fbpx

Il miglior rullo per allenamento

Ultimo aggiornamento: 21.09.19

 

Rullo per allenamento – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Chi va in bicicletta con un certo impegno, deve seguire un programma di allenamento. Non parliamo necessariamente di professionisti ma di ciclofili che quando le condizioni climatiche sono particolarmente avverse al punto tale da suggerire di restare in casa, non vogliono perdere il ritmo e saltare una sessione. Tenete presente che ci sono luoghi dove può piovere, se non addirittura nevicare, per giorni e giorni. Come fare allora a non perdere il ritmo, a mantenersi allenati? C’è chi sceglie un allenamento alternativo magari andando in palestra o in piscina e chi usa il rullo per il ciclismo. Magari se siete appena agli inizi non ne avete mai sentito parlare; una ragione in più per leggere con attenzione quanto scritto in questa pagina. Curiosi di saperne di più? Allora vi anticipiamo subito due di questi attrezzi: l’Elite Novo Mag Force e l’Ultrasport set trainer, entrambi economici, soprattutto il secondo, e semplici da montare.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere miglior rullo per allenamento

 

È vero, ci sono i più temerari che escono con la bicicletta anche con tanto freddo e pioggia, dopotutto se piove mica si ferma il Giro d’Italia (a meno che non venga messa a rischio l’incolumità dei ciclisti). Ma uno sportivo sa, o dovrebbe sapere, che un clima rigido rende più probabile gli infortuni muscolari, senza dimenticare che un manto stradale bagnato può essere causa di una brutta caduta. Ecco perché la nostra guida per scegliere il miglior rullo per allenamento può evitarvi problemi. Nello scriverla abbiamo preso in considerazione diversi pareri sull’argomento e li abbiamo sintetizzati qui. Più in basso troverete anche i nostri consigli d’acquisto e le informazioni su dove acquistare a prezzi bassi i migliori rulli per allenamento del 2019. Per determinare come scegliere un buon rullo per allenamento bisogna considerare almeno tre aspetti che trovate spiegati di seguito.

 

 

Guida all’acquisto

 

Il sistema di fissaggio della bicicletta

Per rispondere alla domanda “Quale rullo per allenamento comprare?” cominciate dal tipo di sistema di fissaggio. I rulli possono essere a trasmissione diretta, con fissaggio al telaio, oppure liberi. Facciamo una comparazione tra i tre tipi e scopriamo le differenze.

I modelli a trasmissione diretta piacciono ai ciclisti perché stabili e abbastanza fedeli nella simulazione. Il tipo di fissaggio è tale da non stressare il telaio della bicicletta, peccato non sia di quanto più economico si possa trovare sul mercato. Nel caso dei rulli con fissaggio al telaio, la bicicletta è ancorata all’attrezzo per la ruota posteriore la quale appoggia sul rullo che regola la resistenza della pedalata. 

Quanto è fedele la simulazione? Dipende dalla qualità dell’attrezzo e da quanto siete disposti a spendere. Ma vediamo alcune controindicazioni del rullo a trasmissione diretta. Lo pneumatico posteriore si usura parecchio ma potete ovviare a questo problema usando una ruota da impiegare solo per il rullo. Il realismo della pedalata, anche nel caso dei modelli più costosi non è totale. Con i rulli liberi la bicicletta non è fissata al telaio. In pratica entrambe le ruote si appoggiano sui rulli. L’aspetto più interessante di questo attrezzo è che la pedalata è realistica ma non bisogna distrarsi perché si potrebbe cadere non essendo la bicicletta ancorata a nulla.

 

Il sistema di frenata

I rulli sono dotati di freno, questo può essere magnetico, a ventola, idraulico oppure elettromagnetico. Il primo lo troviamo soprattutto sui rulli meno costosi. La resistenza magnetica, regolabile manualmente o elettronicamente a seconda dei modelli, genera la forza frenante. Nel secondo tipo di freno il volano del rullo è collegato a una ventola. All’aumentare della velocità della ventola corrisponde una maggiore resistenza dell’aria e dunque la forza frenante è maggiore. Attenzione perché questo sistema è abbastanza rumoroso. 

Per quanto riguarda il freno idraulico, la forza frenante è conseguenza del volano che ruota in un liquido. Maggiore è la velocità e più elevata è la resistenza opposta dal liquido. Tra i vantaggi di questo freno c’è la silenziosità e la sensazione di realismo della pedalata. In ultimo c’è il freno elettromagnetico dove la resistenza è conseguenza dell’azione dei magneti che sono gestiti elettronicamente. Il campo magnetico che si crea frena il volano. Un freno del genere si caratterizza una maggiore resistenza e fluidità della pedalata. Un freno del genere va alimentato con l’elettricità.

 

 

Tipologia di allenamento

In base a quale allenamento avete intenzione di svolgere dovete puntare su un certo tipo di rullo. Facciamo qualche esempio per essere più facilmente comprensibili, cominciando a ragionare su un tipo di training agile o di mantenimento. In questo caso avrete bisogno di un rullo con una capacità di frenata elevata.

Nel caso siate orientati verso l’SFR (sigla che sta per salite, forza e resistenza), invece, è meglio optare di un modello in grado di simulare la pendenza massima. In base al vostro livello di allenamento e alla potenza che siete in grado di “sprigionare” pedalando dovete puntare su un rullo in grado di simulare una pendenza più o meno elevata. 

 

I migliori rulli per allenamento del 2019

 

Ci sono parecchie offerte per i rulli della migliore marca venduti online. Per favorire la vostra scelta abbiamo selezionato quelli a nostro avviso più interessanti e li abbiamo organizzati secondo una classifica. Abbiamo scritto una recensione per ogni attrezzo. Prestate molta attenzione ai pro e ai contro e non dimenticate di confrontare i prezzi.

 

Prodotti raccomandati

 

Elite Novo Mag Force

 

Principale vantaggio:

Il rullo Elite è realizzato con buoni materiali, certamente in linea con il suo costo; il montaggio è di una semplicità disarmante.

 

Principale svantaggio:

Tra gli aspetti negativi segnalati dai clienti ce n’è uno che accomuna tutti, ovvero, l’eccessiva rumorosità che si avverte quando si usa il rullo.

 

Verdetto: 9.7/10

Non è un rullo per professionisti ma i ciclisti amatoriali possono comprarlo senza timore, siamo certi che resteranno contenti a patto che siano disposti a sopportare il rumore.

Acquista su Amazon.it (€124,99)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Stabile

Il nuovo rullo Elite con fissaggio a telaio si è dimostrato essere un attrezzo molto stabile grazie al quale pedalare anche in pieno inverno standosene al riparo dalle intemperie. Si rivolge soprattutto a chi va in bici per pura passione e non riesce a smettere di pedalare neanche quando il tempo non lo consente. Il suo prezzo è abbordabile e crediamo che una spesa del genere, il vero appassionato non ci pensi due volte a sostenerla. Il telaio ha l’integrazione di acciaio; appare resistente e affidabile.

Crediamo che ci si possa allenare davvero a lungo senza che si verifichino cedimenti di sorta. L’unità di resistenza magnetica è compatta. Il rullo è compatibile con qualsiasi tipo di bici con ruote da 24 a 29”. L’unico problema si presenta con le biciclette a perno passate, perché in questo caso serve un adattatore.

Rullino in Elastogel

La ruota della bicicletta poggia su un rullino realizzato in elastogel; si tratta di una particolare mescola sviluppata da Elite. Quali vantaggi apporta suddetta mescola? Una maggiore aderenza allo pneumatico ma anche un minor consumo che il produttore stima intorno al 20%. Elite sostiene anche che tale mescola riduca la rumorosità del 50%.

Dobbiamo però dire che la clientela non è affatto d’accordo con questo dato, anzi, una delle lamentele più ricorrenti riguarda proprio questo aspetto: leggendo le tante recensioni pubblicate in rete, sono davvero parecchi i ciclisti che si lamentano per il troppo rumore che per alcuni è insopportabile al punto tale da rinunciare all’allenamento o cercare di coprire il rumore con della musica. Grazie al sensore Misuro B+, il rullo è compatibile con le tante app dedicate agli allenamenti.

 

Facile da montare

Il montaggio dell’attrezzo è molto semplice, ci sono le istruzioni in italiano ma secondo l’opinione di chi lo ha comprato, seguirle è superfluo. Lo diciamo per testimoniare la semplicità del montaggio. Il rullo è dotato di un comando remoto ma a detta di diversi ciclisti questo è scomodo e anche impreciso.

È stato segnalato dai ciclisti che man mano che si aumenta la resistenza, la pedalata perde fluidità. Questo problema sottolinea il carattere non professionale del rullo che comunque resta, secondo la nostra opinione, un degno attrezzo per i ciclisti amatoriali. Il prezzo, oltretutto, è uno stimolo in più all’acquisto e per un uso saltuario riteniamo che possa andare più che bene.

 

Acquista su Amazon.it (€124,99)

 

 

 

Ultrasport set trainer

 

Prezzo davvero basso per questo rullo che come potete facilmente immaginare è per soli principianti; è comunque uno degli articoli più venduti. Niente fronzoli ma è comunque un attrezzo funzionale nella sua essenzialità. Il rullo è adatto per ruote da 26 a 28 pollici e ha il cambio a sette marce azionabile via cavo che però, secondo alcuni, è poco sensibile.

La struttura è ritenuta abbastanza robusta dai ciclisti; ad ogni modo l’attrezzo può sopportare un carico massimo da 100 kg. Il montaggio non presenta alcuna difficoltà, caratteristica che in più occasioni è stata messa in risalto dagli utenti.

Fondamentalmente ci sono due grossi aspetti negativi che, sinceramente, ci aspettavamo vista la fascia di prezzo dove si colloca il rullo Ultrasport: la pedalata è giudicata poco fluida mentre l’altra lamentele riguarda la rumorosità che pare mettere tutti d’accordo sul fatto che sia troppa.

Pro
Robusto:

I ciclisti non hanno mancato di mettere in risalto la robustezza del rullo che può sopportare un carico massimo di 100 kg.

Facile da montare:

L’assemblaggio del rullo non è fonte di grattacapi, visto che chiunque può montarlo e l’operazione è semplice e veloce così da non perdere tempo.

Contro
Pedalata poco fluida:

Uno dei problemi riscontrati per il rullo Ultrasport è la pedalata che secondo i ciclisti è poco fluida e questo giustamente ha generato un po’ di malcontento.

Rumoroso:

Il secondo grosso problema che abbiamo evidenziato per il rullo Ultrasport è la sua rumorosità; secondo i ciclisti che lo hanno provato, è parecchio fastidioso per le orecchie.

Acquista su Amazon.it (€69,99)

 

 

 

Elite Arion Home Trainer

 

Prima di entrare nel vivo della recensione e descrivere le caratteristiche con annessi pregi e difetti vogliamo mettere in guardia il lettore. Questi sono rulli liberi dunque la bicicletta non è ancorata. Rulli del genere presentano qualche difficoltà, almeno per i primi tempi. Non tutti riescono a usarli senza un po’ di pratica. Dunque se non vi sentite all’altezza, lasciate perdere e prendete uno degli altri due tipi di rulli.

Il telaio dell’Elite si presenta bene: robusto ma al tempo stesso leggero. Peccato manchino dei piedini antiscivolo alla base e dunque su pavimenti lisci potrebbe esserci qualche problema in più. Buone notizie per le vostre orecchie: l’attrezzo è piuttosto silenzioso o se preferite, poco rumoroso.

Il rullo è compatibile con biciclette da strada e MTB ma occhio alla lunghezza dell’interasse che potrebbe essere troppo lungo per questo articolo. Compatto, quando è chiuso lo si mette via facilmente.

Pro
Silenzioso:

Il livello di rumore prodotto dal rullo quando è in uso è stato giudicato più che tollerabile dai ciclisti che lo hanno testato.

Materiali:

Esprimiamo la nostra totale soddisfazione per la qualità dei materiali: sebbene sia un attrezzo resistente, è anche leggero, cosa che di certo non guasta.

Contro
Difficile da usare:

Un rullo del genere, che non prevede il bloccaggio della bicicletta, presenta grosse difficoltà d’uso, almeno per i primi tempi.

Base scivolosa:

La base non è dotata di piedini e/o gommini antiscivolo e di conseguenza ci possono essere delle difficoltà sui pavimenti lisci.

Acquista su Amazon.it (€149,99)

 

 

 

Elite Qubo Digital Smart B+

 

È un rullo a resistenza magnetica con otto livelli impostabili attraverso il selettore al manubrio. Grazie a un range così ampio il ciclista può eseguire qualsiasi tipo di allenamento passando dagli esercizi mirati a migliorare l’agilità a quelli per aumentare la forza. 

È un dispositivo smart: la trasmissione dei dati wireless può avvenire via ANT+ oppure Bluetooth. Per monitorare gli allenamenti basta scaricare l’app My E-Training o una delle tante altre disponibili. Il rullo in elastogel, una esclusiva mescola realizzata da Elite, favorisce l’aderenza allo pneumatico, oltretutto salvaguardandolo dall’usura veloce, e riduce la rumorosità.

Il sistema crono a compasso permette di simulare con soddisfacente fedeltà il comportamento della bicicletta su percorso stradale. Ottima la fluidità della pedalata ma la pendenza, secondo i ciclisti è insufficiente in quanto non va oltre il 6%. Il prezzo è un po’ alto.

Pro
Potenza regolabile:

Grazie agli otto livelli di potenza selezionabili si possono eseguire allenamenti volti tanto al miglioramento dell’agilità quanto all’aumento della forza.

Pedalata fluida:

Tra le caratteristiche che maggiormente hanno soddisfatto i ciclisti c’è sicuramente la fluidità della pedalata, ottima secondo noi.

Contro
Poca pendenza:

Probabilmente la lamentela che si è presentata con maggior frequenza nelle recensioni che abbiamo letto, riguarda il livello della pendenza che non va oltre il 6%.

Costo:

È un attrezzo che richiede un certo sforzo economico; ecco perché lo consigliamo ai ciclisti che si trovano a un livello avanzato.

Acquista su Amazon.it (€278,99)

 

 

 

Tacx Galaxia

 

È un sistema a rulli liberi dunque va tenuta un po’ più alta l’attenzione onde evitare di cadere. Molti ciclisti, infatti, si sono lamentati delle difficoltà iniziali poi agevolmente superate grazie a un pizzico di pratica. Interessante, poi, il sistema a oscillazione che permette di pedalare tranquillamente anche in piedi, naturalmente dopo aver preso la necessaria confidenza con l’attrezzo. Tale caratteristica è una esclusiva dei rulli Tacx.

Compatibile con biciclette da 26 a 29”, anche se qualcuno ha riscontrato dei problemi in questo senso, l’attrezzo è solido e stabile sul pavimento.

La pedalata è fluida e cosa da non sottovalutare, il rullo è silenzioso. Quanto al prezzo, non è altissimo ma comunque non è una cifra che si spende a cuor leggero.

Pro
Sistema a oscillazione:

Risulta ostico all’inizio ma facilita l’equilibrio e consente di pedalare anche in piedi senza troppi rischi.

Silenzioso:

L’uso di questo attrezzo non arreca disturbo agli altri inquilini e ancor meno ai vicini; è silenzioso come si fa notare in più di una recensione.

Contro
Problemi di equilibrio:

Il primo approccio è difficoltoso per la maggior parte dei ciclisti che rischiano di cadere, dunque bisogna restare concentrati.

Prezzo:

Pur non avendo un costo altissimo, l’esborso richiesto impone di pensarci bene prima di fare l’acquisto.

Acquista su Amazon.it (€210,95)

 

 

 

Come utilizzare un rullo per allenamento

 

In tutti gli sport è importante non perdere il ritmo dunque bisogna allenarsi con costanza. Determinati sport consentono di fare gli esercizi in palestra quando non è possibile all’aria aperta a causa del troppo freddo, della pioggia e della neve. Persino un runner può servirsi del tapis roulant ma come fanno i ciclisti? Uscire in bicicletta con la pioggia vuol dire esporsi a una maggior probabilità di cadere; il freddo, poi, può causare infortuni muscolari. Eppure si può fare una bella sgambata persino in salotto. Come? Grazie al rullo per bicicletta.

 

 

Rulli liberi: restate concentrati

Quando ci si allena bisogna stare concentrati ma ciò vale ancor di più se si usano i rulli liberi. In questo caso la bicicletta non è ancorata a nulla e il fatto di pedalare in casa può far illudere qualcuno che non ci siano pericoli. Ciò è falso almeno in parte con i rulli liberi perché se non si presta la necessaria attenzione si rischia di perdere l’equilibrio e cadere rovinosamente.

 

La durata dell’allenamento

Quanto tempo bisogna pedalare sui rulli per dire di aver fatto un buon allenamento? Per rispondere prendiamo due casi specifici. Se dovete lavorare sulla qualità, dovreste pedalare 60 massimo 80 minuti per evitare di sottoporvi a un inutile stress psicofisico (ricordate che la concentrazione deve restare alta). Se invece il vostro programma prevede aumentare la resistenza, due ore di allenamento sono sufficienti ma devono essere divise in due sessioni, magari la mattina prima di una buona colazione e a tardo pomeriggio.

 

 

Programmate la settimana

Se allenarsi sui rulli diventa una routine per tutto il periodo invernale, dovete stabilire una programmazione settimanale degli allenamenti. Ciò è importante al fine di distribuire al meglio i carichi di lavoro. Un programma tipo potrebbe essere due allenamenti sui rulli e, se possibile una uscita su strada.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status