Il miglior mini blender

Ultimo aggiornamento: 21.07.18

 

Mini blender – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Il mini blender è un elettrodomestico utile a sminuzzare diversi alimenti, frutta, verdura, chicchi di caffè e anche il ghiaccio. Le sue dimensioni devono consentire di collocarlo in cucina senza occupare troppo spazio. Fate attenzione alla base, che deve essere abbastanza pesante da dare stabilità all’intera struttura. I bicchieri, meglio se più d’uno,  possono essere realizzati in diversi materiali e avere coperchi per essere portati in giro. Meglio con un pulsante per accenderlo o senza? Questo e altro potete trovare nella nostra guida, pensata per rendere più chiara la vostra scelta. Ecco qui un’anteprima delle nostre preferenze: Electrolux ESB2500 ha una bella base in acciaio lucido e piedini in gomma che lo rendono stabile. È possibile scegliere una versione con più bicchieri inclusi e cappucci di colore diverso. Ci ha convinto anche TZS First Austria FA-5243, dal costo molto concorrenziale. Include due contenitori da 600 ml ciascuno, molto capienti.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere il miglior mini blender

 

A differenza del tradizionale frullatore, il mini blender occupa meno spazio nella vostra cucina e vi consente di tritare alimenti come i chicchi di caffè o i semi, oltre a realizzare dei sani smoothies di frutta. Qual è la migliore marca presente sul web?

La guida che abbiamo ideato per voi può aiutarvi a capire come fare la scelta giusta. Confrontate i prezzi dei vari modelli per trovare quello più adatto al vostro budget.

Guida all’acquisto

 

La base e il contenitore

Il mini blender è costituito da due semplici elementi che ne determinano la stabilità e la funzionalità: la base e il contenitore. Il primo elemento è spesso considerato semplicemente come luogo dove è presente il motore, invece è una parte importante che determina l’equilibrio di tutta la struttura.

Per questo motivo il suo peso deve essere maggiore del contenitore superiore, per impedirgli di cadere. Chi vuole dare un aspetto professionale alla propria cucina, può sceglierla in acciaio inox, tenendo però conto del fatto che la manutenzione dovrà essere costante, pena il suo rovinarsi. Una soluzione più comoda è optare per una base in plastica, nera o di altri colori, che è resistente e facile da pulire.

Il contenitore, ovvero il bicchiere posto nella parte alta, è disponibile in diversi materiali: vetro, acciaio inox e plastica, con prezzi differenti e per tutte le tasche. Se scegliete l’ultimo, assicuratevi che sia privo di sostanze nocive per la salute, che potrebbero contaminare gli alimenti che vi andate a porre.

 

La capienza e la potenza

Con il mini blender è possibile eseguire diverse operazioni, come tritare il ghiaccio per la preparazione di un cocktail, i chicchi di caffè, noci, nocciole, semi e anche legumi. Molti, patiti della frutta fresca, lo utilizzano per creare gli smoothies, ovvero dei composti che mantengono tutte le proprietà degli alimenti che contengono.

La capacità del bicchiere dipende molto dalla quantità che avete intenzione di produrre: se volete preparare qualcosa solo per voi e al massimo per un’altra persona, basteranno 400 ml. Esistono anche formati da 600 ml che si sviluppano in altezza, permettendovi di avere più spazio in cucina.

La potenza ideale per questi formati si aggira attorno ai 300 watt, che garantiscono consumi bassi specialmente se optate per un mini blender appartenente alla classe energetica A. Ce ne sono molti sul mercato, alcuni dei quali sono presenti nella nostra classifica più in basso.

Le opzioni

Le recensioni degli altri acquirenti possono essere determinanti per stabilire se il modello scelto è valido o meno. Considerate le opzioni aggiuntive delle quali avete bisogno: due o più velocità e la funzione a impulsi per controllare che gli alimenti raggiungano la finezza desiderata.

Se volete portare in giro il vostro preparato, assicuratevi che il mini blender includa dei coperchi che permettano di chiudere i bicchieri, al riparo dall’ambiente esterno. Per quanto concerne la pulizia, che è solitamente molto semplice, la presenza di materiali resistenti vi consentirà di porre ogni elemento in lavastoviglie, con un grande guadagno di tempo.

 

I migliori mini blender del 2018

 

Qui potete consultare le nostre recensioni sui cinque modelli che ci hanno maggiormente convinto. Fate una comparazione delle loro caratteristiche per individuare quale mini blender comprare.

 

Prodotti raccomandati

 

Electrolux ESB2500

 

La vostra ricerca del miglior mini blender non può che tenere conto di alcuni aspetti fondamentali, come il poter portare con voi il bicchiere con il preparato senza doverne acquistare uno apposito a parte. Electrolux ha creato un modello che è tra i più venduti del web per il suo buon rapporto qualità/prezzo.

La base è in acciaio lucido, così come anche le lame, ed è dotata di piedini in gomma che le permettono di rimanere saldamente ancorata sulla superficie d’appoggio. Il suo peso inoltre equilibra bene la struttura impedendole di cadere.

I bicchieri a disposizione sono due, entrambi in Tritan antirottura e privi di ftalati, quindi sicuri per la salute. L’azienda permette di acquistare anche la versione con tre bottiglie o due bottiglie grandi e due piccole, rispettivamente da 600 ml e 300 ml, per venire incontro a tutte le vostre esigenze.

Ogni contenitore ha un coperchio di colore differente, così da consentire a ognuno di avere il proprio bicchiere personalizzato. Peccato per il motore che, secondo alcuni, è abbastanza rumoroso.

Se cercate un elettrodomestico che prepari ottimi frullati e possa macinare anche chicchi di caffè e semi vari, leggete la nostra guida per scegliere il miglior mini blender. Iniziamo dalla proposta di Electrolux che ha raccolto parecchi pareri positivi in rete, tanto è vero che ci siamo incuriositi e abbiamo voluto saperne di più. Abbiamo sintetizzato le nostre impressioni in una serie di Pro e di Contro che vi andiamo a illustrare immediatamente.

 

Pro

Materiali: Si tratta, a nostro parere, di un elettrodomestico ben costruito, forte di materiali di buona qualità che ne conferiscono una certa longevità.

Bottiglie: Frullate gli ingredienti, staccate la bottiglia e portatela dove vi pare. Se non basta, nella confezione c’è ne sono due.

Pratico: La praticità è un altro dei suoi punti di forza, senza contare che ingombra pochissimo spazio.

 

Contro

Frutta con buccia: Il mini blender è un po’ deludente quando si frulla la frutta con tutta la buccia, visto che restano diversi residui.

Acquista su Amazon.it (€37,49)

 

 

 

TZS First Austria FA-5243

 

Uno dei migliori mini blender del 2018, tra quelli venduti online, è la proposta di TZS First Austria, pensata per chi desidera risparmiare sul prezzo ma non sulla qualità. Il suo costo è infatti più basso della media, data anche la presenza di due bicchieri con coperchio incluso.

Questi due elementi sono totalmente privi di BPA, per cui potrete creare i vostri smoothie o frullati senza correre rischi per la vostra salute. Sarà anche semplice portarli in giro e berli quando lo desiderate, data la capienza di 600 ml ciascuno, che può ospitare una grande quantità di frutta.

Il funzionamento è semplice: basta inserire il contenitore nella parte superiore per avviare automaticamente le lame. Non sono presenti infatti pulsanti di accensione o spegnimento, anche se questo metodo non risulta comodo proprio a tutti gli utenti.

Il motore da 300 watt è sufficiente per sminuzzare cubetti di ghiaccio e frutta secca, grazie anche alle lame in acciaio. Ogni parte può essere lavata in lavastoviglie, ma basta anche porre acqua e detersivo nel bicchiere e attivare il mini blender.

Volete sapere dove acquistare il TZS? Ve lo diciamo noi ma prima prendete visione dei pro e dei contro che abbiamo ritenuto opportuno portare alla vostra attenzione.

 

Pro

Versatile: Non solo frutta, potete rinfrescarvi anche con del ghiaccio tritato da utilizzare anche per un bel cocktail.

Pulizia: È molto semplice da pulire e l’operazione porta via davvero poco tempo.

Contenitori: Sono ben due le bottiglie presenti nella confezione.

 

Contro

Liquidi: Per un buon frullato è necessario aggiungere una sufficiente dose di liquido come latte o acqua, visto che senza non si ottengono buoni risultati.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

VAVA IT VA-EB004

Il punto di forza del mini blender di Vava è il valido compromesso tra costo ed estetica. Non possiamo infatti escludere dai nostri consigli d’acquisto un prodotto che unisce la bellezza della base in acciaio a un prezzo davvero concorrenziale.

Questo articolo occuperà poco spazio in cucina ma sarà un elemento che la arricchirà non solo con il suo funzionamento. La presenza dei piedini antiscivolo è importante per garantire stabilità al mini blender mentre il motore è avviato.

Le bottiglie da 600 ml (ce ne sono due a disposizione) devono essere inserite per permettere al dispositivo di azionarsi: bisogna perciò prestare particolare attenzione, specialmente perché non è presente un pulsante di spegnimento.

Il motore da 300 watt consente di avere consumi ridotti e di tritare anche il ghiaccio, grazie alle quattro lame in acciaio inossidabile. La pulizia è molto semplice, dato che ogni elemento, eccetto la base, può essere messo in lavastoviglie per dimezzare i tempi.

Il nuovo mini blender Vava ha un bel po’ di punti interessanti: le lame sono mosse da un motore di 300 W e si possono preparare dei gustosi frullati. Abbiamo analizzato l’elettrodomestico e siamo giunti a individuare i pregi e i difetti che vi elenchiamo subito.

 

Pro

Immediato: L’utilizzo è davvero molto semplice e intuitivo, anche per chi per la prima volta prende in mano un prodotto di questo tipo.

Materiali: Possiamo esprimere la nostra soddisfazione per la qualità delle lame e di tutta la struttura.

Pulizia: Pulire questo elettrodomestico è semplicissimo e veloce.

 

Contro

Interruttore: Manca il pulsante per l’accensione e lo spegnimento il che rende l’utilizzo non sempre comodo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Princess 212065

Se non sapete ancora come scegliere un buon mini blender ma desiderate acquistare un modello multifunzione, la proposta di Princess potrebbe allettarvi. Nella sua confezione sono infatti presenti diversi accessori che vi consentono di realizzare vari tipi di preparazioni.

Se volete dare vita a succhi di frutta o smoothies potete utilizzare il bicchiere apposito, mentre per tritare il ghiaccio o le granite dovrete sostituirlo con un altro in dotazione (tutti da 400 ml). In questi due casi userete le lame per frullare, che sono pensate appositamente per espletare questa funzione.

Nel caso in cui, invece, vogliate tritare il ghiaccio, i chicchi di caffè o dei semi, dovete sostituire il corpo interno e il contenitore e utilizzare quelli preposti alla macinazione, quindi più resistenti. Per conservare tutto al meglio e poter portare con voi lo smoothie, basta inserire uno dei tre coperchi a scelta tra quello con fori grandi, piccoli e senza fori.

Peccato che i materiali, anche se sicuri per la salute, siano abbastanza fragili, tanto che non pochi utenti ne lamentano la rottura dopo un po’ di usi.

Nella nostra ricerca di elettrodomestici venduto a prezzi bassi, ci siamo imbattuti nel Princess e, se non è il più economico che possiate trovare in commercio, ci manca poco. Cerchiamo di capire se può fare al caso vostro tenendo conto dei suoi pregi e dei suoi difetti.

 

Pro

Accessoriato: È venduto insieme a una serie di accessori che torneranno molto utili e che ne accrescono la versatilità.

Pulizia: Pulire questo mini blender si è rivelata un’operazione molto semplice e soprattutto veloce.

Compatto: Occupa uno spazio davvero minimo e si propone come la scelta ideale di chi non ha molto spazio in cucina.

 

Contro

Materiali: Non c’è grande soddisfazione per la qualità dei materiali, visto che appare un tantino fragile.

Acquista su Amazon.it (€34,72)

 

 

 

Aicok BL1030K

Concludiamo la nostra rassegna con una delle offerte più basse del web, che accontenta chi ha bisogno di un mini blender funzionale senza spendere troppo. Aicok ha creato un modello base, dotato di un solo bicchiere da 600 ml, perfetto però per chi desidera un articolo poco ingombrante e pratico.

Chi è solito creare dei beveroni proteici e portarli in palestra, può utilizzare uno dei due coperchi presenti nella confezione, che hanno un gancio utile ad appendere il contenitore dovunque si voglia. Naturalmente è possibile realizzare anche frullati di frutta o verdura, grazie anche alle lame in acciaio inossidabile che hanno grande resistenza.

Il motore da 300 watt risulta essere valido e permettere al mini blender di fare bene il suo lavoro. Anche se qualche utente lamenta l’assenza delle istruzioni in italiano, il funzionamento è davvero semplice e non ha bisogno di aiuti aggiuntivi.

Non in ultimo, la garanzia di 2 anni vi assicura di essere protetti da eventuali difetti di fabbrica: avrete subito la vostra sostituzione.

Siamo giunti alla proposta di Aicok, una marca che sa farsi rispettare nel campo degli elettrodomestici, soprattutto per quelli destinati alla cucina. E nel suo catalogo non poteva mancare un mini blender.

 

Pro

Versatile: Non prepara soltanto frullati ma anche zuppe, drink e salse, per una versatilità con pochi eguali tra i prodotti della stessa fascia di prezzo.

Lame: Una delle componenti più apprezzate sono le lame, taglienti come poche.

Costo: Il rapporto tra qualità e prezzo è molto favorevole, come spesso avviene per i prodotti di Aicok.

 

Contro

Rumoroso: Il motore, quando è in funzione, si fa sentire fin troppo al punto da risultare fastidioso, sebbene è difficile trovare prodotti di questo tipo che siano anche silenziosi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.