Il miglior fonometro

Ultimo aggiornamento: 11.12.18

 

Fonometri – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Per misurare i livelli di volume in ambiente non c’è niente di meglio che un buon fonometro. Questo strumento permette sia a hobbisti sia a professionisti di fare le dovute considerazioni sul rumore di fondo prima di installare un impianto hi-fi o allestire il palco per un concerto. Visto che ci sono davvero moltissimi modelli, abbiamo pensato di creare questa guida per permettere ai nostri utenti di scegliere quello più adatto senza spendere troppo. Nel caso non si abbia tempo di leggerla tutta si potrà subito dare un’occhiata al fonometro Silverline 905722 dall’ottima precisione e dal rapporto qualità-prezzo molto interessante. In alternativa si potrà optare per Panel meters & Multimeters Decibelmetre Analogique, ideale per tutti gli hobbisti in cerca di un modello semplice e intuitivo da utilizzare.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior fonometro

 

Un buon fonometro si distingue per diverse caratteristiche che andiamo ad analizzare qui di seguito, nei nostri consigli d’acquisto. Consultando questa sezione sarà possibile rendersi conto delle differenze tra i vari fonometri. In seguito sarà possibile leggere la recensione dei modelli più venduti presenti nella nostra classifica, in modo da confrontare i prezzi e acquistare quello della migliore marca senza spendere troppo.

Guida all’acquisto

 

Precisione

La prima caratteristica di cui tenere conto quando si acquista un fonometro è il livello di precisione nella misurazione del rumore di fondo. Mettiamo subito i nostri utenti in guardia: più preciso sarà un fonometro e più alto sarà il prezzo. Per questo, nel caso si cerchi un prodotto per delle misurazioni in casa, magari per montare un impianto home theatre, consigliamo di acquistare un fonometro con un margine di +/-2dB in modo da non dover dare via il proverbiale occhio della testa.

Sul mercato ci sono anche dei modelli con un margine di +/-1dB che si avvicinano a quelli professionali e che possono andare bene per misurare il rumore di fondo nelle fabbriche, nelle scuole e per allestire un palcoscenico prima di un evento. I fonometri professionali di classe 1 sono i più precisi, ma hanno dei costi davvero elevati quindi li consigliamo solo a professionisti navigati.

 

Digitale o analogico

Si potranno trovare venduti online dei fonometri con display digitale o analogico. I primi presentano le informazioni rilevate con dei numeri riportati sullo schermo e sono molto facili da leggere. I fonometri analogici invece hanno la classica freccetta che scorrerà sul quadrante indicando i decibel rilevati. Magari questi sono più difficili da leggere per chi non ha mai usato uno strumento simile, ma forniscono rilevazioni più precise delle loro controparti digitali.

La scelta quindi si dovrebbe basare sul livello di precisione ricercato, tenendo sempre conto del margine di errore del dispositivo. Probabilmente i principianti che devono usare l’apparecchio solo ed esclusivamente in casa farebbero meglio a comprarne uno digitale in modo da poter controllare più velocemente le informazioni riportate.

Materiali e batteria

Come per ogni altro dispositivo, anche nella scelta di un fonometro si dovrà badare ai materiali con i quali è stato realizzato. D’altronde è sempre bene orientarsi verso un modello solido e duraturo nel tempo, piuttosto che comprarne uno che inizia a dare cenni di cedimento solo dopo qualche utilizzo.

Alcuni fonometri sono realizzati in materiale plastico ABS, ideale per proteggerli da urti e cadute, inoltre dispongono di un grip ergonomico che permette di tenerli in mano senza fare fatica, una soluzione ideale nel caso si debba adoperare il dispositivo per un lungo periodo di tempo. Oltre ai materiali è bene controllare anche l’autonomia della batteria, dato che una volta esaurita la si dovrà cambiare. I modelli migliori hanno integrato un sistema di spegnimento automatico che li disattiva nel caso rimangano inutilizzati per più di cinque minuti.

 

I migliori fonometri del 2018


Nei nostri consigli d’acquisto abbiamo visto come scegliere un buon fonometro, analizzando le caratteristiche più importanti da tenere d’occhio in un prodotto per fare il giusto investimento. Adesso passiamo alla recensione dei modelli venduti online che abbiamo selezionato per la nostra classifica, in modo da effettuare una comparazione tra le offerte e permettere ai lettori di scegliere il miglior fonometro per le proprie esigenze.

 

Prodotti raccomandati

 

Silverline 905722

 

Questo modello di Silverline si è guadagnato un posto tra i migliori fonometri del 2018 per il suo ottimo rapporto qualità-prezzo che lo rende adatto a tutte le tasche. Nonostante il costo ridotto, questo dispositivo riesce a misurare livelli sonori da 50 a 126 dB con una buona precisione di +/-2dB.

Magari questo livello di performance non è abbastanza per un professionista, ma per fare delle misurazioni domestiche va più che bene. Per esempio potrà essere utilizzato per verificare le emissioni hi-fi e disporre dei diffusori in modo da poter ottenere un’acustica migliore. Trattandosi di un fonometro analogico dispone della classica lancetta che in molti hanno trovato più pratica e precisa del display digitale. Dispone del paravento e della presa di uscita audio.

Rivediamo adesso in breve le caratteristiche principali del nuovo modello Silverline, molto apprezzato dagli utenti e per questo presente nella nostra guida per scegliere il miglior fonografo.

Pro
Qualità/prezzo:

Si tratta di un fonografo che colpisce per l’ottimo rapporto qualità/prezzo. Può essere utilizzato in tante situazioni, per esempio per calibrare i diffusori di un home theatre, senza spendere troppo.

Precisione:

Costa poco ma ha tutte le carte in regola per soddisfare gli utenti anche più esigenti grazie al range di misurazione che va da 50 a 126 dB e alla precisione di +/-2 dB.

Dotazione:

Oltre all’uscita audio, il fonografo Silverline ha il paravento integrato, il display analogico preferito da molti e la doppia modalità di misurazione, Fast e Slow.

Custodia:

Della dotazione fa parte anche la custodia imbottita in similpelle di buona qualità che consente di proteggere adeguatamente il fonografo e di trasportarlo senza problemi.

Contro
Batteria non inclusa:

Si tratta di un modello non professionale ma che è stato molto apprezzato dall’utenza domestica. Occorre però acquistare a parte la batteria.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Panel meters & Multimeters Decibelmetre Analogique

 

Questo fonometro portatile può tornare molto utile a tutti gli amatori che devono fare qualche misurazione per la diffusione sonora delle casse di un sintoamplificatore o di un impianto home theatre. Potrà essere utilizzato per misurare rumore di fondo in diversi ambienti come scuole, uffici o fabbriche per poi installare l’impianto sonoro correttamente.

Misura tra i 50 e i 126 dB e dispone di diverse modalità per poterlo utilizzare al meglio e ottenere risultati soddisfacenti. Sebbene non sia proprio un fonometro professionale, sono in molti gli utenti che lo hanno gradito per la sua buona precisione e per la lancetta analogica in grado di fornire sempre le informazioni correttamente.

Infatti si potrà utilizzare anche per misurare il volume nelle sale concerti, per salvaguardare le orecchie degli spettatori e cercare di costruire un suono comprensibile senza far impastare gli strumenti tra di loro.

Ecco dunque un altro modello da valutare con attenzione. Se non sai dove acquistare il fonografo appena recensito, clicca sul link in basso per accedere all’offerta migliore.

Pro
Prestazioni:

Anche qui abbiamo un range interessante che va da 50 a 126 dB e una buona scala di regolazione: quanto basta per soddisfare le esigenze della maggior parte degli utenti.

Fast/Slow:

Non mancano le due costanti di tempo Fast e Slow e le due scale di ponderazione A e C per ottenere misurazioni in diversi ambienti come casa, scuole, uffici, fabbriche.

Precisione:

La tolleranza di ± 2 dB va benissimo per un’ampia gamma di misurazioni.

Batteria:

La batteria inclusa è uno dei punti di forza di questo modello perché, come sottolineano gli utenti soddisfatti, ha una lunga durata, circa 110 ore.

Contro

Non si registrano particolari criticità da segnalare.

Acquista su Amazon.it (€35,9)

 

 

 

Tacklife SLM01 Digitale

 

Chi non sa quale fonometro comprare a basso costo potrà optare per questo modello di Tacklife venduto a un prezzo davvero conveniente. Si tratta di un dispositivo in grado di effettuare misurazioni sul volume dai 40 ai 130 dB con una precisione di ±1,5 dB, ideale quindi per controllare il rumore di fondo degli ambienti per poi installare con precisione un impianto home theatre in casa.

Può essere acquistato anche da musicisti o tecnici del suono per cercare di regolare i volumi della strumentazione durante i concerti. Il dispositivo è realizzato con materiale plastico ABS e dispone di una comoda impugnatura ergonomica che eviterà di affaticare troppo la mano e il polso. Grazie al display digitale inoltre sarà possibile leggere velocemente i dati rilevati, anche se bisogna sempre contare che risulteranno meno precisi di quelli presi con un fonometro analogico.

Cerchi il fonografo più economico online? Allora dai un’occhiata a questo modello digitale: ha le stesse funzioni di altri strumenti più blasonati ma costa di meno.

Pro
Prezzi bassi:

Il successo di vendite di questo fonografo dipende in buona parte dal suo prezzo imbattibile, ideale per chi è in cerca del massimo risparmio. Include anche già la batteria.

Performance:

Nonostante il costo davvero accessibile, si tratta di uno strumento con uno scarto di appena ±1,5 dB e range che va da 40 dBA a 130 dBA.

Digitale:

È un tester digitale particolarmente facile da usare e da leggere. In più i dati rimangono sul display fino a una nuova misurazione.

Spegnimento automatico:

Il display si spegne da solo dopo 15 minuti di mancato utilizzo, un ottimo sistema per salvaguardare la durata della batteria.

Contro
Oscillazione:

È uno strumento solido che è stato molto apprezzato, tuttavia qualcuno ha notato un’oscillazione dei dB troppo ravvicinata e probabilmente errata.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Dr.Meter MS10 

 

Il fonometro di Dr.Meter risulta tra i più venduti per il suo costo basso e le performance sufficienti ad effettuare qualche rilevazione dei volumi di fondo a livello hobbistico o domestico. La gamma di misura va dai 30 ai 130 dB ed ha un margine di errore di +/-1,5 dB, quindi niente di troppo entusiasmante.

Infatti gli utenti lo hanno utilizzato per valutare la potenza emessa da speaker di diversi dispositivi come smartphone o casse bluetooth, ma nel caso si vogliano fare rilevazioni in ambienti molto rumorosi sarà difficile ottenere dei risultati precisi. Il prodotto funziona con una batteria che si troverà inclusa nella confezione, inoltre si spegne automaticamente dopo cinque minuti se non è utilizzato, così si potrà conservare la carica.

Costa poco ma svolge con efficacia il compito per il quale è stato progettato: ecco, in sintesi, il quadro che emerge dai pareri degli utenti che lo hanno acquistato.

Pro
Qualità/prezzo:

Si tratta di uno strumento robusto che può essere acquistato a un prezzo decisamente competitivo. La tolleranza dichiarata è di ±1,5 dB e la batteria è inclusa. Può essere fissato a un treppiede.

30 dBA:

Il range va da 30 dBA a 130 dBA, quindi ha una soglia minima più bassa di altri strumenti simili, in modo da poter effettuare misurazioni anche in ambienti con suoni piuttosto flebili.

Digitale:

Il fonografo digitale Dr.Meter è facile da usare e da leggere perché digitale. La misurazione rimane in memoria e dopo 15 minuti lo schermo si disattiva da sé.

Contro
Valore minimo:

Secondo alcuni utenti il fonografo partirebbe da un valore minimo di 40 dB e non di 30 dB come dichiarato.

Display non retroilluminato:

Il display di questo fonografo non è retroilluminato e anche il contrasto non è perfetto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Gowe  20.8 US

 

I professionisti in cerca di un fonometro di classe 1 potranno puntare sul sicuro con questo Gowe, anche se dire che costa molto è un eufemismo. Lo consigliamo solo a chi lavora in determinati campi e ha bisogno di eseguire misurazioni del rumore in fabbriche o magari prima di un concerto di musicisti professionisti, in modo da poter settare al meglio gli strumenti e i volumi.

Ha una gamma di misurazione molto ampia che va dai 30 dB ai 130 dB con una precisione elevatissima. Inoltre dispone di diverse funzioni che permettono di eseguire diversi rilevamenti in base alla situazione. Gli hobbisti ne possono stare tranquillamente alla larga e trovare prodotti meno costosi, ma nel caso si sia disposti a spendere molto allora si potrà portare a casa un fonometro professionale di altissimo livello.

Ecco un modello professionale che spicca per le prestazioni (e il prezzo) decisamente superiori. Rivediamone pro e contro.

Pro
Professionale:

Si tratta di un modello professionale di classe 1, idoneo quindi per misure da laboratorio o sul campo in condizioni acustiche definite. È uno strumento legalmente valido per misurazioni dell’inquinamento acustico.

Prestazioni:

Con questo fonografo è possibile effettuare diversi tipi di misurazioni contemporaneamente e le funzioni sono numerose. La gamma di frequenze va da 0 Hz a 16 kHz, mentre le scale di ponderazione sono A, C, Z.

Contro
Prezzo:

Trattandosi di uno strumento professionale ad elevate prestazioni, anche il prezzo va parecchio in alto.

Taratura periodica:

Se usato per rilevazioni con valore legale, è soggetto per legge a una taratura e a un controllo periodici.

Acquista su Amazon.it (€4223,33)

 

 

 

Come utilizzare un fonometro

 

Lo strumento migliore per misurare i livelli di rumore e di pressione acustica in un ambiente è certamente il fonometro. Questo dispositivo si rivela molto utile per coloro che vogliono installare un impianto stereo, preparare una sala per delle registrazioni audio o un palco per un’esibizione musicale, potendo analizzare sia all’interno come all’esterno i diversi range di frequenza, nonché l’intensità dei rumori e la loro variabilità in un dato spazio temporale.

Inoltre, poiché le onde sonore possono comportare dei seri problemi per la nostra salute, questo apparecchio permette anche di stabilire se in determinate zone vengano rispettati i limiti di decibel stabiliti dalla legge, così da intervenire tempestivamente qualora il livello di inquinamento acustico risulti dannoso per le persone e i lavoratori.

 

 

Le caratteristiche

Ai fini di una corretta misurazione dei suoni e per poterne valutare l’ampiezza, il fonometro deve disporre di un buon microfono, di un’unità di trattamento delle informazioni e di un dispositivo di lettura dei dati raccolti.

Per un’analisi impeccabile, molti modelli sono dotati anche di un banco di filtri elettronici, che hanno la funzione di filtrare e bloccare tutti i suoni che abbiano una frequenza al di fuori della banda selezionata, così da fornire dati molto più accurati e precisi.

Ma scegliere un prodotto hi-tech e super accessoriato non avrebbe senso se non si ponesse la dovuta attenzione anche sui materiali, che dovrebbero garantire una certa resistenza e solidità contro eventuali urti o cadute, specie se lo si debba utilizzare in un particolare contesto lavorativo, come un cantiere o nel campo dell’industria meccanica.

Infine, è bene orientarsi verso articoli compatti e leggeri, in modo da poterli maneggiare con maggiore facilità e riporli comodamente in una borsa.

 

Il microfono

Il microfono, o in gergo tecnico il trasduttore, è probabilmente la parte più importante di un fonometro, in quanto converte i dati acustici raccolti in segnali elettrici.

La maggior parte dei prodotti reperibili in commercio sono dotati di microfoni piezoelettrici, costituiti da una speciale membrana che, a seconda della pressione sonora rilevata, genera una tensione elettrica che verrà poi letta dal dispositivo.

I modelli con microfono a condensatore, invece, sono molto più sensibili, soprattutto in risposta alle frequenze alte e medio-alte. Tuttavia, essendo che questi dispositivi hanno un raggio d’azione più limitato, spesso si preferisce utilizzarli per stabilire l’intensità del suono negli spazi chiusi o in un ambiente circoscritto.

 

 

L’amplificatore e l’attenuatore

Un altro elemento da valutare è l’amplificatore, che potremmo definire il cuore del fonometro. La sua funzione, in effetti, è quella di variare l’ampiezza del segnale acustico rilevato dal trasduttore, in modo che possa essere misurato dai circuiti a valle senza interferenze o variazioni di frequenza. Da qui è chiaro che nella scelta del prodotto non bisognerebbe mai sottovalutare la potenza dell’amplificatore, proprio per minimizzare i rischi di eventuali distorsioni del suono e ottenere un’analisi più chiara e uniforme.

Infine, affinché il funzionamento dell’apparecchio sia lineare, è importante che sia dotato anche di un buon attenuatore, il cui compito è quello di filtrare i suoni mantenendo il segnale al di sotto di una determinata soglia, chiamata saturazione, per impedire che l’amplificatore si sovraccarichi o che il dispositivo possa danneggiarsi.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.