Il miglior sciroppo d’acero

Ultimo aggiornamento: 22.10.18

 

Sciroppi d’acero – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensione del 2018

 

Quale sciroppo d’acero comprare? La risposta a questa domanda affonda da una parte nella ricerca di un prodotto dal prezzo competitivo, capace però di rientrare all’interno di una ideale classifica in cui la migliore marca non è obbligatoriamente quella dal costo più elevato. Oltre a fattori quali il gusto personale, intervengono anche motivazioni differenti, legate al bisogno di alternare agli zuccheri e dolcificanti classici un alimento diverso, con differenti proprietà e benefici. Maple farm – Grado A, concentra in un solo prodotto una quantità elevata e ben raffinata di questo dolcificante, mantenendo però una certa personalità per quel che riguarda il sapore e il gusto finale, decisamente intenso. Fior di Loto – grado C possiede un sapore intenso, a cui si aggiunge la ricerca di ingredienti completamente biologici, uno dei motivi in più che lo fanno rientrare tra i più venduti on line.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior sciroppo d’acero

 

Per chi apprezza il confronto e la comparazione tra tipologie diverse di prodotti, la lettura della tabella di comparazione che abbiamo redatto risulta un adeguato supporto per farsi un’idea chiara di pregi e difetti da ricercare in un prodotto del genere. Il migliore sciroppo d’acero infatti è qualcosa che media tra oggettive proprietà e soggettive preferenze da parte dell’utente finale.

 

 

Guida all’acquisto

 

La dimensione della confezione

A seconda del bisogno e del consumo si può optare per un contenitore più o meno grande. In tanti preferiscono i pacchetti da uno o due litri, così da avere sempre a portata di mano il giusto quantitativo evitando di dover uscire per ulteriori acquisti.

Chi ama un certo stile e una forma anche piacevole per la vista, opta per uno sciroppo d’acero della migliore marca, contenuto in un involucro di vetro che meglio lascia vedere le sfumature di colore e i toni ambrati dello sciroppo. Il vetro da un lato si dimostra un ottimo supporto igienico, ma nulla vieta di scegliere una plastica spessa il giusto, che non rischia di finire in mille pezzi.

La questione praticità non va infatti sottovalutata, mediando tra le offerte presenti sul mercato e confrontando i prezzi, considerando anche il punto di vista di chi ha provato in prima persona questo prodotto.

 

La scelta dello sciroppo

Il grado di lavorazione è un altro aspetto che vi consigliamo di non trascurare, specie facendo affidamento anche sul vostro gusto personale. In questo caso infatti il palato e il piacere di un dolcificante più o meno intenso, possono fare la differenza al momento dell’utilizzo.

Esistono tre tipi di sciroppo, classificati con le prime tre lettere dell’alfabeto e che indicano in progressione il più alto livello di raffinatura, rappresentato dalla lettera A, fino al livello più grezzo, indicato dalla C. Nella prima tipologia il colore risulta molto più chiaro, con un sapore anche meno intenso. Il passaggio progressivo a uno sciroppo di tipo B e C, si accompagna a una maggiore densità e a profumi più intensi.

Leggere con cura una recensione può aiutare chi interessato a capire se si tratta del prodotto che fa per lui, oppure se è più indicata una qualità più delicata e piacevole al palato.

 

 

Proprietà e benefici

Il ridotto contenuto calorico dello sciroppo lo fa preferire a chi utilizza in modo eccessivo lo zucchero raffinato. Un aspetto questo che rappresenta solo la punta di una sostanza adatta anche a combattere la formazione di grasso sull’addome e che possiede anche una efficace azione depurativa.

Le proprietà messe in campo dal prodotto devono però fare sempre i conti con un’adeguata assunzione da parte dell’utente. Anche per gli sportivi, un’assunzione del succo in forma diluita come pre workout, fornisce un’adeguata quantità di energia, spendibile nelle prime fasi dell’allenamento.

 

I migliori sciroppi d’acero del 2018

 

Nella scelta dei migliori sciroppi d’acero del 2018, abbiamo puntato su una selezione che includa diverse tipologie e varietà di prodotto. Se da un lato alcuni dei prodotti più venduti figurano in questa classifica, d’altra parte troviamo anche nomi poco noti, il cui merito sta nella ricerca di una materia prima al top, proveniente da un’agricoltura biologica e che rispetta nel corso di tutto il processo produttivo l’ambiente.

Abbiamo poi dato spazio anche a sciroppi in cui il rapporto tra spesa e risultato appare ben proporzionato, venendo incontro anche a chi non vuole spendere troppo, portandosi comunque a casa un prodotto di buona fattura.

 

Prodotti raccomandati

 

Maple farm – Grado A

 

Confezione ampia il giusto con un adeguato rapporto qualità/prezzo che ha soddisfatto in pieno diverse persone. Il grado di lavorazione dello sciroppo raggiunge il livello A, il massimo in quanto a raffinatura. Tuttavia sia come colore sia come sapore non ha perso la sua personalità, con note e sentori decisi e un colore ambrato scuro.

Anche per quel che riguarda la confezione il prodotto è BPA free, in un formato da un litro in cui la plastica concorre a mantenere tutto ben protetto in un ambiente salutare e privo di sostanze nocive. Il tappo è studiato per fornire una chiusura adeguata, evitando che possano cadere delle gocce una volta versato lo sciroppo.

Acquista su Amazon.it (€21,15)

 

 

 

Fior di Loto – Grado C

 

All’interno di una recensione del migliore sciroppo d’acero, abbiamo deciso di dare spazio anche a un prodotto completamente Bio, realizzato al 100% senza aggiunte e con materie prime naturali. In tanti hanno gradito la confezione in vetro e la tipologia del prodotto, di classe C.

Questa denominazione è tipica di un prodotto dal colore più scuro, frutto di una lavorazione meno intensa che non ridotto o diluito il sapore e il gusto dello sciroppo. Al contrario si tratta di un tipo dall’odore e dal sapore più corposi rispetto agli sciroppi di grado A. Il prezzo è leggermente superiore alla media, ma la qualità saprà ricompensare quanti vorranno dargli fiducia.

Acquista su Amazon.it (€29,8)

 

 

 

Kirkland 1L

 

Il prodotto Kirkland si è fatto apprezzare in virtù di un prezzo decisamente concorrenziale, ideale per chi necessita di una certa quantità di sciroppo, senza spendere una cifra esagerata. Il grado A di raffinamento lo rende un prodotto al tempo stesso piacevole per zuccherare bevande o merende, così come un’alternativa da aggiungere anche a piatti dal gusto agrodolce.

Gli utenti che hanno avuto modo di provarlo confermano anche la bontà della confezione, resistente quanto basta e sicura dal punto di vista igienico. C’è da dire che diversi clienti hanno puntato a un prodotto dal prezzo concorrenziale, senza però voler fare sconti sulla questione della qualità.

Acquista su Amazon.it (€23,44)

 

 

 

Klarks 500ml

 

Il grado B lo inserisce come ideale via di mezzo tra uno sciroppo finemente lavorato e uno invece praticamente grezzo. La confezione è più piccola rispetto a quelle viste in precedenza, fornendo una quantità pari a 500 ml di sciroppo.

Il rapporto qualità/prezzo tende in questo caso a pendere verso la seconda voce, con un costo superiore che però non ci ha impedito di inserirlo tra i nostri consigli d’acquisto. Gli utenti hanno gradito il retrogusto tipico che lo caratterizza, con un sapore che ricorda per certi versi il caffè.

Acquista su Amazon.it (€19,43)

 

 

 

Probios 250ml

 

Confezione da 250 ml per un prodotto che punta tutto sulla qualità, con una lavorazione e una materia prima al 100% organica. Lo sciroppo è di grado C, con un consistenza maggiore e un colore che tende più al caramello. Apprezzabile la scelta di inserire il tutto all’interno di una confezione in vetro.

In questo modo il prodotto si mantiene bene e le proprietà insite nello sciroppo non vengono modificate. L’origine del prodotto è canadese, in modo da assicurare che la tradizione e lo spirito da cui si è originato questo prodotto si mantengano tali nel tempo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare lo sciroppo d’acero

 

Per chi cerca alternative adeguate allo zucchero, lo sciroppo d’acero può dimostrarsi una soluzione percorribile e interessante. Vediamo qui di seguito alcune note che ne possono migliorare l’utilizzo.

 

 

Scegliete una confezione adeguata

Puntare su un prodotto formato famiglia può sembrare un’esagerazione ma si nota spesso che il prodotto venduto in maggiori quantità riesce a bilanciare al meglio il costo di vendita.

 

Non esagerate con le dosi

Anche se il contenuto di glucosio è inferiore rispetto allo zucchero raffinato, non per questo è scontato esagerare con le dosi.

La scelta dello sciroppo d’acero deve infatti sottostare a una dieta e a una gestione oculata e responsabile del prodotto.

 

Controllate l’avvenuta chiusura del tappo

Sembra scontato ma può capire sovente che non venga richiusa bene la bottiglia, con rischi di cadute e spargimenti in cucina o sul tavolo di quello sciroppo che tanto apprezzate.

La natura stessa del prodotto non si sposa troppo bene con i pavimenti di casa.

 

Verificate la qualità del prodotto

Lo sciroppo può passare attraverso livelli di raffinazione, per questo motivo è opportuno conoscere e prestare particolare attenzione alle differenti categorie.

Riassumendo in sintesi si valla lettera A che rappresenta il punto più alto di lavorazione fino alla lettera C che invece identifica il prodotto più grezzo. A seconda del vostro gusto vi consigliamo di prendere prima in gran considerazione questo aspetto, così da evitare problemi al primo assaggio.

 

 

Sperimentate

La scelta di uno sciroppo diverso nel corso del tempo permette di allargare la base e la tipologia del gusto così da sperimentare nuovi sapori. Non solo, è utile anche provare le materie prime su cui lo sciroppo d’acero si sposa meglio, dalla preparazione di dolci passando anche per prodotti salati.

 

Riponete il tutto in una credenza

La scelta di una sistemazione adeguata è l’opzione migliore per chi desidera conservare nel migliore dei modi lo sciroppo. Tenete il tutto in un luogo lontano da fonti di calore dirette e indirette, anche se le confezioni sono di buona qualità e con uno spessore adeguato il sole e il caldo posso alterare nel tempo il sapore e la qualità dello sciroppo.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.