fbpx

Il miglior libro di Gabriel Garcia Marquez

Ultimo aggiornamento: 19.09.19

 

Libri di Gabriel Garcia Marquez – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensione del 2019

 

Stiamo indubbiamente parlando di uno dei nomi di spicco della letteratura contemporanea, apprezzato e riconosciuto in tutto il mondo. Se vi state chiedendo come scegliere un buon libro di Gabriel Garcia Marquez, vi basterà affidarvi alla nostra guida dove potrete trovare ulteriori informazioni su questo scrittore e dei validi consigli d’acquisto relativi ai vari titoli attualmente disponibili e venduti online. Anche se il nostro sito non si occupa in maniera esclusiva di letteratura, abbiamo comunque voluto inserire una nostra recensione di quelli che, secondo le opinioni dei lettori, sono i migliori libri di Gabriel Garcia Marquez del 2019. Il primo posto nella classifica di gradimento degli acquirenti è occupato dal famosissimo best seller ritenuto il miglior libro di Gabriel Garcia Marquez: Cent’anni di solitudine, una storia familiare che attraversa ben sette generazioni e che rappresenta anche una fedele critica storica della società colombiana. Al secondo posto, invece, si colloca Dell’amore e di altri demoni, ambientata all’epoca dell’inquisizione spagnola, che nel 2009 ha avuto anche una trasposizione cinematografica.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior libro di Gabriel Garcia Marquez

 

Ai chi preferisce un suggerimento diretto su quale libro di Gabriel Garcia Marquez comprare, invece, consigliamo di dare un’occhiata alla tabella di comparazione che confronta prezzi, pregi e limitazioni dei volumi più richiesti, e ricordiamo ai lettori di non tralasciare le offerte relative al formato elettronico e-book.

 

 

 

Guida all’acquisto

 

Gabo

Gabriel Garcia Marquez, affettuosamente soprannominato Gabo dagli amici, nacque in Colombia nel 1927 ed è stato un giornalista, saggista nonché uno dei maggiori scrittori contemporanei di lingua spagnola, insignito di numerose onorificenze la più importante delle quali conferitagli nel 1982: il premio Nobel per la letteratura.

Lo scrittore è apprezzato soprattutto per il suo stile letterario semplice e scorrevole, nonostante la struttura dei suoi romanzi sia estremamente articolata e offra molteplici chiavi di lettura, soprattutto dal punto di vista allegorico.

Una delle particolarità dello stile letterario di Marquez è il frequente ricorso all’uso della prolessi, ovvero l’anticipazione narrativa di eventi futuri, e dell’analessi, il racconto di fatti avvenuti in precedenza. Lo scrittore sfrutta questi procedimenti narrativi in maniera mirabile e con una padronanza tale da consentire al lettore di superare facilmente la confusione generata al primo impatto, tenendolo avvinto allo svolgersi della trama fino alla sua conclusione.

 

Il realismo magico

Marquez è stato anche uno dei maggiori esponenti del realismo magico, grazie al quale ha contribuito a rilanciare l’interesse del pubblico mondiale nei confronti della letteratura latinoamericana.

Nato originariamente come corrente pittorica nella prima metà del Novecento, come riferimento a quegli artisti il cui tratto dal realismo estremo inseguiva una minuziosità dei dettagli tale da avere un effetto straniante sull’osservatore, il realismo magico è approdato anche nella letteratura per indicare quegli autori che, nel contesto puramente realistico delle loro opere, sono stati capaci di inserire elementi magici e fantastici fondendoli sapientemente nella narrazione, senza generare conflitti di nessun tipo.

 

 

Molteplici chiavi di lettura

Forse è stato proprio grazie al realismo magico che Marquez è riuscito ad affascinare i lettori di tutto il mondo.

Tutti i riferimenti alle leggende, all’esoterismo e all’alchimia che caratterizzano i suoi romanzi infatti, invece di avere l’effetto straniante generato dalle opere pittoriche appartenenti alla stessa corrente, sono capaci di aggiungere ulteriori strati interpretativi e quindi stimolare il lettore a una costante rilettura critica delle sue storie, allo scopo di scoprirvi ulteriori significati che travalicano la mera apparenza superficiale.

 

I migliori libri di Gabriel Garcia Marquez 

 

Il più emblematico degli esempi che possiamo riportare, per quanto concerne la molteplicità interpretativa, è proprio Cent’anni di solitudine, il quale si riconferma uno dei titoli maggiormente richiesti.

Ma i lettori sono fortemente legati anche ad altri titoli di Marquez, come potrete facilmente constatare esaminando la lista che segue.

 

Prodotti raccomandati

 

Cent’anni di solitudine

 

Cent’anni di solitudine è di certo il più famoso dei libri di Gabriel Garcia Marquez, ed è stato votato come la seconda opera in lingua spagnola più importante mai scritta, dopo il Don Chisciotte di Cervantes.

Il romanzo, che rientra nel filone letterario del realismo magico, narra la storia delle sette generazioni della famiglia Buendia e dell’immaginaria cittadina di Macondo. Gli eventi narrati hanno una forte connotazione metaforica, e oltre alle vicende umane dei protagonisti, in maniera neanche tanto velata, vi si può ritrovare sia l’interpretazione critica della storia della Colombia, patria dello scrittore, sia quella della condizione umana.

Alcuni lo troveranno anche ricco di elementi tratti dall’ermetismo, dall’esoterismo e dall’alchimia, ma lo stile della scrittura è semplice. Una volta superata la sensazione iniziale di confusione infatti, dovuta principalmente alla predilezione di Marquez per la prolessi e l’analessi, il lettore rimane sempre più affascinato e catturato dallo svolgersi della trama.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Dell’amore e di altri demoni

 

Anche Dell’amore e di altri demoni è ambientato in Colombia, questa volta però in maniera esplicita e durante il periodo dell’inquisizione spagnola.

La storia fu ispirata a Marquez da un ritrovamento avvenuto nel 1949 nel cimitero del convento di Santa Clara, a Cartagena de Indias, e descrive le vicissitudini di una giovane marchesina dai capelli rossi, figlia di una madre che la odia e di un padre al quale è del tutto indifferente, accusata di essere posseduta dal diavolo. Ma gli eventi narrati, in realtà, non sono che il pretesto utilizzato da Marquez per compiere una profonda analisi dell’animo umano e dei suoi demoni, a cominciare dal più grande di tutti: l’amore, e del modo in cui la passione erotica diventa malattia.

La prosa, semplice ed essenziale, sembra quasi scarna ma, forse proprio per questo motivo è in grado di coinvolgere profondamente il lettore, toccando le sue corde più profonde.

Acquista su Amazon.it (€10,2)

 

 

 

Memoria delle mie puttane tristi

 

Memoria delle mie puttane tristi è l’ultimo libro di Gabriel Garcia Marquez, pubblicato dieci anni prima della sua morte, avvenuta nel 2014, e ispirato al romanzo giapponese La casa delle belle addormentate, dello scrittore Yasunari Kawabata.

Il romanzo narra la storia di un anziano scrittore che non ha mai conosciuto l’amore ma che riesce a scoprirlo soltanto nella fase finale della sua esistenza, innamorandosi di una prostituta minorenne. Si tratta di una storia introspettiva, una riflessione personale sul modo in cui ognuno di noi affronta la vita, sulle occasioni perdute e sugli imprevedibili mutamenti che possono avvenire in qualsiasi punto del suo corso.

Anche se non è certo uno dei libri più rappresentativi di Marquez, dato che non appartiene al filone del realismo magico, secondo alcuni lettori vale comunque la pena leggerlo grazie alla prosa dell’autore, che ha la capacità di far immergere completamente il lettore nei pensieri dell’io narrante.

Acquista su Amazon.it (€10,2)

 

 

 

L’amore ai tempi del colera

 

L’amore ai tempi del colera fu il primo romanzo scritto da Marquez dopo aver ricevuto il premio Nobel per la letteratura, e la critica gli riservò un’attenzione tale da eclissare quella rivolta a tutte le sue altre opere.

A differenza dei classici racconti di introspezione e denuncia sociale di Marquez, questa è un’epica storia d’amore e di speranza ambientata in Colombia nel periodo a cavallo tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX secolo, e narra di un amore che impiegherà oltre cinquant’anni per concretizzarsi in rapporto.

Il romanzo prende le mosse dall’incontro dei due protagonisti, ormai anziani, a un funerale; in questa triste occasione Fiorentino Ariza, il protagonista maschile, si avvicina a una donna e le confessa, a più di cinquant’anni dal loro primo incontro, di essere ancora innamorato di lei. A partire da quel momento, quindi, la narrazione della storia riprende a partire dalla loro giovinezza.

Acquista su Amazon.it (€11,9)

 

 

 

Cronaca di una morte annunciata

 

Anche Cronaca di una morte annunciata ha avuto un adattamento cinematografico del grande regista italiano Francesco Rosi, interpretato da Ornella Muti, Rupert Everett, Gian Maria Volonté e altri attori di calibro internazionale.

Questo romanzo è il secondo più famoso di Marquez, dopo Cent’anni di solitudine, ed è una storia profondamente tragica in cui i personaggi fanno soltanto da sfondo ai veri protagonisti. Questi risultano essere il fanatismo, la meschinità, l’ipocrisia e il fatalismo, ma soprattutto la responsabilità collettiva della società umana, in particolare quella dell’America Latina nel periodo storico in cui è ambientato il racconto.

Il tragico epilogo, infatti, è dovuto alle forti pastoie delle tradizioni rurali, traviate dalle apparenze e dai tabù di una morale conservatrice arcaica dove la religione occupa ancora un posto di primo piano. Tutti i personaggi divengono quindi complici e responsabili degli eventi, attuando con noncuranza o impossibilitati ad agire per evitare l’assassinio del protagonista.

Acquista su Amazon.it (€7)

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status