fbpx

Il miglior libro di Tolstoj

Ultimo aggiornamento: 20.07.19

 

Libri di Tolstoj – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Sono veramente pochi coloro che possono dire di non aver mai letto un grande classico di Tolstoj, conosciuto come scrittore, filosofo e educatore russo. Si dice che i libri migliori nascano sempre da ciò che ci portiamo dentro, soprattutto i nostri piccoli drammi, ed è quello che è successo anche all’autore durante la sua vita. In particolare la sua infanzia fu travagliata da una serie di lutti familiari che lo portarono ad una crescita interiore in continuo conflitto con sé e con il mondo che lo circondava, cosa che si nota in modo molto chiaro nelle sue opere, riflesso della sua anima. Tra quelle che gli hanno garantito l’immortalità all’interno della letteratura russa vi sono “Guerra e pace”, oramai conosciuto (almeno di nome) da chiunque, un romanzo storico portatore di verità e grandi riflessioni, e “Anna Karenina”, la donna angelo divisa tra una sessualità repressa e il sogno di trovare il vero amore, in continuo conflitto con se stessa.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior libro di Tolstoj

 

Al giorno d’oggi, con le moderne tecnologie, basta un semplice click per trovare la migliore marca di un prodotto, quali sono i più venduti online e tutte le caratteristiche che lo riguardano. Anche nel caso di grandi classici ci si trova spesso davanti a tante soluzioni, per cui capire come scegliere un buon libro di Tolstoj tramite fonti utili vi permetterà di trovare ciò che vi serve in meno tempo.

 

 

Guida all’acquisto

 

Un grande classico

In tutte le librerie c’è una sezione tutta dedicata a Lev Tolstoj, le cui opere rappresentano, al di là di un successo clamoroso, un tesoro culturale senza tempo della letteratura russa. Cosa ha fatto di lui un’icona dei nostri tempi? Molti si sono posti questa domanda prima di approcciarsi a uno dei suoi libri di genere storico, di cui è un esperto fautore, e una volta aver fugato questa sete di curiosità, si sono ben presto resi conto che la chiave del suo successo era ed è ancora oggi, il dare voce in capitolo in modo tutto nuovo all’interiorità dei personaggi, pur prediligendo un genere che è molto soggetto a ristrettezze e schematismi, ossia quello storico.

La semplicità con cui si approccia alla cruda e nuda immagine dell’animo umano, il suo raccontarlo in storie difficili, che spesso spezzano il cuore e travolgono di emozioni, su uno sfondo bruciato di guerra o di antichi borghi immutati nel tempo, lo trasformano in un vero e proprio classico da non perdere, anche per chi non è particolarmente appassionato di letture del genere.

 

Le opere

Una delle cose più ambigue da capire sullo scrittore riguarda proprio il suo modo di scrivere, che cambia seguendo le orme di un autore tormentato, attraverso varie fasi di crescita personale. Molti scrittori sono influenzati dalle vicende che gli accadono intorno, e questo succede anche a Tolstoj, che si trova in primis ad essere spettatore della campagna napoleonica in Russia, con i suoi sconvolgimenti e travagli che ben rappresenterà all’interno della sua opera maggiore “Guerra e pace”.

Nonostante sia di genere storico, quest’opera mantiene uno stampo tutto intimo e intrigante, cosa fondamentale in un testo di molte pagine, dato che il lettore è portato a volerne sapere sempre di più.

Ma non è l’unico stampo che mantiene; a tratti, soprattutto nelle opere giovanili quali “Resurrezione” e “La felicità domestica”, ci racconta due opposte sfaccettature che sono più che altro storico- biografiche, la prima pervasa di tristezza alla notizia di una giovane ragazza orfana abbandonata a se stessa, l’altra invece che ci mostra il lato tenero e immaturo di un dolce amore appena sbocciato, un vero e proprio sogno nelle vicende

 

 

Lo stile

Cosa affascina particolarmente di Tolstoj in termini di stile, oltre che per le tematiche delle sue opere? Ebbene, chi ha letto solo per piacere o per gli appassionati, c’è un punto in cui viaggiano di comune accordo: l’onestà.

Non aspettatevi di trovare fronzoli eccessivi, eventi trattati con la freddezza di un mirino storiografico, o l’uso di termini artificiosi e arcaici; Tolstoj vive nella memoria dei suoi libri con genuinità, descrivendo immagini quotidiane in modo così schietto da avere l’impressione di trovarsi sulla scena prima ancora di aver completato la lettura, e lasciando comunque quel piccolo spazio all’immaginazione che lo rende la perfetta scelta per adolescenti annoiati o che hanno bisogno di qualcosa che li coinvolga emotivamente.

Emozioni, scelte, eventi, vivono e respirano tramite gli occhi del lettore, che si ritroverà molto spesso a ripensarci o a perdersi nel suo mondo.

 

I migliori libri di Tolstoj

 

Dopo avervi fornito alcune informazioni utili, la nostra guida vi sarà di supporto nello scegliere quale libro di Tolstoj comprare, tenendo conto delle variazioni di prezzo e dei titoli più venduti tra quelli presenti sul mercato, garantendovi qualità e soddisfazione.

 

Prodotti raccomandati

 

Guerra e pace

 

Principale vantaggio:

Soprattutto da chi confronta prezzi e offerte online, Guerra e pace ha ricevuto una recensione molto positiva, non solo per le tematiche varie e estremamente profonde che vi sono trattate all’interno, ma per il costo vantaggioso del formato e la sua qualità.

 

Principale svantaggio:

Molti dialoghi all’interno del libro sono in francese e non vi è una traduzione in italiano, per cui potrebbe essere difficoltoso capirlo in pieno per chi non ha padronanza della lingua, oltre che causare interruzioni continue nella lettura per ricercarne il significato.

 

Verdetto: 9.7/10

Specchio di una realtà di dolore, di un dramma esistenziale tra amore e morte e anche spunto per una riflessione profonda, questo libro non può ricevere una definizione che lo schematizzi in modo preciso: tramandato nel tempo, rimane un capolavoro assoluto di grande spessore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Introduzione all’opera

Guerra e pace è un romanzo di genere storico, scritto e pubblicato negli anni tra il 1863 e il 1869 su una rivista russa ed è considerato da molti come il miglior libro di Tolstoj. La storia narrata è quella di due famiglie, i Rostov e i Bolkonskij a cui fanno da sfondo una serie di eventi drammatici quali le guerre di rivoluzione e la campagna napoleonica in Russia, che comportò anche la nascita di società killer in anonimato.

L’opera si potrebbe definire come una formula perfetta per raccontare l’uomo attraverso la narrativa, tanto che è stata definita come un capolavoro omerico, nel senso che sembra essere, nella sua immensità, un testo infinito, in cui vengono creati continui collegamenti a elementi storici, filosofici e culturali.

Infatti persino il ritratto di Napoleone è creato in modo meticoloso e fedele, tanto che quando ci si trova a leggere la sua descrizione si ha l’impressione di rivederlo in un colpo d’occhio in carne e ossa, intento a pensare le prossime mosse da effettuare.

Tolstoj si prefissò un nuovo tipo di letteratura rispetto al suo tempo, in cui tutti i personaggi dai maggiori ai minori si contrastano e vanno a costruire mano a mano la trama, intrecciata ad argomenti sempre più vasti e di qualsiasi ambito, dalla gioventù alla morte.

Un titolo emblematico

Una certa curiosità ha suscitato il titolo dell’opera, soprattutto per la sua ambiguità nella lingua originale. Infatti la parola russa “pace” ha un significato omofono, cioè di stesso suono, con la parola “mondo”, per cui da qui si sviluppò una leggenda metropolitana secondo cui il manoscritto inizialmente fosse stato scritto con il titolo di “Guerra e mondo”.

L’equivoco venne poi risolto quando fu ritrovata una traduzione dello stesso Tolstoj del titolo in francese, che appunto citava “La guerre et la paix”, cosa che ha fugato ogni tipo di dubbio, seppur l’iniziale variante di “mondo” è stata comunque accettata.

 

La nascita del romanzo

Come è nato questo capolavoro narrativo? Tolstoj sviluppò l’idea di tale romanzo storico una volta terminata la guerra di Crimea nel 1856. I primi tre capitoli furono da lui dedicati ai decabristi, alcuni uomini che si fecero portavoce della rivoluzione e tornarono vivi dalla deportazione.

In questi capitoli, il protagonista è un uomo che partecipò alla campagna contro Napoleone, e di cui Tolstoj ricostruì i passi a partire dall’infanzia, la successiva giovinezza, fino alla prevedibile morte.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Anna Karenina

 

Tra i migliori libri di Tolstoj non possiamo mancare di menzionare nella nostra classifica “Anna Karenina”, romanzo pubblicato per la prima volta nel 1877.

L’autore in questo libro vedeva il suo primo grande successo in genere storico, la cui ispirazione prese vita da un pensiero che gli saettò nella testa mentre era sdraiato sul divano, ossia i lineamenti delicati di un gomito femminile aristocratico, da cui fu ossessionato.

Scrisse le prime parti per una rivista russa emergente, ma ben presto a causa delle sue posizioni antinazionalisti, fu emarginato e costretto a pubblicare una breve conclusione nell’ottava parte a sue spese.

Benché la critica non fosse inizialmente particolarmente entusiasta del romanzo, definendolo un racconto qualunque piuttosto banale, per Tolstoj fu sempre motivo di soddisfazione, e tempo dopo infatti fu definito come un assoluto capolavoro letterario.

Di seguito proponiamo alcuni consigli d’acquisto provenienti da una comparazione delle recensioni degli utenti, che vi potrà tornare utile per avere le idee più chiare.

Pro
Immortale:

Anna Karenina rappresenta un classico della letteratura che, a detta di molti, è da leggere almeno una volta nella vita. Fresco e di grande attualità, concilia una lettura piacevole con un motivo di spunto e riflessione per l’individuo.

Femminile:

Non è facile trovare un’opera in cui la figura femminile è così ben strutturata ed esaltata; ma la protagonista diventa volto di tante altre donne, nei lineamenti delicati ma anche nei comportamenti e tormenti interiori.

Formato ebook:

Utile e molto pratico, il libro in ebook può essere la soluzione alle vostre esigenze se avete il bisogno di spostarvi di frequente senza rinunciare ad un piacevole momento di svago in compagnia della vostra lettura preferita.

Contro
Troppo descrittivo:

Gli utenti hanno segnalato qualche disappunto nei confronti di alcune parti del romanzo, che si dilunga troppo in immagini descrittive di luoghi e personaggi, bloccando, per un tempo che sembra infinito, il dispiegarsi delle vicende.

Acquista su Amazon.it (€10,2)

 

 

 

La felicità domestica

 

“Felicità domestica” è un romanzo di 142 pagine, breve ma concentrato, creato dall’autore nei suoi anni di formazione, quando era ancora poco più che trentenne, nel 1859.

Tolstoj affronta qui il tema delle incomprensioni, della nascita del sentimento di affetto nella coppia e anche il cambiamento che essa subisce con il tempo all’interno dei rapporti familiari.

Il lato introspettivo e delicato con cui tratta le emozioni e le vicende del testo, rendono l’opera di un’attualità sconcertante, una testimonianza di tanti fatti che quotidianamente ogni individuo può sperimentare nella propria sfera personale.

La bellezza della storia nasce anche da basi autobiografiche, in quanto l’autore stesso sperimentò l’amore sulla propria pelle, infatuandosi di una giovane ventenne di nome Verija, di cui era tutore e stabilendo con lei un legame affettivo forte, fin quando, sul punto di fidanzarsi con lei, decide di rompere ogni tipo di relazione.

Vi elenchiamo in basso una lista di pro e contro di questo scritto tanto celebre.

Pro
Adatto a tutti:

L’intreccio amoroso, che è il filo conduttore di quest’opera, è in grado di far sognare grandi e piccini, cosa che lo rende adatto a qualsiasi esigenza di stile, anche per chi predilige una lettura semplice e non eccessivamente impegnativa.

Stile:

Ogni particolare è descritto e reso nel modo più realistico dalla penna dello scrittore, che con grande talento ha saputo dare vita non solo a luoghi lontani nel tempo, ma anche alla sfera interiore degli stessi personaggi.

Coinvolgente:

Nonostante sia stato scritto dall’autore in un periodo di scarsa maturità intellettuale, il testo ha un grande spessore e si è fatto apprezzare molto per il modo appassionante con cui le vicende vengono narrate.

Contro
Costi di spedizione:

Non è stato visto molto vantaggioso il fatto che il libro, anche non in condizioni perfettamente integre, sia venduto con il supplemento dei costi di spedizione.

Acquista su Amazon.it (€7,2)

 

 

 

Resurrezione

 

Quest’opera si presenta in forma di romanzo di quasi 600 pagine, scritto da Tolstoj tra il 1889 e il 1899, che ha come filone principale una conversione religiosa costellata da una vita di stenti.

Lo spunto principale per la stesura di questo romanzo fu una storia realmente accaduta, suggeritagli da un amico giurista, riguardo una ragazza sedicenne che, rimasta orfana, era stata accudita da alcuni parenti fino a quando, sedotta da un giovane di famiglia, era rimasta incinta ed era stata scacciata via dai benefattori.

Rimasta senza alcun supporto o sostentamento, guadagnava compiendo piccoli furtarelli e prostituendosi, ma una volta scoperta fu condannata a quattro mesi di reclusione, morendo di tifo poco tempo dopo.

Ancora una volta, lo stile di Tolstoj colpisce in pieno il cuore del lettore, attraverso un ritmo lento e cadenzato che lo riporta a scoprire i valori affettivi e l’importanza di avere qualcuno al proprio fianco che ci aiuti nei momenti di grande difficoltà.

I pro e contro elencati in basso vi aiuteranno a chiare meglio le idee al riguardo.

Pro
Economico:

L’offerta relativa al formato di questo libro è piuttosto vasta, in particolare gli utenti consigliano la versione per Kindle, che ha un costo molto vantaggioso e permette una lettura comoda e veloce, nonché economica.

Profondo:

La storia del giovane nobile e delle sue azioni vi toccherà nel profondo, poiché offrirà uno squarcio sull’interiorità e le angosce del protagonista, a cui vi sentirete mano  mano sempre più affini.

Scorrevole:

Il libro si fa leggere con grande semplicità e chiarezza, perciò si può dire congeniale sia ad un pubblico adulto che adolescenziale, senza alcuna pretesa letteraria o l’aggiunta di termini ampollosi e artificiosi.

Contro
Traduzione:

Alcuni utenti hanno notato che la traduzione è in più punti differente dall’originale, con l’aggravante di numerosi errori grammaticali e la mancanza di alcune lettere.

Acquista su Amazon.it (€9,35)

 

 

 

La morte di Ivan Il’ic-Tre morti e altri racconti

 

Nella parte finale della nostra guida, vi mostriamo un ultimo grande capolavoro di Tolstoj, e se si vuole, in ultimo, avere un piccolo assaggio della sua grandezza già in poche pagine, sarà necessario solo aprire questo libro.

La trama è apparentemente scontata, infatti inizialmente alla sua uscita era poco quotata, e narra la storia di un mediocre poliziotto che, a seguito di un incidente casalingo di poco conto, scopre di avere il cancro in stato terminale.

Con il peso della scoperta fatale a gravare sulle sue spalle, Ivan cerca fino all’ultimo di resistere e qui notiamo più che mai come la morte diventi una presenza costante, quasi un’amica fidata, che stravolge la comune realtà del protagonista.

La traduzione è curata da Landolfi, che ha voluto cimentarsi personalmente in un testo non di facile comprensione, facendone uscire comunque un risultato abbastanza buono, seppur con qualche pecca.

Vi ricordiamo di dare sempre un’occhiata ai vantaggi e svantaggi presenti in basso, provenienti dalle recensioni dei clienti.

Pro
Riflessivo:

Anche se tratta di una tematica delicata come quella della morte, Tolstoj non lo fa mai con mancanza di riguardo o rendendola angosciosa, offrendo al contrario una visione molto introspettiva e riflessiva del difficile rapporto tra quest’ultima e la precarietà della vita.

Dimensioni:

Molto spesso il contenuto di alcune opere risulta eccessivamente prolisso e lascia un vuoto dietro di sé alla fine della lettura; invece poche pagine in questo caso hanno reso giustizia ad una serie di pensieri intriganti e coinvolgenti.

Qualità/prezzo:

La copertina del libro è curata nei dettagli e il formato è un giusto equilibrio sia nella grandezza delle parole che del libro stesso, il tutto a un prezzo economico.

Contro
Linguaggio:

La traduzione di Landolfi presenta l’uso di troppi termini ricercati e arcaici, che a lungo andare stancano e rendono il libro un po’ ampolloso e ripetitivo.

Acquista su Amazon.it (€10,2)

 

 

 

Quali film sono stati tratti dalle opere di Tolstoj?

 

Anna Karenina

Numerosi adattamenti sono stati tratti dai libri più conosciuti di Tolstoj, e tra questi non poteva mancare quello su Anna Karenina, film drammatico portato nelle sale cinematografiche nel 2012 e diretto da Joe Wright.

Il regista aveva già precedentemente acquisito notevole fama con il film “Orgoglio e pregiudizio”, richiamando poi il suo trio vincente di attori anche in questo nuovo capolavoro, ovvero Keira Knightley, che conosciamo per aver interpretato la figura di Elizabeth Bennet, Matthew MacFayden, ossia il riservato William Darcy, e infine l’italiano Dario Marianelli alla colonna sonora.

 

 

Il primo trailer introduttivo del film è stato diffuso online il 21 giugno 2012, con in più otto locandine pubblicitarie incentrate sui vari tipi di amore e storie che si intrecciano all’interno dell’omonimo romanzo; il Torino film festival ha inoltre ospitato l’anteprima nazionale del film, che è stato diffuso a partire da dicembre anche in Italia.

Il grande successo di questa pellicola si può ben notare dagli oltre 68 milioni di dollari che ha incassato a livello mondiale, ricevendo critiche molto positive, e sono state particolarmente apprezzate le performance degli attori e dei protagonisti, che con la loro bravura sono riusciti a rendere in pieno lo spirito e il significato stesso del romanzo.

 

Guerra e pace

Grande pietra miliare del cinema è diventato Guerra e pace, il film diretto da King Vidor e portato alla ribalta nel 1956 sulla scia dell’omonimo romanzo di Tolstoj.

La trama è pressoché identica all’originale: l’ufficiale Bolkonskij durante la Campagna napoleonica in Russia intrattiene una relazione con la bella Natasha, fino a quando lei non si infatua di un altro uomo e decide di sciogliere il legame.

La guerra porterà i due a vivere momenti diversi e separarsi per molto tempo, finché entrambi si ritrovano a Mosca, sullo sfondo della città data alle fiamme, ma nonostante ciò, il destino non permette che si riuniscano, in quanto Natasha rimane sola e trova consolazione in un altro uomo.

Rispetto al romanzo, nel film alcuni passaggi ed elementi minori sono stati trascurati o addirittura tralasciati, soprattutto per quanto riguarda le vicende storiche che fanno da ambientazione alla vicenda. Grande importanza invece viene data ai singoli rapporti tra i personaggi e alla loro sfera personale e psicologica.

Il ruolo della protagonista fu preso da Audrey Hepburn, che con la sua bravura ha contribuito alla riuscita del film.

 

 

Ivans Xtc

Film drammatico indipendente e americano, Ivans Xtc è un adattamento della novella di Tolstoj “La morte di Ivan II’ic”, curato da Bernard Rose e Lisa Enos, una delle loro prime collaborazioni in ambito cinematografico.

La storia segue le vicende di un poliziotto hollywoodiano di nome Ivan Beckman, interpretato dall’attore Danny Huston, il cui compito è portare a compimento un grosso affare con un pezzo grosso della sua agenzia, Don West, con un sorriso forzato nonostante la notizia di essere prossimo alla morte per cancro.

Il film è stato anticipato al film festival di Toronto nel 2000, successivamente nelle sale americane nel 2002, riscuotendo comunque discreto successo.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status