fbpx

I migliori stivali da moto

Ultimo aggiornamento: 20.11.19

 

Stivali da moto – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Chi è solito guidare una moto di una certa cilindrata, oppure si dedica al motocross, sa quanto sia importante calzare un buon stivale da moto. Questo accessorio è indispensabile sia per la protezione degli arti inferiori, sia per la comodità che offre durante la guida. Un paio di stivali da moto tra i più apprezzati sono i Dainese Nexus, che prevedono degli inserti in poliuretano a livello dello stinco e altrettanti per diminuire lo shock sul tallone, in caso di incidente. Sempre della stessa fascia di prezzo, rientrano i Forma Stivali da Moto, che si caratterizzano per un design dai colori sgargianti e per diverse chiusure poste lungo lo stivale, che aiutano a trovare la giusta calzata a prescindere alla dimensione del proprio polpaccio.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere i migliori stivali da moto

 

Gli stivali da moto devono far parte dell’attrezzatura di ogni motociclista che si rispetti. Come la tuta, il giubbotto o il casco, anche quest’ultimi sono pensati per proteggere il centauro in caso di caduta, e quindi la scelta deve essere oculata. 

Come norma ci sono varie fasce di prezzo, dettate per la maggior parte dei casi dai brand che li producono e dai materiali utilizzati per la loro realizzazione. Tutti gli stivali da moto devono consentire al motociclista di tenere al sicuro la parte inferiore della gamba, in caso di caduta, evitando possibilmente la frattura di caviglia, femore e malleolo, ossa molto delicate e che facilmente si potrebbero rompere, nel caso di uno sfortunato incidente. 

Nella nostra guida per scegliere i migliori stivali da moto vogliamo valutare i modelli più venduti evidenziando pro e contro di ogni modello. Non resta che seguire i nostri consigli d’acquisto e i link per sapere dove acquistare quelli che più ritenete interessanti.

Guida all’acquisto

 

Omologazione

Per prima cosa, come la maggior parte degli accessori e dell’abbigliamento per motociclista, anche gli stivali da moto devono essere contrassegnati con una specifica omologazione, che consente la vendita sul territorio europeo e che certifica che siano adatti all’utilizzo proposto.

In questo caso la dicitura da cercare, tra varie specifiche tecniche che ogni produttore deve evidenziare, è la EN 13364. Se questa omologazione non è presente, è meglio non prendere in considerazione tale stivale, pena una minore sicurezza.

Paradossalmente potreste avere anche una multa, nel caso veniste fermati dalle forze dell’ordine, che potrebbero verificare se tutto il vostro abbigliamento è conforme ai canoni europei. L’omologazione EN 13364 può essere di livello 1 o di livello 2: la differenza risiede nella resistenza all’abrasione dello stivale a contatto con l’asfalto, in caso di caduta.

 

Vestibilità

Per sapere come scegliere dei buoni stivali da moto, come per le normali scarpe da indossare tutti i giorni, vale la regola che il modello scelto deve essere comodo da indossare e che quindi non stringa troppo il piede o, in questo caso, il polpaccio. 

Quando si acquista uno stivale da moto non basta calzarlo e fare due passi, come si farebbe con un paio di mocassini. La migliore “prova” per capire se il modello indossato fa al caso vostro è quelli di mettersi “in posizione da moto”, ovvero con le gambe piegate come quando siete in sella. 

Inoltre la prova deve essere fatta con un calzino abbastanza pesante: se sentite che lo stivale è troppo stretto o peggio troppo largo, cambiate modello. La scelta di questo accessorio deve essere accurata, perché ne va della vostra sicurezza e anche della normale comodità, una volta indossato.

 

Stivale da turismo

Gli stivali si suddividono per il tipo di motociclismo (e relativa moto) che si fa normalmente. Chi ama il mototurismo deve rivolgersi verso modelli che, in comparazione a quelli pensati per la guida in pista, devono consentire anche di fare una camminata senza spaccarsi i piedi.

In questo caso si deve anche valutare la suola, per far sì che questa consenta di fare una breve passeggiata, senza il rischio di scivolare nel caso si cammini su asfalto bagnato, erba o ghiaia. 

Anche in questo caso il piede deve essere sì ben fasciato, ma non si devono sentire dolori perché troppo stretti o perché il piede è troppo vicino alla punta.

Quattro stagioni

Molti motociclisti che non badano ai prezzi bassi scelgono di avere un modello da utilizzare d’estate e uno per i mesi più freddi. Se il vostro budget non vi permette questo doppio acquisto, è meglio indirizzarsi verso gli stivali da moto dotati di membrana impermeabile, che consentono di essere utilizzati tutto l’anno, senza dover calzare soprascarpe o ghette per tenere i piedi all’asciutto. 

Ci sono anche modelli che hanno delle fodere termiche interne contro il freddo, che si possono rimuovere quando la stagione si fa più calda. Per quanto concerne i materiali, è preferibile optare tra quelli in pelle bovina o quelli in materiali sintetici, tenendo presente che, tra le varie offerte, i primi sono di norma più costosi ma più comodi da calzare.

 

I migliori stivali da moto del 2019

 

Qui potete trovare alcuni modelli che hanno conquistato la nostra attenzione. Fate un confronto delle loro caratteristiche per capire quale sia quello adatto a voi.

 

Prodotti raccomandati

 

Dainese Nexus

 

Principale vantaggio:

Questi stivali, progettati per la guida sportiva su strada, sono omologati EN 13364 di secondo livello, il meglio che si possa avere per la propria sicurezza, per quanto riguarda questo accessorio.

 

Principale svantaggio:

Difficile trovare un difetto per questi stivali da moto di fascia alta, se non il prezzo che potrebbe non essere alla portata di tutti, anche se, come spesso accade, la qualità offerta vale ogni euro sborsato.

 

Verdetto: 9.9/10

Per chi cerca uno stivale da indossare sia in pista sia in strada, la scelta del modello Nexus di Dainese non potrà che soddisfare ogni aspettativa. Materiali, design e sistemi di sicurezza sono tra i migliori che si possano ottenere al giorno d’oggi.

Acquista su Amazon.it (€187,91)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Materiali di ultima generazione

Se vi state chiedendo quali stivali da moto comprare, non potete non tenere presente Dainese Nexus. Sono stati progettati con un mix di microfibra e tessuto D-Stone: il primo è il perfetto sostituto della pelle, in grado di offrire un livello molto più elevato di resistenza all’usura. 

La microfibra presenta anche un trattamento speciale sul lato esterno, quindi gli stivali sono meno soggetti a rovinarsi anche con l’andare del tempo. Questo materiale è inserito esternamente e avvolge tutto lo stivale, con rinforzi sui lati e anche sul gambale, mentre nel collo del piede è collocato un materiale più sottile “a fisarmonica”, che si adatta alla perfezione in questa area critica, grazie alla flessibilità offerta.

Il tessuto D-Stone è un materiale creato appositamente da Dainese ed è composto da nylon ad alta resistenza con inserti in elastomero, molto simile alla pelle, e che l’azienda utilizza anche per altri accessori come guanti, giacche e via dicendo. 

Questo tessuto viene sfruttato in quelle aree in cui sono richiesti sia alti livelli di protezione, sia flessibilità ed è posizionato nella parte esterna dello stivale. L’interno presenta un doppio strato di tessuto: da un lato c’è n’é uno microforato mentre dall’altro è inserito un nuovo tessuto chiamato “3D Bubble”, che assicura una temperatura costante nella zona dei piedi.

Gli stivali non sono impermeabili nel senso stretto del termine, ma comunque non si rischia di bagnarsi i piedi a meno che la pioggia non sia particolarmente abbondante.

Protezioni al top

Gli stivali Dainese Nexus sono pensati per chi guida moto sportive e quindi offrono alti livelli di protezione. Per ottenere questo, presentano una protezione in poliuretano sul gambale, che va dalla caviglia alla zona superiore. 

Nella zona della caviglia è collocato un sistema chiamato D-Axial, brevettato da Dainese, che consente i movimenti di base, ma allo stesso tempo assicura tutta la protezione necessaria in quest’area, evitando la torsione in caso di caduta. 

Tutta la parte del tallone è rinforzata con poliuretano e nylon all’interno: lo stesso materiale (nylon) è posizionato dentro al puntale, mentre sul collo del piede è presente una protezione contro l’usura, dovuta all’utilizzo del cambio.

 

Giù dalla moto

La suola di Dainese Nexus prevede delle scanalature per un’evacuazione ottimale dell’acqua e le aree esagonali assicurano la presa corretta alla staffa della moto. La chiusura degli stivali è posizionata nella parte posteriore. È un sistema con cerniera a zip, molto comune in altri stivali Dainese. Per una migliore regolazione dello stivale una volta calzato, ci sono due alette in velcro che aiutano a adattare perfettamente lo stivale alla gamba. Il sistema di ventilazione è quasi inesistente a causa della protezione termica che lo stivale deve fornire.

Per questo motivo sono presenti solo una piccola presa d’aria posizionata sul gambale e una nella protezione del tallone. Riassumendo, il Dainese Nexus offre tutto ciò di cui può avere bisogno un motociclista che vuole godersi la sua moto sia in pista (occasionalmente) sia in strada, e tutto questo con il giusto comfort termico durante tutto l’anno.

 

Acquista su Amazon.it (€187,91)

  

 

 

Forma Stivali da Moto

 

Questi stivali, prodotti al 100% in Europa, offrono una protezione di alta qualità a un prezzo accessibile Sono indicati per coloro che praticano l’Enduro e il motocross, e necessitano di un modello particolarmente resistente ma al tempo stesso comodo da indossare. 

Piacciono per la punta estremamente piatta, che consente di inserire più agevolmente il piede sotto al cambio. Il design del perno consente movimenti naturali e una maggiore flessibilità senza compromettere il supporto. 

All’interno dello stivale è presente una soletta antibatterica sostituibile con APS (Air Pump System). L’esterno è composto da un mix di cuoio e materiale sintetico, mente la suola è prodotto in gomma MX, realizzata con apposite miscele che ne garantiscono la durata anche dopo molti mesi di utilizzo. 

Come molti altri stivali da cross, il puntale è realizzato in acciaio, mentre le fibbie di blocco di sicurezza sono in alluminio e sono chiaramente regolabili ma anche sostituibili nel caso si dovessero rompere.

Pro
Rapporto qualità/prezzo:

Il costo valido di questo oggetto fa sì che sia tra i più gettonati del web, soprattutto da parte di chi desidera il risparmio senza rinunciare alla sicurezza.

Punta piatta:

Questo particolare è lodato da molti acquirenti, che possono così infilare più facilmente il piede sotto il cambio.

Soletta:

quella interna è antibatterica e garantisce la salute delle vostre estremità.

Fibbie:

Sono in alluminio e possono essere tanto regolate quanto sostituite quando è necessario.

Contro
Spesa:

Potrebbe sembrare eccessiva a chi cerca un modello da non usare con frequenza e che quindi non punta alla qualità.

Acquista su Amazon.it (€217,39)

 

 

 

Oxford Valkyrie

 

Tra gli stivali da moto da donna più venduti, spicca questo modello della Oxford con un nome che richiama le leggendarie Valchirie. Gli stivali sono realizzati in pelle di buona qualità e a prima vista potrebbero sembrare dei normali stivali da giorno, visto che hanno anche un po’ di tacco. 

Questo non deve ingannare, visto che offrono le giuste protezioni per essere indossati senza problemi quando si sale in moto. Piacciono particolarmente le regolazioni multiple, utili per le signore con caviglie più grandi o inclini a gonfiore. 

Molte delle utenti consigliano di acquistare una taglia in più di quella che normalmente si calza, soprattutto se opta per questi stivali venduti online, visto che vestono abbastanza stretti nella zona della pianta del piede. 

Per indossare agevolmente lo stivale è a disposizione una cerniera che corre lungo tutto il gambale, mentre una chiusura in velcro consente di far aderire al meglio la parte alta al polpaccio.

Pro
Moderni:

Si tratta di un modello che può essere indossato come normale stivale, visto che prevede la presenza di un piccolo tacco.

Regolabili:

Grazie al sistema incorporato, possono essere aggiustati in base al piede e assicurare così non solo protezione ma anche comodità a chi vuole tenerli addosso a lungo.

Cerniera:

Non avrete difficoltà a chiuderli, visto che è presente una cerniera che aiuta a far entrare i piedi.

Contro
Taglia:

C’è chi consiglia di acquistare un modello di una misura in più, visto che pare vesta un po’ stretto proprio nella parte relativa alla pianta del piede.

Acquista su Amazon.it (€92,21)

 

 

 

XTRM 810

 

I nuovi stivali XTRM 810 sono adatti agli scooteristi e a chi fa touring. Si tratta di un modello corto, con lunghezza, dal tallone alla parte superiore dello stivale, che arriva a 24 cm.

Il collo del piede è imbottito e flessibile, mentre non manca una protezione della caviglia

rinforzata, così come la punta, che in questo modo non si rovina quando è necessario cambiare marcia. 

La parte alta dello stivale può essere rinchiusa da una patta antivento con velcro, mentre una volta scesi dallo scooter o dalla moto si può contare su una suola con un “pesante” battistrada, che consente di camminare senza problemi anche su erba, fango o ghiaccio. 

Gli stivali XTRM sono pensati per coloro che vogliono un paio leggero, comodo da indossare e che non costi un occhio della testa. Infatti, nonostante la buona qualità generale, il prezzo molto appetibile lo rende uno dei migliori stivali da moto del 2019. Viste le misure, si tratta principalmente di un modello da uomo.

Pro
Protezioni:

La parte relativa al collo del piede è imbottita e sono presenti protezioni nella zona della caviglia e della punta.

Suola:

Dotata di un battistrada rinforzato, permette di camminare facilmente su ogni territorio, inclusi erba, fango e ghiaccio.

Costo:

Il prezzo di vendita piace a chi sta cercando un modello di qualità ma che non abbia un costo eccessivo, quindi questo modello è alla portata di tutte le tasche.

Contro
Taglie:

Quelle a disposizione lo rendono un paio di stivali da moto dedicato prettamente al pubblico maschile.

Acquista su Amazon.it (€50,99)

 

 

 

Protectwear TB-ALH

 

Per gli amanti del mototurismo ecco uno stivale da tenere in considerazione per le molte caratteristiche vincenti che offre. La parte esterna è realizzata in morbida pelle rivestita di PU, che lo rende facile da calzare e al tempo stesso duro quanto basta, per proteggere al meglio piede, caviglia e femore. 

Infatti è alto 29 cm in totale, di cui 2 cm dedicati alla suola rinforzata, che permette di camminare agevolmente su qualsiasi fondo stradale. Sul retro sono disponibili due inserti catarifrangenti, per essere maggiormente visibili da auto e altre moto che seguono. 

La chiusura dello stivale avviene tramite due fibbie rivestite di velcro, che quindi si rivelano facilmente apribili e richiudibili quando necessario. La punta, come da prassi, è piatta per agevolare l’utilizzo del cambio della moto che si andrà a guidare. 

Lo stivale, sinistro, quello deputato appunto per l’utilizzo del cambio, è comunque dotato di un rinforzo superiore per evitare che si rovini. C’è chi lamenta, però, l’eccessiva rigidità di questo modello.

Pro
Protezione:

La pelle rivestita di PU di questo modello lo rende facile da indossare ma anche in grado di proteggere bene zone quali caviglia, piede e femore.

Inserti catarifrangenti:

Posti sul retro, vi rendono individuabili anche in situazioni di buio pesto.

Punta piatta:

Grazie a questo particolare non sarà difficile inserire il piede nel cambio della moto.

Contro
Rigidità:

Secondo alcuni utenti, si tratta di un modello eccessivamente rigido, per cui non troppo comodo da indossare per l’intera giornata.

Acquista su Amazon.it (€87,38)

 

 

 

Stivale da moto o scarpa da moto?

 

Molti appassionati sono più propensi ad indirizzarsi verso le cosiddette scarpe da moto, che sono senza dubbio più comode e alla moda rispetto al classico stivale da moto. Diciamo subito però che molti modelli in commercio non sono omologati a livello di sicurezza, secondo le specifiche EN 13634. 

 

 

L’omologazione prevede che le calzature da indossare in moto corrispondano ai requisiti di sicurezza dettati da tale norma, ovvero che siano alte almeno 16 cm partendo dalla soletta, fino alla parte superiore della calzatura. 

Alcune scarpe da moto sono decisamente più basse, mentre spesso non soddisfano i requisiti di rigidità della suola e della punta che sono indispensabili per l’omologazione.

 

Le scarpe da moto omologate, costose ma sicure

Le scarpe da moto omologate quindi hanno costi molto alti rispetto a quelle non omologate che non offrono tutte o solo alcune delle caratteristiche sopra elencate. Anche se molto più comode da indossare, sono assolutamente sconsigliate per chi va in pista, mentre potrebbero andar bene per un uso saltuario, se si prediligono moto da strada per un tragitto da percorrere molto breve. 

Sono al contrario indicate per chi va in scooter, categoria che spesso ai piedi utilizza normali sneakers, o nel caso delle donne, addirittura scarpe con il tacco. A livello di design sono molto simili alle tanto amate sneakers e quindi si possono indossare per tutto il giorno senza problemi, anche per quanto riguarda la comodità

 

 

Scarpe da moto non omologate: quali scegliere

Se la cifra da spendere per scarpe da moto omologate vi sembra troppo alta, si possono prendere in considerazione i tanti modelli non omologati, ma che presentano almeno alcune caratteristiche che possono mantenere abbastanza al sicuro il piede in caso di incidente.

Nella scelta di questa calzatura è preferibile indirizzarsi verso i modelli realizzati in pelle, che offrano il gambale più alto possibile. Se poi mettono a disposizione anche protezioni nella zona della punta del piede e della pianta tanto meglio. 

Controllate bene anche la suola: questa deve essere il più rigida possibile e deve avere delle scanalature e un battistrada abbastanza pronunciato, per non scivolare quando magari si poggia il piede a terra per fare manovra con lo scooter o quando si arriva ai semafori.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status