I 5 Migliori Assorbenti del 2020

Ultimo aggiornamento: 05.04.20

 

Assorbente – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Il tema del ciclo mestruale è per molte ancora considerato un tabù o qualcosa di cui vergognarsi. Fino al secolo scorso, le donne erano costrette a tenere nascosti i giorni del flusso mestruale e addirittura, durante il Medioevo, era proibito parlarne in pubblico per non correre il rischio di essere additate come streghe. Nell’antichità, chi aveva il compito di provvedere al lavaggio dei tessuti utilizzati per tamponare le perdite ematiche, era considerato ai margini della società. Per fortuna i tempi sono cambiati, l’emancipazione femminile ha fatto passi da gigante e parlare di mestruazioni è diventato un argomento di cui è possibile discutere senza timore: ciò ha permesso di progredire in campo medico per quanto riguarda le patologie legate alla sessualità e alla riproduzione. In questo articolo, abbiamo scelto alcuni prodotti che pensiamo possano aiutarvi a gestire meglio quei giorni. Ci occuperemo di assorbenti lavabili, adatti a chi ha a cuore l’ambiente, come Rovtop 7 Pezzi 25.4cm Assorbenti Igienici Lavabili, oppure Lines È Ali Lungo Assorbenti 40 Pezzi, per le tradizionaliste che preferiscono quelli usa e getta ma con un comfort maggiore.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior assorbente

 

Per le giovani appena entrate nella fase dello sviluppo o per le donne alla ricerca di un’alternativa ai soliti assorbenti in vendita nei supermercati, abbiamo creato una guida che aiuterà nella scelta del miglior assorbente più adatto alle esigenze di ognuna.

Cosa è necessario prendere in considerazione prima dell’acquisto di una confezione di articoli per l’igiene femminile? Scopriamolo insieme proseguendo nella lettura dei nostri consigli d’acquisto.

Potere assorbente

Scopo principale, potremmo dire anche unico, dell’invenzione degli assorbenti è quello di riuscire a contenere il flusso mestruale. Al giorno d’oggi è possibile trovare in commercio svariate tipologie, ognuna di esse pensata e progettata per adattarsi al meglio a qualsiasi tipo di flusso.

Sulle confezioni dei più comuni articoli per l’igiene intima femminile è presente una scala dell’assorbenza, di solito indicata con delle gocce. Se queste sono tutte colorate, allora il grado di assorbenza sarà massimo, ideale dunque per la notte o per le donne aventi un flusso molto abbondante. 

Minori saranno le gocce colorate, invece, e più basso sarà di conseguenza il potere assorbente, restituendo però un maggiore comfort durante l’utilizzo. Non tutti gli assorbenti sono uguali, alcuni prodotti sono caratterizzati da materiali con una maggiore tendenza a trattenere i liquidi rispetto ad altri.

Vi consigliamo comunque di basare la vostra scelta essenzialmente su ciò che più potrebbe aiutarvi ad affrontare in modo più tranquillo quei giorni, piuttosto che soffermarvi sul prezzo o la bellezza della confezione.

 

Tipologie

Fino a qualche decennio fa, gli assorbenti igienici erano un prodotto per lo più standard, caratterizzati da una striscia di materiale assorbente riempita di ovatta, con una forma rettangolare e due strisce di adesivo poste nella parte inferiore.

C’era giusto qualche piccola differenza in base alla presenza delle ali, alla lunghezza e allo spessore, maggiore o minore a seconda della marca del prodotto. Con il passare degli anni e l’avanzamento tecnologico ottenuto anche in campo medico, sono comparse numerose tipologie.

In Italia, i primi tamponi interni sono comparsi negli anni ’60, creando non poca indignazione da parte della Chiesa, che temeva che l’inserimento potesse provocare la perdita della verginità tra le più giovani. Per fortuna questa diceria fu smentita da tutti i medici, portando all’ampia diffusione di tali articoli.

Altri due importanti prodotti per l’igiene femminile, che andrebbero presi in considerazione, sono i modelli che possono essere lavati e la coppetta mestruale. I primi sono facilmente reperibili in rete ma, se volete sapere come scegliere un buon assorbente lavabile, vi invitiamo a proseguire nella lettura del nostro articolo.

Effetti sull’ambiente

Gli assorbenti usa e getta, sia interni sia esterni, devono essere gettati insieme ai rifiuti indifferenziati. Per cercare di tamponare l’impatto che questi hanno sull’ambiente, consigliamo l’acquisto di quelli biodegradabili, lavabili oppure optare per la coppetta mestruale. I primi possono essere gettati nell’umido, gli altri sono riutilizzabili.

La coppetta mestruale è un’alternativa ancora più comoda, facile da lavare e, grazie al suo contenitore a forma di campana rovesciata, è capace di contenere anche i flussi più abbondanti senza dover essere cambiata spesso.

Purtroppo però, non tutti i corpi femminili sono uguali: se avete l’utero retroverso o cistiti frequenti, forse la coppetta non è proprio la soluzione più adatta.

 

I 5 Migliori Assorbenti – Classifica 2020

 

Qui di seguito troverete i cinque migliori assorbenti del 2020, secondo le recensioni delle utenti che li hanno acquistati. Continuate a leggere per scoprire quali sono.

 

1. Rovtop 7 Pezzi 25.4cm Assorbenti Igienici Lavabili

Principale vantaggio

Fabbricati in microfibra e bambù, questi articoli riescono a trattenere notevolmente i cattivi odori e i liquidi. Presentano una comoda chiusura a bottone che vi permetterà di fissare il prodotto agli slip in maniera sicura.

 

Principale svantaggio

Il prezzo non è propriamente basso, se paragonato alle alternative usa e getta che è possibile acquistare con pochi euro, ma, essendo un’alternativa lavabile e riutilizzabile, la spesa viene ammortizzata su lungo periodo.

 

Verdetto: 9.8/10

Se siete delle donne particolarmente attente all’ambiente e non ne potete più di destinare parte del vostro stipendio mensile all’acquisto di assorbenti usa e getta che incrementano la produzione di rifiuti inquinanti, questo è decisamente un prodotto che dovreste provare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Fibra di bambù

A differenza dei soliti prodotti igienici a cui sarete abituate, questi sembrano preannunciare un ritorno alle origini in cui la tipologia usa e getta non esisteva affatto. Fino agli anni ’20, infatti, le donne in età fertile, durante i giorni del ciclo mestruale utilizzavano panni di lino, scampoli di cotone oppure garze.

L’innovazione di questi consiste nell’utilizzare materiali di pregio, con grande potere assorbente ma rispettosi della natura. Gli articoli  Rovtop sono composti di fibra di bambù certificata Oeko-Tex nella parte esterna superiore.
All’interno sono presenti due strati in microfibra che ne aumentano l’assorbenza e infine, troviamo un altro strato esterno impermeabile e colorato. Oeko-Tex è un certificato che approva la compatibilità ambientale di prodotti tessili e garantisce l’assenza di sostanze tossiche durante la fabbricazione.

La parte in bambù è molto morbida al tatto ed è dotata di due bottoni con chiusura a clip sulle ali, che servono a fissare meglio il prodotto all’interno degli slip per evitare spostamenti.

 

Lavabile e richiudibile

Differenza sostanziale tra questi di Rovtop e gli altri articoli della nostra guida per scegliere il miglior assorbente, è la possibilità di riutilizzarli. Non a tutte però fa piacere l’idea di dover lavare e indossare più volte dei prodotti che sono stati a contatto con le parti intime e il sangue mestruale.

Quindi, se siete schizzinose e già vivete con stress i giorni delle mestruazioni, forse vi converrebbe optare per un altro modello di assorbente. Il lavaggio è molto semplice ed è possibile effettuarlo a mano oppure in lavatrice.

Il nostro consiglio è quello di immergerli dapprima in un recipiente con acqua fredda, per eliminare gran parte delle macchie, e poi inserirli in lavatrice all’interno di un sacchetto. Effettuate un lavaggio con un programma apposito per capi di cotone o sintetici a 40° e lasciateli asciugare completamente prima di indossarli di nuovo.
Altro vantaggio di questo prodotto è la presenza dei bottoni di chiusura, che assicurano una maggiore protezione alla polvere quando non utilizzati.

 

Rispetto per l’ambiente e per la salute

Il beneficio che l’acquisto degli assorbenti riutilizzabili può portare, al di là del semplice risparmio economico, è la possibilità di contribuire alla diminuzione della produzione di rifiuti non riciclabili.

In media, una donna in età fertile e senza patologie del ciclo mestruale, ne utilizza in un anno utilizza circa 280. Considerando il fatto che per riuscire a smaltire un solo assorbente ci vogliono all’incirca 200 anni, converrete con noi che cominciare a preferire prodotti lavabili o biodegradabili sarebbe la scelta che tutte dovrebbero fare.

Inoltre, come molte di voi sapranno, gli assorbenti usa e getta sono trattati chimicamente e spesso sono causa di fastidiose irritazioni e dello sviluppo di allergie ai tessuti sintetici. La fibra di bambù invece, è da sempre conosciuta grazie alle sue proprietà antibatteriche e antimicotiche. È davvero morbida al tatto e confortevole durante l’utilizzo. Inoltre, evita la formazione dei cattivi odori.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Lines È Ali Lungo Assorbenti 40 Pezzi

 

Il secondo prodotto che fa parte della nostra classifica è uno dei più venduti e apprezzati dalle utenti. Si tratta di un modello di assorbente chiamato “è” prodotto da Lines, la famosa azienda di articoli intimi femminili facilmente reperibile in qualsiasi supermercato.

Si tratta di tipo di prodotto caratterizzato dalla presenza di un innovativo materiale chiamato Lactifless, il quale, grazie a dei micro fori posti su tutta la superficie, vanta un potere assorbente due volte superiore di un qualsiasi altro prodotto per l’igiene femminile.

Nonostante ciò, è davvero molto sottile e flessibile, tanto da adattarsi perfettamente al corpo. La presenza delle due ali adesive consente una maggiore stabilità del prodotto negli slip. Con una lunghezza pari a 27 cm, è perfetto per essere utilizzato durante la notte in cui il rischio di sporcarsi è più alto.
Forse potrebbe sembrare un po’ troppo lungo per essere indossato di giorno, soprattutto durante una lunga camminata.

Pro
Sottile:

Grazie al materiale Lactifless, questi articoli sono così sottili che quando si indossano sembra quasi non averli

Quantità:

La confezione contiene ben 40 pezzi, venduti a una cifra molto bassa, un ottimo affare per chi ha bisogno di fare scorta. Facendo un paragone con gli altri prodotti valutati, questo risulta il più economico della nostra classifica.

Assorbenza:

Trattandosi comunque di elementi lunghi, per lo più da utilizzare durante la notte, hanno un potere assorbente abbastanza elevato, perfetto se avete un flusso mestruale abbondante.

Contro
Adesivo:

La qualità dell’adesivo posizionato sulle ali non è il top, infatti non è abbastanza forte e tende a staccarsi facilmente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Nuvenia Assorbenti con Ali Normali con Securefit Ultra Sottile

 

Nuvenia, un altro famosissimo brand di articoli per l’igiene intima femminile, ci offre un nuovo assorbente dotato di air tech, una tecnologia sviluppata per prevenire i cattivi odori e aumentare la sensazione di freschezza durante il ciclo.

La confezione contiene 14 pezzi, un po’ pochi rispetto ad altri prodotti con cui abbiamo effettuato una comparazione, una quantità tale che potrebbe forse bastare per un solo ciclo. Il prezzo è però davvero basso e, considerato il rapporto con la qualità, è più che adeguato.

Dopo l’apertura, riuscirete a capire facilmente come indossarlo poiché l’assorbente presenta una particolare forma a cuore posta sul lato anteriore, mentre quella posteriore si adatta perfettamente grazie al disegno che riporta fedelmente l’anatomia dei glutei.

Sono presenti due ali e un pratico sistema di chiusura “rolla, chiudi e via” che vi consente di gettare il prodotto utilizzato con estrema discrezione.

Pro
Prezzi bassi:

Nella confezione sono presenti 14 assorbenti a un costo irrisorio, per cui si tratta di un’offerta da prendere in considerazione.

Anatomico:

La sua conformazione anatomica si adatta del tutto al vostro corpo dandovi la piacevole sensazione di sentirvi sempre a posto.

Anti odore:

Grazie alla tecnologia air tech, l’assorbente è sottile, leggero e super traspirante.

Contro
Assorbenza:

Il fatto che sia ultra sottile non lo rende un prodotto con un grande grado di assorbenza. Se soffrite di ipermenorrea, vi consigliamo di optare per un prodotto più contenitivo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Organyc Salvaslip 100% Cotone Biologico 4 Confezioni 24 Pezzi

 

Tra le offerte proposte finora, mancava un prodotto usa e getta biodegradabile. Organyc, azienda impegnata nella produzione di articoli in materiale organico, in questo caso ci offre degli assorbenti in cotone puro, completamente biodegradabile e compostabile.

Ciò sta a significare che potrete gettare i residui direttamente nel cestino dell’umido e contribuire alla diminuzione dei rifiuti indifferenziabili. La confezione contiene 24 pezzi, per un totale di 96 salvaslip, con un rapporto qualità/prezzo davvero eccellente.

Il cotone utilizzato è testato dermatologicamente e può essere indossato anche dalle donne più sensibili poiché si tratta di un materiale ipoallergenico. Non sono presenti le ali ma, basandoci sui pareri delle utenti che hanno acquistato il prodotto, il funzionamento dell’adesivo, una volta posizionato all’interno degli slip, è valido.
Purtroppo però, non si tratta di assorbenti ma di salvaslip, molto più piccoli e utilizzati per lo più in caso di spotting, ovvero leggere perdite ematiche o flussi mestruali molto scarsi. 

Pro
Biodegradabile:

Gli assorbenti Organyc sono totalmente biologici e, grazie alla presenza del bollino ICEA, sono catalogati come biodegradabili e compostabili.

Ipoallergenico:

La presenza del cotone puro al 100%, rende il prodotto adatto alle donne dalla pelle sensibile e soggetta alle irritazioni.

Quantità:

In ogni confezione sono presenti 24 pezzi, per un totale di 96. Hanno un rapporto tra qualità, quantità e prezzo davvero infallibile.

Contro
Salvaslip:

Non sono assorbenti ma salvaslip, non utilizzabili quindi durante il ciclo mestruale,  a meno che questo non sia molto scarso.

Acquista su Amazon.it (€15,96)

 

 

 

5. O.b. Tamponi Super Confezione da 1 x 56 Pezzi

 

Ultimo della classifica dei migliori prodotti venduti online, troviamo una confezione di tamponi di marca O.b. Si tratta di un marchio di origine tedesca e la sua sigla, O.b., è l’abbreviazione della frase tedesca “ohne binde” che tradotto significa esattamente “senza assorbente”.

Si tratta infatti di tamponi interni nella versione super, ovvero leggermente più doppi e con un potere assorbente maggiore rispetto al modello base. Resta comunque un prodotto dalle dimensioni molto ridotte, facile da inserire all’interno delle borse o delle tasche.

A differenza di altri assorbenti interni presenti sul mercato, questi vantano una discrezione e una comodità di inserimento maggiore. Nonostante non sia presente un applicatore, infatti, risulta molto facile indossarli.

Meno apprezzato è il fatto che non vi sia un sistema di chiusura: quando arriva il momento di toglierlo e gettarlo, deve necessariamente essere avvolto nella carta igienica o in un fazzoletto prima di inserirlo nel cestino.

Se siete interessate e volete sapere dove acquistare questo comodo tampone, cliccate sul link relativo al prodotto.

Pro
Discreti:

Vista la loro dimensione ridotta, potrete inserirli anche nella pochette più piccola in vostro possesso, per averne un paio sempre a portata di mano.

Comodi:

Inserirli risulta abbastanza semplice, ed essendo molto piccoli, sembra quasi di non indossarli.

Assorbenza:

Anche se piccoli, sono un modello classificato come super e hanno un potere assorbente davvero elevato.

Contro
Senza applicatore:

Per le meno esperte, la mancanza di un applicatore potrebbe far risultare l’inserimento del tampone più difficile.

Acquista su Amazon.it (€10,99)

 

 

 

Gli assorbenti e il ciclo mestruale

 

In questa sezione informativa, cercheremo di darvi maggiori informazioni sulla storia e l’utilizzo questi indispensabili prodotti. Se volete conoscere quali sono, o siete alla ricerca di consigli su quale assorbente comprare, vi invitiamo a leggere la tabella comparativa, stilata appositamente per agevolarvi nella scelta.

Un po’ di storia

L’invenzione vera e propria degli assorbenti ha origini molto antiche. Sia i greci, sia gli egiziani avevano trovato il modo di arginare il problema del flusso mestruale inserendo dei primitivi tamponi fatti di lino, muschio o papiro inumidito.

Col passare dei secoli, la situazione è cambiata ben poco. Durante il Medioevo e il Rinascimento si utilizzavano pressappoco le stesse modalità, servendosi di pezzi di stoffa, scampoli di lino o di cotone e inserendoli in quelli che potremmo definire degli slip molto larghi.

Ciò creava non pochi problemi: a causa delle spiacevoli perdite, la maggior parte delle donne, indossava vesti di color rosso in quei giorni, per cercare di nascondere eventuali macchie. Finalmente, negli anni ’20, fu brevettato il primo prototipo di assorbente usa e getta, la quale vendita, dopo numerose controversie e altre difficoltà sollevate dalle comunità religiose, riuscì a prendere piede, tanto che ora è possibile acquistare ovunque, persino online.

 

Come indossarlo

A seconda di quale tipologia di prodotto per l’igiene intima femminile abbiate deciso di acquistare, il modo in cui dovrete indossarlo sarà diverso. Se preferite quelli semplici, senza ali, vi basterà aprire la confezione, estrarre la bustina contenente il prodotto e aprirla avendo precedentemente lavato le mani.

Staccate l’assorbente da quest’ultima, togliete la pellicola protettiva e inseritelo all’interno degli slip puliti, facendolo aderire bene. Se pensate possa essere più comodo, potete svolgere questa operazione sedute sul water.

Stesso procedimento verrà svolto per l’applicazione di assorbenti esterni con le ali, facendo aderire queste ultime al di sotto degli slip, per una maggiore stabilità del prodotto. Per quanto riguarda i tamponi interni invece, è necessario che abbiate una buona conoscenza delle vostre cavità femminili, per inserire correttamente il tampone all’interno della vagina.

Disturbi del ciclo mestruale

Non tutte le mestruazioni sono uguali, ciò non vuol dire che tutte le tipologie siano normali. Purtroppo, sono tante le malattie dell’apparato riproduttivo di cui tante donne soffrono senza esserne a conoscenza. Molti sono i sintomi che potrebbero essere un campanello d’allarme per la diagnosi di malattie importanti e invalidanti come l’endometriosi o l’adenomiosi.

La dismenorrea, ovvero cicli caratterizzati da dolori molto forti, i rapporti sessuali dolorosi, oppure la polimenorrea, termine con cui si indica un ciclo non regolare o troppo lungo, sono patologie che, nonostante ci troviamo nel 2020, molti ginecologi ancora sottovalutano.

Tali sintomi dunque, possono indicare qualcosa di più serio. In Italia negli ultimi anni, si sta cercando di fare una grande campagna di sensibilizzazione riguardante l’endometriosi, una malattia invalidante nella quale le cellule dell’endometrio vanno ad attaccare altri organi vicini.

L’intestino, il retto o la vescica rischiano così di avere dolorose aderenze, da dover operare chirurgicamente: in alcuni casi questa malattia porta infertilità o la perdita delle normali funzioni corporee.

Non abbiate vergogna di parlarne: basta recarsi in uno dei centri endometriosi presenti su tutto il territorio, nei quali è possibile avere una diagnosi precoce.

 

 

 

Domande frequenti

 

Dove smaltire gli assorbenti?

Purtroppo, i normali assorbenti usa e getta, sia interni sia esterni, devono essere smaltiti nel bidone dell’indifferenziata. In alternativa, per ridurre l’impatto ambientale, potreste prendere in considerazione l’utilizzo di quelli lavabili, della coppetta mestruale, oppure optare per altri in materiale biodegradabile, che è possibile gettare all’interno del secchio dell’umido.

 

Come si mettono gli assorbenti interni?

Se vi state ponendo questa domanda, probabilmente non avete mai utilizzato un assorbente interno. È di sicuro un prodotto più comodo rispetto alla tipologia esterna, visto che consente di correre, nuotare, indossare vestiti attillati, senza il rischio di mostrare segni imbarazzanti, tuttavia è importante imparare a indossarli correttamente.

Come prima volta, vi consigliamo l’acquisto di un modello provvisto di applicatore e cordoncino: in questo modo l’inserimento sarà più immediato. Se avete un flusso mestruale misero, non vi consigliamo affatto di utilizzare gli assorbenti interni: potrebbero non scivolare bene nella vagina e causare irritazioni.

La prima cosa da fare è lavarsi le mani, prendere la confezione monouso del tampone e aprirla. Mettetevi in una posizione comoda, accovacciata o seduta sul water, prendete, con la mano con cui scrivete, l’applicatore e inseritelo delicatamente all’interno della vagina.

Quest’ultima, si trova posizionata poco più in giù rispetto all’uretra. Spingete di qualche centimetro più su l’assorbente e premete l’applicatore fino alla fine, quindi rimuovetelo. Assicuratevi che il cordoncino sbuchi fuori, così da poterlo estrarre in seguito.

 

Quanti assorbenti cambiare al giorno durante il ciclo?

Durante il ciclo mestruale, a differenza di quanto potreste aver sentito dire da qualche anziana superstiziosa, l’igiene intima deve essere svolta allo stesso modo di sempre. Anzi, sarebbe opportuno, vista la presenza di sanguinamento, aumentarne la frequenza.

Il cambio dell’assorbente durante il menarca è una pratica da effettuare almeno tre volte al giorno, a seconda anche del flusso. Se questo è abbondante, sarebbe opportuno cambiarlo più di quattro al giorno, per evitare spiacevoli fuoriuscite.

 

Dove comprare gli assorbenti lavabili?

Per ridurre la produzione di rifiuti indifferenziati e risparmiare sulla spesa mensile di quelli usa e getta, l’utilizzo di un’alternativa lavabile sarebbe da prendere in considerazione. Il modo più semplice per acquistarli è cercando sui siti online.

Se nella vostra città è presente un negozio di prodotti biologici, è probabile che abbiano in vendita anche articoli del genere. Ormai esistono tantissime tipologie riutilizzabili e, su alcuni siti, potreste trovare addirittura dei tutorial per crearli da sole.

 

Come facevano le donne in passato senza assorbenti?

L’utilizzo di quelli usa e getta, come li conosciamo oggi, risale soltanto a qualche decennio fa, al periodo post seconda guerra mondiale. Fin dai tempi antichi le donne hanno cercato di arginare in qualche modo le perdite ematiche con pezzi di lino, muschio, scampoli, garze e qualsiasi altra cosa avesse un potere assorbente, lavandoli e riutilizzandoli ogni volta.

La mancanza di indumenti intimi, però, ne limitava e rendeva difficoltoso l’utilizzo. Dalla fine del 1800, invece, iniziarono a comparire nelle botteghe i primi assorbenti di cotone simili a quelli moderni ma, a causa della forte repressione degli aspetti intimi femminili, quasi nessuna aveva il coraggio di acquistarli.

Questo accadeva soprattutto tra le donne di ceto inferiore. I primi veri prodotti usa e getta comparvero soltanto durante gli anni ’20 con l’invenzione di Kotex, che divenne una famosa marca di articoli per l’igiene femminile, vendendoli in un’anonima scatola di cartone.

Questo ne permise la diffusione tra le donne di tutto il mondo non più in soggezione durante l’acquisto.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status