fbpx

Il miglior libro di Alessandro Baricco

Ultimo aggiornamento: 12.10.19

 

Libri di Alessandro Baricco – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Alessandro Baricco è uno scrittore contemporaneo, vicino alle problematiche odierne, un uomo che sembra di altri tempi pur mantenendo sempre un filo conduttore con la realtà. Scrittore, saggista e conduttore, la sua vita è stata piena di avventure ed emozioni, nonché esperienze che l’hanno portato a crescere e maturare anche nella sua carriera. Nonostante lo scetticismo iniziale per le sue opere, in cui emerge chiaramente un genere a metà tra l’introspettivo e il riflessivo, nato per sconvolgere gli animi e le emozioni, in pochi anni ha conquistato il favore del pubblico con “Novecento. Un monologo”, che tratta la simpatica quanto commovente storia di un pianista, nato e morto su una nava da cui non è mai riuscito ad allontanarsi per paura e timore della realtà, e in secondo luogo con “Seta”, un romanzo breve che sembra quasi un racconto narrato attraverso gli occhi di un commerciante di seta in giro per il mondo, ricco di amore, passione e nostalgia.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior libro di Alessandro Baricco

 

Se avete bisogno di una guida per scegliere il miglior prodotto e quindi capire anche quale libro di Alessandro Baricco comprare, vi proponiamo dei consigli d’acquisto che sono il frutto di una comparazione tra prezzi bassi e titoli più venduti online, in modo da offrirvi la soluzione più opportuna ai vostri gusti personali.

 

 

Guida all’acquisto

 

Chi è Alessandro Baricco

Tutti lo hanno sentito nominare almeno una volta o hanno letto il suo nome di sfuggita, ma pochi sanno realmente chi sia, perciò, cercheremo di scoprirlo in breve. Nato nel 1953 a Torino, ha fatto carriera come scrittore, saggista e anche conduttore televisivo italiano; inizialmente le sue opere non ebbero così grande fortuna tra il pubblico, questo perché le tematiche trattate e lo stile un po’ minimal dell’autore non erano stati accolti in modo del tutto positivo.

Si è laureato in filosofia all’Università degli studi di Torino con un saggio in Estetica, per poi iniziare la sua carriera con dei saggi di critica musicale, collaborando per la Repubblica e curando una pagina a carattere culturale su La stampa.

Tra le altre cose, è stato uno dei primi ad essere invitato come conduttore del programma televisivo Radio tre suite, e tempo dopo ha anche fondato una scuola di arti performative di cui è tutt’ora il preside.

 

La carriera

Il suo esordio e successo come scrittore arrivano con il primo romanzo della sua carriera, “Castelli di rabbia” che scrive nel 1991 e con cui si aggiudica il Prix Médicis étranger; nel 1993 esce poi “Oceano mare”, forse la sua opera più conosciuta e anche quella più apprezzata dalla critica, nonché uno dei titoli più venduti, e al termine della sua collaborazione con la casa editrice Rizzoli nel 2002, pubblica “Senza sangue”.

A quel punto, avuto lo slancio dalla precedente fama e avendo acquisito sempre maggiore notorietà, insieme a Feltrinelli pubblica altre due libri piuttosto conosciuti e di successo, ossia “Omero e Iliade”, una vera e propria rivisitazione, come si evince dal titolo, del poema omerico. Successivamente, dopo “Emmaus”, opera in cui tratta le tematiche delicate della religione, scrive nel 2011 “Mr Gwyn”, la storia di uno scrittore che non riesce più a sentire l’ispirazione per comporre un nuovo romanzo, libro che verrà inserito in una tetralogia nel 2018, chiamata “I corpi”.

 

 

Cambio di prospettiva

Secondo alcuni, opere come ad esempio “Novecento” e “Oceano mare” possono essere definiti i migliori libri di Alessandro Baricco, perché sono stati capaci di cambiare la prospettiva e la vita dei lettori. Per quale motivo? Di certo non propone un modo nuovo di vedere le cose, anzi sembra quasi volersi concentrare su temi esistenziali e riflessivi già ampiamente trattati in precedenza.

Molti sono del parere che la sua originalità sia nel linguaggio, in una parola non articolata secondo schemi sintattici fissi, ma che fluisce libera, lineare e semplice proprio che le emozioni le governano i pensieri, ed è questa la caratteristica che arriva a confondere e stravolgere il lettore.

Ed ecco che la sua lingua diventa portavoce di sentimenti profondi, ci rende partecipi della difficoltà e dell’importanza di scegliere una strada concreta, della sottile angoscia che ci blocca nei confronti dell’ignoto, non permettendoci di viaggiare ma tenendoci fermi in ciò che già sappiamo, e ancora il nostro nasconderci dietro ad altri, permettendogli di prendere decisioni che non sono quelle giuste per noi, o scegliere di amare una persona che non sentiamo davvero vicina, accontentandoci.

 

I migliori libri di Alessandro Baricco del 2019

 

Capire come scegliere un buon libro di Alessandro Baricco può risultare più facile se si sa dove acquistare quello più economico, dalla copertina rigida o flessibile, e tutta una serie di piccoli accorgimenti che vi mostreremo attraverso la classifica di quelli più interessanti.

 

Prodotti raccomandati

 

 

Principale vantaggio:  

Questo monologo teatrale si è fatto apprezzare particolarmente per la sua semplicità e linearità, che lo rendono molto scorrevole e quindi facile da leggere in una mezz’ora o poco più. Una storia di poche pagine ma ricca di significato, che alla fine vi lascerà con un sorriso sulle labbra.

 

Principale svantaggio:

La pecca di quest’opera riguarda il formato ebook, che alcuni utenti sconsigliano, in quanto non risulta comodo leggere il libro in digitale poiché alcune parti sono soggette ad errori di caricamento, e la scrittura sembra sgranata, cosa molto fastidiosa per gli occhi.

 

Verdetto: 9.5/10

I lettori sono rimasti sicuramente colpiti per la maggior parte da questo piccolo mondo teatrale, sia per la storia, che è appassionante, trattata con chiarezza e dolcezza nei punti anche più spinosi, sia per il numero di pagine, che lo rende versatile a qualsiasi esigenza di lettura.

Acquista su Amazon.it (€5,52)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Il protagonista

Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, questo è il nome completo del personaggio principale della storia, una figura emblematica, di cui poco si capisce in termini di personalità se non verso la fine del romanzo.Chi è? Non si sa effettivamente nulla delle sue origini, se non che fu trovato in una cassa di limoni della nave Virginian (realmente esistita) da un macchinista, e gli fu dato il nome T.D. in quanto, insieme al bambino, vi era una lettera con scritto solamente: “T.D. Lemon”, interpretato poi come “Thanks Danny”.

Fatto sta che il bambino, di eccezionale bravura, cresce sulla nave suonando per i passeggeri, incapace di amare e provare le emozioni che solo la vita sulla terraferma può offrire. Anche se potrebbe fare successo altrove, infatti, la paura dell’ignoto che torna spesso come tematica nei romanzi di Baricco, lo spinge a vivere le vicende ed emozioni altrui come da un oblò, e trasformando e annullando ciò che vede in musica, non sapendo in che altro modo interpretarle.

 

 

Lo stile

Particolarità di tutto il monologo è soprattutto lo stile, infatti le parole scorrono veloci come velluto, tanto che ci si ritrova alla fine del libro senza che il numero delle pagine pesi e arrechi in alcun modo difficoltà.

La narrazione, poi, è svolta in prima persona e proprio per questo il lettore non è mai portato ad annoiarsi, ma a immaginare di poter condividere e sentire tutto ciò che accade all’interno del Virginian.

Per non parlare della trama, coinvolgente e spettacolare, che sembra quasi una leggenda metropolitana di cui non si sa bene se ci sia un fondo di verità o meno, e della dolcezza di Novecento, che alla fine è l’emblema di tutte le stesse paure umane.

 

Temi principali

Le tematiche che appaiono forti all’interno del romanzo sono quelle del legame e del sogno. Il legame deriva dallo stesso protagonista, che nasce sulla nave ed è incapace di allontanarsi da essa, anche quando è messo alle strette; il tema del sogno invece deriva dall’imbarcazione, dai dettagli con cui viene descritto il mondo esterno, quasi come se in quel posto vi fosse un altro universo, lontano da qualsiasi realtà.

 

Acquista su Amazon.it (€5,52)

 

 

 

Seta

 

“Seta”, già dal titolo così conciso eppure emblematico e affascinante, vi inviterà a tendere una mano per sfogliarne le pagine, seguendo le vicende di Hervé, un commerciante francese di bachi da seta, che si trova in Giappone per sfuggire ad un epidemia mortale.

Un libro commovente, in cui emergono grandi spunti di riflessione e grandi emozioni, a partire dall’amore del protagonista per la moglie, che non riesce a vedere per molto tempo, la passione che poi lo travolgerà alla vista di una giovane fanciulla in Giappone, e ancora e soprattutto il tema della nostalgia, quel sentimento struggente che prende il cuore al pensiero di una terra lontana e irraggiungibile.

Tutto questo trattato con lo stile tipico di Baricco, non artificioso né prolisso, ma con periodi brevi e continue ripetizioni che servono a dare una cadenza malinconica e quasi da sogno a tutto il componimento, fino ad arrivare ad un finale spiazzante.

Di seguito vi mostriamo una serie di pro e contro sul prodotto, così da essere sicuri della scelta tra i vari articoli raccomandati.

Pro
Breve:

Un romanzo solitamente è strutturato in modo preciso, con un numero di pagine definito; nel caso di “Seta”, sembra quasi di trovarsi davanti a un racconto, breve ma intenso, che vi lascerà increduli man mano che procederete senza poterne fare a meno.

Poche righe:

Una particolarità fantasiosa e mai banale è data dalla lunghezza delle righe; il periodo è stretto e conciso, e non vi sono pagine scritte completamente dall’inizio alla fine, anzi spesso un capitolo è composto da poche righe scritte quasi di getto.

Economico:

Tutti i formati di questo libro sono molto vantaggiosi in termini di prezzo, soprattutto l’audiolibro è disponibile in versione gratuita, e anche il formato kindle, quello rigido e flessibile sono più o meno allo stesso costo, per un ottimo rapporto di qualità.

Contro
Forzato:

Alcuni utenti sostengono che per rendere meglio dei concetti, Baricco si sia spinto oltre, risultando un po’ forzato nelle sue conclusioni, senza nascondere però che il libro ha comunque un certo spessore a livello riflessivo.

Acquista su Amazon.it (€6,37)

 

 

 

The game

 

“The game” rappresenta l’ultimo libro scritto da Baricco e presentato dalla casa editrice Einaudi, a distanza di 10 anni dal suo precedente saggio sulla rivoluzione tecnologica.

Ancor di più in questo testo, emergono delle posizioni radicali, infatti lo scrittore cerca di indagare le mutazioni e le trasformazioni a cui è stata soggetta la società a partire dalla tecnologia.

Chi sono i protagonisti di quest’opera? Non sono definiti, sono semplicemente gli anni stessi in cui si è verificato il boom digitale, e cioè dal 1984 fino ai giorni nostri.

Anzi, Baricco divide questi periodi in tre decadi precise: partendo appunto dal 1984, ci trascina in un viaggio nel tempo alla scoperta dei primi modelli di Pc; poi ci riporta al 1990, anno in cui fu inventato il web, e ancora al 1993 con l’invenzione dell’MP3 e successivamente alla nascita di Google nel 1998, fino ai moderni iPhone.

Una classifica di vantaggi e svantaggi sul prodotto vi schiarirà le idee sulla scelta più opportuna a quello che state cercando.

Pro
Storico:

Questo romanzo tratta di tutte le sfaccettature della nuova era digitale, cosa che potrebbe interessare nello sviluppo più di un appassionato di storia; tra l’altro, la trattazione degli eventi viene anche opportunamente argomentata dall’autore.

Illuminante:

Il parere dello scrittore in merito alla tecnologia emerge molto chiaramente e offre ampi ragionamenti; i gadget digitali di oggi, in alcuni casi, servono solo a indottrinare le coscienze, ad offuscarne la visione, in modo da liberarsi della cultura e dei limiti del ‘900.

Ben documentato:

Anche se all’epoca di alcuni fatti della rivoluzione digitale Baricco era semplicemente un bambino, prima di cimentarsi nell’opera ha opportunamente documentato tutto ciò che poi tratta in modo esteso, cosa che è stata apprezzata dagli utenti.

Contro
Ripetitivo:

Forse un po’ troppo originale nelle tematiche, sembra quasi scadere nel banale e finire per diventare un racconto mitologico, in cui vi sono continue ripetizioni che a lungo andare potrebbero risultare fastidiose e poco pertinenti.

Acquista su Amazon.it (€15,3)

 

 

 

Mr Gwyn

 

Protagonista di questa storia è Jasper Gwyn, uno scrittore di discreto successo. Ad un certo punto della sua vita smette di scrivere, o forse non vuole più farlo; gli manca l’ispirazione, o meglio, vuole cimentarsi in altro, nella scoperta della verità e del nocciolo magico di una questione che gli sta a cuore da tempo.

A fargli compagnia sarà una ragazza che, nella rabbia e nella frustrazione tipici di chi si deve arrendere ma vuole scoprire di più sul mistero che avvolge lo scrittore, inizia a ricomporre tutti i tasselli in un intreccio sempre più avvincente, fino ad arrivare all’amara conclusione.

Come sempre, Baricco non lascia nulla al caso e con un carattere schietto tende sempre a ripercorrere i passi dei suoi personaggi, perché tutto quello che menziona, anche ciò che apparentemente sembra non avere un nesso nella vicenda, in realtà sarà motivo di cambiamenti e colpi di scena nella storia generale.

Ancora una volta, se non siete convinti dalla trama, vi proponiamo alcuni pro e contro sul prodotto.

Pro
Il modo:

L’intento dello scrittore è tutto dedicato al modo in cui narrare la storia, come se volesse eclissarsi, senza emettere giudizi oggettivi fino alla fine, e facendolo con un carattere pulito e svelto, senza macchinazioni.

Fantasioso:

La storia non è mai scontata, ogni espediente porta il lettore a leggere con piacere e ad aspettarsi sempre nuovi colpi di scena; insomma, un libro che può essere ottimo anche come regalo e adatto per adolescenti e adulti.

Realtà e mistero:

Gli utenti hanno giudicato positivamente anche lo stampo narrativo adottato dallo scrittore, a metà tra il misterioso e il riflessivo. Ciò, a loro parere, rende l’affetto di una realtà contemporanea e quotidiana, trasformata in qualcosa di mistico e particolare.

Contro
Stucchevole:

Con questo libro Baricco sembra aver ceduto alla vanità dovuta al successo, infatti Mr Gwyn diventa quasi la personificazione dell’autore, che tende in alcuni punti ad autocelebrarsi rendendo il libro stucchevole.

Acquista su Amazon.it (€6,8)

 

 

 

Omero, Iliade

 

“Omero, Iliade” è un libro scritto da Baricco nel 2004 per la casa editrice Feltrinelli e, come si evince dal titolo, è un’interpretazione, o meglio, una riscrittura dell’Iliade di Omero, basata sulla traduzione di Maria Grazia Ciani.

Essendo comunque una sorta di rappresentazione teatrale, Baricco dona ampio respiro ai personaggi, lasciando che siano essi stessi a narrare le vicende che li interessano, e dedicandovi interi capitoli in forma di monologo.

Alcuni di questi capitoli presentano anche più punti di vista, come ad esempio il quarto, in cui entrano in scena sia Pandaro sia Enea, e rispetto all’originale, inoltre, ha apportato alcune modifiche come l’eliminazione delle divinità e di ripetizioni frequenti.

Anche nel linguaggio è diverso, infatti predilige una forma sintattica semplice e senza troppi termini aulici, in modo che il lettore possa immedesimarsi pienamente nella scena che ha davanti agli occhi.

Ultimo prodotto raccomandato nella nostra classifica, anche questo viene analizzato più in basso con una serie di pro e contro.

Pro
Essenziale:

L’iliade è una lettura molto impegnativa e lunga da portare a termine, anche per la complessità del linguaggio e delle situazioni trattate. Questa rivisitazione è equilibrata al punto giusto per essere adatta a qualsiasi tipo di pubblico, in particolare per coloro che sono appassionati ma non hanno molto tempo.

Comodo:

Il libro è disponibile in formato Kindle e copertina flessibile, mantenendo dimensioni consone e precise, in modo da poter essere letto comodamente oppure da trasportare in viaggio senza che sia troppo ingombrante.

Nudo e crudo:

L’essenzialità di Baricco emerge chiaramente anche nelle vicende che interessano i personaggi, che sono trattate in modo veritiero senza alcun filtro; perciò temi come la morte e il martirio sono descritte schiettamente così come nell’originale.

Contro
Rivisitazione eccessiva:

Diciamo che per gli appassionati di storia e dell’Iliade originale, questo libro non si presenta adatto, infatti sono solo duecento pagine di trattazione in cui vengono eliminate, per esempio, le divinità, che hanno un ruolo fondamentale invece nelle storie.

Acquista su Amazon.it (€7,22)

 

 

 

Film tratti dai libri di Alessandro Baricco

 

Alessandro Baricco è uno di quegli autori da approfondire nel corso del tempo, che si impara ad apprezzare da adolescenti per poi capirne le tematiche più profonde da adulti.

Per essere stato capace di colmare così tanti cuori, le offerte presenti sul mercato oggi non si limitano più solo ai libri, ma si estendono anche a numerosi film, creati per dare voce, almeno in parte, a quei personaggi che vivevano leggendo le pagine dall’inizio alla fine.

 

 

E non solo: lo scrittore si è fatto portavoce anche di numerose rappresentazioni teatrali, monologhi e saggi, tutti con un finale diverso, con pensieri e pareri differenti da protagonista a protagonista, per cui sembra quasi complicato scegliere quale sia il miglior libro di Baricco senza comunque avere il rimorso di aver trascurato dei dettagli importanti e avere la voglia di tornare sui propri passi.

 

La leggenda del pianista sull’oceano

Questo film è stato diretto e girato nel 1998 da Giuseppe Tornatore, ed è basato sull’omonimo monologo teatrale di Alessandro Baricco, ossia “Novecento”.

Famosissima opera dello scrittore, è stata omaggiata con una scenografia curata nei dettagli e set nella città di Odessa, in Ucraina, e in alcune parti nel rione Testaccio a Roma, dove il cimelio della nave su cui si era imbarcato il pianista è rimasto per molto tempo ben visibile da diversi punti.

La storia ha un fascino travolgente; un macchinista del transatlantico Virginian, trova un giorno nelle casse dei limoni un bambino in fasce abbandonato; decide perciò di dargli il cognome di Novecento, anno in cui l’aveva trovato.

Il piccolo cresce ignaro delle sue origini e, con il passare degli anni, scopre di avere un talento incredibile per la musica e il pianoforte, il che gli permette di comporre bellissime melodie.

Rifiutandosi di incidere un disco, vani sono i tentativi dell’amico Max di spingerlo a fare successo altrove, infatti Novecento, ricoperto di mistero, deciderà le sorti del suo destino insieme a quello della nave, con cui si sente un tutt’uno.

Tempo dopo, il suo amico Max recandosi in un negozio di antiquariato per vendere la sua tromba, chiede di suonare per l’ultima volta la melodia che Novecento aveva composto sulla nave e che non aveva mai voluto incidere, che il proprietario riconosce e di cui si innamora al primo ascolto.

 

 

Seta

Seta è un altro film diretto nel 2007 da François Girard tratto dal titolo dello stesso romanzo di Alessandro Baricco.

Anche in questo caso ci troviamo davanti ad un capolavoro della letteratura e del cinema, le cui scene sono state girate a Ronciglione, sebbene comunque molte siano state tagliate rendendo il film non del tutto fedele all’originale.

L’avvincente tema di fondo riguarda la lontananza dalla terra di origine vista dagli occhi di Hervé Joncour, un giovane francese commerciante di bachi da seta che si trova spesso a viaggiare, soprattutto quando un’epidemia minaccia la morte dei suoi carichi e i suoi patrimoni economici.

Questi spostamenti, sempre più lunghi, lo portano ad allontanarsi dalla donna amata, la quale vive nel silenzio della sofferenza e nell’apparente indifferenza il dramma di non vederlo tornare, in particolare quando si accorge che la mente dell’uomo è occupata da un’altra donna, conosciuta in Giappone e di cui si è invaghito.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status