I 5 migliori chiodi del 2020

Ultimo aggiornamento: 05.04.20

 

Chiodi – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Se li cerchi non li trovi, ma quando non ti servono eccoli lì che sbucano fuori dal cassetto.  Stiamo parlando dei chiodi, che spesso sono utilizzati per fissare un quadro al muro, per realizzare lavori fai da te oppure, come suggerisce un famoso detto, per appendere gli strumenti del mestiere. Oggi, in commercio, esistono numerose tipologie, e questo suggerisce diversi possibili utilizzi: per facilitarvi nella scelta, in questa guida abbiamo selezionato le proposte migliori. Se però non avete tempo per leggerle, allora vi consigliamo di dare subito un’occhiata a Tesa Chiodo Adesivo per Carta da Parati e Intonaco, perché vanta un sistema regolabile che evita di creare fori sul muro. Se invece cercate soluzioni più classiche e variegate, allora Connex Assortimento Chiodi 530 g può fare al caso vostro, poiché si tratta di una confezione di chiodi adatti per qualsiasi lavoro di casa.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere i migliori chiodi?

 

Il primo utilizzo dei chiodi nella storia sembra risalire alle costruzioni di imbarcazioni ma, da quel momento in poi, la tecnologia è avanzata tanto quanto le necessità di ogni individuo. Per questa ragione, per scegliere il miglior chiodo ed evitare acquisti azzardati e inutili, è importante conoscere le caratteristiche principali che deve possedere la soluzione più adatta. Seguiteci allora nei prossimi paragrafi: vi forniremo tre consigli utili prima dell’acquisto di una delle varianti vendute online.

Diversi modelli

Oggi i chiodi possono essere utilizzati su quasi ogni superficie e soddisfano le necessità sia di chi lavora e sia di chi ne fa un utilizzo saltuario. In genere in commercio si possono trovare soprattutto quelli fabbricati in metallo, ma ne esistono di altri realizzati in ferro, ottone e persino rame: la differenza principale sta nel tipo di impiego che se ne deve fare.

Se, per esempio, lavorate la pelle, allora optate per chiodi chiamati rivetti, che non sono appuntiti e che quindi vi consentono di tenere unite le parti senza ferirvi. Esistono anche i chiodi per legno e quelli per carpenteria, che hanno la punta aguzza, ma anche chiodi per scarpe utilizzati nell’alpinismo, oppure quelli da agganciare alle ruote della macchina per muoversi sul ghiaccio. Poi, per concludere la carrellata, c’è anche il dissuasore, che è il migliore chiodo per impedire la sosta dei piccioni.

 

L’impiego

Ora che siete a conoscenza dei principali modelli che potete trovare sul mercato, il secondo passo da fare, per capire come scegliere un buon chiodo, è quello di individuare l’utilizzo che ne dovete fare.

Per esempio, se dovete semplicemente appendere un quadro oppure cercare di fissare al muro oggetti non troppo pesanti, forse la soluzione migliore è utilizzare chiodi in metallo. Se invece avete bisogno di alzare da terra mobili come quelli per il bagno, che sono generalmente più pesanti, vi consigliamo proposte più moderne come quelli che si fissano al muro senza creare fori, e che vengono chiamati adesivi.

Quindi, prima di procedere all’acquisto, fate anche una comparazione con il peso di ciò che andrete ad appendere o a fermare perché, chiaramente, se scegliete il modello sbagliato, potreste perdere tempo e soldi.

Tenuta e qualità

Per “tenuta” si intende la resistenza dei chiodi una volta fissati al muro, quindi, in soldoni, se e quanto reggono ciò che viene appeso o fissato. In commercio, molti dei migliori chiodi del 2020 presentano un tipo di sistema che ne aumenta notevolmente la qualità, e si tratta di un tipo di struttura in metallo in cui la punta può essere piegata e che quindi offre più agganci all’interno del muro.

Questo però non è un elemento così scontato, soprattutto per quei chiodi meno tecnici che si trovano anche in ferramenta. Ciò nonostante, prima di scegliere tra le numerose offerte, fate un resoconto dei punti di forza e di debolezza di ogni proposta, per rendervi conto sia della qualità che vanta un prodotto, sia della tenuta che possiede, e quindi quanti kg può sostenere un solo chiodo. Solo così troverete la soluzione migliore per il vostro obiettivo finale.

 

I 5 migliori chiodi – Classifica 2020

 

Quando non si sa dove acquistare l’articolo che si sta cercando, si è abbastanza in difficoltà. Qui abbiamo selezionato per voi cinque soluzioni differenti che vi aiuteranno a rispondere alla domanda “quale chiodo comprare?”

Perciò seguiteci nei prossimi paragrafi per scoprire di più riguardo le proposte più vantaggiose.

 

 

1. Tesa Chiodo Adesivo per Carta da Parati e Intonaco

Principale vantaggio

Se cercate un tipo di chiodi che non vi costringa a forare il muro e che sia anche abbastanza resistente, allora questo modello Tesa può fare al caso vostro. Nella confezione sono presenti due elementi, ciascuno dei quali riesce a sopportare fino a 2 kg di peso.

 

Principale svantaggio

Senza aver pulito la superficie come da istruzioni, questi chiodi adesivi tendono a cadere perché perdono aderenza. Inoltre è consigliato regolarli, in modo da non farli spezzare.

 

Verdetto: 9.7/10

Un valido prodotto che è innanzitutto economico e che può interessare chi cerca un buon compresso, tra gli articoli che non comportano forature sul muro, tra i nostri consigli d’acquisto.

Acquista su Amazon.it (€5,69)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Applicazione veloce

I chiodi adesivi Tesa sono prodotti particolari, che consentono di non creare fori sul muro e appendere oggetti o quadri di piccole dimensioni. Per farlo è necessario tuttavia seguire alcuni step in modo preciso, perché altrimenti si rischia che, a lungo, perdano aderenza facendo cadere ciò che avevate appeso.

Il procedimento è in verità abbastanza semplice, perché prima si deve pulire la superficie in maniera certosina, eliminando lo sporco e la polvere aiutandosi con un panno pulito in microfibra.

L’azienda quindi consiglia di far aderire la striscia adesiva con la linguetta blu rivolta verso il muro, e poi attaccare i chiodi premendo per cinque minuti affinché siano collocati in modo più sicuro. Tra l’altro, questo sistema non lascia alcun segno sul muro nemmeno se scegliete di togliere la striscia dopo mesi di utilizzo.

Per diverse superfici

Se vi state chiedendo se questo nuovo prodotto può essere utilizzato solo su alcune superfici, la risposta è sì. Infatti, questo tipo di chiodi adesivi non può essere incollato su tutti i tipi di muri perché, per esempio, superfici lisce come i vetri non consentono di avere la giusta presa di cui necessita questo modello per essere funzionale.

L’azienda in effetti consiglia tre opzioni diverse: muri ruvidi, su cui il grip della striscia adesiva è facilitato dalla frizione, oppure muri intonacati, perché rimangono ancora un po’ grezzi e quindi facilitano l’applicazione dei chiodi, come anche la carta da parati.

Quindi, se siete alla ricerca di questo tipo di chiodi, tra quelli più venduti, ma non disponete di superfici del genere, forse questo modello non fa al caso vostro, perché data la mancanza di fori e viti che aumentano la tenuta, rischierete di spendere soldi inutilmente.

 

Resistenza e convenienza

Il tipo di tenuta dei chiodi adesivi Tesa è di solo 2 kg che, considerando la tipologia di applicazione, è in realtà già un bel traguardo. Ciò nonostante, è sconsigliato regolarli in modo eccessivo, magari facendoli pendere eccessivamente, perché si potrebbero rompere con estrema facilità, con il rischio che ciò che avete appeso vada in frantumi o semplicemente cada per terra.

In ogni caso, se cercate un buon compromesso in termini di rapporto qualità/prezzo, allora ne rimarrete soddisfatti, perché la convenienza è di casa Tesa già solo per il costo esiguo e la presenza di ben due chiodi.. Dietro la confezione, poi, sono scritte anche le informazioni necessarie a non sbagliare nulla nell’operazione di applicazione sul muro quindi, se seguite le istruzioni, dureranno anche per mesi.

 

Acquista su Amazon.it (€5,69)

 

 

 

2. Connex Assortimento Chiodi 530 g

 

Quando capita di aver bisogno di un tipo particolare di chiodi per un lavoro speciale, non sempre ce ne sono a disposizione in casa. Per ovviare a queste situazioni sconvenienti, che fanno perdere tempo quando si tratta di lavori urgenti, una soluzione è quella di scegliere un cofanetto assortito proprio come quello a prezzi bassi che offre Connex.

Infatti, senza spendere troppo, avrete a disposizione chiodi con la testa liscia e con la testa gruppino, oppure quelli in acciaio, cambrette, spilli, zigrinati e tantissimi altri. In questo modo sarà tutto a portata di mano per i diversi lavori in casa, anche se non proprio tutti, perché se avete intenzione di appendere o fermare oggetti particolarmente pesanti, questi potrebbero non essere adatti.

Poi, non sono particolarmente resistenti, pertanto con pesi eccessivi rischierebbero di piegarsi irrimediabilmente, costringendovi a utilizzarne altri. Però, tolto questo aspetto, rimane un modello assortito di sicuro interesse per chi non possiede un budget elevato e cerca un prodotto completo che vanta diversi pareri positivi. 

Pro
Confezione assortita:

Grazie alle numerose varietà di chiodi, che vanta questo articolo nella sua confezione, avrete a disposizione di tutto quello che vi serve per lavori dell\'ultimo minuto o per altri che richiedono teste particolari come quelle a gruppino.

Economico:

La confezione in sé è abbastanza economica, e per la sua qualità complessiva può risultare un articolo interessante, dedicato a chi non possiede un budget elevato.

Praticità:

La scatola con gli scompartimenti, in cui sono divisi i chiodi per ogni tipologia, non è troppo grande, quindi potete anche portarla con voi per eventuali lavori fuori casa.

Contro
Non sempre adatti:

Non sono tanto resistenti, quindi se si utilizza troppa forza o si appendono oggetti pesanti si potrebbero piegare.

Acquista su Amazon.it (€10)

 

 

 

3. Tacwise 0397 Punti Zincati Set di 5000 Pezzi

 

Nella terza posizione della nostra guida per scegliere il miglior chiodo, si trova Tacwise, che è un’azienda che produce chiodi sia per uso casalingo e sia professionale. In questo caso si tratta di una confezione da 5000 pezzi, che consente di utilizzarli comodamente anche senza gli attrezzi adatti.

Infatti, nonostante siano pensati come elementi ideali per una chiodatrice, perché adatti per lavori pesanti, le loro dimensioni di 30 mm potrebbero creare non pochi fastidi a chi non è abituato a usare il martello con strumenti così piccoli.

Il rischio è quindi quello di imprimere troppa forza nel battere e quindi piegarli senza la possibilità di recuperarli. D’altro canto, però, non dispongono di una testa, quindi sono pensati principalmente per terminare lavori già cominciati e quindi per fissaggi secondari.

Per esempio, sono perfetti per fermare tavole di legno, per l’assemblaggio di cucine o di altri mobili.

Pro
Numerosi:

In una confezione abbastanza piccola sono contenuti ben 5000 pezzi. In questo modo potrete utilizzarli per molto tempo senza il rischio di terminarli subito dopo pochi utilizzi.

Senza testa:

Poiché si tratta di chiodi pensati per doppie rifiniture, sono sprovvisti di testa. Per questa ragione potrete utilizzarli con il martello ma soprattutto con la chiodatrice.

Prezzo basso:

Questi modelli sono versatili per lavori come quelli di falegnameria, di montaggio di mobili o il fai da te. Non sono troppo costosi, perciò vanno incontro alle esigenze di molti.

Contro
Fragili:

Se vengono fissati con il martello, è importante non imprimere troppa forza, perché si potrebbero piegare con facilità.

Acquista su Amazon.it (€18,74)

 

 

 

4. Bulk Hardware chiodo Acciaio Temprato Testa Zigrinata Ottone

 

Siete alla ricerca di chiodi per quadri ma non avete ancora trovato la soluzione che fa per voi? Allora dovete dare un’occhiata a questa proposta Bulk Hardware: si tratta di una tipologia di articolo che vanta diverse peculiarità interessanti.

Infatti, oltre al prezzo accattivante, c’è anche la quantità di elementi nella confezione, che contiene ben 100 chiodi da utilizzare sia per appendere quadri e sia per attaccare le foto al muro. Si tratta di attrezzi particolarmente resistenti e pensati per offrire una soluzione a chi non ama vedere teste sporgenti. 

Ecco perché l’azienda ha pensato di realizzare questo prodotto con estremità zigrinate in ottone, che donano un’atmosfera un po’ vintage ma comunque piacevole. Tuttavia non sono consigliati per penetrare muri troppo duri, ma sono perfetti solo sul cartongesso o su superfici più morbide, perché tendono a piegarsi con facilità se vengono battuti con troppa forza, nonostante siano in acciaio temprato.

Pro
Materiali validi:

I chiodi per quadri Bulk Hardware sono realizzati in acciaio temprato, quindi vantano una struttura abbastanza compatta e dal colore naturale. Per questo motivo sono validi sia per chi ama un design più vintage e sia per chi desidera prodotti resistenti ed eleganti.

Teste di qualità:

Per appendere quadri e foto al muro, l\'azienda ha pensato anche alle teste dei chiodi, che in questo caso sono diverse da quelle di altri articoli, e infatti sono realizzate in ottone e sono zigrinate.

Economici:

Buono anche il rapporto qualità/prezzo, e in particolare il costo esiguo che vanta questo prodotto.

Contro
Poco versatili:

Non sono chiodi adatti a muri troppo duri o spessi, ma anzi è consigliato utilizzarli per superfici di cartongesso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Blitz ‘Plus’ Parete Ganci con Dita Confezione da 20

 

All’ultimo posto dei nostri consigli d’acquisto c’è l’articolo più economico, ovvero un prodotto dell’azienda Blitz che è pensato soprattutto per chi ama lavori più certosini. Si tratta infatti di un piccolo gancio adatto per le cornici più piccole, dotato di una punta e di una base chiamata “dita”, che consente di far passare cavi o fili più sottili, mantenendo il chiodo in maniera verticale mentre viene martellato.

In questo modo è possibile penetrare la parete con più semplicità: bisogna comunque fare attenzione perché non possono essere utilizzati per reggere oggetti pesanti. La base infatti non è né in metallo e né in ferro, ma è in plastica.

Inoltre, la confezione contiene appena 20 chiodi e quindi potrebbero finire in fretta se dovete utilizzarne molti. Il buon rapporto qualità/prezzo, tuttavia, fa invidia a tanti altri articoli dello stesso genere.

Pro
Precisione:

Grazie alla base in plastica è possibile martellare senza preoccuparsi di spostare i chiodi e penetrare il muro in maniera errata. 

Rapporto qualità/prezzo:

Ciò che spicca in particolare con questo prodotto è la qualità complessiva di ogni chiodo presente nella confezione, ma soprattutto il prezzo accattivante che potete leggere cliccando il link in basso.

Per fili e cavi:

Grazie alle piccole placche in plastica, comprese nella confezione, è possibile fissare i chiodi al muro e far passare cavi o fili elettrici senza difficoltà.

Contro
Pochi:

Nella confezione sono inclusi solamente 20 chiodi. Per questa ragione, se avete bisogno di grandi quantità, dovrete effettuare due o più acquisti.

Acquista su Amazon.it (€7,69)

 

 

 

Come utilizzare i chiodi

 

Di base, uno strumento come il chiodo è utilizzato per creare un collegamento fisso che riesce a fermare due oggetti insieme, quindi per appendere quadri, tenere salde due assi di legno e tanto altro. Chi non sa ancora come utilizzarli, nei prossimi paragrafi troverà la risposta alle proprie domande.

Nel fai da te

Per chi ama creare oggetti fatti a mano dando ampio spazio alla fantasia, l’utilizzo dei chiodi può essere fondamentale. Infatti, nel fai da te non è difficile trovarsi di fronte a un bivio in cui dover scegliere se unire due pezzi con la colla oppure con altro: in questo caso la soluzione migliore è proprio quella di utilizzare dei chiodi.

Per utilizzarli è necessario spesso un martello; in particolare nei lavori di falegnameria, è importante che i chiodi siano appuntiti, perché devono penetrare con facilità la superficie conficcandosi senza problema.

Potreste optare anche per l’utilizzo di una pistola sparachiodi, che è uno strumento che consente di avere una mira più precisa. In ogni caso vi servirà la forza, perché dovrete comunque batterli in modo tale da fissarli correttamente ed evitare che si stacchino,  facendovi perdere ulteriore tempo. 

 

Casi particolari

Ci sono alcuni momenti in cui i chiodi possono tornare utili più di altri oggetti: ci riferiamo anche agli pneumatici, in quanto sono indispensabili per poter guidare sul ghiaccio.  Esistono infatti chiodi a tre o a quattro punte, che servono proprio a questo, e altri che sono riuniti in una sola banda, utilizzata nei posti di blocco per bucare le gomme e far fermare i veicoli. 

Ci sono poi tantissime altre occasioni in cui utilizzare questi attrezzi, anche perché esistono numerose tipologie di chiodi. Per esempio, quelli senza testa sono utilizzati per fissare con più sicurezza due superfici, siano esse in legno o in metallo, ma per questa operazione è necessaria una chiodatrice.

Se pensiamo inoltre al secolo scorso, un altro utilizzo riguardava gli specchi delle vecchie case ammobiliate, dove servivano per fermare il vetro riflettente su una grossa base in legno.

Nei modi di dire

Per concludere questa nostra breve guida per scegliere il migliore articolo, vogliamo citare un altro metodo di utilizzo dei chiodi, che è meno fisico ma sicuramente pratico. Stiamo parlando dei modi di dire in cui, per l’appunto, compaiono questi elementi, e che vi possono aiutare a esprimere meglio un concetto.

Per esempio, almeno una volta nella vita avrete sentito il detto “chiodo schiaccia chiodo”, che vuole significare l’atto di distrarsi da una situazione cercando di focalizzarsi su un’altra. Oppure, quando avete in mente solo un pensiero, si può dire di “avere un chiodo fisso”, come quando ci si innamora oppure si vuole raggiungere un obiettivo con tutte le nostre forze.

Certo, se però non si ottiene nessun risultato, allora sarà proprio il caso di sfoggiare il modo di dire che recita “non battere chiodo”! Insomma, come potete vedere, gli utilizzi di questi strumenti sono molteplici, sia nel lavoro e sia nella vita di tutti i giorni.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come appendere i quadri senza chiodi?

Se siete in affitto o semplicemente non volete forare il muro per appendere i quadri e abbellire il vostro appartamento, un buon metodo è quello di utilizzare i chiodi adesivi. Si tratta di una sorta di strisce con dei ganci che si possono attaccare al muro e che permettono di appendere tutti gli oggetti che volete, perciò sono adatti per qualsiasi stanza.

Infatti, in commercio ne esistono di diverse dimensioni, colori e forme: alcuni di questi riescono a raggiungere una tenuta superiore ai 2 kg, quindi potreste sfruttarli per appendere quadri più pesanti senza preoccuparvi che cadano.

 

Come appendere uno specchio al muro senza chiodi?

Per poter appendere uno specchio senza i chiodi e senza preoccuparsi che cada, ci sono alcune opzioni da prendere in considerazione. Se non è troppo pesante, allora potreste optare per utilizzare degli elementi adesivi; se invece si tratta di uno specchio abbastanza grande e quindi con un peso particolare, vi consigliamo di utilizzare la colla “millechiodi”.

Non si tratta di un prodotto troppo costoso, che soprattutto garantisce una tenuta migliore di tanti altri articoli dello stesso genere, anche perché è testato con oggetti che superano anche i 4 kg di peso.

 

Come appendere una ghirlanda alla porta senza chiodi?

Decorare la casa è sempre stupendo, perché si crea un clima ospitale e piacevole alla vista. Ma se sono arrivate le feste e desiderate appendere alla porta una ghirlanda senza creare buchi che poi restano lì per tutto l’anno, l’unica opzione è quella di scegliere delle paste morbide e incollanti tra quelle vendute online.

All’apparenza sembrano delle piccole gomme da masticare, in realtà sono solamente realizzate con una colla speciale ed elastica che, oltre ad avere un aspetto semplice, si attacca perfettamente su qualsiasi superficie.

Dovete solo assicurarvi di fare un’accurata pulizia prima di appendere la ghirlanda perché, se c’è dello sporco, la pasta incollante non aderirà correttamente.

 

Come coprire i chiodi nei quadri?

Avete finalmente scelto il quadro più bello e ora lo volete appendere in sala da pranzo per creare la giusta atmosfera? Forse l’unico problema in questi casi sono proprio le teste sporgenti dei chiodi, perché fanno perdere un po’ di quell’eleganza che avete tanto sperato.

In queste occasioni le soluzioni possono essere solo tre: inserire i chiodi sotto la cornice, in modo che il battente possa nascondere le estremità, oppure creare con un cordino una sorta di copertura che avvolge le teste o, ancora, utilizzare i classici coprichiodi che si vendono in ferramenta, nonostante siano un po’ vintage.

 

Dove comprare i chiodi a tre punte?

Con l’avvento di Internet non è difficile cercare e trovare tutto ciò che ci serve. Ormai è possibile acquistare quell’oggetto che credevate ormai fuori commercio, ma che invece è anche venduto anche a  prezzi bassi.

Perciò, se non sapete dove acquistare dei chiodi a tre punte, la soluzione può essere in uno dei classici e-commerce che vendono attrezzi per il fai da te. Se non riuscite a trovarli qui, allora potreste anche provare in una ferramenta specializzata dove, al massimo, potete ordinarli e riceverli nel giro di pochi giorni.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status