I 5 Migliori Ferri da Stiro Senza Filo del 2020

Ultimo aggiornamento: 23.11.20

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Ferro da stiro senza filo – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

La tecnologia fa passi da gigante e ogni anno offre idee sempre più all’avanguardia, per rendere la nostra vita quotidiana migliore in termini di qualità ed efficienza. Questo accade soprattutto nel mondo degli elettrodomestici, e tra i tanti anche al ferro da stiro. L’innovazione sta nella possibilità di utilizzare modelli privi di filo, capaci cioè di rendere l’intera fase di stiratura molto più agevole. Per questa ragione vogliamo oggi descrivere alcune delle caratteristiche principali di questo strumento così utile, mettendo in luce i pregi e i difetti di quelli che sono gli articoli maggiormente apprezzati sul web. Inizieremo con Philips gc3672/20 EasySpeed Advanced 2400 W, un modello compatto e potente, ricco di funzioni aggiuntive e molto efficace su tipologie di tessuti anche molto diverse. La seconda opzione è Rowenta DE5010 Freemove Ferro a Vapore Senza Filo, molto leggero e con programmi di temperatura adatti anche alle fibre più delicate.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior ferro da stiro senza filo?

 

Iniziamo la ricerca del miglior ferro da stiro senza filo con la descrizione degli aspetti più importanti da tenere presenti in fase d’acquisto. Mai come in questo caso infatti, la ricerca di articoli a prezzi bassi può non essere sufficiente e puntare al prodotto più economico potrebbe non essere indice di qualità.

Le abitudini

La prima cosa da fare, al momento della scelta di un ferro da stiro senza fili, è in realtà quella di verificare se le proprie abitudini possono andar bene con le tempistiche e le modalità di utilizzo di uno strumento del genere.

Valutate quindi innanzitutto la cadenza con cui siete soliti stirare i vostri abiti e la quantità di capi da sistemare ogni volta. In questo senso è facile identificarsi o in chi stira gli abiti del giorno al mattino, poco alla volta ma costantemente, o chi passa magari un’intera giornata a stirare l’intero bucato.

Questi due profili si adattano generalmente a tipologie di ferro da stiro diverse: nel primo caso un modello con un piccolo recipiente d’acqua andrà più che bene, poiché la quantità di vapore prodotta basterà al completamento di quei due o tre capi che siete soliti stirare al mattino. 

In questo caso però potreste aver bisogno di un livello di potenza piuttosto alto, in modo che raggiunga la temperatura massima nel minor tempo possibile. Nel secondo caso invece è necessario puntare a un modello con serbatoio grande a sufficienza da consentirvi una buona autonomia.

Anche se non fosse molto potente, aspettare qualche minuto in più affinché si riscaldi non dovrebbe costituire un grosso problema.

 

Specifiche tecniche

Vediamo adesso quelle che sono alcune delle specifiche tecniche di un ferro da stiro senza filo. Abbiamo già accennato all’importanza di un recipiente che sia di dimensioni idonee alle vostre esigenze e, oltre alla grandezza, è importante valutare anche la possibilità che possiate riempirlo senza dover far raffreddare l’intera struttura.

Un secondo aspetto molto importante riguarda il wattaggio, ossia il valore che determina la velocità con cui il ferro raggiungerà la sua temperatura massima. Anche questo è uno degli elementi che riteniamo variabile in base a quelle che sono le vostre abitudini.

Un particolare aggiuntivo che può essere utile è anche quello del controllo della temperatura, che consentirà di lavorare su capi diversi senza il rischio di rovinarli o di non stirarli affatto.

Materiali e aggiunte

In ultima istanza diamo alcuni input per quanto riguarda le scelta dei materiali più adatti e delle altre aggiunte che potrete trovare o non trovare in ogni modello. I materiali migliori per il piatto, in modo che il ferro scivoli sui vestiti al meglio, sono l’acciaio inossidabile, il titanio o la ceramica. 

Il piatto stesso poi sarà maggiormente efficiente all’aumentare del numero di fori per il vapore presenti. La sua forma può variare di modello in modello, ma quelli con una punta di precisione ben definita renderanno più facile la stiratura di maniche, colletti e di tutte quelle zone complesse come quelle intorno ai bottoni.

Tra i vari optional possibili troviamo poi l’opzione autopulente, per evitare che il calcio vada a otturare i fori, e quella dell’auto spegnimento, per una maggiore sicurezza.

 

I 5 Migliori Ferri da Stiro Senza Filo – Classifica 2020

 

1. Philips gc3672/20 EasySpeed Advanced 2400 W

Principale vantaggio

Il vantaggio di questo modello risiede nella sagoma del piatto, che si presenta allungata e molto appuntita. In questo modo è possibile trattare anche i capi più dettagliati e ricchi di particolari.

 

Principale svantaggio

L’uscita del vapore è leggermente in ritardo rispetto al momento in cui viene premuto l’apposito tasto e questo potrebbe allungare ulteriormente i tempi di autonomia che, per un modello di questo tipo, sono comunque modesti.

 

Verdetto: 9.7/10

Con un costo nella media e una grande fluidità su capi diversi, questo ferro da stiro senza filo si colloca tra le migliori proposte del web in questa categoria.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Specifiche tecniche

Per sapere come scegliere un buon ferro da stiro senza filo, è importante innanzitutto analizzarne le specifiche tecniche, in modo da preventivare prestazioni ed efficacia, già in fase di scelta.

L’erogazione del vapore può arrivare ad avere una velocità di 35 g/min e la sua potenza è di 2400 W. Per questa ragione il tempo totale per il suo riscaldamento è di soli 30 secondi e anche la base consente tempi di ricarica piuttosto brevi.

L’azienda sottolinea che è possibile utilizzare anche l’acqua del rubinetto per il riempimento del serbatoio e che la sua apertura è molto ampia, così da rendere il tutto più agevole. La caldaia ha una capacità di 0,3 L e consente una buona autonomia, se si pensa alla quantità di capi che è possibile trattare con un unico riempimento.

Aspetto estetico

All’aspetto si presenta compatto e il colore proposto in questo caso è l’azzurro, unito al bianco. Per questa ragione è piuttosto facile monitorare il livello dell’acqua raggiunto ed è agevole procedere con il riempimento del serbatoio in caso di quantità insufficiente.

La base è piccola e rotonda e per ricaricare il ferro basta tenerlo appoggiato per qualche secondo; il tempo totale necessario sarà indicato da un’apposita spia luminosa. Le dimensioni totali sono di 29,5 x 12,2 x 13,85 cm e il peso complessivo è di poco più di 1,5 kg; per queste ragioni si presenta maneggevole e piuttosto compatto.

La forma del piatto inoltre è molto appuntita e questo, come abbiamo visto, è un particolare importante per quanto riguarda la precisione e la resa, una volta passato sui capi. Gli utenti infatti osservano che alla grande libertà, dovuta all’assenza del filo, si aggiunge anche una buona resa sugli abiti, rovinata soltanto da un lieve ritardo del vapore nell’uscire.

 

Dettagli

All’interno di questa guida per scegliere il miglior ferro da stiro senza filo vogliamo adesso aggiungere alcuni dettagli, che possono essere utili per una maggiore comprensione di questo oggetto.

Il modello infatti presenta alcuni optional, tra i quali la funzione Calc-Clean, ideale per le acque molto calcaree che potrebbero danneggiare i fori del ferro e renderlo meno efficiente. Oltre a questo poi c’è anche la funzione anti gocciolamento e quella del vapore verticale, ideali per un’esperienza di stiratura davvero completa.

Troverete poi il sistema di chiusura di sicurezza da viaggio e un sistema di bloccaggio, per poter riporre il ferro in tutta praticità.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Rowenta DE5010 Freemove Ferro a Vapore Senza Filo

 

Tra i migliori ferri da stiro senza filo del 2020 esaminiamo le caratteristiche di questo modello firmato Rowenta. Si tratta di un articolo che si presenta leggero e che consente di stirare i capi con un’ottima libertà di movimento e con una buona efficacia su molti tipi di tessuto.

La sua potenza di 2400W consente di raggiungere la temperatura massima in pochissimo tempo, meno di due minuti, e un apposito segnale acustico fa sì che sappiate sempre quando riporlo sulla base per procedere con la ricarica. 

La base ha un aspetto molto accattivante ed ergonomico, sebbene alcuni utenti ritengano che il tasto per il getto di vapore diretto sia molto duro da premere e poco pratico. In ogni caso si ritengono tutti piuttosto soddisfatti, osservando che l’autonomia tra una ricarica e l’altra è di 30 secondi circa e che il tempo totale di ricarica è di 10 secondi.

Vediamo quindi quelli che sono i vantaggi e gli svantaggi dell’articolo appena descritto.

Acquista su Amazon.it (€56,99)

 

 

 

3. Russell Hobbs 23300-56 Ferro Stiro Cordless 2400W 0.3 Litri

 

Dalla nostra comparazione è emerso anche questo ferro da stiro, particolarmente apprezzato online per la sua funzionalità. Si tratta di un modello con serbatoio dell’acqua da 300 ml e con la possibilità di impostare la temperatura a sei livelli diversi. 

In questo modo sarete certi di non rovinare i vostri capi e avrete una buona autonomia per quanto riguarda la quantità di vapore prodotta. Per sapere ogni quanto caricare il ferro, è presente un anello luminoso di colore rosso o verde e gli utenti, grazie alla sua potenza di 2400W, osservano delle buone tempistiche anche da questo punto di vista. 

Sembra infatti che sia pronto in soli 30 secondi e che ne bastino cinque di carica per avere un’autonomia che può arrivare a diverse decine di secondi. Tra i vari optional ci sono anche il sistema anticalcare e anti goccia, così da non rovinare il piatto e da non intaccare la sua efficacia sugli abiti.

Si presenta in ceramica e può erogare una quantità di vapore variabile tra i 40 g/min e i 135 g/min.

Per scoprire come mai l’articolo appena descritto si presenta tra i più venduti del web, elenchiamo quelli che sono i suoi pregi e i suoi difetti.

Acquista su Amazon.it (€48,11)

 

 

 

4. Tefal Freemove FV9976E0 Ferro a Vapore AutoClean Soleplate

 

Proseguiamo con i nostri consigli d’acquisto e presentiamo adesso le caratteristiche di questo modello dall’accattivante estetica bianca e rossa. Si tratta di un articolo che è più potente rispetto agli altri già analizzati, con i suoi 2600W infatti, consente prestazioni ottime e tempi di riscaldamento e ricarica davvero minimi. 

Gli utenti osservano infatti che bastano solo due secondi, giusto il tempo di posizionare il capo sull’asse, per avere sempre la massima temperatura e la massima erogazione di vapore.

Il piatto è molto fluido sui vestiti e il numero di fori consente una stiratura perfetta anche senza dover effettuare un’eccessiva pressione. Tra le varie aggiunte molto utili ci sono la funzione anti gocciolamento, che evita l’accumulo di acqua e quindi di calcare sul piatto, e quella del vapore verticale.

Quest’ultima funzione consente di stirare i capi più delicati anche semplicemente lasciandoli appesi, evitando così il contatto diretto con il ferro. Sebbene si tratti dell’articolo più caro in questa categoria, gli utenti lo ritengono un acquisto valido sotto molti punti di vista.

Vediamo adesso l’elenco di quelli che sono i pro e i contro di questo prodotto, scoprendo come mai si colloca tra i più venduti online.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Squo Useful Tech 2 in 1 Airvapore Plus

 

Tra le varie offerte del web troviamo anche questo modello di fascia economica, che ha la possibilità di essere usato sia con il filo sia senza. La sua potenza è di di 2200W, per questo presenta prestazioni meno efficienti rispetto agli altri modelli già analizzati: i tempi di riscaldamento e ricarica sono generalmente più lunghi se paragonati agli altri.

La piastra è in microceramica laser e scivola piuttosto bene sui tessuti, anche senza eccessivo sforzo; presenta inoltre 38 fori di uscita per poter stirare sia in verticale sia in orizzontale.

Il manico possiede dei tasti di controllo per poter scegliere se far uso del vapore a getto o di quello continuo e in entrambi casi fuoriesce con un valore di 25g/min. Tra le varie aggiunte ci sono quelle di autopulizia e anticalcare.

Gli utenti apprezzano il fatto che sia un articolo molto economico ma comunque efficiente, sebbene i materiali utilizzati per la base non siano molto resistenti e non la rendano molto stabile.

Alleghiamo come di consueto il link per sapere dove acquistare l’articolo appena descritto e i suoi vantaggi e svantaggi, scelti a partire dai pareri degli utenti.

Acquista su Amazon.it (€40,68)

 

 

 

Come utilizzare il ferro da stiro senza filo

 

Una volta deciso quale ferro da stiro senza filo comprare, non resta che imparare a usarlo. Le modalità di utilizzo infatti differiscono dai classici modelli ed è importante sottolineare alcune specifiche che potrebbero aiutarvi in un uso più agevole ed efficace di questo strumento.

Riscaldamento

La prima cosa da fare, prima di utilizzare il ferro da stiro senza filo, è quella di procedere con la sua preparazione. Nel caso in cui abbiate optato per un modello con caldaia, dovete innanzitutto assicurarvi di quale tipologia di acqua debba essere inserita all’interno del serbatoio, un dato che deve essere riportato nel libretto delle istruzioni. 

Una volta appurato questo fatto e scelta la giusta quantità d’acqua, non vi resta che collegarlo alla presa di corrente e aspettare che l’acqua e il piatto si riscaldino: questo dovrebbe poter essere indicato tramite spie luminose o segnali acustici.

Qualora invece il modello sia privo di caldaia, vi basterà collegarlo semplicemente alla presa e, ancora una volta, attendere. I tempi in questo senso variano a seconda della potenza che avete scelto per il vostro ferro: maggiore è il wattaggio e più rapidamente verrà raggiunta la temperatura massima.

 

Temperatura

Tra le caratteristiche che abbiamo visto e che contraddistinguono ogni modello c’è anche la regolamentazione della temperatura. Questa fase può avvenire o tramite appositi pulsanti o con delle manovelle graduate, che sapranno indicare il livello di calore che può essere raggiunto.

Questo optional è in realtà molto importante, perché consente di avere una maggiore sicurezza sui capi di abbigliamento che volete stirare. Ogni stoffa infatti presenta, sull’apposito cartellino, le informazioni relative alla modalità di stiratura ideale ed è un valore che va rispettato, onde evitare danni ai tessuti o passate inefficaci.

Stiratura

Una volta atteso il tempo dovuto e selezionato la temperatura ideale per il capo che si ha davanti, non vi resta che iniziare a stirare. L’approccio con un modello senza filo, come quelli che abbiamo analizzato, può all’inizio essere piuttosto faticoso; è necessario infatti adattare i propri tempi a quelli del macchinario e questo può non essere agevole, in prima battuta.

L’autonomia di un ferro di questo tipo è infatti di circa 30 secondi, valore che varia di modello in modello e che dipende essenzialmente dalla sua potenza. Parliamo di autonomia perché,  allo scadere di questo tempo, è necessario appoggiare il ferro sulla base e attendere affinché si ricarichi. Anche questo valore può cambiare e varia dai due ai dieci secondi.

Per molti capi può accadere che il tempo necessario a stirare e a riposizionare l’abito coincida con quello di autonomia e ricarica del ferro; in altri casi però potrebbe essere limitante, soprattutto per lenzuola o tovaglie, per le quali i 30 secondi potrebbero non essere sufficienti.

Una volta presa dimestichezza con questo aspetto, la fase di stiratura prosegue come sempre, con il grande vantaggio che il ferro possa muoversi liberamente senza il vincolo del filo. 

I piatti poi possono avere la stessa efficacia dei modelli classici, basterà puntare a quelli in ceramica, titanio o acciaio e a forme ben sagomate che consentano una buona precisione.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona il ferro da stiro senza filo?

Si tratta di un ferro che consente di avere la massima libertà di movimento, grazie alla totale assenza di filo. La piastra si appoggia su una base che funge sia da ricarica sia da caldaia e che si collega alla presa di corrente, affinché l’energia elettrica possa scaldare l’acqua presente nel serbatoio.

Il ferro poggiato su tale base quindi si riscalda grazie a una resistenza interna, che si alimenta con connessioni elettriche situate nella parte posteriore. Per rendere poi questo strumento un oggetto che sia davvero sicuro, vengono spesso aggiunti dei meccanismi in plastica, che evitano il contatto della mano con i connettori elettrici che vanno ad alimentare il ferro.

 

Il ferro da stiro con caldaia è migliore?

I ferri da stiro con caldaia si presentano sul mercato con un costo molto più alto rispetto a quelli privi di caldaia. Questo coincide anche con prestazioni molto migliori, sia per quanto riguarda l’autonomia in termini di tempo, sia per quanto riguarda la resa sui vestiti.

Un ferro di questo tipo infatti consente di poter stirare fino a due ore consecutive, senza dover ricaricare l’acqua o attendere che il piatto raggiunga la temperatura. Questo poi scivolerà sugli abiti in maniera fluida e senza intoppi, anche grazie alla quantità di fori presenti e dunque alla quantità di vapore erogato.

 

Quali aziende producono ferri da stiro senza filo?

Le aziende che producono questo tipo di strumento sono essenzialmente quelle che si occupano di diffondere i modelli classici e che si sono da poco occupate anche di questo nuovo formato.

Tra le più celebri citiamo Rowenta, Imetec, Philips, Ariete, ma anche Russel Hobbs, di origine inglese, da qualche tempo ormai celebre anche sul mercato italiano. Se avete già un ferro classico con cui vi siete trovati bene, non è escluso che individuate il modello analogo wireless della stessa azienda, in modo da poter confermare le caratteristiche vincenti di un articolo che vi ha già soddisfatto.

 

Quanto costa un ferro da stiro senza filo?

Un ferro da stiro senza filo ha un costo variabile, come spesso accade per oggetti di questo tipo, in base alla marca e alle sue specifiche tecniche. Il costo di partenza si aggira solitamente intorno ai 30 euro.

A questo prezzo potrete acquistare uno strumento con funzionalità di base, di basso wattaggio e con tempi di ricarica e riscaldamento piuttosto lunghi. La cifra aumenta quindi con l’aumentare della capacità del serbatoio, del wattaggio e quindi con la diminuzione delle tempistiche tecniche, e può arrivare oltre i 100 euro.

 

Cosa fare se il ferro da stiro perde acqua?

Se il ferro perde acqua dal piatto, ossia eroga acqua invece del vapore, dovete controllare nelle istruzioni che tipo di acqua è richiesta dal produttore, se del rubinetto o distillata. Può accadere infatti che serva proprio un piccolo strato di calcare per far vaporizzare l’acqua correttamente, e in sua assenza ciò non accade.

Nel caso in cui invece l’acqua fuoriesca dalla caldaia, può essere utile andare a pulire le guarnizioni che potrebbero essere incrostate di calcare.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status