fbpx

Il miglior libro di Haruki Murakami

Ultimo aggiornamento: 16.07.19

 

Libri di Haruki Murakami – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Haruki Murakami ha cavalcato l’onda della popolarità e del successo negli ultimi anni, non solo in Italia ma in tutto il mondo, pur essendo uno scrittore di stampo giapponese. Le sue opere sono state amate per quel giusto equilibrio tra surreale e reale, per lo stile onirico e fantasioso che utilizza unito però anche alla crudezza e alla schiettezza di verità e tormenti scomodi, comuni a tutti gli uomini. Gli esempi più lampanti di questo suo essere stravagante ma affascinante, si può ben vedere in “Norwegian wood”, una delle più conosciute e il cui titolo emblematico rimanda al passato dolce ma tormentato del protagonista, e “1Q84. Libro 1 e 2. Aprile-settembre”, di qualche anno successiva e con lo stesso stampo onirico, i cui protagonisti questa volta sono due, che andranno incontro, ciascuno a suo modo, al destino. Entrambe le opere sono frutto di una maturazione intensa dello scrittore, che ha apportato spesso delle modifiche al fine di raggiungere un risultato perfetto e quanto più vicino al lettore.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior libro di Haruki Murakami

 

L’autore è nello stile fresco, nuovo, più vicino alle tematiche e ai tormenti della società contemporanea; per questo motivo ci si chiede spesso quale libro di Murakami comprare, oppure come scegliere un buon libro di Murakami tra le offerte e quelli più venduti online.

I nostri consigli d’acquisto vi potranno aiutare non solo a capire dove acquistare un buon prodotto, ma anche a trovarne uno a prezzi bassi e vantaggiosi.

 

 

Guida all’acquisto

 

Spunti particolari

I pareri dei lettori su quale sia il miglior libro di Murakami sono contrastanti, perché c’è chi sostiene che il meglio proviene dalle opere in cui scopre alcuni tratti della sua personalità, altri che siano meglio quelli in cui a prevalere è lo stile realistico.

Sicuramente l’autore si differenzia da molti altri anche per i cenni biografici; una personalità esplosiva, che ha abbandonato anche il mondo della televisione per dedicarsi alle cose che più ama, tra cui non possono mancare i gatti, di cui da sempre è innamorato, la musica jazz, che gli piace ascoltare in tutte le occasioni quotidiane che lo permettono (ad esempio sotto la doccia), e la moglie Yoko Takahashi, il cui supporto è estremamente importante per lui, soprattutto quando il lavoro non gli piace particolarmente.

E sono proprio queste piccole cose a costellare molto spesso le vicende dei personaggi, accompagnandoli nelle loro abitudini, nelle loro incertezze, senza essere invadenti e fatte di proposito per essere notate solo quando ormai ci si appresta a terminare la storia.

Non a caso, se vi cimenterete in un’attenta comparazione di alcune sue opere importanti, vi renderete conto di come elementi apparentemente privi di significato sono invece importanti nel quadro generale, e soprattutto fondamentali anche per avvicinarsi alla personalità dello scrittore.

 

La narrativa

Perché i libri dell’autore sono tra i più venduti? Scopriamolo insieme nella nostra guida per scegliere la migliore opera in base ai vostri gusti personali.

Partiamo dal modo di scrivere dell’autore, sicuramente non tra i più comuni; il suo, infatti, è uno stile semplice, chiaro e coinvolgente, ma si differenzia per il fatto di essere minimale e anche brutalmente schietta in determinati punti. Essendo un tipo di scrittura molto introspettiva, porta ad una riflessione interiore profonda, arrivando a scandagliare tutti i sentimenti umani e prediligendo le situazioni comuni, come ad esempio un amore tradito, la perdita di una persona cara o un evento traumatico del passato.

D’altro lato, questo carattere di semplicità si accompagna anche un certo surrealismo; nelle sue opere spesso ritornano donne misteriose, personaggi dimenticati e storie che si intrecciano in modo tale da lasciare il lettore con un vuoto mentale, il senso di confusione che si prova quando si ha a che fare con qualcosa che non si può spiegare.

 

 

Murakami in Italia

Il successo di Murakami nel mondo è dovuto anche al suo distacco dalla vera e propria cultura giapponese: questo perché fin da piccolo iniziò ad appassionarsi alla letteratura americana, attribuendo una sorta di antipatia per quella della propria terra a causa del padre che così voleva indottrinarlo; fatto sta che ciò gli ha permesso di allargare gli orizzonti.

Infatti anche in Italia ha avuto larga conoscenza nel giro di poco tempo: dopo essere stati tradotti in inglese, alcune delle sue opere vennero adottate da case editrici diverse, cosa molto comune quando si ha a che fare con uno scrittore straniero non ancora con un pubblico proprio, fino a quando non uscì la più conosciuta, ossia “Norwegian wood”, uscito per Feltrinelli, che si occupò anche della pubblicazione di tutte le altre sue opere da quel momento in poi.

 

I migliori libri di Haruki Murakami del 2019

 

Se siete curiosi di saperne di più dando un’occhiata da vicino anche alle opere e alle trame, vi proponiamo una serie di prodotti tra cui potrete scegliere in base a quello più economico, all’edizione migliore, al formato che più vi convince ecc..

 

Prodotti raccomandati

 

Norwegian wood. Tokyo blues

 

Principale vantaggio:

Questo è sicuramente uno dei migliori libri di Murakami, sia nel formato sia nello stile. Particolarmente apprezzato per l’impianto realistico adottato nelle vicende dei personaggi, offre molti spunti riflessivi in un’edizione anche economica.

 

Principale svantaggio:

Le vicende sono raccontate da un punto di vista molto introspettivo, cosa che potrebbe portare a sviluppare la noia in alcune parti troppo descrittive e filosofiche; consigliato perciò soprattutto a chi ha tempo di concentrarsi su questo genere riflessivo.

 

Verdetto: 9.5/10

Ci sono opere che colpiscono il lettore a impatto e che vengono comprate d’istinto, per un piccolo attimo in cui l’occhio si fissa su un particolare. Norwegian wood è una di quelle, perché capace di catturare l’attenzione, con il suo titolo emblematico, e il cuore, una volta letto.

Acquista su Amazon.it (€11)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Il titolo

“Norwegian wood” fu scritto da Murakami nel 1987 durante i suoi continui spostamenti, e dallo spunto di “Hotaru” ossia “La lucciola” scritto cinque anni prima.

Da dove deriva il titolo? L’opera deve la sua nascita all’omonima canzone dei Beatles, che farà da sfondo a tutte le vicende dei personaggi; non a caso, proprio sentendo questa canzone il protagonista tornerà indietro nel tempo, a quando viveva spensierato i primi amori adolescenziali e non aveva ancora conosciuto pienamente il dolore.

Il titolo tradotto in giapponese sta ad indicare un bosco, una traduzione fallace, in quanto nella canzone originale non vi è alcun riferimento a una foresta ma solo ad un ceppo di legno; comunque, la cosa non è stata corretta ed è divenuto l’emblema del libro, rappresentato in diverse edizioni proprio con il bosco in sottofondo.

 

 

La trama

Toru Watanabe è il protagonista della storia, che ormai trentasette anni sta atterrando in Germania, e improvvisamente, sulle note della canzone “Norwegian wood” sente crescere in lui il malessere e la nostalgia degli anni giovanili, in cui aveva vissuto il travolgente amore per la bellissima Naoko, fidanzata del suo migliore amico suicida.

I due si rivedono a distanza di tempo all’università di Tokyo, e iniziano a frequentarsi in una relazione struggente e tormentata dal passato, fin quando Naoko improvvisamente scompare, lasciandolo solo a fare i conti con se stesso.

Dopo tempo incontra Midori, una donna tutta diversa dall’amore della sua vita, e qui sembra ritrovare i suoi passi in una vicenda travolgente ed emozionante all’interno del suo io più profondo.

 

La bellezza del passato

Norwegian wood è un libro da leggere  tutto d’un fiato. Non è una storia leggera, almeno non nelle tematiche trattate, e non è facile da mandare giù, proprio perché è un’opera dal carattere “strano”, per il modo particolare con cui l’autore è capace di descrivere perfettamente anche i dolori che fanno più male, come perdere qualcuno che si ama.

Quante volte capita di non poter dare voce a quello che teniamo dentro, semplicemente perché è troppo difficile da raccontare?

L’intento dell’autore qui è stato chiaramente quello di riportare alla luce i tormenti che il protagonista ha odiato e tenuto dentro di sé, semplicemente per aiutarlo a crescere e maturare accettando quello che non ci può più essere.

Quest’opera, perciò, vi farà emozionare e comprendere che la vita non è fatta solo di presente, di momenti che sfuggono, ma anche del passato, e che noi siamo quel che siamo anche grazie a ciò che abbiamo vissuto.

 

Acquista su Amazon.it (€11)

 

 

 

1Q84. Libro 1 e 2. Aprile-settembre

 

“La crisalide d’aria” è un romanzo immaginario situato nell’anno 1984. La storia segue le vicende di due universi paralleli tra loro, quello di Aomame, persona fuori dall’ordinario che osserva le vite altrui da lontano e intanto gira con un rompighiaccio nella borsetta per uccidere un uomo come da incarico, e Tengo, un aspirante scrittore che improvvisamente riceve un compito inquietante: quello di riscrivere un romanzo inserendo continui riferimenti ad una realtà parallela.

Le loro vite si intrecceranno in un enigma fantastico, dalle sfumature indistinte.

Un’opera fuori dall’ordinario, amata per il suo carattere misterioso, i conti in sospeso, e quella sottile trama che si nasconde dietro le cose più impensabili, tanto da trattenere il lettore su un filo fino alla fine, quando tutto viene svelato almeno in parte.

Vi mostriamo più in basso una serie di pro e contro su questo articolo, così potrete capire meglio se è un genere che potrebbe interessarvi e appassionarvi alla lettura.

Pro
Originale:

Consigliato soprattutto perché portavoce di un genere diverso, vi trasporterà in un mondo a metà tra il reale e l’immaginario, tra presente e futuro, a mano a mano che le peripezie dei protagonisti si risolvono.

Formato:

Questo libro è disponibile in diversi formati e tipi, per cui potrete scegliere comodamente quale faccia al vostro caso tra quella flessibile, rigida e digitale, da leggere con il Kindle.

Romanzo nel romanzo:

Una caratteristica particolare è quello di utilizzare nell’opera la tecnica del romanzo nel romanzo, cosa che rende tutte le vicende ancora più surreali, permettendo al lettore di essere maggiormente coinvolto e estraniarsi dal resto.

Contro
Troppo lungo:

Unica pecca che hanno riscontrato i lettori riguarda la lunghezza del libro, infatti secondo alcuni è eccessivamente prolisso in determinate scene che potevano essere, invece, trattate diversamente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Kafka sulla spiaggia

 

Questa è la storia di un giovane e di un vecchio, che non tarda a travalicare i limiti della normalità. Il ragazzo si fa chiamare Kafka ed è in fuga da un padre satanico, invece l’anziano, il cui nome è Nakata, è costretto a lasciare la sua vita tranquilla in compagnia della solitudine e dei gatti, per scappare da un delitto nel quale è stato coinvolto contro la sua volontà.

Entrambi, dopo numerosi ostacoli, sono destinati ad incontrarsi e a raggiungere un obiettivo che inizialmente non è chiaro e che loro nemmeno sanno, che poi solo alla fine verrà svelato.

Poche sono le persone di cui possono fidarsi, e altrettante quelle che incontrano nel corso della vicenda, come ad esempio la signora Saeki, ferma nel suo passato, oppure gli stessi gatti che più di una volta rubano la scena. Anche qui vi illustriamo una serie di vantaggi e svantaggi del romanzo.

Pro
Irrazionale:

La cosa che colpisce di più di questo romanzo è sicuramente il carattere da sogno che il lettore può percepire seguendo i due personaggi principali, in uno stravolgimento continuo di tutte le azioni naturali e quotidiane dell’uomo.

Lo stile:

Come sempre Murakami utilizza uno stile schietto e ben chiaro, senza troppi passaggi artificiosi, cosa che rende questo libro non duro da digerire ma anzi piacevole da leggere fino alla fine.

Personaggi:

L’attenzione con cui l’autore cura le personalità dei personaggi è lampante e questo è percepibile nel corso della storia in tanti piccoli dettagli, tale da far sembrare al lettore di conoscere già i loro pensieri.

Contro
Finale:

Il carattere troppo onirico della storia ha disturbato alcuni lettori, che avrebbero preferito un tipo di finale diverso, con chiare spiegazioni e senza lasciare dei continui punti in sospeso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

L’uccello che girava le viti del mondo

 

Uno dei libri più famosi di Murakami, “L’uccello che girava le viti del mondo” ha decretato il successo esplosivo dello scrittore insieme a “Norwegian wood”.

La storia prende le redini della vita di Toru, un uomo che ha abbandonato il lavoro per dedicarsi alla casa e ai suoi passatempi. Un giorno, in seguito alla scomparsa del suo gatto, molto amato dalla moglie, riceve una telefonata inquietante da parte di una donna dalla voce sensuale, che non riesce a riconoscere.

Scopre ben presto di doversi imbarcare in un vero e proprio mistero, alla ricerca di sua moglie, e più in generale di se stesso, attraverso i ricordi dell’infanzia e tutto ciò che gli ha sempre fatto paura e ha cercato di nascondere per anni.

Un libro avvincente, non facile da leggere, ma che potrete prendere in considerazione dopo aver letto anche la nostra lista di pro e contro del prodotto.

Pro
Non scontato:

Uno dei pochi libri, forse, dove tutto è giocato sull’immaginazione e perciò il lettore non ha mai idea di cosa stia succedendo davvero, né riesce a fare supposizioni concrete sul senso più profondo dell’opera, cosa che lo rende molto originale.

La trama:

Questa storia coinvolge molto emotivamente, in un continuo viaggio alla scoperta di sé e dei propri limiti, ma dall’altro lato rimane fedele ad uno stampo realistico che fa notare al lettore tutte le sfaccettature del mondo giapponese, nella sua quotidianità e cultura.

Finale:

Anche se la storia rallenta nell’ultima parte, per permettere la risoluzione della vicenda, si fa leggere comunque volentieri grazie alle aspettative sul finale, che rimangono alte tanto da lasciare il lettore senza sensi di colpa per averlo terminato.

Contro
Copertina:

Alcuni utenti hanno lamentato dei problemi riguardo la copertina flessibile del libro, in quanto si presenta all’arrivo con macchie scure difficili da togliere, o anche con stirature e delle ammaccature poco belle da vedere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

La fine del mondo e il paese delle meraviglie

 

Ultimo, ma non meno importante, “La fine del mondo e il paese delle meraviglie” è un libro sconvolgente e unico, scritto da Murakami nel 1985.

Ancora una volta l’autore ci stupisce con il suo surrealismo magico, che intreccia le esperienze personali dei personaggi per arrivare a una soluzione senza tempo e spazio.

In una città protetta da alte mura rispetto al resto del mondo, i cittadini vivono pacificamente la loro vita al riparo da ogni passione, e vi è un solo guardiano che osserva il mondo esterno tramite riti magici nel teschio di unicorni, unici animali del luogo.

In parallelo, intanto, un uomo alle prese con sé stesso e i propri tormenti, viene trascinato in un folle esperimento da uno scienziato, trovandosi all’improvviso a dover combattere nel sottosuolo contro creature mostruose, specchio dei terrori fanciulleschi degli uomini.

Se non siete ancora convinti, aspettate e controllate questa classifica di utili pro e contro.

Pro
La curiosità:

L’autore sa come giocare e farsi apprezzare dai lettori, entrando nella loro mente e estrapolando tutto ciò che possa suscitare emozioni, e così fa con quest’opera, dove la linea guida è una costante curiosità per ciò che accadrà successivamente.

Suspance:

Di solito i libri di genere introspettivo raramente suscitano quell’emozione di sottile angoscia e senso di aspettativa per quello che succede; invece quest’opera è stata particolarmente apprezzata per la caratteristica di riuscire a coinvolgere il lettore in un ambiente pieno di suspance.

Spedizione:

Se non vedete l’ora di cimentarvi nella lettura dell’autore giapponese, non vi resta che ordinarlo, la spedizione, infatti, è veloce e soprattutto effettuata avendo grande cura del prodotto.

Contro
Poco dettagliato:

Rispetto ad altre grandi opere di Murakami, questa sembra essere avvincente dal punto di vista narrativo, ma poco dettagliata in molte scene, e per questo considerato come una storia fantasy per  adolescenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Curiosità su Haruki Murakami

 

Haruki Murakami è considerato lo scrittore contemporaneo giapponese più conosciuto al mondo, per i milioni di copie fornite dei suoi libri in più di cinquanta lingue diverse, cosa poco comune per un autore che non conosce bene l’inglese.

Ma qual è la chiave del suo successo? Molti, sebbene non siano appassionati né comunque critici sul suo modo di scrivere, ne hanno comunque sentito parlare, o hanno letto il suo nome di sfuggita in qualche libreria.

 

 

Ebbene, una delle cose più curiose della sua narrativa è il ritorno a determinate cose o momenti, come ad esempio la musica jazz e i gatti, oppure le vicende dei protagonisti che vivono spesso situazioni sentimentali contrastanti, sebbene Murakami invece sia sposato felicemente da molti anni.

Per i veri appassionati questi piccoli dettagli creano una differenza difficile da mascherare nell’insieme, piccolezze che vengono colte dal lettore anche grazie ad uno stile molto minimal, ossia semplice e conciso, senza troppi fronzoli, anzi forse ricco di cose non dette.

 

La carriera

Il sogno di diventare scrittore non è mai facile da coronare, soprattutto a causa di numerose difficoltà che possono presentarsi anche durante la propria crescita personale.

E così è stato anche per Murakami, il quale pur avendo genitori entrambi laureati in letteratura giapponese, ha abbandonato la sua vena artistica per aprire e gestire molti anni un locale chiamato “Peter Cat” , circondato da musica jazz e gatti, due elementi che curiosamente gli sono molto a cuore.

Come l’autore stesso sostiene in un’intervista, la primissima ispirazione derivò per lui da una partita di baseball, in un soleggiato pomeriggio in cui si sentì in grado finalmente di scrivere, e la notte stessa iniziò la sua prima opera, che porterà a compimento 10 mesi dopo componendolo sul piano di lavoro della cucina.

Oggi il suo enorme successo gli ha portato anche grande ricchezza, eppure l’umiltà lo contraddistingue sempre e infatti preferisce condurre una vita tranquilla insieme alla propria famiglia.

 

 

Sogni nel cassetto

Una cosa forse molto curiosa dell’autore è il suo sogno, da sempre, di poter tradurre “Il grande Gatsby” dall’inglese entro i 60 anni, poiché non era riuscito a trovare fino a quel momento una versione giapponese che gli piacesse, sebbene comunque non sia un esperto della lingua; non a caso, inizialmente le sue prime opere voleva rimanessero scritte solo in giapponese e non diffuse all’estero, questo perché egli riteneva fossero troppo “leggere” e poco mature.

Tra l’altro, Murakami non ha mai provato a tradurre qualche sua opera in inglese, sebbene il suo primo libro avesse intenzione di scriverlo proprio così; l’idea fu abbandonata ben presto, in quanto ne venne fuori una prosa grezza con poche e semplici frasi.

Stravagante sicuramente la sua ottica di vedere le cose, molto spesso, infatti, non rilegge nuovamente le sue opere, anzi di rado le riprende in giapponese, mentre si diverte a leggerne le traduzioni inglesi, per meglio capire la lingua e anche le differenze con il testo originale, a sua detta è un esercizio divertente e che lo intrattiene.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status