I 5 Migliori Antimuffa del 2020

Ultimo aggiornamento: 18.09.20

 

Antimuffa – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior antimuffa?

 

Il tema legato alla scelta di un supporto e un aiuto adeguato contro la formazione di macchie più o meno estese provocate da un eccesso di umidità, porta gli utenti a interrogarsi su quale possa essere la migliore marca di antimuffa a seconda delle proprie necessità. Scopo di questa guida è far luce dunque su quegli aspetti che aiutano a creare un quadro esaustivo e convincente, chiarendo dubbi e semplificando così la scelta finale.

Muffe di varia natura

Il primo aspetto di cui tener conto è quello della qualità e tipologia di antimuffa. Esistono infatti soluzioni più o meno invasive e potenti, motivo per cui bisogna capire a monte la gravità del problema, cercando così la misura adatta per uno scenario che varia da persona a persona.

Nel caso in cui la parete o il soffitto inizino a mostrare i primi segni di una macchia, intervenire rapidamente e in maniera decisa può far risparmiare tempo e denaro. In quel caso si può ricorrere sia a uno spray sia a un supporto da passare sulla parte con l’aiuto di un pennello o di un rullo. 

Chi non ha grande dimestichezza con questi trattamenti e non deve debellare una grossa incrostazione dovrebbe scegliere un prodotto di qualità che si passa con l’aiuto di un erogatore spray. Di solito lo si lascia agire per qualche ora e poi si rimuove la patina e l’accumulo formato. 

Le proposte molto economiche hanno dalla loro la capacità di eliminare sul momento la muffa, ma la loro azione si dimostra spesso limitata e circoscritta nel tempo. Potrebbe quindi accadere che dopo qualche mese, la questione si presenti di nuovo.

Una maggiore aggressività

C’è poi anche la questione della presenza di sostanze più o meno aggressive e della quantità di prodotto necessaria a debellare muffe e licheni. Alcuni produttori hanno investito nel tempo sulla creazione di rimedi privi di biocidi, ovvero delle sostanze che vanno a distruggere in modo definitivo le muffe, con un’incidenza però anche sulla natura e uno smaltimento che molte volte danneggia o può creare problemi ad altri esseri viventi o al regno naturale. 

Da parte nostra teniamo a consigliarvi la scelta di un aiuto a basso o nullo impatto ambientale, controllando al meglio tutte le informazioni sulla confezione, così da capire come e quanto quella soluzione sia efficace, rapportata al tipo di parete e alla grandezza della macchia.

I  prodotti più affidabili indicano come va impostata la pulizia e gli strumenti che si possono utilizzare, oltre all’efficacia del prodotto su superfici interne o esterne. Altra utile nota passa poi dalla necessità o meno di diluire il prodotto oppure preferirne un utilizzo puro.

Il rapporto qualità/prezzo in questo caso deve guardare più all’efficacia e al sistema con cui si affronta la formazione e la crescita di questi microrganismi dannosi. A nostro parere è meglio investire qualcosa in più, e non inseguire per forza la chimera del prezzo più basso, potendo così avere un quadro e delle recensioni adeguate che illuminano il tema legato all’acquisto di un nuovo antimuffa; efficace, pratico e che riesce a far letteralmente piazza pulita di quelle parti che danneggiano non solo esteticamente una zona di casa.

 

I 5 Migliori Antimuffa – Classifica 2020

 

Una volta capito i punti essenziali di cui tenere conto in vista di una spesa per il miglior antimuffa, concentriamo la nostra attenzione su un quintetto di prodotti. Si tratta di consigli d’acquisto che analizzano nel dettaglio alcune proposte ritenute particolarmente interessanti dalla nostra redazione. Scopriamole insieme nelle righe che seguono. 

 

 

1. Ariasana Smuffer Antimuffa Professionale, Spray 250 ml

 

Principale Vantaggio:

In un solo prodotto e in versione spray, è stata concentrata un’azione efficace e mirata contro la presenza di umidità su pareti, zone nascoste del bagno e spazi in cui si annida e prosperano formazioni di questo tipo generate da sporco e umidità. L’azione di Smuffer non è solo pulente ma va a creare anche una difesa che impedisce la proliferazione di questi microrganismi antiestetici e dannosi per la salute e l’igiene domestica.

 

Principale Svantaggio:

Da quanto riportato dalla casa produttrice, lo spray dovrebbe lasciare un odore di limone una volta passato sulla zona da ripulire. C’è da dire che dai pareri raccolti permane spesso un odore diverso, simile a quello della candeggina.

 

Verdetto 9.5/10

Pratico da utilizzare, l’antimuffa svolge bene il suo compito, adattandosi a superfici anche molto diverse tra loro, agendo in profondità su bagni, cucine, garage e anche zone esterne alla casa.

Acquista su Amazon.it (€6,99)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Modalità d’uso

Grazie a una confezione robusta e una modalità spray, l’antimuffa può essere spruzzato anche in punti a volte scomodi da raggiungere e con una capienza di 250 ml si riesce a gestire una superficie anche di medie dimensioni, grazie a un supporto tra i più interessanti ed efficaci sul mercato. 

La semplicità è una delle sue carte vincenti; basta individuare il punto in cui è maggiore la concentrazione della muffa si può scegliere tra spray e schiuma, lasciando poi agire per un tempo massimo di venti minuti. 

Trascorso il periodo, grazie a una spugna asciutta, è sufficiente passare sulla zona interessata così da rimuovere la formazione e il problema, grazie a un’azione pulente e igienizzante che permane a lungo, creando così una barriera efficace a contrasto, riducendo molto gli effetti che l’umidità può generare in punti e zone delicate che prestano più il fianco a queste problematicità. 

Affidabilità

Il marchio Ariasana ha una lunga esperienza nella gestione di questioni legate alla pulizia dell’ambiente e ha concentrato la sua produzione specificamente in vista di una soluzione rapida ed efficace in caso di umidità. 

Per questo la proposta ci è parsa tra le offerte in rete, una scelta adatta a chi non vuole spendere una cifra esagerata e si confronta con problemi e muffe a un diverso stadio di avanzamento. Alghe, licheni e muschi sono altri fastidiosi temi che alcuni utenti si vedono costretti a risolvere. 

Per questo l’ampiezza delle zone d’intervento e l’efficacia dello spray si confrontano con scenari e situazione differenti, con un risultato comune: la risoluzione del problema e la restituzione di uno spazio libero da inestetismi e muffe che a lungo andare influiscono negativamente sulla qualità dell’ambiente.

 

Convenienza

La confezione è in materiale plastico resistente, con un sistema di diffusione dello spray efficace e pratico. In comparazione con altre soluzioni più dispendiose, Ariasana è riuscita a contenere il prezzo, potendo così offrire un supporto adeguato a chi vuole fare piazza pulita di aloni e zone in cui la muffa ha avuto il sopravvento. 

Si configura così come una soluzione a basso costo, semplice ed efficace; due qualità gradite da molti e che già da sole bastano a dare la misura del buon lavoro e attenzione del marchio per un prodotto che elimina una volta per tutte il problema.

 

Acquista su Amazon.it (€6,99)

 

 

 

2. Tecnostuk Muffa Ko lt. 1

 

Per quanti sono alla ricerca di soluzioni definitive e con il vantaggio di igienizzare, rimuovere la muffa e sbiancare, la linea Muffa Ko si rivela una scelta azzeccata e dal pratico utilizzo. Si tratta di una pasta leggera, prodotta e realizzata a seguito di una serie di studi del marchio Tecnostuk, per far fronte alla delicata e annosa questione legata alla formazione di queste macchie dentro e fuori le abitazioni. 

Scegliere tra una pittura, uno spray risulta molto spesso l’unica tra le opzioni disponibili, mentre in questo caso la ricerca ha prodotto un qualcosa di differente, gestibile sia con un pennello sia con un rullo che intende mettere fine al problema.

Il potere igienizzante affronta e ripulisce gli accumuli di muffa, mentre l’effetto sbiancante ridona luminosità alla parete, donando così un aspetto migliore a tutto la zona su cui si è intervenuto. Con un litro di prodotto si riesce a coprire un’estensione di 8 metri quadri.

Pro
Versatilità:

Una volta acquistato, l’utente si porta a casa una soluzione trivalente contro lo sporco e le macchie che tendono ad accumularsi in specifiche zone della casa. Oltre alla copertura infatti la pasta isola la parete e le dona nuova brillantezza.

Tenuta:

La scelta del prodotto incontra la soddisfazione di chi mira a una soluzione definitiva e non a un temporaneo ripiego in caso di muffa. Una volta passato, il prodotto assorbe al meglio ed elimina anche gli accumuli più resistenti.

Impiego:

Chi desidera gestire con poco sforzo il passaggio e la rimozione di macchie, ha trovato la risposta alle sue domande. Il prodotto può essere steso con l’ausilio di un pennello oppure grazie a un rullo.

Contro
Prezzo:

A seconda della grandezza della superficie su cui lavorare potrebbe essere necessario l’acquisto di una quantità maggiore di antimuffa, una spesa in più che non tutti hanno gradito. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Saratoga Z10 Antimuffa 500 ml

 

Il marchio Saratoga, famoso per i suoi siliconi, prende in questa occasione la via legata ai prodotti antimuffa, con un liquido che si spruzza grazie a una pratica bottiglia e a un sistema spray sulle superfici che vanno trattate. 

Ampio lo spettro delle zone d’intervento, con cantine, solai o pareti dei bagni che possono venire trattare in modo adeguato incrostazioni prodotte dall’umidità come alghe e muschi. In più risulta tra i trattamenti più venduti considerata anche la grandezza della bottiglia che arriva a 500 ml. L’ergonomia dell’oggetto è studiata appositamente per renderne l’uso immediato, potendo così mettersi subito all’opera.

Anche sul fronte della sicurezza è stata pensata e realizzata una chiusura a prova di bambino, così da non creare pericolo e poter gestire la pulizia delle zone dedicate in maniera responsabile.

Pro
Praticità:

La bottiglia ha una struttura robusta, con uno spruzzatore pensato per eliminare e generare una fascia ampia capace di coprire in breve la parte interessata da muffe.

Convenienza:

In tanti confermano la tenuta e la capienza dell’antimuffa con 500 ml di prodotto, utile per gestire anche un problema diffuso.

Efficacia:

L’utilizzo del prodotto non si ferma solo alle muffe, coinvolgendo anche muschi, licheni e alghe che possono presentarsi e infestare parti interne ed esterne della casa.

Contro
Gestione sporco:

L’azione pulente del prodotto risolve solo parzialmente la questione legata alla formazione di muffa, allontanando momentaneamente il problema per alcuni mesi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Sikkens Alpha Desifenctor Trasparente Lt. 1

 

Abbiamo qui una soluzione trasparente, pensata per essere posizionata su muri e pareti che soffrono la presenza di muffe e formazioni funghicide. Si distribuisce con un pennello e in una ideale classifica dei prodotti pensati per contrastare gli effetti dell’umidità, occupa un posto importante in virtù di una semplicità d’uso che si accompagna con dei tempi di essiccazione della soluzione. 

Una volta trascorso il tempo necessario, si assiste a una rimozione completa e soddisfacente del materiale presente che ha favorito la comparsa di questi inestetismi sulla sezione interessata. La confezione è da un litro, incolore e non va a creare una pellicola, consentendo  dopo circa sei/dodici ore di verniciare nuovamente dando così nuova vita alla parete.

Con un litro si riescono a coprire circa 13-15 metri quadri per mano, con un effetto finale che può variare a seconda del grado di ruvidità del fondo. Il prodotto Sikkens resta così una valida alternativa che punta e merita l’attenzione degli utenti in virtù di un sistema efficace e comodo di pulitura.

Pro
Confezione:

Semplicità è la prima delle qualità che l’antimuffa mostra a chi desidera acquistarlo. Il liquido viene raccolto in un grosso recipiente dalla chiusura ermetica, a protezione del contenuto e che può essere fissato a parete con il pennello.

Preparazione:

La destinazione d’uso del prodotto prevede un’applicazione sia per interni sia per esterni. Nel primo caso è sufficiente passare sulla zona interessata una mano di Alpha Desinfector, lasciando poi essiccare e procedere di seguito alla spazzolatura dei residui a parete.

Gestione:

Il trattamento è inodore e non lascia sulla zona una pellicola o altro che possa posarsi a lungo sulla parete. Semplicemente una volta distribuito, basta attendere il tempo necessario affinché poi si secchi.

Contro
Spesa:

L’investimento richiesto per acquistare questa soluzione contro muffe, alghe e altri problemi generati da umidità e incuria non è dei più economici, specie per chi deve far piazza pulita di grosse incrostazioni. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Durga Soluzione Canadese, Antimuffa Naturale, Sali di Potassio 1L

 

La proposta Durga, tra i prodotti venduti on line, si differenzia e spicca per la sua capacità di fare a meno di biocidi e altre sostanze dannose per l’ambiente e l’uomo. Una qualità che dal 1994 ha distinto il marchio specializzato in soluzioni per le diverse superfici. 

La potenza e l’efficacia di questo prodotto riescono a far fronte anche a infiltrazioni e situazioni ad alta esposizione di umidità. Può essere passato in diversi modi, utilizzando un pennello, un rullo oppure versando il liquido in un erogatore spray. Gli elementi che si attivano a protezione delle superfici sono i sali attivi, nello specifico quelli di boro, utili a contenere ed eliminare formazioni anche aggressive di muffe. 

Nessuna controindicazione, se non quella di lasciare il tempo al composto di agire e seccarsi, così poi da poter passare una mano successiva o una pittura supertraspirante in presenza di murature.

Pro
Affidabilità:

La scelta di un prodotto totalmente compatibile con gli standard di sicurezza, adatto anche a chi non ha grande esperienza nella gestione di muffe e altre incrostazioni e che sostiene e supporta l’utente dall’inizio alla fine delle operazioni.

Qualità:

I sali di boro lavorano in sinergia con altri elementi naturali nel ridurre e debellare quanto possibile l’accumulo di muffe sulla parete o sul soffitto, isolando così la zona interessata.

Praticità:

La confezione si chiude grazie a un sistema pratico e robusto, che mantiene nelle migliori condizioni il liquido contenuto, con una protezione adeguata anche per i più piccoli.

Contro
Versatilità:

Si lamenta l’assenza di un sistema che oltre a rimuovere la minaccia delle muffe, possa anche ridare nuova luce alla parete interessata dal problema.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere un buon antimuffa

 

Di seguito abbiamo raccolto consigli e buone pratiche per una gestione di un antimuffa capace di porre rimedio alle macchie che vanno a coprire zone di casa come punti del soffitto e pareti particolarmente esposte all’umidità. 

 

 

La giusta quantità 

La scelta del formato dipende in gran parte dall’estensione del problema. Se si devono affrontare piccole macchie che non occupano troppo la zona interessata si può procedere anche con un antimuffa spray, comodo da passare sulla muffa e con un’azione efficace. 

Qualora invece il problema fosse più esteso, è bene pensare a un passaggio con il pennello o con il rullo. Si tratta di supporti che consentono di coprire un’area con maggiori criticità in tempi brevi, trovando così un equilibrio tra l’impostazione del lavoro e i risultati. 

Un primo controllo dello spazio e una verifica della grandezza del problema aiutano poi a capire quanto antimuffa è necessario, non rimanendo scoperti e lasciando così l’operazione a metà.

 

Seguire le indicazioni 

Leggete con attenzione le istruzioni, servono non solo a capire come funziona il prodotto ma danno anche utili suggerimenti sul tipo di materiale e l’effettiva efficacia di quest’ultimo in presenza di mattoni o su un materiale come il legno o una tinta lavabile. 

Preparare poi al meglio la zona d’intervento aiuta a organizzare al meglio tutta la questione legata alla pulizia, ottimizzando e dando una base adeguata al lavoro, senza rischiare di far colare la tinta o di sbagliare qualcosa a causa di una fretta eccessiva.

Soluzioni dal costo maggiore di solito comprendono anche una diversità e una maggiore versatilità. Alcune tinte infatti oltre a ripulire la zona infestata, consentono anche di isolare la parete così che poi si possa passare una mano di nuova tinta, donando così luminosità a un angolo che ha visto nel tempo peggiorare sia l’aspetto sia la qualità dell’ambiente dove questa muffa ha preso il sopravvento. 

 

 

Comprendere poi quanto e come l’antimuffa rispetta l’ambiente e produce in caso danni ad altri organismi è un dovere di ogni utente. Pretendete dunque che le istruzioni sulla confezione siano chiare e ben leggibili, con un corredo di note e consigli d’uso sulla gestione e l’impostazione del lavoro sulla zona interessata. Un trattamento naturale che promette risultati ugualmente soddisfacenti e che in più è rispettoso dell’ambiente.

 

 

 

Domande frequenti

 

A cosa serve il fissativo antimuffa?

Si tratta solitamente di un passaggio precedente con cui si preparare una parete al trattamento volto a prevenire la formazioni di inestetismi e macchie che alla lunga possono espandersi lungo tutta la zona interessata, aggiungendo ulteriori problematicità a una situazione già parzialmente compromessa.

 

La candeggina va bene come antimuffa?

Questa sostanza rientra spesso tra i componenti presenti in spray e pitture che si utilizzano per porre rimedio al problema. Un uso massiccio e continuato della candeggina è da evitare per due ragioni fondamentali. 

In prima battuta perché si tratta di un trattamento aggressivo e che prolungato nel tempo rischia di consumare letteralmente la pittura. In seconda analisi poi non è una soluzione salutare per l’uomo, visto il gran numero di sostanze tossiche rilasciate. Se usata su piccole formazioni di muffa può essere un rimedio limitato, da sostituire però nel tempo con un antimuffa specifico.

 

L’aceto va bene come antimuffa?

Anche in questo caso si tratta di un rimedio casalingo che può far comodo diluito insieme ad acqua, ma solo su piccole incrostazioni e per mantenere salubre un ambiente a rischio quale può essere il bagno. In situazioni di formazioni più estese sulle pareti non basta per venire a capo della questione.

 

Come applicare l’antimuffa?

In presenza di una soluzione spray è bene leggere e seguire le indicazioni riportate sulla confezione, lasciando agire il giusto l’antimuffa. Esistono però anche altre possibili applicazioni, come l’uso di un pennello o di un rullo. In entrambi i casi è opportuno capire come sfruttare questi supporti e il tipo di mano che va data alla parete. Pulizia e gestione poi dei pennelli utilizzati è essenziale per evitare che altre zone della casa vengano contaminate.

 

Il sughero è un antimuffa?

Si, qualora si vuole isolare una parete o prevenire la formazione di  umidità che è il terreno di coltura ideale per le muffe, si possono acquistare dei pannelli appositi con cui gestire il tema collegato all’igiene e al contenimento di eventuali formazioni come licheni e incrostazioni. A tal proposito ribadiamo che il sughero può essere un aiuto preventivo e non risolutivo nel caso in cui la parete presenti delle formazioni più o meno estese.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status