I 5 Migliori Pantaloni da Trekking del 2020

Ultimo aggiornamento: 22.10.20

 

Pantalone da Trekking – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Avere la giusta attrezzatura quando si decide di affrontare una passeggiata in mezzo alla natura è fondamentale, in particolare se nemmeno la stagione più fredda scoraggia la vostra passione. Indossare i giusti abiti è determinante, perché consente di proteggersi dal freddo e di godere dell’indispensabile comfort. Ovviamente i pantaloni non fanno eccezione, ecco perché abbiamo voluto realizzare un focus su questo capo d’abbigliamento, con tanto di prodotti consigliati, a cominciare da YiLianDa Pantaloni Softshell Invernali, economici e in grado di resistere a pioggia e umidità, oppure da Salewa Puez Dolomia Pantalone che aggiungono al grado di protezione anche la presenza di un buon numero di tasche.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior pantalone da trekking?

 

Pronti per un’uscita all’aperto? Prima di lanciarsi in passeggiate e uscite in natura l’ideale è capire quale sia il giusto abbigliamento. Nelle righe seguenti concentriamo l’attenzione sulla categoria dei pantaloni da trekking.

La giusta taglia

Sembra scontato rimarcare questo fatto ma nel tempo produttori diversi hanno impostato una linea differente a seconda del tipo di utente o scegliendo uno stile e una vestibilità che sono diventati poi un marchio di fabbrica. 

Idealmente bisogna guardare alla comodità del prodotto, specie se si pensa a lunghi tragitti. Un pantalone con la vita troppo alta può servire bene in caso di un’escursione in montagna, ma lascia il tempo che trova durante le stagioni intermedie come la primavera e l’estate.

Chi invece punta a un pantalone essenzialmente invernale deve fare attenzione alla qualità dell’imbottitura interna, calda quanto basta per mantenere costante la temperatura ma con uno spessore che non vada a intralciare troppo i movimenti dell’utente.

Confrontarsi con i pareri di chi ha già provato quel tipo di pantalone, leggendo anche sul sito del produttore informazioni e note legate alle misure, può aiutare realmente a crearsi un quadro preciso del tipo di vestibilità offerta da un modello piuttosto che un altro.

 

Materiali

Un tessuto sintetico riesce a offrire soluzioni interessanti su aspetti come la resistenza e la robustezza. Studi di settore hanno prodotto infatti materiali leggeri e traspiranti, che però bloccano in maniera adeguata il vento forte, non lasciando che passi e vada a raffreddare le gambe. 

Un discorso simile si verifica per la scelta di materie idrorepellenti, come la tecnologia DWR. Abbiamo a che fare con una serie di sostanze chimiche che rendono il tessuto a prova di acqua, con le gocce che scorrono sul tessuto e non si fermano.

Elasticità è l’altra parola d’ordine quando si parla di pantaloni da trekking. Nella zona della vita o in prossimità delle caviglie, avere a disposizione un mezzo che tiene bene si mantiene posizionato alla giusta altezza in vita, magari sfruttando dei lacci e una cintura in velcro, aiuta gli utenti a muoversi con maggiore libertà.

Una coulisse nella parte inferiore invece, stringe bene la zona intorno le caviglie, riducendo ancora di più la possibilità che il vento freddo e aria possa entrare dal basso.

Praticità d’uso

Quando si parla di abbigliamento tecnico si può anche chiudere un occhio sullo stile e il design. Bisogna puntare all’efficacia dei materiali e al modo stesso in cui vengono utilizzati. Ben vengano dunque i pantaloni multi tasca, ma con una disposizione razionale e ben progettata di questi elementi, così da tenere nel giusto ordine gli oggetti e i piccoli strumenti che possono dare una mano nel corso di un’escursione.

Altro aspetto importante è legato al pantalone multifunzione, ovvero un oggetto pensato per un utilizzo invernale e modificabile semplicemente sfruttando una zip o una chiusura ad hoc.

Per chi pensa di utilizzare e sfruttare come si deve un indumento del genere, l’opzione offerta da un passaggio rapido da un pantalone lungo a uno short è una bella tentazione.

Lavaggio e resistenza della protezione antipioggia, trovano in un prodotto di qualità certezze che spesso la ricerca del basso costo non riesce a garantire. Per questo valutate con attenzione le caratteristiche dei modelli venduti a un prezzo molto economico.  

 

I 5 Migliori Pantaloni da Trekking – Classifica 2020

 

 

1. YiLianDa Pantaloni Funzionali Softshell Invernali da Uomo Slim Fit

 

Principale Vantaggio:

Chi punta alle offerte e cerca una soluzione economica grazie a cui poter sfruttare al meglio di un’uscita all’aperto, troverà nella proposta YiLianDa, un pantalone robusto e dalla buona vestibilità. Diverse le tasche, collocate in posizione strategica e con una capienza che accoglie diversi oggetti al suo interno e un insieme di protezioni nella zona delle ginocchia e con un buon livello di impermeabilità.

 

Principale Svantaggio:

Nella ricerca della giusta taglia è bene confrontare e leggere con attenzione i pareri di altri utenti, visto che il pantalone tende mediamente a calzare più stretto rispetto alla misura che si indossa solitamente. Si tratta dunque di un aspetto di cui tenere conto e su cui occorre spendere del tempo, evitando così sostituzioni e cambi.

 

Verdetto: 9.5/10

Nella comparazione con pantaloni professionali da trekking, la proposta YiLianDa cerca di trovare una via di mezzo tra un pantalone robusto e una protezione adeguata per chi non ha grandi pretese sul fronte delle prestazioni di un certo livello. Il numero delle tasche è proporzionato al tipo di utilizzo, con delle buone protezioni all’altezza delle ginocchia e un sistema che esternamente blocca il passaggio dell’acqua, con un interno in Pile che mantiene al caldo durante una giornata invernale spesa all’aperto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Funzionali

Il tipo di pantaloni del brand YiLianDa definisce e caratterizza un oggetto che nasce per l’utente medio. Si parla in questo caso di un supporto per chi pratica del trekking a livello iniziale, con una difficoltà e un contesto ambientale in cui il freddo non è eccessivo.

Da questo punto di vista e per chi ha in mente di indossarli per lavoretti all’aperto, si tratta di un indumento che mantiene quanto promesso, così da fornire quell’aiuto e protezione che alcune persone necessitano senza una qualità eccessiva, commisurata poi anche al prezzo concorrenziale con cui viene proposto il tutto.

Comodi

In quanto a vestibilità, i pareri degli utenti che li hanno provati, confermano la tenuta e la buona indossabilità di un prodotto con una superficie esterna in poliestere, rinforzata anche grazie a un rivestimento supplementare collocato in zone strategiche, come sulle cosce e all’altezza del ginocchio. 

Una comodità che si ritrova anche internamente, con tutto l’interno della gamba in softshell e un taglio del pantalone lineare, dalla vita passando per il cavallo e la parte fino alla caviglia. La zip centrale e il sistema di chiusura con un apposito gancetto, chiudono gli aspetti che influiscono in maniera positiva sulla resa finale di questo indumento.

 

Robusti

La tenuta dell’oggetto aiuta quanti vogliono svolgere lavoretti in sicurezza, protetti dal tessuto antistrappo che caratterizza il pantalone. Ottima anche la tenuta allo sporco e all’acqua, con le gocce che scorrono sul tessuto senza per questo bagnarlo, nel caso di una pioggia leggera. 

Interessante anche la traspirabilità offerta con una buona resistenza anche in caso di vento. Si tratta dunque di un supporto per tutto l’anno, in cui l’indossabilità si sposa con un livello di protezione corrispondente anche alla spesa.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Salewa Puez Dolomia PL M Pantalone

 

Grazie alle due tasche a cerniera elastica e al tessuto softshell che lo caratterizza, il pantalone Salewa rientra tra i nostri consigli d’acquisto per qualità e ottime funzionalità.

La leggerezza che lo caratterizza infatti nulla toglie al grado di protezione che sa regalare ai trekker più esperti e agli esploratori alle prime armi. 

La vestibilità è regolare, con un rivestimento esterno in Polarlite anti wind, un tessuto che blocca il passaggio d’aria che arriva dall’esterno ma riesce a mantenere un adeguato livello di traspirazione. 

Alto grado di impermeabilità all’acqua, è un pantalone adatto al trekking alpino, con una cintura semi elasticizzata con inserti stretch e due tasche esterne all’altezza delle cosce, più una tasca posteriore con zip ampia. Per chi poi vuole regolare e migliorare il feeling nella zona delle caviglie, è presente un cordoncino con cui stringere la sessione interessata.

Pro
Realizzazione:

Elaborati con l’intento di unire leggerezza a indossabilità, questi pantaloni hanno un taglio regolare, con un tessuto antivento e che blocca al meglio la pioggia.

Gestione:

Grazie a tre tasche, di cui due frontali e una posteriore, il pantalone consente di inserire al suo interno diversi oggetti, così da proteggerli nel corso dell’escursione.

Resistenza:

Il tessuto stretch a quattro vie, insieme alla tecnologia DWR, studiata per alzare il livello di idrorepellenza, mantiene l’utente protetto da graffi e schizzi d’acqua.

Contro
Indossabilità:

Verificate con attenzione che tutto calzi in modo appropriato, vista l’impostazione “comoda” del pantalone. 

Acquista su Amazon.it (€129,56)

 

 

 

3. The North Face Regular Exploration, Pantaloni Uomo

 

Il marchio The North Face non ha bisogno di presentazioni, sfruttando nel tempo conoscenza dell’ambiente e ricerca per proporre materiali di qualità. Un discorso che torna anche in questo caso con i pantaloni in ottimo Nylon elasticizzato, con in più una serie di due tasche anteriori con chiusura di sicurezza e una posteriore richiudibile con zip. 

In quanto a versatilità ci troviamo di fronte a un oggetto comodo da indossare e che si comporta al meglio nel corso di tutto l’anno. Un’operazione che si realizza per merito di un sistema di chiusura che arriva a metà coscia e che permette di separare la parte inferiore, così da avere dei comodi shorts per la primavera e l’estate. 

Il cavallo è rinforzato per offrire una maggiore mobilità, mentre l’orlo con risvolto consente di sollevare in un attimo il pantalone.

Pro
Materiali:

Il tessuto elasticizzato si adatta bene al corpo con una tenuta antipioggia garantita dalla tecnologia DWR, mentre la robustezza delle finiture consente di affrontare diversi scenari senza paura che i pantaloni si strappino.

Tasche:

Posizionate nella parte frontale e nella zona posteriore, accolgono numerosi oggetti, con uno spazio in più pensato per la raccolta della parte inferiore dei pantaloni.

Versatilità:

Sfruttando una comoda zip, si riesce a staccare la zona inferiore così da avere a disposizione un paio di comodi shorts.

Contro
Peso:

La qualità dei materiali tende a influenzare in modo negativo la sensazione del peso trasmesso una volta indossati i pantaloni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. FY Pantaloni Termici da Donna, Pantaloni da Sci

 

In questa versione abbiamo un paio di pantaloni con un linea che asseconda e segue maggiormente le forme femminili, pensata per dare al tempo stesso protezione durante un’escursione, con tutto ciò che occorre per stare al caldo e un sistema di tasche progettato per rendere al meglio e accogliere al suo interno oggetti differenti. 

Abbiamo nella zona frontale due tasche anteriori, con due tasche sul lato posteriore che si chiudono con un bottone. Sempre nella zona frontale poi abbiamo altre due tasche lunghe, posizionate leggermente più in basso e che si chiudono con la cerniera. 

Per tenere al suo posto il pantalone abbiamo poi una cintura regolabile con una chiusura in velcro e una coulisse con cui stringere il pantalone intorno alle caviglie se c’è troppo passaggio d’aria.

Pro
Linea:

Eleganti nella loro semplicità, questi pantaloni hanno una buona vestibilità, senza per questo trascurare gli aspetti legati alla qualità e resistenza durante un’escursione.

Materiali:

Realizzato con materiali e tipologie pensate per resistere al meglio al vento e alla pioggia, i pantaloni seguono con scioltezza i movimenti, senza interferire e creare problemi.

Colorazioni:

A disposizione si può scegliere tra tre diverse tinte, una verde militare, una nera e una di colore bordeaux per chi ama i toni vivaci.

Contro
Altezza:

È emersa una lunghezza eccessiva della vita, troppo alta per chi non è abituato a un tipo di supporto del genere.

Acquista su Amazon.it (€24,9)

 

 

 

5. Sidiou Group Primavera Autunno Estate Sottile Pantaloni Impermeabili

 

Pensato per quegli utenti che amano un prodotto adatto alle stagioni intermedie, i pantaloni hanno due tasche ampie, e una protezione che guarda alla robustezza e alla tenuta sul punto delle ginocchia. 

Numerose le colorazioni tra cui scegliere, con combinazioni cromatiche che spaziano dai toni più austeri, passando per colori vivaci e accesi. Il tessuto traspirante, si asciuga in poco tempo, lasciando così l’utente asciutto e riducendo gli effetti negativi di un indumento bagnato. 

La cerniera presente sulla cintura laterale migliora la chiusura delle tasche, lasciando protetti e al sicuro tutti gli oggetti inseriti. Lo stile, infine, si adatta per soddisfare i gusti sia del pubblico maschile sia di quello femminile. 

Pro
Vestibilità:

Molto ben studiata, la linea si adatta al meglio sia a uomini sia a donne, donando a entrambi una soluzione a conveniente e a prezzi bassi.

Tenuta:

Una volta indossati, i pantaloni presenta una cinta elastica che avvolge senza stringere la vita, conservando e mantenendo l’utente ben protetto.

Varietà:

La scelta di una serie di colori risponde e soddisfa la curiosità di chi ama avere a disposizione un’ampia selezione.

Contro
Indossabilità:

Vestendo molto grandi è opportuno scegliere con cura la taglia, così da evitare di trovarsi con la misura sbagliata e dover procedere a un reso. Per questo anche se il pantalone non è il più economico, una spesa di questo genere può essere la via migliore e con cui rientrare nel tempo dell’investimento.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Qual è il giusto abbigliamento per il trekking

 

Per chi si sta avvicinando da poco al mondo delle escursioni, capire cosa è fondamentale e cosa invece è accessorio in un indumento come un pantalone tecnico, segna il punto cardine che può realmente fare la differenza.

 

 

Il giusto approccio

Capire bene come e dove si andrà a sfruttare il tutto riduce di molto lo spettro delle possibilità, lasciando così anche il tempo per focalizzarsi su una tipologia di media qualità, o optare per un prodotto professionale. Gli utenti che amano uscire nel fine settimana, visitando posti con una escursione termica lieve, possono scegliere materiali anche leggeri e con un’imbottitura limitata a un Pile.

Discorso diverso per chi pratica un trekking alpinistico. In quel caso il pantalone deve avere caratteristiche ben precise, come un alto livello di idrorepellenza del tessuto, unito anche una composizione dello stesso che resiste a strappi e lacerazioni, a volte frequenti in un contesto con rocce e pietre.

Per fortuna gli studi tecnici e di settore hanno raggiunto un livello di ottimizzazione dei materiali, con risultati interessanti, specie dal punto di vista della comodità e indossabilità.

Esistono infatti tessuti estremamente protettivi e dallo spessore minimo, ottimizzati al meglio per favorire i movimenti degli utenti in ogni contesto. Nei pantaloni più tecnici non mancano poi occhielli e tasche organizzate per contenere e stipare utili strumenti da avere sempre a portata di mano.

 

Qualità ai primi posti

Anche chi sceglie un prodotto economico, dovrebbe però tenere presente che un indumento se ben trattato dovrebbe durare anni e non solo una stagione. Si tratta infatti di una considerazione che guarda anche all’ambiente, e che consente di rientrare nel tempo di un investimento, sfruttandolo e verificando sul campo l’effettiva bontà del tutto.

 

 

La presenza di tasche robuste e zip comode che non si staccano e si bloccano, è un primo indicatore di certa qualità delle materie utilizzate. Cuciture doppie e robuste , con una linea che segue e asseconda l’anatomia, favoriscono movimenti e passaggi in cui l’utente deve essere il più libero possibile.

La cucitura e la linea del cavallo incidono in maniera determinante sui movimenti e la comodità del novello esploratore. Per questo motivo guardate anche alla presenza di protezioni nella zona delle ginocchia. Un altro aspetto da non sottovalutare è legato poi a alcuni inserti colorati che aiutano a localizzare al meglio l’utente, con parti catarifrangenti e che riflettono in modo adeguato la luce solare.

A ogni esigenza dunque dovrebbe corrispondere il giusto tipo di pantalone da trekking, pensato e realizzato con cura e per chi cerca un divertimento saltuario o il giusto supporto per un’escursione tecnica in montagna.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quando indossare i pantaloni da trekking?

La tipologia e il tipo di pantalone si adattano a scenari differenti. Alcune persone preferiscono puntare a un paio di pantaloni del genere anche per svolgere lavori durante l’autunno o l’inverno in giardino. Nulla vieta poi di portarli anche per un’uscita o una passeggiata al parco in famiglia o con gli amici.

 

È possibile lavare i pantaloni a mano?

Non ci sono indicazioni contrarie nelle linguette presenti dentro ogni pantalone di qualità che si rispetti. L’importante è scegliere un sapone adeguato e non troppo aggressivo. Il rischio durante i lavaggi, sia a mano, sia in lavatrice è di scegliere un approccio o un programma che potrebbe ridurre nel tempo l’efficacia della protezione antipioggia presente su molti di questi capi.

 

Quanto può resistere un pantalone da trekking sotto la pioggia?

Per rispondere a questa domanda sarebbe opportuno verificare il tipo di trattamento chiamato DWR eseguito sul tessuto in questione. A tal proposito si nota che di fronte a una pioggia di media intensità il tessuto è in grado di far scorrere l’acqua per un tempo massimo di trenta minuti, conservando così l’utente asciutto quanto basta per trovare un riparo. Superata questa soglia la resistenza tende progressivamente a scendere e gli effetti della pioggia battente cominciano a farsi sentire.

 

Come si modifica un pantalone da trekking?

La scelta di un pantalone lungo, dotato di un sistema di apertura nella parte bassa con una zip, aiuta a gestire secondo il tempo e la stagione la tenuta e la comodità di questo indumento. Basta far scorrere se presente questa chiusura lungo tutto il pantalone poco sotto il ginocchio, così da avere a disposizione uno short adatto a escursioni in primavera ed estate, con le gambe libere di muoversi e di godere il freschetto del momento.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status