttamente con quello del dispositivo Echo associato (dunque con Internet), anche quando si passa dall’ora solare a quella legale.    

 

 

Yagala La presa Smart WiFi funziona con Amazon Alexa Echo

 

Volete che Alexa gestisca l’accensione e lo spegnimento di alcuni elettrodomestici che non sono Smart? La soluzione è una presa intelligente, come quella proposta da Yagala. Una volta inserita si collega alla vostra rete Wi-Fi e, grazie all’app dedicata eFamilyCloud, permette una gestione personalizzata di luce, riscaldamento ed elettrodomestici. In che modo?

È dotata di timer e funzione di pianificazione così è semplice impostare un orario definito per l’accensione o lo spegnimento dei vari dispositivi e risparmiare sui consumi di energia. Allo stesso modo, sfruttando l’assistente virtuale, potrete usare la voce per decidere di accendere la luce, spegnere il termostato o avviare la macchina del caffè. La gestione e l’utilizzo della presa è intuitivo e il prezzo di vendita davvero interessante. 

 

 

Bovon Supporto da Tavolo per Echo Dot 3ª generazione

 

Avete acquistato lo speaker Echo Dot di terza generazione non vi piace l’idea di lasciarlo appoggiato su una mensola? Questo supporto da tavolo realizzato da Bovon permette di posizionare il dispositivo in modo più comodo e sicuro, inoltre è studiato per garantire una rotazione di 360 gradi così da rendere più comoda l’interazione con i pulsanti ma anche assicurare una diffusione più efficace del sonoro.

La parte inferiore dello stand è in silicone antiscivolo così da assolvere a una duplice funzione: mantenere stabile l’Echo Dot dove l’avrete posizionato ma anche proteggere la superficie del ripiano da eventuali graffi e urti. Inoltre la presenza del passacavo consente di mantenere un certo ordine. Prezzo di vendita in linea con la qualità e le funzionalità del supporto.  

 

 

TP-Link KL110 Lampadina Wi-Fi E27, 10 W, Funziona con Amazon Alexa

 

Tra la moltitudine di lampadine Smart abbiamo scelto queste di TP-Link, sia perché sono realizzate da un brand con grande esperienza sia perché sono semplici e comode da utilizzare. Sostanzialmente si collegano alla rete Internet e poi si gestisce la loro illuminazione sia dall’app dedicata sia con la voce, grazie ad Alexa. Hanno il classico attacco E27 dunque sono compatibili con la stragrande maggioranza di lampade e lampadari, hanno una potenza in ingresso di 10W e una temperatura di colore di 2.700K.

Oltre alla semplice accensione, è possibile regolare l’intensità della luminosità in un range che varia dall’1 al 100%, nonché decidere una programmazione, anche da remoto, nel caso si voglia tornare a casa e trovare le luci accese o si voglia dare l’impressione che ci sia qualcuno nell’appartamento in modo da scoraggiare eventuali malintenzionati.  

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status