I migliori paracapezzoli

Ultimo aggiornamento: 03.12.20

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Paracapezzoli – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

L’allattamento al seno può causare spesso ferite, dette ragadi, molto dolorose. Usare i paracapezzoli è un modo per impedire che si creino e anche per aiutare a rimarginare il tessuto già leso. Il modello da selezionare può essere in argento, un materiale igienico, oppure in silicone, se si vuole spendere un po’ di meno. Valutate bene la taglia da selezionare, per non ritrovarvi con un oggetto poco aderente. Non trascurate la possibilità di avere in dotazione anche una custodia, per portare con maggiore facilità il prodotto anche in borsa. La nostra guida può essere per voi un riferimento: se non avete il tempo di leggerla, considerate quali sono i paracapezzoli che abbiamo preferito. SenoCap SEN01 è un articolo in argento 925, privo di nichel, che risulta molto efficace per far richiudere le ragadi in breve tempo. Ci ha convinto anche Silverette – in Argento, un dispositivo medico di classe I, dal diametro di 5 cm e in grado di lenire il dolore causato dalle ferite da allattamento.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere i migliori paracapezzoli

 

Combattere contro le ragadi e il dolore causato dal loro crearsi, in seguito all’allattamento, è possibile grazie ai paracapezzoli. Questo prodotto infatti aiuta le ferite a rimarginarsi senza costringervi a interrompere il nutrimento del bambino. Date un’occhiata alla nostra guida per individuare quelli della migliore marca.

 

 

Guida all’acquisto

 

Il materiale adatto

Grazie ai paracapezzoli poter allattare il bambino diventa un’operazione molto semplice: non sono utili infatti solo per contrastare le ragadi ma anche per rendere più evidente il capezzolo e permettere così al piccolo di succhiare il latte senza far provare dolore alla mamma.

Tra tutti quelli presenti sul mercato è importante selezionare il modello del materiale più valido, per garantire una lunga durata nonostante le sterilizzazioni. Se state pensando di prenderne un paio in caucciù, quindi, dovrete considerare il fatto che questo materiale si deforma dopo svariati contatti con il calore e trattiene sporco e peli più di altri.

Se ne fate una questione di prezzo, considerate allora che spenderete di più, perché dovrete acquistare un nuovo paio dopo qualche uso. Una soluzione molto più indicata è quella di optare per un modello in silicone, inodore e insapore, quindi non lascia alcuna traccia che possa infastidire il bambino nel momento dell’allattamento.

Può essere inoltre sterilizzato con molta facilità perché resistente, ma teme i primi dentini dei piccini, che potrebbero forarlo se si attaccano con forza al capezzolo. Infine, consideriamo anche la possibilità di acquistarne un paio in argento, da mettere nel reggiseno, per alleviare il dolore post allattamento. Questo materiale è infatti un naturale antibatterico.

 

Forme e misure

Un altro elemento che può determinare la vostra scelta è la forma del paracapezzolo: quello più in voga è il circolare, facile da indossare proprio per la sua aderenza all’areola. Le recensioni di molte utenti hanno messo in risalto quelli a farfalla, che permettono al bimbo di mantenere un contatto più forte con la pelle della mamma mentre allatta, così da fare in modo di non disturbarlo in un momento tanto intimo.

Un’altra caratteristica importante è la presenza dei tagli: su alcuni modelli ce ne sono di verticali, che aiutano il bimbo a regolare l’uscita del latte, che segue così i suoi ritmi. Non trascurate poi l’importanza della taglia giusta, che è fondamentale per impedire al bambino di avere coliche, soprattutto se il modello scelto è troppo grande.

Alcune marche propongono come misurazione la 1 e la 2, altre invece il classico S/M/L, ma il fattore più importante resta la forma della tettarella, che deve essere necessariamente più corta del palato del piccolo, se si vuole che vi si attacchi senza problemi.

Nella nostra classifica in basso potrete scegliere uno dei modelli più validi tra quelli presenti sul web.

 

 

Gli optional

Se fate parte della cerchia di acquirenti che confronta i prezzi, non potrete non spendere un po’ di più pur di avere a portata di mano una custodia, che vi permetta di portare in borsa i paracapezzoli, così da usarli anche fuori casa.

 

I migliori paracapezzoli del 2020

 

Potete dare qui un’occhiata ai prodotti che abbiamo preferito tra quelli venduti sul web e che abbiamo annoverato tra i migliori paracapezzoli del 2020. Consultate i nostri consigli d’acquisto per individuare quelli che fanno per voi.

 

Prodotti raccomandati

 

SenoCap SEN01

 

Se volete curare le ragadi in maniera davvero efficace, potete scegliere i migliori paracapezzoli in circolazione, ovvero quelli in argento 925, proposti da SenoCap. Per questa ragione si tratta di uno dei prodotti più venduti del web, nonostante il costo sia abbastanza importante.

All’interno della confezione ne troverete due, entrambi sigillati, che potrete applicare sui capezzoli e lavare dopo ogni utilizzo. Un elemento molto apprezzato è la totale assenza di nichel, che permette di indossarle anche a chi è allergico a questa sostanza.

Si tratta inoltre di un dispositivo medico di classe I, per cui la sua efficacia è comprovata. Molte utenti trovano infatti sollievo e sostengono che le ragadi guariscano in poco tempo, grazie al loro impiego. Ciò che invece non convince tutte è l’odore metallico che lasciano sulla pelle e che potrebbe infastidire il bimbo nel momento dell’allattamento.

Acquista su Amazon.it (€29,9)

 

 

 

Silverette – in Argento

 

Quelli di Silverette possono risolvere il dubbio di chi non sa quali paracapezzoli comprare tra quelli venduti online, in quanto sono un dispositivo medico di classe I. Per questa ragione devono essere preferiti da chi ha problemi di ragadi e ferite al seno, in quanto aiutano a far cicatrizzare in fretta e quindi leniscono il dolore.

All’interno della confezione troverete due coppette, entrambe in argento 925 e dal diametro di 5 cm, che si adatta a gran parte dei capezzoli. Molto importante che non sia presente nichel al suo interno, così da non suscitare allergie in chi li indossa.

Il costo appare abbastanza alto, in comparazione con altri modelli simili e tenendo anche conto che non si tratta di un oggetto utile ad allattare. Inoltre c’è chi riscontra una certa fragilità nel materiale, che tende a scurirsi dopo i lavaggi.

Acquista su Amazon.it (€44)

 

 

 

MAM BC0311

 

Quelli di MAM sono paracapezzoli in morbido silicone, un materiale che si presta bene a essere disinfettato e sterilizzato, in quanto mantiene la sua forma. Un elemento molto apprezzato è la struttura a farfalla, che rende più semplice applicarlo e più naturale per i bambini succhiare il latte.

Il prodotto è privo di BPA e BPS, ovvero sostanze nocive alla salute ed è dotato di due tagli verticali che permettono al piccolo di modulare l’uscita del latte materno. La taglia disponibile è la S, per cui dovrete sceglierli se avete capezzoli piccoli.

Valido il prezzo, che ci permette di considerare questa come una delle offerte sul web a prova di risparmiatore. Nonostante però siano sottili, non tutte le utenti li considerano così poco invasivi da non creare fastidio quando li si indossa. Arrivano con la custodia che permette di portarli in borsa e di usarli quando si allatta.

Acquista su Amazon.it (€14,62)

 

 

 

Chicco – in silicone

 

Anche Chicco può aiutarvi a capire come scegliere un buon paio di paracapezzoli, grazie alla soluzione pensata per voi. Questo prodotto in silicone è disponibile in due taglie, S/M e M/L, entrambe vendute a un prezzo accessibile davvero a tutti.

Il vantaggio sta nel poterlo lavare quante volte si vuole e anche sterilizzare utilizzando la scatola inclusa nella confezione. Questo elemento è utile sia per portare in borsa i paracapezzoli, sia, appunto, per fungere da recipiente nel quale collocare l’articolo quando lo si vuole disinfettare.

La forma a farfalla è ergonomica, anche se non tutte le mamme sono contente dell’aderenza, che pare non sia valida in tutti i casi. Sono invece apprezzati i tagli verticali che aiutano il piccolo a succhiare il latte con il suo ritmo.

La superficie molto sottile è inoltre gradita a chi non sopporta indossare oggetti sintetici, soprattutto in zone così sensibili.

Acquista su Amazon.it (€8,99)

 

 

 

Philips Avent SCF156/00

 

Piacciono molto anche i paracapezzoli di Philips Avent, dal prezzo molto piccolo nonostante si tratti di un prodotto facilmente riutilizzabile. Sono infatti in silicone, per cui possono essere lavati e sterilizzati ad alte temperature, senza rovinarsi.

All’interno della confezione troverete due pezzi, che potrete scegliere della misura più indicata per voi: mini o standard. Molte utenti sostengono che la taglia classica sia troppo grande anche per chi ha i capezzoli ben sviluppati, per cui consigliano di propendere per quella con diametro da 15 mm.

Piace la forma a farfalla, che garantisce una buona aderenza alla pelle e rende più semplice per il bambino succhiare il latte, vista anche la presenza di un foro in direzione del capezzolo. C’è chi consiglia di acquistarli per prevenire le ragadi in quanto sembra che, su quelle già formate, non sia utile per farle rimarginare.

Acquista su Amazon.it (€8,71)

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status