fbpx

Il miglior girarrosto elettrico

Ultimo aggiornamento: 14.09.19

 

Girarrosti elettrici – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Sei in cerca di un buon girarrosto elettrico? Allora dai un’occhiata alla nostra guida per avere qualche informazione in più e per spendere al meglio i tuoi soldi. Un aiuto più pratico lo trovi in basso, dove abbiamo selezionato vari modelli, da caminetto e da barbecue, che ci sono sembrati migliori per qualità/prezzo. Sono anche quelli più apprezzati online dagli appassionati. Ti invitiamo dunque a dare un’occhiata alle relative recensioni ma, se non hai molto tempo, concentrati solo sui primi due classificati. Perez Losa ha un motore che assicura due giri al minuto e una portata massima di 10 kg. Lo spiedo è lungo 1 metro, mentre l’altezza da terra è regolabile; il costo è decisamente accessibile. Allegri Gigante girarrosto elettrico ha prestazioni (e prezzo) superiori: riesce infatti a cuocere fino a 45 kg di carne o pesce contemporaneamente. Colpisce il particolare sistema di regolazione della velocità dello spiedo tramite manopola, ideale per una cottura a puntino di ogni alimento.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior girarrosto elettrico

 

In questa guida potrai avere qualche informazione in più sui girarrosti elettrici che speriamo ti siano utili per scegliere il modello più adatto alle tue esigenze. Un ulteriore aiuto lo trovi nella classifica in basso, dove puoi leggere la recensione dei modelli che, secondo noi, spiccano sugli altri per rapporto tra qualità e prezzo.

 

 

Guida all’acquisto

 

Prestazioni

In questa pagina ci occupiamo dei girarrosti elettrici orizzontali, non di quelli verticali. In particolare, se confronti i prezzi dei modelli consigliati in basso, scoprirai che si tratta di prodotti accomunati dall’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Ma quali caratteristiche deve avere un buon girarrosto? Intanto, deve essere robusto e realizzato con materiali di qualità come l’acciaio inossidabile che, in più, deve presentare la certificazione di compatibilità con alimenti. Poi bisogna verificare la portata massima che lo spiedo riesce a sostenere: se non pensi di utilizzarlo per tavolate pantagrueliche, 10 kg dovrebbero essere più che sufficienti. Se invece hai spesso tanti ospiti, non mancano i modelli con 30, 40 kg e oltre fino ad arrivare a quelli professionali che possono avere anche un doppio planetario per cuocere contemporaneamente decine di polli.

I girarrosti più gettonati sul mercato sono quelli utilizzati per il camino: in questo caso, occorre verificare che lo spiedo non sia troppo lungo. Quando si parla di modelli elettrici, è bene specificare che il motore non deve stare troppo vicino alla brace, per cui non va mai collocato dentro il camino, ma sempre leggermente fuori.

Molto apprezzata è la silenziosità del motore e la possibilità di regolarne la velocità, una chicca che solo i prodotti della migliore marca possono offrire. Dovrebbe inoltre essere sempre possibile regolare l’altezza dello spiedo, mentre non dovrebbero mai mancare i forchettoni fermacarne, non sempre inclusi per la verità.

 

Da barbecue

Tra i girarrosti che si possono scegliere ci sono anche quelli da barbecue: in questo caso vengono forniti generalmente solo lo spiedo e uno o più fermacarne. Naturalmente, bisogna poi fissare il girarrosto al barbecue e quindi occorre acquistare a parte i supporti. Certi barbecue, in realtà, sono già predisposti per accogliere lo spiedo, ma alcuni preferiscono puntare sui supporti con diversi livelli che permettono di regolare l’altezza dello spiedo rispetto alla brace.

Anche in questo caso bisogna controllare la lunghezza del proprio bbq per capire se sia compatibile col girarrosto che si vuole acquistare.

Quando si cuociono i cibi col girarrosto, è bene che abbiano una forma compatta, per esempio, nel caso del pollo, è una buona idea legare le zampe. I girarrosti possono essere usati tranquillamente con barbecue a gas o a carbonella.

Quando si controlla la temperatura, è bene spegnere il motore e utilizzare un termometro da cucina e non dimenticarsi di indossare un buon paio di guanti.

 

 

Elettrico/batteria

Sul mercato puoi trovare i girarrosti manuali che, per ovvi motivi, stanno cedendo il passo a quelli elettrici, decisamente meno faticosi. Il problema di questi ultimi è che funzionano solo se c’è una presa di corrente nelle vicinanze. Ecco perché alcuni preferiscono acquistare un girarrosto a batteria, ma i modelli più completi sono quelli con doppia alimentazione, elettrica e a batteria.

In questo caso è utile controllare qual è la durata massima della batteria a pieno carico.

 

I migliori girarrosti elettrici del 2019

 

Leggendo e facendo una comparazione tra i nostri consigli d’acquisto speriamo che tu possa trovare il miglior girarrosto elettrico per le tue esigenze. Questi prodotti sono tra i più venduti sul mercato e tra i più apprezzati dagli appassionati. Leggi le brevi recensioni a corredo.

 

Prodotti raccomandati

 

Perez Losa

 

Principale vantaggio:

Il vantaggio principale del girarrosto LOSA, prodotto dalla ditta italiana Perez Metal Designer, è quello di possedere un rapporto qualità-prezzo davvero eccellente. È anche molto versatile e può essere usato sia in un camino sia sul barbecue, all’aperto, quindi è ideale per gli amanti dell’arrosto.

 

Principale svantaggio:

Le forchette per fermare i pezzi di carni non sono molto lunghe, quindi bisogna fare attenzione a disporre bene i pezzi bilanciando il peso, altrimenti lo spiedo gira ma la carne rimane immobile.

 

Verdetto 9.9/10

Il girarrosto LOSA è uno dei modelli più richiesti dai consumatori, ed è apprezzato principalmente per il suo prezzo accessibile e per le ottime prestazioni offerte.

Acquista su Amazon.it (€60)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Brand italiano di ottima qualità

Perez Metal Designer è una ditta situata in provincia di Varese ed è specializzata nella produzione e commercializzazione di barbecue, girarrosti e altri prodotti e accessori per la cottura degli alimenti, destinati tanto all’uso professionale quanto all’impiego domestico.

L’azienda è apprezzata soprattutto per la buona qualità dei materiali di fabbricazione, nella fattispecie la lega di acciaio inossidabile AISI 304 che, oltre a essere estremamente solida e resistente al calore e all’usura del tempo, possiede anche caratteristiche di igiene certificate per l’uso alimentare.

Anche il girarrosto LOSA è interamente realizzato con questa speciale lega di acciaio inox, ed è composto da uno spiedo lungo circa un metro, completo di forchette per fermare la carne, e due supporti per tenerlo sospeso sulle braci, uno dei quali completo di motore elettrico per la rotazione.

Per cuocere fino a 10 chili di carne

Il motore elettrico è alimentato tramite cavo di collegamento integrato, quindi è importante che nei pressi del camino, o del barbecue, sia presente una presa elettrica, o quanto meno una prolunga. È dotato di un riduttore sincrono ad alte prestazioni con una coppia motrice da 400 N/cm, che assicura una velocità di rotazione di due giri al minuto e il massimo dell’affidabilità nella cottura lenta.

La capacità, sia in termini di carico utile sia per efficacia di cottura in base al numero di rotazioni, è di 10 chilogrammi. Questo lo rende ideale per cucinare non soltanto polli allo spiedo, cacciagione o conigli, ma anche pezzi di carne di grandi dimensioni o maiali interi, non oltre i dieci chili di peso ovviamente.

Il motoriduttore può essere tranquillamente regolato in altezza, in modo da adeguare il livello su una qualsiasi delle sei posizioni predeterminate dall’altro sostegno su cui va collocato lo spiedo. Quest’ultimo è lungo 95 centimetri e ha una sezione quadrangolare da 15 x 6 millimetri.

 

Per gli amanti del barbecue

Gli acquirenti sono rimasti molto soddisfatti e lo hanno trovato estremamente funzionale, un accessorio irrinunciabile per tutti coloro che amano le situazioni conviviali e dispongono dello spazio adatto per goderne appieno.

L’unica pecca è la lunghezza delle forchette per fermare la carne, ritenute troppo corte da alcuni acquirenti. Nel caso in cui si debbano cuocere pezzi di carne di grossa taglia, come il costato intero, il tacchino o il maiale da latte, bisogna bloccarli bene sullo spiedo e in maniera tale da bilanciare il peso, altrimenti il pezzo di carne finirà col pendere sempre da un lato a prescindere dalla rotazione.

 

Acquista su Amazon.it (€60)

 

 

 

Allegri Gigante

 

Tra i migliori girarrosti elettrici del 2019 non poteva mancare questo modello: si tratta di un girarrosto elettrico professionale realizzato da un’azienda sarda, dove il maialino allo spiedo è una tradizione.

Di questo prodotto colpisce soprattutto il sistema di regolazione della velocità di rotazione, da 1 fino a 15 giri al minuto, in modo da poter ottenere la cottura perfetta di ogni alimento. C’è una ingegnosa manopola laterale che permette di modificare i giri con notevole precisione e sensibilità.

Le prestazioni offerte sono di alto livello: con questo girarrosto è possibile cuocere fino a 45 kg di carne alla volta! Lo spiedo ha una sezione esagonale, è realizzato in acciaio cromato per alimenti ed è lungo 140 cm. Come confermano gli utenti, il motore da 30 watt è molto silenzioso e potente. L’altezza è regolabile su cinque livelli fino a una distanza massima da terra di 50 cm.

Tutta la struttura è gradevole alla vista ma soprattutto molto robusta, proprio come i fermacarne a quattro punte in acciaio cromato per alimenti e il supporto dove poggiare la punta dello spiedo.

Se non siete alla ricerca del modello più economico ma di quello più grande, potreste aver trovato la risposta che cercavate in questo modello Gigante. Altri aspetti lo rendono molto interessante e merita di essere preso in considerazione in vista di un possibile acquisto.

Pro
Molto grande:

Con i suoi 140 cm di estensione e la capacità di reggere fino a 45 chili di carne, questo girarrosto elettrico si piazza di diritto tra i modelli destinati all’uso professionale nelle gastronomie o nei ristoranti.

Velocità di rotazione regolabile:

Una manopola laterale consente di regolare con precisione il numero di giri al minuto, da uno a quindici per dosare l’esposizione al calore in maniera molto precisa.

Professionale:

Le caratteristiche costruttive, le impostazioni per il controllo del suo funzionamento e il tipo di materiali impiegati per la sua realizzazione lo piazzano nel numero degli accessori adatti all’uso da parte di professionisti.

Contro
Meno adatto per casa:

Se siete in cerca di un nuovo strumento per rendere il camino il posto perfetto per cucinare la carne, forse dovrete valutare di continuare la ricerca verso modelli meno ingombranti.

Acquista su Amazon.it (€125)

 

 

 

Allegri Plus

 

Ecco un altro modello della Allegri Girarrosti, azienda sarda in commercio dal 1968. Chi non sa come scegliere un buon girarrosto elettrico dal prezzo conveniente con questo modello non sbaglia: lo confermano i consumatori che sono rimasti estremamente soddisfatti.

L’azienda, utilizzando particolari specifiche tecniche per la realizzazione del motore, è riuscita a ottenere una coppia motrice superiore a quella di tanti altri modelli simili. Il motoriduttore è infatti potente e anche molto silenzioso.

È perfetto come girarrosto elettrico per camino, stando bene attenti a non tenere il motore troppo vicino al fuoco. Lo spiedo è in acciaio cromato ed è lungo 95 cm; la confezione include anche i fermacarne a due punte in acciaio inox certificato per uso alimentare.

Notevole la stabilità della struttura e anche la portata massima dichiarata che è di 10 kg. L’altezza dello spiedo è regolabile su diversi livelli.

Le buone caratteristiche costruttive rappresentano la qualità più interessante di questo girarrosto. Rivediamole tutte in breve per capire se possa o meno costituire motivo di interesse in vista di un acquisto. I pareri positivi degli utenti ne confermano la buona fattura e la funzionalità.

Pro
Meccanica affidabile:

Colpisce soprattutto la cura progettuale per la realizzazione di un motore dalle caratteristiche interessanti, in grado di far ruotare il pezzo di carne con velocità costante perché cucini a puntino.

Regolabile in altezza:

Si possono scegliere due altezze per decidere la migliore distanza dalla fonte di calore in base al tipo di carne o al suo taglio.

Portata nella media:

Si distingue per la sua capacità di reggere 10 chili al massimo di carne da arrostire a fuoco lento.

Contro
Fermacarne poco robusti:

Non sempre è facile capire dove acquistare questi accessori, ecco perché fa piacere quando sono già inclusi nella confezione. In questo caso, però, i forchettoni non sono molto solidi.

Acquista su Amazon.it (€52)

 

 

 

Mvpower 75 cm

 

Se cerchi uno spiedo per barbecue dai un’occhiata a questo modello, apprezzato perché funzionale, robusto e non troppo caro. Va bene per la maggior parte dei bbq e, in particolare, per quelli con lunghezza inferiore a 80 cm, cioè la lunghezza dello spiedo, a cui bisogna aggiungere quella del manico.

Realizzato in acciaio inox, questo modello si rivela robusto e capace di cuocere fino a 10 kg di carne o pesce alla volta. Il motore da 4 watt è in grado di effettuare 2-3 giri al minuto in senso orario o antiorario.

È un girarrosto elettrico piccolo fornito con due bei fermacarne robusti. Le varie componenti si possono smontare per riporle in poco spazio o trasportarle con maggiore comodità.

Certificato CE, lo spiedo è altrettanto semplice da assemblare, nonostante le istruzioni in inglese, ed è anche molto silenzioso.

Ecco un modello pensato specialmente per cucinare sulla piastra del barbecue. Vediamone in breve i passaggi fondamentali che lo contraddistinguono. Potrebbe rappresentare una buona opzione se cercate un elemento per arricchire la zona BBQ.

Pro
Struttura resistente:

La certificazione CE è un elemento in più e che non guasta per dare la certezza che questo girarrosto possa sopportare l’esposizione continua alle alte temperature senza deteriorarsi.

Senso di rotazione a scelta:

Orario o antiorario, per consentire di cucinare carne o pesce a puntino e da tutti i lati.

Facile da assemblare e portare dove serve:

Il montaggio dei diversi pezzi è facile da realizzare e rappresenta una buona soluzione per ravvivare riunioni di famiglia nelle case di campagna.

Contro
Meglio se per BBQ:

Le dimensioni sono piuttosto contenute, questo lo rende adatto a dare il meglio di sé soprattutto sulla piastra del barbecue limitandone le possibilità d’impiego.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Kenley hcp-bq28b

 

Ecco un altro girarrosto elettrico per barbecue, composto cioè da uno spiedo e da due forchettoni dove infilzare la carne. Queste componenti sono realizzate in acciaio inossidabile.

Il motore da 4 watt gira silenziosamente e permette di tenere fino a 10 kg di cibi alla volta. Il barbecue su cui collocarlo non deve essere più lungo di 80 cm. Come spesso accade per questi prodotti, non è incluso il supporto dove fissare lo spiedo, quello con diversi livelli che permette di regolarne anche l’altezza sulla brace, per cui bisogna procurarselo a parte.

Colpisce di questo modello la possibilità di scegliere anche la versione con batteria per poterlo utilizzare ovunque, anche lontano da una presa di corrente. Attenzione, la scelta è tra il modello elettrico e quello a batteria, non c’è la versione mista che comprende entrambe le alimentazioni. Il girarrosto si monta e si smonta in un attimo.

È caratterizzato da prezzi bassi, buone prestazioni e solidità costruttiva. Il girarrosto che abbiamo appena visto si merita di essere preso in considerazione nella nostra guida per scegliere il migliore girarrosto elettrico per la sua buona fattura.

Pro
Ideale per BBQ:

Le dimensioni e la sua composizione lo rendono perfetto per grigliare la carne direttamente messo sopra la piastra del barbecue.

Motore silenzioso:

Il motore non è potentissimo, quindi i consumi sono molto limitati, però è molto discreto e riesce a far girare fino a 10 chili di carne.

Può funzionare a batteria:

Si può scegliere se acquistare la versione free standing alimentata a batteria e quindi facile da installare ovunque, anche distanti dalla presa di corrente.

Contro
Manca il supporto per fissarlo sopra la fonte di calore:

Va acquistato a parte e per questo richiede una spesa in più da affrontare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Perez Losa

 

Se non sai quale girarrosto elettrico comprare, comincia dando un’occhiata a questo modello, tra i più venduti online. Ha tutto per suscitare il tuo interesse, a cominciare dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. Si tratta infatti di un modello dal costo accessibile e, come sottolineano soddisfatti i consumatori, è estremamente efficace.

Lo spiedo è robusto perché realizzato in acciaio inox certificato per alimenti AISI 304 (1.4301) e il motore bello potente con motrice da 400 N/cm assicura due giri al minuto e la possibilità di cuocere fino a 10 kg di carne o pesce. Il motore gira regolarmente, garantendo una cottura a puntino di polli e maialini.

Nel prezzo sono comprese adesso anche le due indispensabili forchette fermacarne che precedentemente l’azienda non includeva, costringendo gli utenti a comprarle a parte.

Da sottolineare la lunghezza dello spiedo pari a 1 metro (non regolabile) e l’altezza minima da terra del girarrosto che è di 10 cm.

Le certificazioni di qualità danno un certo pregio a questo girarrosto che si propone di svolgere al meglio il proprio dovere in diversi contesti. Rivediamo di seguito cosa lo differenzia rispetto agli altri modelli proposti in questa classifica.

Pro
Materiali solidi:

L’acciaio impiegato per la realizzazione del girarrosto elettrico è perfettamente compatibile per il contatto con gli alimenti e questo particolare è certificato all’origine.

Regge fino a 10 chili:

La struttura solida e robusta è in grado di ospitare più polli, un maialino intero o comunque tagli di carne dalla portata notevole.

Rotazione costante:

La velocità massima che raggiunge consente di ottenere due giri al minuto, perfetta per rosolare a puntino le carni, senza bruciarle né lasciarle crude al centro.

Contro
Non regolabile:

La larghezza di un metro non è regolabile su misura, quindi dovrete assicurarvi che sia perfettamente compatibile con il vostro forno.

Acquista su Amazon.it (€60)

 

 

 

Come utilizzare un girarrosto elettrico

 

Se la vostra alimentazione include spesso carni cotte alla brace o pollo allo spiedo e disponete di un barbecue o di un camino, perché non acquistate un girarrosto elettrico da utilizzare all’occorrenza? Il piacere di assaporare la carne di un pollo o di un maialino cotto alla brace non ha eguali, specie se è occasione di convivialità e divertimento con familiari e amici. Leggete questa guida per tutte le informazioni utili sull’utilizzo di un girarrosto.

 

 

Preparazione della struttura

Per usare un girarrosto elettrico dovrete disporre innanzitutto di una sorgente di alimentazione in cui inserire il cavo del girarrosto. Se optate per un modello a batteria, questo requisito non è ovviamente necessario. Quindi, calcolate l’ampiezza del camino o del barbecue e verificate che la lunghezza dello spiedo (il termine tecnico è “schidone” o “schidione”) sia compatibile.

Sistemate la struttura portante del girarrosto e fate attenzione a non inserire il motorino sulla fiamma o vicino a quest’ultima, altrimenti potrebbe fondersi o rovinarsi irreparabilmente.

 

Preparazione degli ingredienti

Una volta preparata la base per la cottura, passate agli ingredienti. Condite bene la parte interna ed esterna della carne (nel pollo, per esempio, aggiungete spezie e sale anche nella cavità interna). Evitate di aggiungere olio per non aggiungerlo ai grassi che verranno sprigionati durante la cottura. Inserite l’alimento nello spiedo e fissatelo con cura con i ganci a forchetta, spingendoli l’uno verso l’altro.

Fissate lo spiedo ai ganci ruotando la chiavetta dedicata, in modo tale da assicurare una presa salda. Preriscaldate il dispositivo e scegliete l’altezza che preferite, ricordandovi di non collocare lo spiedo molto vicino alla fiamma, altrimenti mangerete carne abbrustolita. Impostate la temperatura suggerita e regolate il senso e la velocità di rotazione.

Con i forchettoni forniti in dotazione (a seconda della confezione) controllate il livello di cottura della carne. Fate attenzione a non bruciarvi durante queste operazioni e considerate l’ipotesi di indossare dei guanti protettivi.  

 

Combinazione calore lento-rotazione

Il connubio tra cottura lenta e dolce e rotazione è ciò che rende i piatti allo spiedo davvero gustosi e speciali. La carne resta succulenta e morbida, a causa di ridotte contrazioni delle fibre e perdita dei liquidi.

Quelli che vengono persi naturalmente (liquidi di cottura) possono essere spalmati sulla superficie della carne, per favorire la cottura più superficiale della pelle che in questo modo diventa croccante e deliziosa.

 

 

Il tocco dello chef

Acquistate della carne ben frollata da un macellaio di fiducia. Toglietela dal frigo qualche ora prima della cottura affinché raggiunga la temperatura ambiente. Oltre a spennellare i grassi e i liquidi persi sulla carne in cottura, potreste preparare un mix di limone ed erbe aromatiche, affinché le fibre si insaporiscano ancora di più e restino morbide.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status