fbpx

Il miglior iodio

Ultimo aggiornamento: 17.07.19

 

Iodio – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Lo iodio è un micronutriente indispensabile per il corretto svolgimento di tutti i processi fisiologici dell’organismo poiché coinvolto nei meccanismi di sintesi e rilascio degli ormoni tiroidei T3 e T4 (tiroxina e triiodotironina). Trattandosi di un minerale essenziale che l’organismo non produce spontaneamente, è fondamentale introdurlo attraverso l’alimentazione e sopperire l’eventuale carenza attraverso degli integratori. In commercio esistono diversi prodotti che si propongono di regolarizzare l’attività della tiroide e trovare quello giusto richiede una lunga ricerca e un’attenta informazione. Se vi occorre un aiuto in più per capire come scegliere un buon iodio, date un’occhiata ai nostri consigli d’acquisto e alle proposte in classifica, tra cui spiccano in particolare: Vegavero BIO Jod 180 capsule, un integratore biologico contenente solo estratto puro di Fucus Vesiculosus, fonte di iodio, mucopolisaccaridi, oligoelementi e vitamine B1, C ed E; e Fair & Pure – 180 compresse, che si affida a una composizione completamente naturale, senza aggiunta di eccipienti, additivi e coloranti che potrebbero alterare le proprietà benefiche dei nutrienti contenuti.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior iodio

 

Quando si hanno carenze di iodio può essere utile assumere degli integratori che possano compensare questa insufficienza. Trovare quello più adatto alle proprie esigenze dipende da molteplici fattori, partendo dalla comparazione delle caratteristiche principali fino alla formulazione del prodotto e alle sostanze contenute. Leggete la nostra guida all’acquisto per confrontare le migliori offerte del mercato e capire quale iodio comprare.

Guida all’acquisto

 

Integratori di iodio e tiroide

La tiroide è una ghiandola endocrina estremamente importante per il benessere dell’organismo, in quanto deputata alla sintesi degli ormoni T3 e T4 (tiroxina e triiodotironina) fondamentali per il corretto svolgimento di tutti i suoi processi fisiologici.

Attraverso questi ormoni, la tiroide controlla numerose funzioni chiave del nostro corpo, quali la respirazione, la temperatura corporea e il battito cardiaco, oltre a promuovere il corretto sviluppo di alcuni organi, tra cui il cervello, l’apparato scheletrico e quello cardiocircolatorio.

Per produrre gli ormoni tiroidei la ghiandola ha bisogno di iodio, un minerale essenziale che il nostro organismo assimila tramite l’alimentazione e presente in natura nelle acque del mare, in alcune alghe, nei pesci e nei crostacei. Attraverso il micronutriente la tiroide viene stimolata a produrre T3 e T4 per gestire tutti i processi metabolici del corpo riportando in equilibrio le sue normali funzioni.

In commercio esistono molti integratori per la correzione della carenza iodica, ma è sempre preferibile acquistarli dietro consiglio del proprio medico di fiducia, diffidando dai prodotti con ingredienti artificiali o che non offrono indicazioni precise sulle sostanze contenute e sugli eventuali effetti collaterali.

 

I benefici dello iodio

Come abbiamo già avuto modo di sottolineare, lo iodio è strettamente legato al funzionamento della ghiandola tiroidea, che a sua volta influisce sullo stato di salute generale del nostro organismo. Quando la tiroide funziona bene il corpo riesce a mantenersi in forma e in equilibrio, minimizzando l’accumulo di depositi adiposi, tossine e calorie.

Da qui è chiaro che una carenza iodica può provocare diversi disturbi fisiologici, come ipotiroidismo, gozzo, disfunzioni cardiache, esoftalmo e via dicendo.

Visto che la sintesi degli ormoni tiroidei è direttamente influenzata dalla disponibilità dell’oligoelemento, la cui quantità giornaliera ideale è di circa 150/200 microgrammi, la maggior parte degli integratori, formulati a base di questo minerale o di fonti che ne sono particolarmente ricche (come alghe, Fucus o laminaria), si prospettano di incrementare l’attività tiroidea e stimolare l’organismo ad accelerare il metabolismo per produrre energia e bruciare i grassi.

Prevenzione ed effetti collaterali

Se assunto nelle dosi raccomandate o utilizzato per uso esterno in modo adeguato, lo iodio è assolutamente sicuro per la salute, ma bisogna sempre prestare la massima attenzione in fase di scelta, perché non tutti i prodotti reperibili in commercio sono uguali e potrebbero contenere eccipienti o sostanze artificiali pericolose per l’organismo.

A differenza di quanto si possa pensare, assumere integratori di iodio in quantità eccedente o comunque per un periodo di tempo prolungato, potrebbe compromettere l’efficienza della tiroide e provocare una serie di effetti collaterali gravi, tra cui l’ipertiroidismo.

Prima di iniziare l’integrazione, quindi, è buona norma consultare uno specialista e leggere con attenzione il foglietto illustrativo per reperire tutte le principali informazioni sul prodotto e, nello specifico, le modalità d’uso, le sostanze contenute e le potenziali controindicazioni.

 

Il miglior iodio del 2019

 

Per agevolarvi nella scelta abbiamo selezionato i migliori prodotti venduti online, scelti dalla nostra redazione tenendo conto dei pareri e delle esigenze degli utenti, cercando anche il giusto compromesso tra qualità complessiva e prezzo di vendita.

 

Prodotti raccomandati

 

Vegavero BIO Jod 180 capsule

 

Principale vantaggio:

Ogni compressa contiene circa 154 mg di polvere di Alga Bruna, particolarmente ricca di iodio e sali minerali, e non vede l’aggiunta di lattosio, glutine e additivi artificiali, prestandosi quindi al consumo da parte dei vegani e da chi è affetto da allergie o intolleranze alimentari.

 

Principale svantaggio:

Brutte notizie per chi cerca un prodotto che coadiuvi la perdita di peso: sembrerebbe, infatti, che l’estratto di Fucus contenuto contribuisca a normalizzare la funzionalità tiroidea ma senza alcun risultato apprezzabile sulla riduzione della massa grassa.

 

Verdetto 9.9/10

L’integratore di Vegavero presenta un incredibile rapporto qualità/prezzo; il quantitativo offerto è sufficiente per coprire il proprio fabbisogno semestrale, potendo contare su un prodotto naturale e biologico che consente anche di risparmiare sulla spesa finale.

Acquista su Amazon.it (€16,97)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

I vantaggi di un integratore biologico

In caso di carenza di iodio, potrebbe essere di grande aiuto assumere un integratore formulato per compensare questo deficit. Il marchio Vegavero si è imposto tra i più validi e affidabili del settore, offrendo prodotti di elevata qualità e realizzati esclusivamente con ingredienti naturali nel pieno rispetto dei principi etici legati al campo biologico.

Anche nel proporre l’integratore in compresse a base di Alga Bruna l’obiettivo è stato raggiunto, con un supporto che guarda alla purezza delle materie prime e a un’attenta combinazione di principi attivi volti a favorire il benessere dell’organismo.

Ogni compressa, infatti, è formulata solo con ingredienti vegetali e di origine biologica, senza aggiunta di sostanze artificiali, come aromi, addensanti e conservanti.

La validità dell’integratore si fonda sul supporto fornito dall’Alga Fucus, nota per l’elevato contenuto di oligoelementi e sali minerali, presente in ciascuna capsula in quantitativo pari a 154 mg, di cui 100 mcg di iodio.

Il prodotto, inoltre, è privo di lattosio, glutine o sostanze di origine animale, il che è certamente un vantaggio per quanti seguono una dieta vegana o vegetariana e per chi soffre di particolari intolleranze alimentari.

Efficacia

Ma questo integratore è efficace oppure no? Molti utenti che hanno avuto modo di testare il prodotto hanno riscontrato benefici quasi immediati, soprattutto nella riattivazione del metabolismo basale e nel controllo del peso corporeo. Ma i vantaggi offerti dal prodotto si spingono anche oltre: la polvere di Alga Bruna contenuta, oltre a garantire il giusto apporto di iodio, riesce a integrare l’alimentazione con numerosi nutrienti fondamentali, quali selenio, mucopolisaccaridi, zinco, rame, e vitamine B1, C ed E.

Quindi, per rispondere al quesito iniziale, possiamo affermare con certezza che il prodotto risponde perfettamente allo scopo, favorendo non solo l’assorbimento di iodio ma anche di tutte quelle sostanze indispensabili per il corretto funzionamento dei processi fisiologici dell’organismo.

Ricordiamo agli utenti, però, che il prodotto da solo non è sufficiente per riportare in equilibrio il metabolismo ed è, pertanto, fondamentale associare l’assunzione a una dieta sana e a una regolare attività fisica.

 

Confezione e dosaggio

Per chi scegliere un integratore di iodio è importante poter contare su informazioni chiare e precise sugli eccipienti contenuti e sulle modalità d’uso.

Vegavero ha mantenuto i suoi propositi anche in questo, e non ci riferiamo solo alla certificazione bio di cui il suo prodotto è provvisto, ma anche alla presenza di un chiaro foglietto illustrativo che spiega dettagliatamente gli effetti e le caratteristiche delle sostanze contenute, le controindicazioni e le dosi consigliate. Il quantitativo raccomandato è di una compressa al giorno in prossimità dei pasti principali, specificando al contempo che l’assunzione deve essere associata a una corretta alimentazione e a un’idonea attività fisica.

Anche il packaging testimonia l’elevato standard qualitativo messo in campo dall’azienda, in quanto caratterizzato da un barattolo di colore scuro con chiusura ermetica che consente di mantenere il contenuto inerte dall’azione dannosa degli agenti esterni.

 

Acquista su Amazon.it (€16,97)

 

 

 

Fair & Pure – 180 compresse

 

L’offerta di Fair & Pure comprende 180 capsule formulate secondo gli standard qualitativi previsti dalle normative europee.

Rientra tra i prodotti più venduti soprattutto per il costo proporzionato alla qualità degli ingredienti, frutto di attenti studi scientifici volti a individuare la perfetta combinazione di sostanze nutritive e dosaggi per migliorare il benessere del corpo.

Le compresse possono essere assunte tranquillamente anche dai vegetariani e dai vegani, visto che non contengono sostanze di origine animale, mentre i soggetti affetti da intolleranze alimentari potranno contare sull’assenza di lattosio, glutine, fruttosio e altri potenziali allergeni.

L’integratore si serve dell’estratto di Fucus Vesiculosus, titolato allo 0,1% in iodio, per garantire il buon funzionamento della tiroide e la regolare sintesi degli ormoni tiroidei in modo da riequilibrare l’organismo, mantenendo alte le sue difese immunitarie.

Associato a una dieta ipocalorica, aiuta anche a perdere peso, stimolando il metabolismo e la progressiva riduzione della massa grassa.

Passiamo ora a un’analisi sintetica dei suoi pregi e difetti per tirare le somme di quanto descritto nelle righe precedenti.

Pro
Composizione:

Ciascuna capsula contiene 300 mcg di iodio puro, estratto dal tallo dell’Alga Fucus, senza aggiunta di lievito, agglomeranti, aromi, conservanti e altre sostanze potenzialmente dannose per l’organismo.

Sicuro:

Il prodotto è stato realizzato nel pieno rispetto delle normative europee vigenti in materia e delle linee guida delle GMP, per cui è adatto anche a chi soffre di particolari intolleranze alimentari.

Prezzo conveniente:

Chi vuole sapere dove acquistare un integratore di iodio sicuro e soprattutto conveniente può fare affidamento sul prodotto di Fair & Pure, in formato da 180 compresse e proposto a un costo molto vantaggioso.

Contro
Concentrazione:

Rispetto ad altri integratori, la quantità di iodio presente in ogni compressa è molto elevata, quindi non sono indicate nel caso in cui si soffra di disfunzioni a carico della tiroide.

Acquista su Amazon.it (€16,95)

 

 

 

Heiltropfen – 30 ml

 

Se arrivati a questo punto non avete ancora individuato l’integratore di iodio più adatto alle vostre esigenze, forse è perché non avete vagliato con attenzione tutte le opzioni disponibili sul mercato.

A tal proposito, vi consigliamo di dare un’occhiata alle caratteristiche della tintura proposta da Heiltropfen, una ditta tedesca che commercializza solo preparati erboristici naturali e certificati.

La tintura in questione è realizzata con il 5% di iodio elementare, utile per stimolare il metabolismo favorendo anche il corretto funzionamento della tiroide, e il 10% di ioduro di potassio, un sale binario capace di regolare la pressione arteriosa e di coadiuvare la trasformazione del glucosio in glicogeno, in modo che il fegato possa a sua volta provvedere a una regolare secrezione di insulina.

Il preparato è venduto in boccetta da 30 ml, realizzata in vetro e provvista di un pratico contagocce che consente di utilizzare sempre il giusto quantitativo.

La nostra guida per scegliere il miglior iodio include prodotti di ogni tipologia e formato capaci di soddisfare le esigenze di tutti gli utenti, ma in molti hanno preferito la tintura madre di Heiltropfen per la qualità e l’efficacia dimostrata.

Pro
Formulazione:

La soluzione è formulata con il 5% di iodio e il 10% di ioduro di potassio, due elementi fondamentali per riportare in equilibrio il metabolismo e garantire il buon funzionamento della ghiandola tiroidea.

Pack:

Dai pareri degli utenti emerge anche la grande attenzione riservata al confezionamento, caratterizzato da un flacone in vetro scuro da 30 ml dotato di una comoda pipetta contagocce per un dosaggio facile e preciso.

Prezzo:

Rispetto ad altre tinture di iodio reperibili sul mercato, il prodotto commercializzato da Heiltropfen è sicuramente il più economico, ponendosi come ottima alternativa per quanti cercano prezzi bassi.

Contro
Diluizione:

Si tratta di un prodotto molto diluito e, per quanto questa caratteristica metta al riparo da pericolosi iperdosaggi, potrebbe essere necessario l’utilizzo di qualche goccia in più per raggiungere i risultati sperati.

Acquista su Amazon.it (€11,28)

 

 

 

Nuova Farmec – 1 litro

 

Non esistono solo prodotti per integrare eventuali carenza di iodio e sali minerali, come testimonia questo disinfettante antibatterico a marchio Nuova Farmec.

Si tratta di un prodotto formulato per la disinfezione della cute e di eventuale ferite superficiali, a base di polivinilpirrolidone di iodio, iodopovidone e acqua depurata.

La soluzione spicca per il suo elevato potenziale battericida capace di uccidere i batteri ai quali viene applicata, impedendone la crescita e la proliferazione.

Per evitare che i microrganismi patogeni penetrino all’interno del tegumento, causando ulteriori danni, si consiglia di pulire accuratamente la zona da trattare, rimuovendo eventuali residui di sporco, e tamponare la ferita con qualche goccia di disinfettante aiutandosi con un batuffolo di cotone.

L’assenza di alcool, inoltre, non provoca bruciori o eventuali arrossamenti dell’area interessata, mentre il comodo tappo dosatore consente di controllare la fuoriuscita di liquido evitando inutili sprechi.

Il prezzo, trattandosi di un presidio medico chirurgico, non è dei più bassi, tuttavia i numerosi commenti positivi lasciati dagli utenti ci permettono di considerarlo uno dei migliori prodotti della categoria.

Pro
Battericida:

Il disinfettante di Nuova Farmec, servendosi dell’azione battericida dello iodio iodopovidone, è capace di uccidere i batteri e altri eventuali microrganismi patogeni, impedendone la crescita e la moltiplicazione.

Versatile:

L’assenza di alcool, denaturato o etilico che sia, lo rende molto delicato sulla cute, senza provocare bruciori o irritazioni e, per la stessa ragione, può essere applicato anche sulla pelle di anziani e bambini.

Qualità:

In molti confermano la buona composizione e l’efficacia di questo disinfettante, proposto in formato da un litro da un’azienda affidabile e molto rispettata nel campo farmaceutico.

Contro
Costo:

Unico punto a sfavorevole è il prezzo, ritenuto abbastanza elevato se confrontato con quello di altri prodotti della stessa tipologia.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Biomenta Iodio Plus

 

L’ultimo prodotto della nostra lista è un integratore di iodio in compresse che vanta un’elevata qualità degli ingredienti impiegati e una meticolosa attenzione nelle diverse fasi della preparazione.

All’interno della confezione trovano posto 120 compresse a base di iodio da 1.400 mg l’una e, dai pareri raccolti, risultano anche piuttosto facili da ingerire, non presentando un sapore sgradevole né dimensioni tali da renderne necessaria la divisione.

Le capsule contengono una buona quantità di iodio per coadiuvare le normali funzioni metaboliche e la regolare produzione degli ormoni tiroidei, ma sono state arricchite anche con ferro, acido folico e selenio allo scopo di bilanciare eventuali carenze alimentari e favorire così il normale svolgimento dei processi chimici dell’organismo.

L’unico neo riscontrato dagli utenti è il prezzo, che sembra essere un tantino al di sopra della media, soprattutto se rapportato al quantitativo offerto.

Per avere un quadro più completo del nuovo integratore di Biomenta, vi consigliamo di dare un’occhiata alla lista dei suoi principali punti di forza e di debolezza che abbiamo preparato qui di seguito.

Pro
Bilanciato:

Oltre allo iodio, presente in elevata percentuale, l’integratore è stato arricchito con ferro, acido folico e selenio per riportare in equilibrio l’organismo e sopperire a eventuali carenze di nutrienti indispensabili per il suo corretto funzionamento.

Pratiche:

Le compresse risultano essere piuttosto facili da ingerire, in quanto caratterizzate da dimensioni contenute e da un sapore neutro che ne rende più gradevole l’assunzione.

Sicurezza:

La certificazione del marchio tedesco che lo produce conferma la grande attenzione posta in essere dall’azienda nel realizzare un prodotto che rispetta gli standard comunitari in materia di integratori.

Contro
Quantità/prezzo:

Il formato da 120 capsule viene proposto a un prezzo giudicato eccessivo dalla maggior parte degli utenti.

Acquista su Amazon.it (€13,99)

 

 

 

Come utilizzare lo iodio

 

Gli integratori e i preparati a base di iodio sono una fonte concentrata di oligoelementi e sali minerali ad azione fisiologica, formulati per completare un’alimentazione carente di tali sostanze.

Esistono, infatti, casi in cui particolari condizioni patologiche o disfunzioni a carico della tiroide richiedono un adeguato supporto di iodio al fine di favorire la sintesi degli ormoni tiroidei e riportare in equilibrio il metabolismo.

In ogni caso, prima di ricorrere a un integratore, è preferibile chiedere consiglio al proprio medico e prestare attenzione alla formulazione del prodotto.

Iodio e alimentazione

Partendo dal presupposto che una dieta sana e bilanciata è in grado di apportare al nostro corpo tutti i nutrienti di cui necessita, lo iodio è un minerale essenziale, assimilato dall’organismo in piccole quantità, che si può trovare in numerosi alimenti.

Visto che il micronutriente è presente principalmente nelle acque marine è chiaro che cibi più ricchi di iodio sono i pesci, le alghe e i crostacei, ma ce ne sono tanti altri che sono discrete fonti del nutriente, come per esempio il latte, le uova, la carne e i cereali. Per quanto riguarda, invece, frutta e verdura l’apporto viene influenzato direttamente dalla presenza del minerale nel terreno da cui provengono.

Tuttavia, considerato che il quantitativo di iodio assimilato, il più delle volte, non è sufficiente a coprire il proprio fabbisogno giornaliero (di circa 150 microgrammi) potrebbe essere necessario integrare le carenze utilizzando del sale iodato, in sostituzione al comune sale da cucina, o attraverso dei prodotti specifici, purché regolarmente notificati al Ministero della Salute o all’istituzione comunitaria competente.

 

I principali benefici dello iodio

La carenza di iodio può avere diversi effetti negativi sul nostro organismo, ed è la principale causa delle malformazioni del feto durante la gravidanza.

Nel nostro corpo il 60% dell’oligoelemento viene immagazzinato nella tiroide, una ghiandola endocrina che secerne degli ormoni capaci di controllare e regolarizzare i processi metabolici dell’organismo.

Lo iodio, quindi, contribuisce alla normale funzionalità tiroidea e alla regolare produzione di tiroxina e triiodotironina, ma in realtà si dimostra utile anche nel sostenere il metabolismo energetico, la funzione cardiocircolatoria e il normale funzionamento del sistema nervoso.

La carenza iodica durante la gestazione è dannosa tanto per la madre quanto per il bambino, perché potrebbe generare ipertensione nella donna e ritardo mentale nel feto. Negli adulti, invece, oltre a provocare disfunzioni gravi a carico della tiroide, può comportare anche la comparsa del gozzo, l’ipofertilità e diverse malattie cardiache.

 

 

Impiego e precauzioni

Sebbene sia stato scientificamente provato che l’integrazione di iodio può apportare numerosi benefici all’organismo, assumerlo in quantità eccessive può essere dannoso, provocando l’insorgenza di patologie gravi come l’ipotiroidismo e l’insufficienza renale.

Gli effetti collaterali più comuni dell’intossicazione da iodio sono nausea, bruciori di stomaco e dissenteria, mentre nei soggetti più sensibili si registrano anche gonfiore alle labbra, emorragie, ecchimosi e reazioni allergiche.

Proprio per tutte queste ragioni, prima di iniziare ad assumere un integratore è bene chiedere un consiglio al medico ed effettuare delle accurate analisi per scoprire se ci sono eventuali disfunzioni a carico della tiroide che potrebbero interferire, anche gravemente, con l’integrazione.

Una volta scelto il prodotto più adatto alle proprie esigenze, non dimenticate di leggere attentamente l’etichetta o il foglietto illustrativo per capire quali sono le sostanze contenute e tutti gli eventuali effetti collaterali.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quali cibi contengono lo iodio?

Lo iodio è un minerale indispensabile per mantenere attivo l’organismo, soprattutto se si ha la tendenza a ingrassare o se si ha bisogno di sopperire a eventuali carenze alimentari.

Un’ottima fonte di iodio sono le alghe marine e, in particolare, il Fucus Vesiculosus che esplica un effetto stimolante per il metabolismo e per la ghiandola tiroidea grazie all’elevato contenuto di oligoelementi, sali minerali, mucopolisaccaridi, vitamine B1, C ed E. Bastano, infatti, pochi grammi di Alga Bruna per coprire il proprio fabbisogno giornaliero di tali nutrienti.

Lo si ritrova anche in molti pesci di mare, tra cui spiccano il merluzzo e il salmone, ma bisogna prestare attenzione al metodo di cottura perché, essendo lo iodio un minerale biodisponibile, tende a disperdersi con il calore e, pertanto, è consigliabile cuocere l’alimento a vapore.

Altri cibi ricchi di questo elemento sono le uova, il latte, la carne e alcuni tipi di frutta e verdura anche se, in questo caso, il quantitativo contenuto può variare in base alla presenza del minerale nel terreno di coltura.

 

Dove si trova lo iodio in natura?

In natura la fonte principale di iodio sono le acque termali e quelle marine.

L’acqua di mare, in particolare, possiede gran parte degli elementi già naturalmente presenti nel nostro organismo e, oltre allo iodio, troviamo la vitamina E a alcune sostanze antivirali e antibatteriche. È risaputo, infatti, che lo iodio presente nell’ambiente marino favorisce la respirazione e la pressione arteriosa, ed è un ottimo rimedio naturale contro i dolori reumatici e per chi soffre di problemi alla tiroide.

Anche il sale marino può essere un naturale complemento di iodio, anche se in genere viene addizionato artificialmente sotto forma di ioduro o iodato di potassio.

 

Perché lo iodio fa bene?

Lo iodio è il costituente principale degli ormoni secreti dalla tiroide, quindi una sua corretta assunzione è pressoché fondamentale per consentire alla ghiandola di generare la quantità necessaria per regolare i normali processi metabolici e fisiologici del corpo.

Un’insufficienza iodica può portare, in ogni fase della crescita, a diversi disturbi più o meno importanti a seconda della gravità della carenza e del periodo in cui si riscontra. Una delle patologie più note è il gozzo, ossia il progressivo ingrandimento della ghiandola dovuto agli sforzi compiuti nel tentativo di secernere quantità di ormoni confacenti alle necessità dell’organismo.

Tuttavia, il gozzo non è l’unico effetto della carenza iodica e non è difficile riscontrare danni anche gravi a carico del sistema nervoso e cardiocircolatorio.

 

Perché lo iodio non si scioglie in acqua?

Semplice, perché l’acqua è costituita da molecole polari caratterizzate da una carica parziale positiva e una carica negativa opposta, mentre lo iodio è una sostanza apolare, cioè di uguale elettronegatività. Per questa ragione, la sostanza non si mescola con l’acqua a meno che non vengano aggiunti elementi a elevata polarizzazione come l’alcool e l’esano.

 

Perché lo iodio è importante per la tiroide?

Lo iodio è un micronutriente essenziale presente nel nostro organismo in piccole quantità (circa 15/20 mcg) e viene inglobato per il 60% dalla tiroide per produrre gli ormoni T3 e T4, ossia la tiroxina e la triiodotironina, che trattengono il minerale nella loro struttura chimica. Questi due ormoni si occupano di regolare i processi metabolici delle cellule e hanno un ruolo fondamentale nello sviluppo di alcuni organi, tra cui il cervello e il cuore.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status